ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

lunedì 31 agosto 2015

RASSEGNA VIDEO NOTIZIE 31/08 scelti da YouTube. Abruzzo, Molise, Toscana, Irpinia, Calabria.


TVSEI: "Replay 1^ puntata del 31 agosto 2015" e altri video

 NOTIZIE DA:
ABRUZZO, CALABRIA, IRPINIA,
MOLISE, TOSCANA, ECC.
 PER CAPITAN FUTURO 
   Riproduci tutti  
   Riproduci tutti  
Replay 1^ puntata del 31 agosto 2015
6 ore fa  •  12 visualizzazioni
TVSEI
  + altri 13  
Telegiornale ore 19.30 - 31/08/2015
11 ore fa  •  3 visualizzazioni
TeleRegione Molise
  + altri 8  
Premio Letterario Viareggio Rèpaci 2015
12 ore fa  •  3 visualizzazioni
NoiTv Lucca
  + altri 6  
Calciomercato Pescara: per la difesa Campagnaro
5 ore fa  •  22 visualizzazioni
Rete8
  + altri 11  
Pescara Calcio
46 video
Rete8
   Riproduci  
Ex Isochimica, Foti: "Basta strumentalizzazioni, attendiamo il pian...
19 ore fa  •  16 visualizzazioni
IrpiniaNews Channel
Cosenza: Provincia, Rino Gattuso testimonial del "Contratto di Fium...
14 ore fa  •  27 visualizzazioni
Tele Cosenza
The Carnival of Venice
9 ore fa  •  53 visualizzazioni
rai
  + altri 3  
© 2015 YouTube, LLC 901 Cherry Ave, San Bruno, CA 94066
YouTube invia delle raccolte come queste per tenerti aggiornato sulle news ai canali di
CAPITAN FUTURO.

VIAREGGIO: LEGA NORD IN PIAZZA, ''STOP INVASIONE''. comunicato stampa.

 da MARIA PACCHINI.

COMUNICATO STAMPA:

Lega Nord Toscana. Stop invasione.

Scende in piazza la Lega Nord a Viareggio, per dissentire dalla possibilità di accogliere nuovi clandestini sul territorio del nostro Comune in stato di dissesto.

Per questo sarà indetto un incontro pubblico aperto, coordinato dai Consiglieri Alfredo Trinchese e Maria D. Pacchini, Capogruppo Lega Nord, rappresentanti della minoranza consiliare a Viareggio, la sera del 3 settembre, dalle ore 21,00 presso la Sala di rappresentanza del Comune di Viareggio, alla quale parteciperanno esponenti della Lega Nord Toscana, tra cui i Consiglieri regionali Manuel Vescovi ed Elisa Montemagni, esteso ai cittadini e a tutti i rappresentanti di Movimenti civici e ai Partiti che condividono i nostri ideali.

L'intento dichiarato è quello di dare voce alla cittadinanza, raccogliendo firme e ascoltando pareri, dopo le dichiarazioni di accoglienza forzata che il Governo centrale, attraverso Prefetti e Sindaci intende imporre, incurante dei diritti di coloro che sul territorio sono nati e cresciuti e ne sono i maggiori contribuenti.

RASSEGNA STAMPA LUCCA E PROVINCIA DEL 01 SETTEMBRE 2015 a cura di Simone Togneri


PER VISUALIZZARE GLI ARTICOLI CLICCATE SUI TITOLI

LUCCA









VALLE DEL SERCHIO


VERSILIA









Simone Togneri

serata di far west a lucca: Muore magrebino autoinfliggendosi coltellate, un altro soccorso per un taglio alla gola...


Omicidio, suicidio, entrambi... non si è ancora capito... fatto sta che ieri sera attorno alle 22:00 un magrebino trai 20 e i 30 anni correndo dal Viale Regina Margherita si è diretto verso il baluardo San Colombano per ferirsi all'addome in modo letale e li morire dissanguato.
Un secondo magrebino più o meno alla stessa ora chiama il 118 e viene soccorso per la ferita da taglio che ha alla gola... serata infernale a Lucca...
Si capirà meglio nelle prossime ora la dinamica dei fatti ma la gravità sconcertante di quanto accade non può essere attutita qualsiasi siano le cause... stiamo scivolando consapevolmente verso un far west?

