BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

sabato 31 maggio 2014

CORRADO CLINI EX-MINISTRO DELL'AMBIENTE, INDAGATO, FACCIAMO IL PUNTO

L’indagine su Corrado Clini cerchiamo di capire......

Coinvolge quattro diverse procure (è nata in Olanda) e riguarda l'appropriazione di soldi da un progetto ambientale in Iraq e incarichi pubblici alla sua compagna con un passato con altri ministri......

Due giorni dopo l’arresto di Corrado Clini – ex ministro dell’Ambiente nel governo Monti, a lungo dirigente nel ministero – ci sono diverse nuove notizie sulle indagini e sulle accuse rispetto ai conti segreti svizzeri riferibili a Clini sui quali sarebbero stati versati dei soldi sottratti a finanziamenti pubblici destinati al ripristino ambientale dell’Iraq e che facevano parte di un progetto governativo chiamato «New Eden». Grazie al lavoro di diverse procure, si è scoperto infatti un circuito finanziario piuttosto complesso che coinvolgeva gli uffici del ministero dell’Ambiente italiano, le banche di Lugano e riguardava alcuni paesi del Medio Oriente e del Nord Europa.

Clini, che si trova agli arresti domiciliari e che e' stato interrogato mercoledì 28 maggio dal gip di Ferrara, è stato arrestato lo scorso 26 maggio dalla Guardia di Finanza su mandato della procura di Ferrara.
(guarda caso il giorno dopo le elezioni, per non disturbare Renzi ??? ).
Il reato di cui è accusato è peculato, cioè l’appropriazione di denaro pubblico da parte di un pubblico ufficiale o di un incaricato di pubblico servizio. Nei giorni seguenti, all’indagine della procura di Ferrara se ne sono aggiunte altre tre. Una di Amsterdam (da cui, come vedremo, in realtà tutto è partito) e una di Lugano riguardano entrambe il progetto «New Eden»; una di Roma ha invece a che fare con altri progetti ambientali finanziati dal governo italiano ma sempre sotto la direzione di Clini in Cina e Montenegro, rispettivamente per 200 e 14 milioni di euro: in questo caso il reato sarebbe associazione a delinquere finalizzata alla corruzione “con l’aggravante della transnazionalità” ed è indagata anche la compagna di Clini Martina Hauser che è assessore comunale a Cosenza. Secondo l’ordinanza del gip c’è anche una “ipotesi di corruzione per la vicenda dei conferimenti di incarichi professionali a vantaggio della convivente Martina Hauser”, a proposito dell’incarico di Hauser nel 2004 in una serie di progetti riguardanti i paesi della ex Jugoslavia (Hauser è stata sposata con l’ex ministro dell’Interno del Montenegro Andija Jovicevic).

Il progetto «Immediate Action Plan for Water Resources Management in post war Iraq – New Eden» era nato nel 2003, quando Clini era direttore generale del ministero dell’Ambiente, e prevedeva una serie di finanziamenti – 54 milioni di euro – destinati al risanamento ambientale dell’Iraq: riduzione dell’inquinamento, riforestazione, protezione della fauna, gestione dei bacini idrografici del Tigri e dell’Eufrate. Comprendeva inoltre corsi di addestramento sui metodi, sui programmi e sulle attrezzature di lavoro per la popolazione locale. Il finanziamento faceva parte dell’impegno italiano all’interno degli accordi internazionali di Kyoto sull’ambiente firmati nel 1997 e nel progetto era coinvolta anche l’organizzazione statunitense Iraq Foundation. La Iraq Foundation, nel 2006, cedette la gestione del progetto a una ONG con sede in Iraq (la Nature Iraq) che aveva come referenti tecnici in Italia lo studio Galli Ingegneria SGI di Padova e una società di Ferrara, la Med Ingegneria, con basi operative a Padova, Ravenna, Cagliari, Genova. La Med Ingegneria era rappresentata da Augusto Calore Pretner, anche lui arrestato lunedì.
(il progetto e' iniziato quando era dirigente del ministero, e guarda caso lo hanno fatto ministro..... Forse sapevano e lo hanno favorito??? ).

