ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

mercoledì 5 luglio 2017

Resoconto attività Consigliere Carlo Vivarelli Comune San marcello Piteglio 6 Luglio 2017


San Marcello Piteglio, 6 Luglio 2017.
Alla popolazione del Comune di San Marcello Piteglio e agli organi di stampa.
Comunicato Da Carlo Vivarelli, Partito Indipendentista Toscano. Resoconto delle mie attività come Consigliere Comunale dal 26 Giugno al 30 Giugno 2017.

A seguire le interpellanze, le interrogazioni e le mozioni che ho presentato. La prima interpellanza riguarda le case popolari, ho chiesto risposta scritta circa i criteri di assegnazione. Ovviamente interverremo se le case popolari verranno assegnate a stranieri o a persone che a nostro avviso non hanno diritto di averle. Sia chiaro, per quanto ci riguarda le case popolari devono essere assegnate esclusivamente alla popolazione toscana. La seconda interpellanza riguarda l’ex Vivaio Forestale di Maresca. E’ stato emesso un bando, nel periodo di reggenza prefettizia dei comuni di Abetone Cutigliano e di San Marcello Piteglio, che è chiaramente fatto appositamente per favorire le cooperative che gestiscono il business dell’immigrazione, il che è un’immonda vergogna. Non siamo affatto disposti a tollerare questo insulto. L’ex Vivaio forestale del Teso deve essere assegnato a ditte locali, delle ditte vere, non soggetti che guadagnano una valanga di soldi nostri per gestire persone delle quali non è dato conoscere nemmeno la vera identità. La terza è un’interrogazione riguardante lo stato del ponte di San Marcello P.se, la cui responsabilità ricade sull’ente Provincia di Pistoia, ma che ovviamente riguarda tutti noi. Attendiamo risposta. Se essa non sarà soddisfacente ci rivolgeremo per un accertamento al Genio Civile. Abbiamo poi presentato una mozione chiedendo al Consiglio Comunale la costituzione di parte civile contro Oreste Giurlani, ex Sindaco di Pescia, nel caso si svolga un processo contro di lui. In questo caso abbiamo ripreso una richiesta della Lega Nord presentata da Marco Poli. Abbiamo poi presentato un’interrogazione riguardante Via Gavinana di Maresca, chiedendo se il Comune abbia previsto la potatura degli alberi del viale, se è prevista una pulizia dell’area e se sia possibile recuperare l’area presente in fondo al percorso della vecchia ferrovia. Il 28 Giugno abbiamo poi presentato una richiesta, inoltrata a tutti i consiglieri comunali, affinchè venga convocato urgentemente un consiglio comunale con oggetto la sicurezza e la legalità. Non ci è minimamente tollerabile il fatto che siano stati arrestati dei criminali albanesi con la refurtiva in macchina proveniente da furti messi a segno nel nostro territorio, e che essi criminali siano stati lasciati liberi immediatamente. Abbiamo elencato anche altri fatti in questa nostra richiesta. Ci risulta davvero inaccettabile che nessun consigliere comunale abbia, almeno fino alla giornata di ieri 4 Luglio, risposto alla nostra richiesta. Una vergogna. Evidentemente gli altri 11 consiglieri comunali considerano la sicurezza e la legalità un qualcosa di poco importante. Davvero un silenzio pessimo: invitiamo di nuovo il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio Comunale a svegliarsi: la sicurezza e la legalità sono l’essenza stessa della democrazia. Il 27 giugno abbiamo chiesto risposta scritta circa gli emolumenti che verranno percepiti da sindaco, assessori, consiglieri, dal presidente del consiglio comunale e dal vice presidente del consiglio comunale. Ovviamente chiederemo che essi emolumenti vengano cancellati o ridotti al minimo e mai accetteremo nessun tipo di cifra da riconoscere a presidente e vicepresidente del consiglio comunale. Abbiamo inoltre chiesto l’uso di una stanza per i lavori dei consiglieri comunali, e il 29 Giugno abbiamo chiesto l’installazione di apparecchiature per le riprese in streaming del consiglio comunale, anche qui riprendendo una proposta giuntaci ancora da Marco poli, della Lega Nord. Il 30 Giugno abbiamo presentato una mozione con la richiesta di istituzione di una commissione permanente che abbia come oggetto sia l’immediato recupero delle cifre che Gaia spa deve al nostro comune, sia la difesa degli abitanti del nostro comune contro le irregolarità che Gaia spa compie ai danni della popolazione, come chiedere la corresponsione di bollette chiaramente già pagate ecc. faremo una lotta durissima affinchè Gaia spa venga immediatamente messa in mora dal nostro comune, che deve porre in essere ogni iniziativa legale affinchè il quesito referendario venga rispettato e affinchè Gaia spa ci renda, subito, tutti i soldi che ci deve. Il nostro obiettivo è l’immediata ripubblicizzazione della gestione dell’acqua nel nostro comune. Inoltre, ci sembra inaudito che non sia stato ancora convocato il prossimo consiglio comunale, questo ci sembra un arroccamento difensivo davvero allucinante, vista la quantità di problemi e di questioni da discutere. In più, sta girando la voce, che speriamo rimanga tale, che siano state chieste le dimissioni dei consiglieri in Giunta, affinchè possano entrare in consiglio comunale 4 non eletti. Mi auguro che il Sindaco voglia smentire queste voci, perché questo fatto, in presenza di 1700 disoccupati in Montagna Pistoiese, assumerebbe le dimensioni di una gigantesca farsa. Che questi signori vengano a discutere di problemi reali, invece di fare giochetti di pessimo gusto, o di andare a giocare alla social valley come se fossero sul tavolo del risiko. Il nostro Comune ha necessità di ripubblicizzare i servizi pubblici, di dare lavoro ai nostri disoccupati e di chiudere con l’immigrazione selvaggia, non di far entrare in Consiglio gente non eletta.

Carlo Vivarelli
Consigliere Comunale di San Marcello Piteglio
Partito Indipendentista Toscano