ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

venerdì 31 luglio 2015

01/08/2015 RASSEGNA STAMPA LUCCA E PROVINCIA



PER VISUALIZZARE LE NOTIZIE COMPLETE CLICCARE SUI TITOLI


















SINDACO CORMIO MA LA TARI NON DOVEVA AUMENTARE NEL 2016? San Marcello Pistoiese di Marco Poli


il 30 luglio 2015 a San Marcello pistoiese si è tenuto un consiglio comunale per decidere le tariffe di quest'anno di IMU,TASI e TARI.Le prime due sono rimaste invariate,anche perché essendo già al massimo non si poteva pensare di alzare ulteriormente e parlare di diminuirle pare una barzelletta,del tipo:”c'è un italiano,un francese,un tedesco e la giunta Cormio diminuisce le tasse!”verrebbe giù un fragore di risate talmente tale che probabilmente partirebbe personalmente il sindaco a dire di fare silenzio.
Sulla TARI invece come da copione c'è stato un aumento e precisamente del 18%,la cosa era abbastanza prevedibile in quanto l'anno scorso con un consiglio comunale abbastanza dubbio si è passati al Cosea,di cui avevo già parlato nell' articolo che trovate al link:


Qui fu chiuso un contratto di 1450000€,quando la spesa è stata di 1206000€ per il 2014 e di 1096000€ per il 2013,quindi rispetto a quest'anno si avrà un aumento di spesa del 20% e addirittura del 32% confrontato due anni fa.
Ora come ulteriore premessa vorrei riportare questo comunicato stampa,a firma del sindaco Silvia Maria Cormio del 24 dicembre 2014,fatto dopo le polemiche che si svilupparono nei giorni seguenti:

Credo sia doveroso chiarire nei dettagli, viste le molteplici parole spese, la decisione presa dall’attuale amministrazione di conferire la gestione dei rifiuti urbani a Cosea.
Abbiamo lavorato fin da subito sulla vicenda, ritenendola prioritaria, anche alla luce degli scarsi risultati ottenuti con la gestione in economia, che ha mantenuto le percentuali della raccolta differenziata intorno al 18%, la più bassa della Provincia di Pistoia, condotta con mezzi vetusti, il camion ormai a fine vita risaliva al 1996,cassonetti ridotti in condizioni pessime, che contenevano solo indifferenziata, carta, plastica e vetro. Pertanto si trattava di raccolta parziale, in quanto nulla è stato mai investito degli introiti tributari per arrivare ad un servizio consono e adeguato al percepimento delle direttive europee che prevedono ad oggi il 50% di differenziazione e il 70% entro il 2020.
La scelta di conferire il servizio a Cosea nasce dal fatto che siamo soci fondatori e tra i maggiore azionisti, lo scopo e l’intento era proprio quello di affidare la gestione dei rifiuti alla società, e dopo molti anni ci siamo arrivati.
La società Cosea Ambiente spa è interamente pubblica, partecipata da 24 comuni tutti nell’Appennino Tosco Emiliano, 17 nella provincia di Bologna e 7 in quella di Pistoia e si occupa prevalentemente del servizio di gestione dei rifiuti urbani e derivati. Pur avendo lavorato subito alla risoluzione del problema, abbiamo incontrato vari ostacoli. Inizialmente la gara per il gestore unico era stata definita per ottobre 2012, gara europea che riguarda le tre province Firenze, Prato, Pistoia di cui si prevedeva la conclusione nel 2013, ma così non è stato.
Intuiti i ritardi, abbiamo iniziato a lavorare per l’affidamento a Cosea, ma la normativa dell’in house ha subito cambiamenti continui e inizialmente sembrava non prevedere questa possibilità.
Quando il percorso è apparso più definitivo abbiamo deciso di procedere e quindi sono iniziate le trattative. Trattative lunghe, che hanno previsto verifiche per garantire che l’espletamento del servizio risultasse di qualità e con costi consoni alla prestazione.
Dal 1 gennaio 2015 il servizio prevederà raccolta differenziata per organico, carta e cartone, scarti vegetali, batterie, toner, oli e grassi vegetali, abiti.
Inoltre è prevista la sanificazione dei cassonetti, la distribuzione di compostiere domestiche e la riapertura del centro per inerti dell’Oppiaccio. Sono previste campagne informative ai cittadini, con distribuzione ai bambini di diari scolastici per sensibilizzarli ed educarli alla differenziazione.
L’aumento previsto del 20% circa della tassazione entrerà a regime nel 2016 e comunque dipenderà molto da quanta differenziata verrà fatta, l’azione virtuosa potrebbe abbattere sensibilmente il costo tariffario. Relativamente al personale, i dipendenti che passano a Cosea sono in distacco temporaneo, imprestati alla società, opereranno sul nostro territorio e lo stipendio verrà rimborsato all’ente.
L’operazione dell’acquisto di un mezzo nuovo, non è stata possibile a causa del patto di stabilità e comunque non avrebbe migliorato il servizio, l’avrebbe mantenuto come è attualmente, idem per i cassonetti, ne avremmo avuti solo di nuovi ma senza i servizi offerti da Cosea.

Il Sindaco Silvia Maria Cormio”

Dunque prima di tutto il contratto chiuso con il Cosea prevedeva un aumento di spesa per il 2015 del 20% rispetto del 2014 e la TARI è aumenta del 18%......sono riusciti a risparmiare un 2% sul rincaro che ovviamente ci doveva essere......davvero notevole,considerando i”cervelli”dei nostri amministratori.
Considerato che nel comunicato stampa Cormio scriveva:”L’aumento previsto del 20% circa della tassazione entrerà a regime nel 2016”ora per sicurezza ho controllato il calendario e siamo ancora nel 2016,quindi ho la giunta comunale è un anno avanti,ma per come li conosco sarebbe più facile che siano uno indietro,quindi siamo davanti all'ennesima cavolata detta dal Sindaco.