Simone Togneri

L'EDITORIALE LUCCHESE del 01 SETTEMBRE 2015 di Simone Togneri


Sino alla tarda serata di ieri sera la mia intenzione era quella di parlarvi del risultato straordinario del nostro blog ma poi, forte come una tuono, improvviso come un lampo è arrivata la notizia di un non ben definito fatto di sangue avvenuto alle porte delle nostre mura... Uno, due magrebini che chiedono aiuto... uno si accoltella all'addome da solo, l'altro chiede aiuto al 118... tragedia familiare o tra amici? chissà... ma il fatto resta ed è gravissimo perchè si inserisce in quella recludescenza sempre più marcata di imbarbarimento per le strade della nostra città.
Non possiamo arrenderci a tutto ciò e badate bene che non ne faccio una questione di etnia ma di civiltà... se fossero stati lucchesi da 10 generazioni avrei scritto le stesse cose... intervenire è un obbligo morale ed istituzionale, difendere la nostra, la vostra libertà di circolare liberamente è sacrosanto, difendere le nostre abitazioni, il nostro tessuto sociale è doveroso e di buon senso.
Allora forse non è più sufficiente dire BASTA, non è più utile voltarsi dall'altra parte, non è più conveniente far finta di nulla o dare la responsabilità agli altri... forse inizia a venire il momento di guardarsi allo specchio, di pretendere che le istituzioni della nostra città e del nostro paese facciano ciò che sono preposte a fare, forse è venuto il momento di riprenderci la nostra sovranità costituzionale ed essere parte attiva della vita pubblica costringendo chi ha il dovere di fare a fare lasciando da parte le chiacchere...
Io VOGLIO che il prefetto intervenga e distolga la sua attenzione dal dove mettere gli immigrati, VOGLIO che vengano difesi i cittadini dalle violenze e dai furti nelle abitazioni, dalle molestie nei parcheggi e dai furti di biciclette, VOGLIO poter dire che una ragazza da sola può tranquillamente passeggiare in questa città anche di notte, VOGLIO poter dire BASTA, VOGLIO sentire e leggere che la tendenza è invertita, VOGLIO poter dire che chi non si integra e si adegua al nostro modello sociale è pregato di ritornare da dove è venuto, VOGLIO poter vivere appieno la mia città con le sue bellezze... invece qui si mettono cartelli di divieto di balneazione rispettati solo dagli indigeni col risultato di riservare la balneazione agli allogeni; si multano i locali per tavolini e cartelloni non autorizzati ma si tollerano i parcheggiatori abusivi spesso molesti nonchè l'accattonaggio molesto anche trai tavoli dei locali... dove pensano di portarci di questo passo? cosa vogliono ottenere la rivolta sociale? 
Cosa sarebbe accaduto ad un passante se coinvolto in questo accoltellamento?
basterebbe applicare la legge... invece non si vuole fare... perchè?

Simone Togneri

LUCCA, ELEZIONI PROVINCIALI: la montagna ed il topolino. Di Vittorio Fantozzi.


LA MONTAGNA ED IL TOPOLINO

Dalle elezioni farsa per il rinnovo della provincia emergono tre dati principali, alcuni scontati altri sorprendenti.

La prima sorpresa l'hanno avuta i cittadini lucchesi che scoprono di non poter votare per il rinnovo di un ente che sapevano soppresso dalle slide luminose di Renzi, ma che ancora per anni deciderà sulle loro teste e peserà sulle loro tasche. Un altro simbolo tangibile della riduzione di Lucca a lontana periferia di Firenze, frutto di scelte politiche perseguite dal centro sinistra toscano e prontamente condivise - leggasi imposte ed accettate - anche dai dirigenti e tesserati Pd di casa nostra.

