BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 22 dicembre 2015

Nove profughi all'arancio. Barsanti: Prefettura irresponsabile!

LUCCA

Riceviamo e diffondiamo il comunicato di Fabio Barsanti, respnsabile di Sovranità Lucca:
 
Nove 'profughi' all'Arancio, Barsanti (Sovranità): Prefettura irresponsabile.
Lucca, 21 dicembre - “Irresponsabile e folle”. Non usa mezzi termini Fabio Barsanti, responsabile di Sovranità, per definire la scelta della Prefettura di aver inserito tra i luoghi che dovranno ospitare la nuova ondata di immigrati un B&B di via Cantore.
“Siamo allibiti di fronte alla miopia e all'irresponsabilità che sembra dominare negli uffici della Prefettura di Lucca – dichiara Fabio Barsanti – dopo l'ennesima decisione che definire folle è poco: inserire nove c.d. 'profughi' in una delle zone più a rischio della periferia lucchese: l'Arancio tra via Cantore e via Diaz. Nemmeno un mese fa, CasaPound Italia ha organizzato un presidio di due giorni dopo gli innumerevoli episodi di cronaca e micro-criminalità, strettamente legati alla presenza di immigrati; un presidio che ha ottenuto un enorme successo proprio perchè i cittadini di questa zona sono esausti. Inserire in questo contesto nove persone delle quali non sappiamo niente e che finiranno, come al solito, per bivaccare in giro mantenuti con i soldi degli italiani, sarà la scelta che darà il colpo di grazia al quartiere.”
“Ci aspettiamo che il Comune faccia sentire la propria voce – continua Barsanti – e inviti la Prefettura a tornare alla ragione. Non esito inoltre dall'affermare che, qualora andasse in porto questa scellerata ipotesi ed accadesse un minimo episodio di cronaca correlato alla presenza di questo nucleo, Prefettura e Comune dovranno essere ritenuti responsabili morali.”
“L'Arancio è un quartiere che vive giorno dopo giorno il peggioramento delle condizioni di sicurezza – conclude Barsanti - dovute all'incapacità di Governo e amministrazioni locali, che assieme a privati senza scrupoli ed interessati solo a far quattrini sulla pelle degli italiani stanno avallando una vera e propria invasione delle nostre città. E' nostro dovere fermare queste politiche criminali e anti-italiane. I cittadini dell'Arancio si rivolgano a noi.”

Sovranità
Coordinamento provinciale di Lucca
Via Michele Rosi 76
tel. 346 3205032
mail: sovranitalucca@gmail.com