Ora passiamo al passaggio:”Dal 1 gennaio 2015 il servizio prevederà raccolta differenziata per organico, carta e cartone, scarti vegetali, batterie, toner, oli e grassi vegetali, abiti.”,qui sappiamo tutti che la raccolta è iniziata a giugno quindi con un ritardo di soli 6 mesi sulla tabella di marcia,ma ottimo considerato la”lumacosità”del comune.Però viene da chiedersi se un abbattimento dei costi,è subordinato a quanta raccolta differenziata faranno i cittadini,ma l'ente preposto a questa perde metà anno,come ci faranno ad essere delle diminuzione di spese?discorso inutile da fare comunque perché tutto questo non avverrà!basta infatti andare a leggere il PIANO DI AMBITO 2014-2020 dell'ATO TOSCANA CENTRO(Autorità per la gestione integrata dei rifiuti urbani)nella nostra zona la raccolta differenziata sarà del 47,6%.......ma non doveva essere al 70%per essere in regola con l'Europa???Bè qui vado nel campo delle ipotesi,ma se conosco bene come funzionano i meandri della burocrazia,penso che l'ATO giustifichi il tutto,con il fatto che nel complesso del suo operato raggiunge il 72,4%(vedi tabella riportata),questa è una mia pura ipotesi personale,ma non credo di essere andato troppo di fuori.Quindi in parole povere saremo sempre schiavi di ATO e delle società collegate come COSEA o PUBBLIAMBIENTE che guarda caso sono le uniche due prese in considerazione dal comune,coincidenze come direbbe i più,ma io che sono gufo e terrorista,dico”ordini del Partito”.

In sostanza verrà fatta solo un po' di raccolta di cartone e vetro,con bidoni(non porta a porta,salvo negozi nelle frazioni principali)e nulla più.Senza contare che già da più parti mi arrivano segnalazioni sul malaoperato del COSEA e quindi anche il discorso del”servizio di qualità”và a farsi benedire.
Sulla riapertura della discarica dell'Oppiaccio,di cui ha chiuso le serrande all' ipotesi pure Massimo Baldi mercoledì 29 a Campo Tizzoro,stendiamo un velo pietoso.
I bidoni poi un po' sono stati ,cambiati un po' no,certo averli colorati bellini è un bel vedere,ma si poteva fare anche”in casa”per le cifre spese,senza cooperative esterne.Sull'informazione poi sono state fatte si dell'assemblee ma pubblicizzare questo si sono fatti pochi manifesti attaccati in pochi posti e poi si è andati principalmente di Internet(Facebook in primis),così facendo così si è raccattato la presenza di si e no,al massimo 50 persone per assemblea, calcolando che ne sono state fatte una decina si è preso al massimo 500 persone,ed ammettendo che ognuna di queste rappresenti una famiglia,stimando che 6600 persone del comune si conti 3000 famiglie,ad andare bene si è toccato un sesto delle famiglie del comune,quindi direi un po' poco secondo me.
Cosa abbiamo per certo per ora in più dal COSEA?Per ora un aumento delle tasse,e quasi esattamente pari in percentuale,all'aumento del costo del servizio, che a fine dicembre veniva negato dal sindaco Cormio,e che eventualmente “sarebbe”ricaduto sui cittadini nel 2016,come da comunicato stampa riportato.
Ora che dobbiamo pensare sindaco?che a casa sua e in quelle della giunta avete per sbaglio il calendario del prossimo anno?Che avete deliberato su una cosa di cui non sapevate bene?Oppure che sapevate benissimo che le tasse sarebbero aumentate e l'avete fatto lo stesso mentendo sul maggior costo?Io non è che veda molte altre ipotesi e c'è da dire che in nessuna di queste fate comunque una bella figura......

Distinti saluti

Marco Poli

marcopoli76@gmail.com 3349069101

31/07/15 Bagni di Lucca, INAUGURAZIONE CANYON PARK !!! Foto gallery . (clicca qui) .

GRANDE INAUGURAZIONE DEL CANYON PARK
ALLE STRETTE DI COCCIGLIA LOC. LA SCESTA
BAGNI DI LUCCA.

Una grande festa, con tutte le autorita' del comune e dei comuni vicini....
Da Bonfanti pres. dell'unione dei comuni e sindaco di pescaglia ai sindaci Betti di Bagni di Lucca, Amadei di Coreglia e l'assessore Giovanni Cabriolo Puddu per Borgo a Mozzano, presenti pure l'arma dei Carabinieri con il locale maresciallo, i vigili urbani ed il simpaticissimo comandante della Forestale di Lucca.

Nel primo giro inaugurale ho avuto l'onore di essere tra i primi a provare il percorso insieme a tutte queste autorita', devo dire che il percorso e' spettacolare ed immerso in un paesaggio unico.

Per info sul Canyon Park:
www.canyonpark.it
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
FOTO GALLERY: (foto mie e di Valerio Ceccarelli, banner di Paolo Roverani).

COMUNICATO FRATELLI D'ITALIA CAMAIORE: POLITICHE NEL SOCIALE

 
RICEVO E PUBBLICO QUANTO INVIATO DALLA REDAZIONE DI FDI CAMAIORE


Invece di pensare al festival Gaber non pensate un pò al sociale? Vi  rendete conto che a Camaiore c'è gente che sta per finire a dormire sotto un ponte o alla stazione? quando vi decidete ad occuparvi un pò del sociale? per quello soldi non ne spendete mai? e poi i razzisti siamo noi? spendete soldi per delle inutili canzonette quando c'è gente che non ha da mangiare ne un posto dove dormire, vi sembra possibile che la dignità delle persone venga messa in secondo piano? ma non era Del Dotto uomo di sinistra? e non era la sinistra quella che doveva occuparsi di controllare che i suoi cittadini vivessero dignitosamente?  magari anche passando dei buoni pasto alle famiglie più indigenti o costruendo nuovi alloggi popolari.... invece quali sono le priorità di questa amministrazione? La pista ciclabile del tutto inutile, quanto è costatato il festival Gaber? Quanto è costato la  inutile chiusura della metà piazza XXIX Maggio? e ora per dar lavoro alla fondazione Gaber vorrebbe spendere 700.000 euro per l'ex bussola domani? bisogna investire sul lavoro caro sindaco, l'ufficio di collocamento e il centro dell'impiego sono al collasso,io stesso ho fatto il via d'oro recandomi più volte presso di loro per cercare lavoro senza mai avere una risposta,investite sul lavoro, prendete i disoccupati e metteteli a tappare le buche sulle strade, a pulire i giardinetti, a pulire i sentieri ecco a cosa devono servire I NOSTRI SOLDI.
Camaiore 31/07/ 2015

Comitato di redazione FDI - AN Camaiore.