Nel 2012, durante una perquisizione ad Amsterdam relativa a un’indagine olandese su una società di nome GBC – sospettata di essere stata creata appositamente per l’emissione di false fatture – vennero ritrovate diverse fatture a favore della Med Ingegneria e della Nature Iraq. I movimenti di quel denaro (che terminavano in un conto a Lugano), furono ritenuti sospetti dalla polizia olandese e venne dunque chiesto alle autorità italiane di indagare sulla Med. La procura di Ferrara – dove la Med ha sede legale – scoprì così che la GBC non aveva svolto alcuna attività in Iraq nell’ambito del progetto «New Eden» e che transazioni di quella portata (3,2 milioni di euro) erano difficilmente riferibili a una normale attività commerciale. La procura decise quindi di convocare e interrogare Clini, responsabile del progetto. Siamo dunque nell’ottobre del 2012: Clini fu interrogato e disse poi: «Nel corso del lungo incontro, che si è svolto in un clima di fattiva collaborazione e di apprezzata cortesia, ho avuto la possibilità di rispondere a tutte le domande e di fornire ogni informazione utile all’inchiesta».

Qualche mese dopo, a fine marzo, la procura di Lugano inviò però alla procura di Ferrara una richiesta di assistenza giudiziaria relativa a un’indagine di riciclaggio su Clini spiegando che i conti correnti dove erano stati depositati i 3,2 milioni di euro partiti dalla società olandese erano riferibili proprio all’ex ministro, a Pretner e a una terza persona ancora (Luciano Mascellani, morto nel frattempo). I soldi venivano versati con un primo passaggio sul conto corrente di un intermediario svizzero, e con un secondo passaggio, nella stessa data del ricevimento, su altri conti correnti. I conti non avevano intestatari e avevano nome “Pesce” per quello di Clini, “Sole” per Pretner e “Schiavo” per Mascellani. Sul conto “pesce” erano in particolare arrivati otto bonifici per un totale 1 milione e 20 mila euro.

Spiega un articolo di Repubblica citando l’ordinanza della procura di Ferrara:

«Il conto “Pesce”, nel periodo 14 ottobre 2008-22 giugno 2010, riceve otto bonifici per un totale di 1milione e 20mila euro. “Sole” si intasca 1 milione e 580mila euro con 7 movimenti e poi, ancora, altri 450 mila in due tranche. Aperto il 13 giugno 2005, il deposito dell’ex ministro “è stato svuotato con 18 bonifici verso altro deposito gestito da Freelance ltd presso una banca di Lugano. La Freelance è riferibile a soggetti intermediari finanziari dediti al trasporto di valuta contante”. Cioè spalloni che portano valigette di soldi neri dalla Svizzera. Chiosa il gip Tassoni: «Può affermarsi, con elevato grado di gravità indiziaria, che le somme di denaro confluite sui conti di Corrado Clini e Augusto Pretner Calore sono parte dei finanziamenti stanziati dallo Stato italiano, per la realizzazione del progetto New Eden in Iraq».

Corrado Clini ha 67 anni, è un medico, è stato direttore sanitario del Servizio Pubblico di Igiene e medicina del Lavoro di Porto Marghera (Venezia) e professore all’università di Parma nel Dipartimento di Scienze Ambientali. Dal 1991 al 2011 è stato direttore generale del ministero dell’Ambiente, ha ricoperto vari incarichi internazionali ed è stato nominato ministro il 16 novembre 2011 nel governo guidato da Mario Monti, affrontando questioni importanti come il caso dell’ILVA di Taranto, il naufragio della Costa Concordia e l’emergenza rifiuti a Roma.

È tutt’ora direttore generale per lo sviluppo sostenibile, il clima e l’energia del ministero dell’Ambiente nel governo Renzi !!!!!

E SECONDO VOI , NESSUNO SAPEVA NULLA ??? SVEGLIAAAAAAA !!!!!

GAZEBO NO-ALCE , A FORNOLI AI MERCATI DEL 3/6 GIUGNO , FIRMATE CONTRO L'INCENERITORE !!!