L'esito di questo voto, rimesso a sindaci e consiglieri comunali eletti dai cittadini in contesti e con criteri, anche di partecipazione, diversi rispetto a quelli provinciali, assicura un esito scontato a favore della sinistra lucchese, che da montagna qual'è riesce a partorire ben tre topolini. Dalla lista incompleta del Pd dove le assenze pesano molto più delle presenze, certificando pubblicamente - sempre ce ne fosse stato il bisogno - l'alto tasso di litigiosità e divisione interna che solo il 'terrore' renziano riesce a mascherare sotto l'unanimità dei documenti ufficiali approvati in riunioni a porte chiuse, passando per l'immancabile lista di reduci della falce e martello, fino alla lista mista Ceccarelli Del Ghingaro, che pareva esser bastone tra le ruote ma è sempre stata stampella del Pd e del suo candidato.

La vera sorpresa, l'unico fatto politico, è il centrodestra lucchese che si ricompatta dal basso, per la volontà dei suoi amministratori, dai partiti alle liste civiche, oltre le tessere e senza distinguo, mettendo fine ad una lunga amara stagione di inerzia, incapacità ed imperanti egoismi personali.
Un'impresa compiuta in dieci giorni, figlia di un appello corale intonato da quella che in politica amiamo e conosciamo come "la base" - l'unica base rimasta e legittimata dal voto - in grado di autoconvocarsi senza aspettare inviti da nessuno, capace di confrontarsi pubblicamente, farsi linea politica maggioritaria - scongiurando anche un inciucio politico ormai sancito - sulle cui possibilità di manifestarsi e riuscire nessun politologo lucchese o toscano, sempre esistano, avrebbe scommesso un euro.

Il topolino partorisce la montagna, il centro destra lucchese è tutto in una lista che ha il suo nome ed il suo simbolo, un candidato presidente - il sindaco Michele Giannini - sulla cui correttezza e capacità parlano i tre mandati consecutivi ricevuti dai cittadini, dodici candidati consiglieri di provata competenza, seduti tra i banchi di maggioranza e di minoranza, espressione non soltanto di tutto il territorio lucchese, quanto delle diverse appartenenze partitiche, delle esperienze civiche e delle sensibilità politiche presenti nel polverizzato centro destra italiano.

Ai cittadini della provincia, beffati dal governo degli spot e privati con il voto del più ampio diritto di decidere da chi e come essere amministrati, rivolgiamo il più rispettoso saluto dedicando loro queste risultato, con il duplice impegno a svolgere una concreta azione amministrativa, critica e costruttiva ad un tempo, che li informi di come sarà e cosa farà per loro e per il territorio questo ente azzoppato nelle competenze e nelle risorse, avviando al contempo quell'intenso e difficile lavoro politico di aggregazione che donerà loro quella rinnovata area politica, unica alternativa alla sinistra, nella quale tornare a riconoscersi

LUCCA: Elezioni provinciali, la lista del centro destra di nuovo unito. (CLICCA QUI)


COMUNICATO STAMPA

Lucca 10:40 del 31 agosto 2015. Si presenta in provincia la lista unitaria e possiamo dire che il centrodestra lucchese è nuovamente una realtà.
Ora inizia una nuova stagione, si torna a "fare politica" per Lucca e da Lucca per la Toscana e la nostra Italia.
( questo il commento a caldo di Vittorio Fantozzi, sindaco di montecarlo, artefice in primis di questa nuova coesione delle formazioni di centro destra alternative al PD ).

LA LISTA:

Michele Giannini sindaco di Fabbriche di Vergemoli PRESIDENTE

Sandra Paoli di Pescaglia per la MEDIAVALLE
Simone Simonini di Molazzana per la GARFAGNANA
Mauro Macera di Lucca per LUCCA
Giorgio Mura di Lucca per LUCCA
Daniele Lazzareschi di Capannori per la PIANA
Riccardo Giannoni di Porcari per la PIANA
Maurizio Marchetti di Altopascio per la PIANA
David Marcucci di Camaiore per la VERSILIA
Nicola Morelli di Massarosa per la VERSILIA
Maria Domenica Pacchini di Viareggio per la VERSILIA
Mimma Briganti di Pietrasanta per la VERSILIA
Alessandro Santini di Viareggio per la VERSILIA
____________________________________________________