LUCCA: LA CITTADELLA DELLA GIUSTIZIA. di Francesco Colucci . (clicca qui)


 

Passavo ieri nella zona dello Stadio e facendo un rapido giro,ho visto il degrado, che comincia a insinuarsi nei tanti padiglioni abbandonati dell'Ospedale di Campo di Marte. Credo che i Lucchesi dovrebbero mettere una targa ricordo all'ingresso, a perpetua memoria, della danno, della beffa, della criminale offesa alla città recata dalle scellerate decisione del Presidente della Regione, il pisano Rossi. Mai cosa più turpe in tanti secoli è stata fatta alla collettività lucchese e al suo patrimonio. Ciò detto, perchè non sia mai dimenticato, occorre cominciare a pensare come diminuire il danno fatto, la ferita inferta alla città prima che il degrado di un immenso patrimonio edilizio finisca per ulteriormente aggravare la situazione, visto che tutto tace la dove, il Comune, occorrerebbe avere idee e decisioni in merito.

Riprendo ampliandola la proposta del Presidente ora Consigliere Baccelli, per realizzare nel tempo, a Campo di Marte, la Cittadella della Giustizia, riunendovi, nei tempi diversi necessari ai lavori, la Prefettura, la Questura, il Comando dei Carabinieri, il Tribunale, i Giudici di Pace e anche il Carcere di San Giorgio. A regime una cosa oltremodo funzionale al cittadino e agli uffici, che libererebbe immobili preziosi in città, da destinarsi ad altre attività o con Piani di recupero, alla vendita. E' necessario che riprenda un dibattito su questo tema per evitare nuove decisioni cervellotiche prese nel segreto delle stanze, così come andrà fatto anche per la Manifattura Tabacchi, dove riconfermo la proposta a suo tempo fatta per un mega parcheggio coperto di 1.000 posti auto, in parte per residenti, in parte per l'ordinaria mobilità giornaliera.


francesco colucci x riformisti italiani

 


giovedì 30 luglio 2015

COREGLIA, INTERPELLANZE CHE SONO STATE RIMANDATE AL PROSSIMO CONSIGLIO.

INTERPELLANZE PRESENTATE DAL GRUPPO CONSIGLIARE
'' UN FUTURO PER COREGLIA ''
CHE ANCHE SE TRATTANO DI PROBLEMI URGENTI, SONO STATI RIMANDATI AD UN SUCCESSIVO CONSIGLIO COMUNALE......
SPERIAMO CHE NEL FRATTEMPO L'AMMINISTRAZIONE, DOPO IL NOSTRO LAVORO DI DENUNCIA, POSSA PORRE UNA SOLUZIONE A QUESTE GRAVI SITUAZIONI.
RICORDANDO A TUTTI, NELL'ATTESA, DI MANTENERSI A DOVUTA DISTANZA DALLE LASTRE, CHE VEROSIMILMENTE SONO DI ETERNIT, AL DEPURATORE DI CALAVORNO, IN QUANTO ESSENDO SPEZZATE E FRANTUMATE POSSONO ESSERE ALTAMENTE CANCEROGENE !!!

LA NOSTRA INTERPELLANZA:

I sigg.Alessandro Benvenuti e Antonio Giusti, Cittadini del Comune di Coreglia Ant.lli, hanno evidenziato, anche con articoli e foto pubblicati su blog in internet, il problema dell'incuria e dei potenziali danni che a breve potremmo registrare per quanto riguarda

        a) l'Acquedotto loc.tà "Le Vene", per il qual soggetto condivido la loro presa di posizione, visto che ci sono problemi per quanto riguarda i tubi che hanno perso l'impermeabilizzazione, passano dentro il torrente, ci sono legnami accatastati sopra e altri giacenti nel greto del torrente che potrebbero a breve andarci quando ricominceranno le piogge autunnali, la stazione di pompaggio inoltre ha cancelli aperti e vegetazione incolta da molto tempo, a giudicare da quanto è cresciuta. Gradirei aver una risposta in merito di come si intende risolvere efficacemente il problema, entro quale scadenza, e quale è il piano di manutenzione ordinaria.
http://capfuturo73.blogspot.it/2015/07/acquedotti-di-coreglia-alle-vene-regna.html

        b) presso l'Ex Cartiera Francesconi in Via delle Molina – Ghivizzano, c'è un'area di stoccaggio di materiali vari presso il plesso edilizio oggetto dei lavori di ristrutturazione della vecchia cartiera.
La ditta che si occupava dei lavori è fallita.
In quest'area di stoccaggio ci sono sacchi abbondantemente lacerati e visibili anche dalla strada adiacente contenenti materiale in granuli nero, che al momento in cui piove va a sversarsi nel terreno ed in più entra nelle fossette di raccolta delle acque piovane, rendendo l'acqua nera, come riferito da diversi Cittadini della zona, preoccupati per questo fenomeno. Alcuni di loro hanno orti e non gradiscono senz'altro che tale acqua, specie quando piove forte, tracimi oltre le fossette di raccolta, e vada a contaminare le proprie colture. Essendo un problema di Salute Pubblica, potenzialmente anche molto pericoloso, si richiede che venga immediatamente messa in sicurezza l'area di stoccaggio, e che venga eseguito un coordinamento a strettissimo giro con il Curatore Fallimentare.
Se su tale situazione eventualmente vi è già un interessamento da part dell'ARPAT gradiremmo avere una copia della documentazione relativa.
http://capfuturo73.blogspot.it/2015/07/a-ghivizzano-acqua-nera-nei-fossi-di.html

c) Nelle immediate vicinanza del Depuratore di Calavorno, sono state rinvenute delle lastre verosimilmente in eternit, abbandonate, se ne richiede la messa in sicurezza e l'avvio a smaltimento .
http://capfuturo73.blogspot.it/2015/07/eternit-abbandonato-calavorno-di-giusti.html

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

IL GRUPPO CONSILIARE : '' UN FUTURO PER COREGLIA ''

E' RAPPRESENTATO DAL CONSIGLIERE MAURO SIMONETTI (foto)



CRONACA CONSIGLIO COMUNALE DI COREGLIA DEL 30/07/15. by ''un futuro per coreglia''.

Coreglia Antelminelli 30/07/15 ore 18:00

ASSENTI: Poggi Donatella come volevasi dimostrare e Carrari Ivo.

PUNTO 1) :
VERIFICA E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO art. 193 TUEL.

