BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

giovedì 31 dicembre 2015

ASTRONEWS: Una buona fine anno e un ottimo 2016 dalla redazione di Media INAF


Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture

IL FUTURO DELL'ASTROFISICA E DELLA FISICA

Il 2016 che ci attende

Un breve escursus su cosa accadrà nel 2016, sia dal punto della fisica che dell'astrofisica: si va dalla ricerca della materia oscura alle nuove missioni per Marte e Giove, senza dimenticare le onde gravitazonali

picture

IL CIELO DI GENNAIO

L'ammasso nel cuore del Cane Maggiore

Un bell'ammasso stellare facile da osservare, il massimo dello sciame meteorico delle Quadrantidi e una stretta congiunzione tra Venere e Saturno nel cielo di inizio anno. I consigli per osservarli, tempo permettendo insieme agli altri fenomeni celesti previsti a gennaio

picture

SUI MEDIA NAZIONALI

L'astrofisica fa notizia

In chiusura di un altro anno ricco di attività di alto livello scientifico che hanno visto protagonista il personale del nostro Istituto, proviamo qui a segnalare quelle che più hanno attirato l'attenzione dei media nazionali, in base ai dati ricavati dalla nostra rassegna stampa

picture

COSA VI PIACE DI PIÙ

Congiunzioni e comete: le più lette del 2015

Tra gli articoli più letti quello sulla congiunzione astrale Giove-Venere e uno sulla cometa Lovejoy. Tra i preferiti anche articoli che trattano argomenti di fisica fondamentale. Nella top ten anche l'eclissi

picture

MISSIONE RINVIATA PER UN PROBLEMA TECNICO

InSight: per Marte bisogna attendere

Una perdita nel sistema di vuoto nello strumento SEIS, un sensibilissimo sismografo, ha costretto i tecnici della missione dedicata allo studio della struttura interna del Pianeta rosso ad alzare bandiera bianca. Il lancio previsto per marzo 2016 è rinviato, probabilmente di un paio d'anni

picture

MONTATO IL NONO SPECCHIO

James Webb, a metà strada verso la partenza

In tutto i segmenti sono 18, ognuno dei quali misura 1,3 metri e pesa circa 40 chili. Il grande specchio primario misurerà 6,5 metri di larghezza (cioè quasi tre volte più grande di quello di HST)

picture

COLLISIONI TRA ASTEROIDI E STELLE DI NEUTRONI

Nuovo modello per i FRB

Uno studio recente sostiene che i Fast Radio Burst siano originati dalla collisione tra piccoli corpi e stelle di neutroni. Gli autori della ricerca ritengono che gli altri progenitori proposti non soddisfino tutte le evidenze osservative. Gli strumenti di nuova generazione potranno fornire nuovi dati e far luce sulla natura di queste peculiari sorgenti

 


Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

31.12.2015

Top ten 2015 dei video di INAF-TV

31.12.2015

Il cielo di gennaio 2016

30.12.2015

Il racconto dello Spazio pt.10 con Elisa Nichelli e Marco Galliani

30.12.2015

Il racconto dello Spazio pt.9 con Elisa Nichelli e Marco Galliani

23.12.2015

Workshop attività di comunicaizone Uff. Rel. Esterne e Istituzionali

23.12.2015

Workshop Ufficio Relazioni Esterne e Istituzionali - conclusioni

23.12.2015

Falcon 9 andata e ritorno

Gli approfondimenti di INAF-TV

Astrochannel, la TV via rete a loop continuo


Inoltre, sempre su Media Inaf, puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Flickr e iTunes.

E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.

È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!

newsletter

SALVIAMO LE APUANE: Basta Camion! Chiudiamo le cave del Monte Sagro !!!

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Chiudi l'anno in bellezza firma la petizione
Il Monte Sagro, la montagna sacra per gli apuani, è duramente scalfita da due cave sulle sue pendici. Cave che producono tantissimi scarti ed occupano davvero poche persone (circa 12). Inoltre il traffico dei camion di queste cave andrebbe a gravare le comunità vicine da Carrara a Fosdinovo creando grossi problemi alla circolazione e di inquinamento atmosferico. 

Ti chiediamo una firma e di condividere questa petizione clicca sul link sottostante per leggere e firmare 



Eros Tetti
Salviamo le Apuane

mercoledì 30 dicembre 2015

STORIA DI PARTIGLIANO, raccolta da varie fonti by Andreotti Roberto.

Foto pubbliche tratte da Facebook , di P. Nicoletti.