Gli articoli in rassegna stampa, anche sulle altre tre liste presentate a sinistra:

Per un maggiore approfondimento:

http://www.luccaindiretta.it/2011-08-07-02-51-05/item/53571-lista-civica-menesini-presidente-ecco-i-nomi.html

http://www.luccaindiretta.it/2011-08-07-02-51-05/item/53555-a-sinistra-c-e-l-altra-provincia-ecco-i-candidati.html

http://www.luccaindiretta.it/2011-08-07-02-51-05/item/53544-provinciali-giannini-e-il-candidato-presidente-del-centrodestra-ma-forza-italia-e-spaccata-sui-nomi-della-lista-unica.html

VITTORIO FANTOZZI, SINDACO DI MONTECARLO
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
MICHELE GIANNINI, SINDACO DI FABBRICHE DI VERGEMOLI
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

NOTA BALDINI-PACCHINI-TRINCHESE CONSIGLIO COMUNALE VIAREGGIO a cura di Simone Togneri




Riceviamo e pubblichiamo integralmente

MACROSTRUTTURA: INACCETTABILE L'UMILIAZIONE DELLA RAGIONERIA E DI TANTI DIPENDENTI PREPARATI E SERI !

Questa mattina, insieme ad Alfredo Trinchese, mi sono recato in Comune per ascoltare l'assemblea dei dipendenti comunali in ordine alle problematiche che sono scaturite dall'approvazione della nuova macrostruttura.
Al di là delle questioni giuridiche riguardanti le decisioni assunte e gli elementi formali della delibera sui quali mi pare vi siano parecchi dubbi oggettivi che potrebbero legittimare un'impugnazione fondata, debbo tuttavia constatare che l'atteggiamento della Giunta Del Ghingaro continua ad essere univoco: "sicuri, non si parla con nessuno e si fa come ci pare" !
Infatti tale approccio non solo vale per noi Consiglieri Comunali di opposizione che siamo costretti a rivolgerci al Prefetto per far rispettare le regole degli organi comunali ma vale anche per i dipendenti comunali che non mi pare siano stati ascoltati secondo le forme e la sostanza necessarie ad uno spostamento così radicale per la macchina comunale così come per le categorie economiche alle quali è stato messo davanti un piano per lo spazzamento senza alcun colloquio e con buona pace del tavolo di concertazione promesso.
E' evidente, di fronte a queste situazioni, che quell'esperienza e competenza sulle quali, in campagna elettorale, si è venduto ai viareggini il Sindaco di Capannori, non esistono !
Qui siamo di fronte solo ed esclusivamente ad un atteggiamento arrogante e prepotente che, nel caso della macrostruttura, tratta i dipendenti comunali come soprammobili da spostare di qui o di là a seconda di valutazioni che paiono più legate a considerazioni elettorali che a reali necessità dell'Ente.
Le professionalità e le esperienze di tanti comunali sono state in moltissimi casi svilite e - caso eclatante - quella ragioneria che ha portato sulle spalle, per prima, il peso enorme di tutto il lavoro sul dissesto passo passo con il Ragioniere Capo ed i Revisori dei Conti, è stata umiliata in modo non accettabile per professionisti che si sono distinti da una vita sul fronte più caldo.
E siccome la questione non può rimanere chiusa nelle stanze dei "soliti assessori" ma deve essere oggetto di confronto comune, sia il Movimento dei Cittadini che la Lega Nord, pensano che, laddove perdurasse tale stato di agitazione all'interno dell'Ente con il profilarsi di eventuali contenziosi, sia necessario convocare urgentemente un Consiglio Comunale dove discuterne prima che i danni siano ancora più gravi.

Massimiliano Baldini
Capogruppo
Movimento dei Cittadini per
Viareggio e Torre del Lago Puccini

Maria D. Pacchini
Capogruppo
Lega Nord Toscana

Alfredo Trinchese
Consigliere Comunale
Lega Nord Toscana

domenica 30 agosto 2015

RASSEGNA VIDEO NOTIZIE 30/08 scelte da YouTube per il blog.