Bigiarini ci relaziona sulla delibera, annunciando che il bilancio sia in equilibrio, segue sua relazione come assessore esterno al bilancio , e secondo la sua relazione non servono interventi visto che il bilancio e' in equilibrio .

intervento di Mauro Simonetti :
L'art.193 comma 3 del TUEL ci indica chiaramente che, oltre alle misure indicate al comma 2 per quanto concerne il ripristino dei necessari equilibri di bilancio in caso di accertamento negativo, si possa, e aggiungo, si debba, utilizzare per l'anno in corso e i due successivi, le possibili economie di spesa e di entrata.
Ci sono nel nostro caso molti residui attivi, classificati di dubbio realizzo, il cui accantonamento a perdita farà inevitabilmente lievitare il relativo Fondo Svalutazione Crediti di Dubbia Esigibilità, e il tutto per cifre molto importanti che incideranno negativamente sui risultati del presente esercizio e dei due futuri sino al 2017.
Si è detto che si intende coprire a livello di flussi di cassa tale perdita con i crediti risultanti dalla Società Gaia Spa, pari a circa 1 milione di euro, per i quali si prevede di beneficiare di un piano di rientro, così come affermato dall'assessore Massimo Bigiarini lo scorso Consiglio.
Senza entrare nel merito nell'affidamento dei piani di rientro di Gaia Spa, come ricordato anche nell'ambito della scorsa seduta dal Consigliere Poggi, poi non si sono rivelati - per così dire - molto puntuali e affidabili in passato .... vorrei ricordare che tale copertura, ammesso e non concesso che si concretizzerà nei fatti, vale solo per criteri di equilibrio di mera cassa, ma ci rimane comunque da registrare una forte perdita da spalmarsi nel triennio 2015-2017.
Mi domando quindi ... è possibile al contempo iniziare una massiccia e seria operazione di monitoraggio e revisione delle spese settore per settore così come indicato anche dal TUEL? A cominciare per esempio da quelle di funzionamento della macchina amministrativa intesa nel suo complesso, intendendo con ciò: verifica capacità ed efficienza produttiva degli operai e degli impiegati, taglio premi produzione per i dirigenti, revisione prezzi delle forniture dei beni e dei servizi, dei costi delle consulenze, delle spese legali ecc ecc ….per poi passare anche al comparto tecnico e di gestione del territorio per le relative voci di spesa?
Per quanto riguarda le entrate, ci sono progettualità da esprimere per quanto riguarda il mettere a reddito le risorse a disposizione del patrimonio comunale? O di potenziare quelle eventualmente già esistenti? Se si...di cosa si tratta? In che tempi saranno esecutive?
Non vorremmo assistere dai banchi dell'Opposizione a dolorosissimi tagli ai Servizi e al Sociale nel prossimo avvenire, per cercare di recuperare economie di bilancio, sarebbe una situazione davvero drammatica alla quale non voglio neanche pensare minimamente, ed inoltre senza aver fatto innanzitutto un'opera certosina di revisione delle spese e delle entrate!
In questo periodo di fortissima crisi economica dove ci sono famiglie che non arrivano a fine mese e hanno forti percentuali di indebitamento, dare precedenza alla revisione delle spese e delle entrate costituirebbe senz'altro un fulgido segnale da fornire alla Cittadinanza, nell'ottica di una sana, corretta e trasparente gestione della Macchina Comunale.

Frati denuncia un giudizio non positivo alla gestione del bilancio, leggendo la sua relazione puntualizza sui vari punti che secondo il suo gruppo hanno notevoli criticita' sulla gestione del bilancio. che se vorra' fornirci la sua relazione, saremo disponibili a pubblicarla.

Bigiarini risponde dicendo che terra' conto dei suggerimenti fatti dai capigruppo dell'opposizione. precisa che i residui attivi sono coperti, poi vedremo se sono di dubbia esigibilita'.

APPROVATO DALLA MAGGIORANZA, FRATI E SATURNO CONTRARI, SIMONETTI ASTENUTO.

O~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~O

PUNTO 2) : INTERPELLANZE E COMUNICAZIONI.

Bigiarini comunica il prelevamento dal fondo di emergenza di una quota di circa 9.000.€

Frati relaziona sulla richiesta di nomina delle commissioni che in altri comuni ben funzionano. Il sindaco esprime un diniego sulla nomina delle commissioni in quanto e' una dequalificazione dei consiglieri che sono gia' stati eletti, e fa notare che secondo lui quando vi erano , con Funai Sindaco , non funzionavano bene. Frati rimane stupito dalla giustificazione che ha portato il sindaco, quando sono stati nominati ben due assessori esterni che hanno, questi si, sminuito i consiglieri eletti dal popolo, mentre questi nominati non erano nemmeno in lista e Frati si dice non soddisfatto.

Frati chiede pure che le sedute vengano fatte in alternativa tra Coreglia e Ghivizzano e che siano riprese e messe sul sito. Il sindaco risponde che se non con cadenza precisa e' gia stato fatto anche in passato e per quanto riguarda le riprese non la ritiene una priorita' e che lo ritiene superfluo.

(QUANDO INVECE IN CAMPAGNA ELETTORALE SI SPENDONO LE BALLE DEI CONSIGLI ITINERANTI NEI VARI PAESI, E CHI DI BALLE RACCONTA, DI BALLE VIVE )

(COSA VOGLIONO NASCONDERVI NEGANDOVI LE REGISTRAZIONI DEI CONSIGLI COMUNALI ??? )

INTERVENTO DI MAURO SIMONETTI : parla dell'interpellanza che era stata presentata e chevsara' discussa nel prossimo consiglio.

per conoscenza di chi legge ve la riporto:

        Il sottoscritto Mauro Simonetti in rappresentanza del Gruppo Consiliare "Un futuro per Coreglia", presenta la seguente Interpellanza, i cui contenuti chiedo vengano posti all'Ordine del Giorno:

1. Verifica che ci siano gli estremi di legalità nel rendere pubblici i Verbali del Consiglio Comunale anche sui Social Network, chiaramente in formato assolutamente immodificabile e disponibile in sola lettura (come ad esempio il formato PDF), ciò al fine di rendere maggiormente partecipe la Cittadinanza alla Politica Amministrativa locale; vist'anche i gravi indicatori di crescente astensionismo e disaffezione maturati negli ultimi anni, riteniamo che non si possa e non si debba snobbare ogni strumento per sanare tale anomalia, in particolar modo quei canali di comunicazione che a tutt'oggi godono di larga diffusione.