PARTIGLIANO :
Il viaggiatore che lascia Valdottavo, volgendo a destra, giunge a Partigliano, ridente paesino tra il verde degli olivi e dei vigneti, a circa 250 m slm.
Anticamente faceva parte del Piviere di Diecimo, oggi appartenente a quello di Valdottavo. Il paese è citato nei documenti dell'Arcivescovato di Lucca fino dal '993. La chiesa è costruita con un bel pietrame locale ed internamente è stata scialbata, forse in seguito della peste del 1600 e presenta uno stile barocco, assai mitigato e armonioso. Il campanile si presenta come più antico della chiesa, ma dopo che fu' restaurato dopo il terremoto del 7 settembre 1920, ha perso le sue antiche caratteristiche architettoniche. Davanti alla Chiesa un grande loggiato, che poggia su archi di cotto antico, con vecchia travatura di castagno: ristrutturato nel 1990, è statlo destinato ad attività sociali. Partigliano conta attualmente circa 210 abitanti, raggruppati in ±67 famiglie. Nel passato ha conosciuto una emigrazione verso i paesi del Nord Europa. La gente di Partigliano ha spiccato senso associativo per cui mantiene in vita tradizioni religiose e sociali da tempo scomparse nelle altre comunità. A circa 4 km, è da visitare l' antico Romitorio di Guzzanello.

LA CHIESA :
La chiesa dei Santi Giusto e Clemente è un edificio sacro che si trova in località Partigliano a Borgo a Mozzano.
Il campanile e' antico, ma non e' più nella struttura originaria a seguito dei danni subiti nel terremoto del 1920, ed è parzialmente inserito nella facciata della chiesa, a prova dell'esistenza di una chiesa precedente, dalle dimensioni probabilmente più contenute. Davanti ad essa un grande loggiato poggia su archi di cotto antico. L'interno, a una sola navata e con abside rettangolare, mostra i segni di una ristrutturazione barocca.
Fra le opere, il dipinto del coro, rappresentante la Madonna col Bambino e i santi Clemente, Lucia, Giusto e Caterina d'Alessandria del celebre allievo del Tiepolo il Maestro Giuseppe Antonio Luchi, detto il Diecimino (metà del Settecento), e le due statue in legno policromo dell'Annunciata e dell'Angelo annunciante (primi decenni del XIV secolo). Da notare ancora una pianeta che proviene dall'oratorio di Guzzanello, con stoffa di origine lucchese, che ha sullo stolone graziose figure di angeli e il monogramma di Cristo.

L'ANTICA SOCCOLOGNORA: (Agr. Borgo Giusto).

Nella Toscana del 1600 città, paesi e paesini avevano dei nomi che suonavano in modo diverso dagli attuali. Anche Borgo Giusto, che nasce in quel periodo, viene chiamata Soccolognora, così come Lucca era Luca, la Garfagnana era Carfagnana e la Versilia era Versilla. E laToscana era Tuscia, così come é rappresentata in un incisione sul rame del 1601 fatta da Ortelius e da noi ritrovata fra le carte dell'epoca. Attualmente si chiama Borgo Giusto (dal nome della famiglia dei Giusti che vi si insediò per prima), l'attuale agriturismo e' la ricostruzione pietra su pietra della vecchia Soccolognora.

LA PESTE:
La si ricorda ancora dopo quasi 400 anni con una cerimonia che rievoca un episodio accaduto nel 1631 quando i partiglianini, decimati dalla peste, scesero a valle per chiedere a San Rocco di liberarli dall'epidemia che li stava decimando. Secondo la storia tramandata, i cittadini del paese guarirono e da allora, ogni 16 d'agosto, i discendenti compiono lo stesso tragitto per poi riunirsi alla comunità valdottavina ed effettuare insieme il tradizionale bacio delle tavole.
_____________________________________________________________

VIDEO:

Aspetti di Storia Paesana Partigliano 1958-1962 Raccolta di Filmati.
https://www.youtube.com/watch?v=djqnV06vR0s

La Comunità di Partigliano tra Religiosità e Tradizione Film documentario sulla storia della religione e delle tradizioni nella piccola comunità di Partigliano di Borgo a Mozzano LUCCA.
http://www.lajsiab.com/TlNGcjAxWFRwZ3cx
_____________________________________________________________

PERSONAGGI ILLUSTRI:

FRANCHINI PIETRO - Matematico e storico delle scienze matematiche (Partigliano, Borgo a Mozzano, 1768 / Lucca 1837). Professore nel seminario di Veroli, poi a Roma, successivamente fu chiamato a Parigi, durante il periodo napoleonico, per gli studi sul sistema metrico decimale. Infine torno' ad insegnare analisi a Lucca. Notevoli sono le sue ricerche sulla risoluzione delle equazioni algebriche (1792-1800), la sua Teoria dell'analisi (1792), e tra le opere piu' importanti: la Storia dell'algebra (1827).

SILVIO FERRI
''un eroe dimenticato....'' LEGGI QUI:
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
http://www.loschermo.it/articoli/view/66311
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
http://www.lagazzettadelserchio.it/borgo-a-mozzano/2014/09/un-convegno-sugli-abitanti-di-partigliano-salvati-dai-tedeschi-dall-intervento-del-professor-silvio-ferri/
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
_____________________________________________________________

Da varie fonti:
Sito del comune di Borgo a Mozzano , agriturismo Borgo Giusto , treccani , Lo Schermo , La Gazzetta del Serchio , YouTube , ecc.

by ANDREOTTI ROBERTO per CAPITAN FUTURO BLOG™ 14, Sea street, Sausalito, CA , USA .

Tg ''FUTURO'' 31/12/15 Abruzzo, Irpinia, Toscana, Molise, Italia, EuroNews.

By AnnaMaria Domo. Auguri per un buon 2016......