2. Verifica degli estremi di legalità nell'eseguire riprese filmate dei Consigli Comunali per poi pubblicarli su canali youtube (o similari) o di SN dedicati, sempre nell'ottica della massima trasparenza nei confronti della Cittadinanza. Da valutare anche la possibilità di dirette streaming, come accennato dal Capogruppo di maggioranza Stefano Reali durante la scorsa Riunione di Consiglio.


ARRIVISMO . Appennino Pistoiese . di Marco Poli

Scrive Flavio Ceccarelli da Facebook:"Marco Ferrari ha già detto “tutto” non importa aggiungere altro, se non il simpatico siparietto di un "servizievole" consigliere PD del comune di San Marcello, Gabrio Fini che accortosi che il Consigliere Regionale Massimo Baldi in procinto di accendere una sigaretta, ha fatto una corsa alla Usain Bolt per anticiparlo e poterla accendere lui."(https://www.facebook.com/marcopoli76/posts/681638328633563?notif_t=share_wall_create)Riportando l'articolo di Marco Ferrari su Linee Future:

http://www.lineefuture.it/massimo-baldi-roberto-benigni-e-francesco-il-muratore/

Io ho personalmente assistito alla scena e posso testimoniare che è vero,chiudo aggiungendo solo il significato di un termine:Arrivismo

L'arrivismo è una forma estrema di competizione e auto-competizione intesa in ambito professionale, politico, e scolastico come esagerata ambizione di carriera tesa al raggiungimento dello status sociale.
La differenza tra arrivismo e determinazione sta nel concetto di meritocrazia, che è alla base della filosofia della persona determinata; invece tale concetto è snobbato dall'arrivista, la cui base filosofica è il cinismo. All'arrivista non interessa il rispetto degli altri e per gli altri, per lui gli altri non sono degni di rispetto, ed ogni mezzo è lecito per scavalcarli.
La forma più basilare di arrivismo è definita servilismo. Una bella rappresentazione di questo carattere psicologico si trova nell'opera teatrale di Gogol "Il revisore".




Distinti saluti
Marco Poli

marcopoli76@gmail.com  3349069101


IMMIGRATI E RIFUGIATI: LA CHIESA E I CATTO-COMUNISTI di Francesco Colucci.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

 
 di FRANCESCO COLUCCI.
 

Il documento che la Chiesa Lucchese ha diramato sull'immigrazione clandestina e il controcanto subito espresso dal catto-comunista Tambellini, mi servono per ampliare una riflessione complessiva sull'Italia.

L'Europa come noto ha un accordo fra gli Stati membri che impegna gli stessi a dare accoglienza a tutti i profughi che fuggono da Guerre, Genocidi, Epidemie e Carestie, non contemplando le immigrazioni clandestine fuori da questi schemi, identificate come migrazioni economiche: Non mi trovo bene nel mio paese e cerco la fortuna in un altro, entrando clandestinamente...poi si vedrà.

La pressione di un Papa simpatico e populista, che porta avanti, con ragione, le peculiarità di una nuova Chiesa dei poveri e degli emarginati, ha indotto Renzi ad un errore di valutazione, che un Papa può non avere, ma un Capo di Stato, invece deve. La compatibilità di una immigrazione clandestina senza limiti e senza regole con la condizione economica e sociale di una Nazione stremata da sette anni di crisi in un contesto in cui tutti gli altri Stati europei vogliono regole e limiti, e non sono disponibili al populismo.

L'Italia è rimasta sola ha propugnare una accoglienza di tutti e per tutti e gli effetti di questa scelta stanno rendendo ogni giorno di più ingestibile e incompatibile la situazione sociale del nostro paese.

Un cul di sac da cui sarà molto difficile uscire e da previsioni catastrofiche.

Va fatta anche una considerazione "storica" sui Catto-Comunisti e in parte, sulla Chiesa, ambedue poco sensibili alla democrazia partecipata, antica e moderna.

I grandi filosofi marxisti e leninisti di fine ottocento, propugnavano (e i partiti comunisti hanno poi attuato), che le grandi rivoluzioni sociali e culturali, debbono essere preparate e guidate da una piccola casta di "precursori intelligenti", che hanno le idee e la cultura per anticipare le masse (pecorone), guidarle e istruirle. Poi, nella realtà, quando queste masse popolari non capivano e non seguivano le grandi scelte degli Intelligenti, si schieravano i Carri armati, la Polizia segreta e i Gulag e il "verbo" veniva imposto.

Non siamo oggi in queste condizioni, ma se il popolo italiano fosse chiamato ad esprimersi sul tema dell'immigrazione clandestina globale e senza regole, il responso sarebbe scontato.

Allora gli Intelligenti nostrali del momento, schierano i grandi giornali cosiddetti di opinione (l'opinione dei salotti bene) i leader di una sinistra di maniera e la Chiesa, che per sembrare di non essere più la Chiesa della Curia Romana, dello Ior, della casta, sceglie la strada di maggiore visibilità, dell'immigrazione clandestina per cercare di tornare alla Chiesa dei poveri.....anche se forse farebbe meglio a ricercare prima nella molte realtà più nascoste, a volte per orgoglio, delle nostre comunità.

Anche in questo caso la volontà popolare è disattesa, non ricercata, impedita, ma Renzi e Papa Francesco sottovalutano la Storia che ha visto i popoli, la cui volontà viene repressa, riuscire sempre a far emergere prima o poi le loro idee. Ci sono riusciti contro i regimi Comunisti totalitari, ci riusciranno contro i regimi Catto-comunisti moderni.

Una ultima considerazione, nella battaglia dei popoli contro le dittature comuniste si schierò, a volto aperto, l'ultimo grande Papa, San Giovanni Paolo II, che ha pagato di persona questo appoggio decisivo alla sconfitta del Comunismo.

Altro che Crocifissi con Falce e Martello.

 

 

 


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

mercoledì 29 luglio 2015

RASSEGNA STAMPA DEL 30/07/2015 LUCCA E PROVINCIA by Simone Togneri


PER VISUALIZZARE GLI ARTICOLI CLICCARE SUI TITOLI

LUCCA: sventata rapina al mara meo

Previsioni meteo LAMMA

Lucca: foto ricordo sulla statua di Puccini

Lucca terza città toscana per numero di auto elettriche

Borgo a Mozzano: terminato intervento ANAS su SS12

Traffico di cocaina: undici fermi

Lucca: profughi al lavoro per il decoro urbano

Provincia: il 20 settembre l'elezione(?) del nuovo presidente

lucca: casa e sociale, firmato l'accordo

Economia, boom dell'export

capannori: Vigili urbani di notte, 44 multe e 3 patenti

NurSid annuncia: chiude l'oncologia a Lucca

Summer Festival: si fanno i bilanci...





GIORGIA MELONI CONTRO BUTTAFUOCO: CHE CADUTA DI STILE E CHE LIMITATEZZA...

Su segnalazione di una carissima amica sarda leggo della polemica innescata dalla sponsorizzazione di Buttafuoco ad opera di Matteo Salvini sull'eventuale candidatura di Buttafuoco stesso a Governatore della Regione Sicilia.
Alla lettura delle motivazioni, dico la verità, mi sono un pò inorridito.
Pensavo che Giorgia Meloni avesse un cultura abbastanza elevata da comprendere che Islam e Cristianesimo hanno radici comuni, sono entrambe rielaborazioni di un pensiero, di una religione più antica: l'ebraismo.
Dalla religione ebraica entrambe le dottrine hanno preso molto e nel corso dei secoli entrambe le dottrine si sono dimostrate capaci di feroci atrocità in nome di Dio.
Se poi avessimo voglia di approfondire si potrebbe facilemnte reperire documentazione più che valida sulla reale natura del "nostro" vecchio testamento ed in particolare del pentateuco che sembra narrare vicende scritte molto tempo prima e ritrovabili nelle saghe sumeriche (epopea di Gilgamesh) ma anche nella tradizione indiana dove però queste storielle, molto più dettagliate rispetto al pentateuco, sono state classificate non come testi sacri am come favole.
Aggiungiamo a questo che molte delle etnie che compongono la popolazione italica differiscono tra loro, che la Sicilia è stata territorio della Magna Grecia e prima ancora colonizzata dai Fenici mentre nell'alto medioevo hanno avuto dominio sull'isola Vandali, Ostrogoti, Bizantini, Arabi e Normanni.
Mi chiedo quindi quale sia davvero la cultura dominante e rappresentativa della Sicilia!!!
Dunque in uno stato laico come il nostro, in una regione dove si sono intreccaite almeno 8 culture diverse con una molteplicità di religioni poli e monoteiste e dove mi pare il probelma dovrebbe essere se si è onesti o mafiosi, se si è capaci o non lo si è il problema è essersi convertito all'islam... 
Penso che per i siciliani che hanno una regione a statuto speciale con 9 miliardi di euro di debiti questo sia un problema secondario, penso che per i siciliani che hanno visto uccidere carabinieri e magistrati dalla mafia avere un candidato governatore di religione islamica sia un dettaglio...
Poi magari mi sbaglio ma se se fossi siciliano voterei più volentieri un nemico della mafia capace di rimettere in sesto il bilancio della regione e di religione islamica piuttosto che i vari Cuffaro, Lombardo o Crocetta per non andare troppo addietro.
Cara Giorgia, romana de Roma oserei dire, l'impero romano è finito da un pezzo e anche le religioni, così come le conosciamo, stanno subendo una grossa rivisitazione... 
Buttafuoco non vuole fare il Governatore ma la polemica innescata mi ricorda tanto quella prima delle regionali 2015 in Toscana in cui la Meloni prima criticò la Lega Nord per la candidatura del "non toscano" Borghi a fronte del "toscanissimo" Donzelli di Fratelli d'Italia per poi accettare Borghi come candidato e sostenerlo... il motivo? I numeri dicono che FDI senza la Lega non sarebbe arrivata ad avere nemmeno un consigliere regionale in Toscana... sarà mica questa la ragione? e ora in Sicilia accadrà la medesima cosa? Questo rincorrere target elettorali imitando Salvini senza peraltro riuscirci dovrebbe far fare un passo insietro alla Meloni... invece...




Simone Togneri

PABLO AYO A PITEGLIO,UN ALIENO IN MONTAGNA Piteglio di Marco Poli


Se vent'anni fa mi avessero chiesto:"Marco credi negli alieni?"Io avrei risposto"bè che ci sia qualcosa nell'universo ci credo,non è possibile che siamo l'unica forma di vita intelligente nello spazio infinito",oggi a quella stessa domanda rispondo:"bè che ci sia qualcosa nell'universo ci credo,non è possibile che NON CI SIA vita intelligente nello spazio infinito".
Battute a parte l'argomento ufo ed extraterrestri mi ha sempre affascinato,ma come al solito sono pragmatico,non mi sento di dire fino in fondo che ci siano stati contatti con razze aliene,ma non posso neanche smentire con convinzione.
La mia opinione si potrebbe riassumere con una citazione da Dylan Dog,ovvero “non ci credo,ma ci spero”.
Comunque la pensiate non perdete l'occasione di incontrare Pablo Ayo ufologo,scrittore e collaboratore del programma MISTERO di Italia 1 (http://www.pabloayo.com/) ,sabato 8 agosto dalle 18 all'agriturismo LE DOGANE di Piteglio.
Ufo, dischi volanti, presenze aliene. Settant'anni di ricerche e documenti tra mistero e realtà.
«Gli uomini - racconta Pablo Ayo - non sono i soli a popolare l'Universo. Ci sono decenni di ricerche ufficiali che lo testimoniano e diversi casi di presenze aliene sulla terra che rafforzano questa convinzione. Personaggi importanti e influenti l'hanno confermato».Un evento imperdibile all'interno del quale, attraverso immagini, testimonianze e racconti, saremo trasportati in altri mondi.
PROGRAMMA
Aperikult - "INCONTRI RAVVICINATI E RAZZE ALIENE"
Apericena e Conferenza con PABLO AYO
ore 18.30 Apericena
ore 20.00 Inizio Conferenza
Conferenza a numero chiuso
EURO 20 (Compreso Apericena)


Agriturismo”Le Dogane”
Località lambure 1, 51020 Piteglio
Per info e prenotazioni
3396360247/3484980253
info@agriturismoledogane.it

Distinti Saluti
Marco Poli
marcopoli76@gmail.com 3349069101


OGNI AMMINISTRAZIONE HA IL SUO RAZZI San Marcello Pistoiese di Marco Poli

Ho sempre sostenuto che l'attuale giunta di San Marcello Pistoiese riflette in pieno il governo che abbiamo.Disorganizzato,poco funzionale e dannoso,da ricordare che grazie alla legge elettorale che vige per le elezioni del comune, questa è rappresentativa solo del 33,75% di chi è andato a votare nel 2012. I voti che hanno preso sono 1232 su 3944 votanti su 6386,se facessimo il conto solo il 19% gli ha dato il mandato(1 persona su 5),e non dico che non abbiano vinto correttamente,ma delle persone normali dovrebbero riflettere su questo risultato e ponderare ogni scelta;certo è che questa giunta proprio”normale” non lo è,anche se questa è una mia pura opinione personale perché non ho certo le competenze professionali per dichiarare se una persona è pazza o meno,certo se prendono delle decisioni discutibili,sono stati eletti da un quinto dei residenti e poi si chiedono come mai vengono contestati tanto duramente,scusatemi se mi viene qualche dubbio.
Ieri ho pure scoperto che abbiamo pure un Razzi Montanino,anche se molto più giovane,trattasi del consigliere di maggioranza Lorenzo Mucci.
Ieri ho scaricato il pdf della discussione e delibera sul discusso passaggio a Cosea che è avvenuto il 19 dicembre 2014,di cui però ora non voglio discutere,per chi volesse leggersela integralmente può andare al link:


Ora vorrei concentrarmi su questo passaggio:
dichiarazione di voto veloce,no,nulla molto velocissimo.Approfitto anch'io come ha fatto il consigliere ferrari di questi 5 minuti.L'aumento del costo se si chiede da viene l'aumento del costo,da dove può venire questo aumento del costo,non c'è solo i cassonetti,c'è la raccolta degli.....c'è la raccolta dei...degli oli vegetali,c'è le pile,c'è i cassonetti,c'è i mezzi,c'è l'informazione che noi non facciamo,in tutto il mondo fanno informazione....(sindaco:”scusate”).Vo alle partite di basket a Pistoia perché mi piace il Pistoia Basket,fuori c'è pubbliambiente che fa l'informazione,noi non,se,non lo so neanch'io ma se si va per strada e si chiede ad un cittadino dove buttare una lattina d'alluminio molto probabilmente non lo sa,questo vuol dire l'informazione e l'informazione ha un costo,si purtroppo ci sono,non bisogna stare a lesinare non vuol dire,non vuol dire che bisogna approfittarsene però vuol dire un servizio se lo si vuo fare in maniera eccellente è chiaro che richiede dei costi,grazie.”(Lorenzo Mucci, consigliere capogruppo di maggioranza-San Marcello Pistoiese).Ora chiudete gli occhi immaginate Maurizio Crozza che imita il senatore Antonio Razzi e ditemi se non è un discorso che farebbe il noto imitatore.Forse manca giusto un “amico caro”qua e là.
Ora se stessi guardo”Crozza nel paese delle meraviglie”mi farei una risata,ma qui si stà parlando di un consigliere comunale,che prende decisioni per tutti i residenti e non si può più ridere.
Dal seguente passaggio si può dedurre varie cose,cominciando dal fatto che consiglierei a Mucci di preparare i suoi interventi scrivendoli ed esercitarsi a dirli davanti ad uno specchio,perchè già la presentazione non va bene;ma cosa ben più grave si deduce che: primo la scarsa preparazione sull'argomento e votare su una cosa tanto delicata impreparati è da incoscienti secondo:c'è una evidente volontà di vendere per buona la cosa senza sapere come fare!
Il costo è”l'informazione”???? deve essere per quello che nel comune ne fanno tanto poca,perchè costa!!!E io che davo la colpa all'incompetenza o al fatto di voler nascondere le cose,sono proprio un gufo.
Certo che però anche i gufi notano che nel fare informazione per pubblicizzare le assemblee per spiegare come fare la differenziata,nonostante il sindaco dica che sono state molto partecipate,hanno raccattato la presenza di si e no,al massimo 50 persone a testa,calcolando che ne sono state fatte una decina si è preso al massimo 500 persone,ed ammettendo che ognuna di queste rappresenti una famiglia,stimando che 6600 persone del comune si conti 3000 famiglie,ad andare bene si è toccato un sesto delle famiglie del comune.Infine considerando che per pubblicizzare questo si sono fatti pochi manifesti attaccati in pochi posti e poi si è andati principalmente di Internet(Facebook in primis)si sarà speso quanto?.....10€?forse meno,non posso fare a meno di domandare al Razzi Montanino Lorenzo Mucci,ma è questa”informazione”che ha fatto lievitare i costi di più del 20%?????
Chi come me è stato ad ascoltare il Razzi Montanino,sà già che non è altro che un”alzamano del partito”,ed non è neanche difficile vedere il sindaco Cormio che dicendo”ha da dire qualcosa capogruppo Mucci?”,facendo cenno con la mano(senza neanche preoccuparsi di nasconderla)di alzarsi,se non è essere telecomandati questo non so cosa sia.Se son questi i”giovani”siamo messi bene.
Vabbè sorvoliamo sulla tristezza della cosa,almeno ci siamo fatti una risata e a voi che come me siete amministrati anche da questo consigliere,la voglio dire alla Razzi:”amici miei date retta a me fatevi una cooperativa di raccolta rifiuti tutta vostra!”
Distinti Saluti
Marco Poli

marcopoli76@gmail.com 3349069101

GARANZIA GIOVANI GARANZIA DI FREGATURA di Marco Poli

Oggi voglio di parlare di una di quelle che è sempre stata presentata dall' attuale governo,come una grande spinta al lavoro per i giovani,ovvero”garanzia giovani”dove l'unica cosa garantita è appunto la fregatura!Conoscendo l'attuale governo sarei stato in pensiero se fosse stato il contrario.
Matteo Renzi ha venduto promesse illusorie, sostenute da campagne mediatiche farcite di dati fuorvianti e la possibilità di scaricare la responsabilità dei fallimenti sull'inadeguatezza del soggetto che, di volta in volta, sarebbe stato incapace di cogliere l'occasione giusta: anche a costo di lavorare gratis, di rinunciare ai proprio diritti, di vedersi declassato ed impoverito.
Questo è il caso della Garanzia giovani, dove, in realtà, di garanzia (per i giovani) non c'è nemmeno l'ombra. I numeri parlano chiaro. Questo programma è stato un completo fallimento per le prospettive di lavoro dei giovani, ma ha ingrassato le tasche delle agenzie interinali e di formazione (tra cui un'agenzia interinale, già nota per le vicende legate ad Expo2015) che hanno partecipato al progetto. Infatti queste agenzie, insieme alle aziende che hanno assunto dei giovani anche per pochi mesi, si sono spartite il grosso dei 1,5 miliardi di euro stanziati dall'Unione Europea per il progetto Youth Guarantee.
La Youth Guarantee avrebbe dovuto essere la risposta europea alla disoccupazione giovanile, il programma cofinanziato dall’Unione Europea con 1.5 miliardi di euro in tre anni, rivolto ai cosiddetti “Neet”. L’utilizzo del concetto di “inattività” e del termine “Neet” contrapposto ad “attivazione”, “produttività” e “competitività” serve al governo, italiano ed europeo, per produrre un nuovo cambio di paradigma, quello delle sfruttamento intensivo, del lavoro servile e del freejob , il cui esempio emblematico sono gli oltre 18.500 mila volontari per l’Expo di Milano. Dietro la retorica delle politiche di welfare to work, asse portante della Strategia Europa 2020, non si nasconde nessuna attivazione ma tecniche di controllo individuale e gestione dei conflitti. Inoltre l’avvio della Garanzia Giovani si inserisce in un contesto in cui è stato recentemente convertito in legge il Decreto Poletti sancisce di fatto la precarizzazione infinita e a vita di milioni di soggetti attraverso la liberalizzazione totale del contratto a tempo determinato e dell’apprendistato.
In Italia il programma è partito 1 maggio del 2014, allargando il target di possibili beneficiari ai giovani compresi tra 15 e 29 anni che “non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso formativo”, ma dietro le statistiche ufficiali sappiamo bene che esiste un universo di precari che lavora nel sommerso, vive con lavori intermittenti e mal pagati ed è tutto fuorché inattivo.
A sette settimane dall’avvio sono oltre 90 mila i giovani che si sono registrati, attratti dalla possibilità di trovare un “lavoro” o intraprendere una work experience con il sostegno al reddito. Una moltitudine di soggetti su cui si dovrebbe sperimentare il programma che rappresenta un vero “business della
disoccupazione”: tra servizio civile e fondi distribuiti alle imprese che approfitteranno di tirocini ed apprendistati recependo bonus occupazionali, utilizzando manodopera precaria, a basso costo ed estremamente ricattabile. Il piano di attuazione italiano del programma ci illumina sui reali beneficiari della
Garanzia Giovani: le agenzie interinali, gli enti privati di formazione e di orientamento accreditati con le regioni, le agenzie tecniche della pubblica amministrazione. Inoltre le risorse investite non bastano minimamente a coprire neanche le azioni per la platea dei possibili beneficiari che a livello nazionale sono circa 2.3 milioni di persone. Nonostante i dati drammatici sulla disoccupazione giovanile in Italia 46%﴿ e gli annunci roboanti del Ministro del Lavoro Poletti sulla centralità del tema nell’agenda di governo, il programma nel nostro paese ha accumulato estremi ritardi nella fase di realizzazione. Ad oggi possiamo solo prendere atto delle inadempienze da parte del Ministero del Lavoro e delle regioni nell’attuazione dell’intervento oltre le enormi difficoltà dei centri per l’impiego nella gestione di un flusso enorme di giovani iscritti. Per questo la Garanzia Giovani per il momento è nulla di più che uno spot televisivo, una vera e propria scatola vuota,come d'altronde lo sono tutte le proposte del PD,o almeno quelle del governo Renzi
L'europa l'anno scorso ha bacchettato l’Italia esprimendo gravi preoccupazioni sulla sostenibilità della Garanzia Giovani in una prospettiva di attuazione di lungo termine, mettendo in risalto anche le criticità derivanti dalla disomogeneità territoriale dei servizi di collocamento pubblico.
Dall''inizio del progetto già più della metà delle risorse sono state consumate. Ma solo la metà dei giovani iscritti è stata contattata per il primo colloquio, quello per la presa in carico da parte dei centri per l'impiego (mica per un lavoro!). Di questi solo 69.811 (il 13,9%) è stato effettivamente contattato stage, tirocini o contratti.
Oltre al fallimento certificato dalle statistiche e dai soldi già intascati dai signori del business dell'avviamento al lavoro, c'è un altro aspetto della Garanzia Giovani che indica quale futuro è riservato ad i giovani in Italia (e non solo). Le uniche proposte di lavoro concrete riguardano il settore del terziario arretrato (uscieri, camerieri, disossatori di prociutti...). Non è un caso, ma un processo che da anni sta ridefinendo la richiesta di forza lavoro verso occupazioni ripetitive, poco qualificate e precarie. Come se non bastasse tutte queste offerte
avvengono tramite la forma dello stage o del tirocinio, questo espediente è figlio della retorica della formazione permanente, ma nella realtà è utile solo per pagare i giovani ancora meno (con dei semplici rimborsi...). Infatti nella maggior parte dei casi i tirocinanti/stagisti vengono poi impiegati per coprire le mansioni come dei lavoratori assunti a tutti gli effetti.
Secondo un dirigente dell'agenzia interinale, l'azienda dovrebbe aver diritto ai soldi anche se non trovano il lavoro per i giovani: per questi avvoltoi i soldi pubblici sono una carogna su cui gettarsi senza guardare in faccia nessuno, i giovani disoccupati non sono che comparse da utilizzare in qualche colloquio per giustificare i rimborsi. Quello che diventa ogni giorno più chiaro è che la meritocrazia, il raggiungimento dei risultati, il sacrificio è merce buona solo per mettere diversi pezzi di società l'uno contro l'altro, farci digerire un modello basato sul mangiare merda e far fuori i nostri simili perché nostri concorrenti per la sopravvivenza.
Tirando le fila e concludendo”Garanzia Giovani”è solo l'ennesimo sistema per mangiare fondi europei e creare nuovi schiavi,con data di scadenza(29 anni), atta a favorire poteri forti e a ridurre all'impotenza i lavoratori.Complimenti sindaco d'Italia,una vera riforma di sinistra.

Distinti Saluti
Marco Poli

marcopoli76@gmail.com  3349069101