CONTINUA LA PROTESTA IN PIAZZA CONTRO IL MEGAINCENERITORE ALCE !!!

Noi non lo vogliamo e combatteremo affinche' non venga mai fatto....
Abbiamo bisogno di tutti quelli che hanno voglia di lottare in piazza.....
Chi vuole sostenere la lotta , venga a firmare !!!!!

FIRMATE CONTRO IL MEGAINCENERITORE ALCE !!!!

Firmate per il futuro e per la salute dei vostri figli , non credete a chi dice che non sia pericoloso , anche all'eternit lo dicevano e sono morti tutti e stanno morendo ancora......
Abbiamo studi che confermano le nostre paure.
Consultate il FORUM AMBIENTE , cliccate sul link qua a fianco , leggete per comprendere : ––––––>

ARANCE: ACCORDO MAROCCO-UE ,DURO COLPO ALLA NOSTRA AGRICOLTURA !!!!

Arance del Marocco, via libera della Ue "E' la fine dell'agricoltura siciliana" Coltivatori sul piede di guerra per la decisione di ridurre drasticamente i dazi doganali su ortofrutta e prodotti ittici. paura per la corsa al ribasso dei prezzi !!!!

Adesso il rischio, per i produttori siciliani, è di trovare sui mercati siciliani un chilo di arance a 17 centesimi al chilo. Passa a Strasburgo l'accordo tra Unione Europea e Marocco sulla liberalizzazione di alcuni prodotti ortofrutticoli e ittici. L'opposizione degli europarlamentari dei Paesi mediterranei non è bastata: i sì sono stati 369, contro 225 no e 31 astenuti. "È la fine dell'agricoltura siciliana", tuona Alessandro Chiarelli, presidente di Coldiretti Sicilia. L'accordo prevede l'eliminazione immediata del 55 per cento (dal 33 per cento attuale) dei dazi doganali sui prodotti provenienti dal Marocco. Mentre i dazi in uscita su frutta, verdura e pesce prodotti nei paesi dell'Unione Europea verranno ridotti del 70 per cento solo nei prossimi dieci anni. L'accordo, comunica Coldiretti, dovrebbe entrare in vigore da maggio.

Numeri che, tradotti in euro, fanno paura agli agricoltori. Critiche piovono da tutte le associazioni, da Coldiretti a Cia, Confagricoltura e Copagri. "Oggi - spiega Chiarelli - le arance dal Marocco sbarcano a Palermo a 30, 35 centesimi al chilo. Un prezzo che, grazie agli attuali dazi doganali, equivale più o meno a quelli applicati sulle arance siciliane. In futuro potrebbero arrivare a 17, 18 centesimi al chilo". Una corsa al ribasso insostenibile per i produttori dell'Isola. Discorso simile per i limoni, il cui prezzo al chilo potrebbe scendere, secondo Coldiretti, "a 15 centesimi al chilo contro i 30 attuali", e le zucchine, la cui quotazioneprecipiterebbe "anche a 40 centesimi contro i 90 centesimi di oggi".

Il Parlamento europeo, dopo le preoccupazioni espresse dalle associazioni di categoria e da alcuni settori dell'Ue, ha posto delle misure di salvaguardia per determinati prodotti sensibili, come fragole, pomodori, cocomeri e aglio. Nell'elenco non comparirebbero gli agrumi. "Sarebbe un fatto gravissimo - denuncia Chiarelli - la dimostrazione che i gruppi industriali del Nord Europa fanno lobby su quello che conviene a loro, riuscendo a difendere, ad esempio, i prodotti in serra olandesi".

La maggioranza dei politici europei approva l'accordo che, scrivono, "svolgerà un ruolo chiave per lo sviluppo economico e la stabilizzazione politica del Marocco, mentre creerà nuove opportunità per l'industria agricola della Ue". Non ci stanno, invece, i deputati dei Paesi mediterranei. In prima fila sul fronte del no, spagnoli e portoghesi. Lo stesso relatore del testo, il francese Josè Bovè, dei Verdi, contrario all'accordo, ha ritirato il suo nome dalla relazione. Mentre l'europarlamentare del Pdl, Giovanni La Via, lamenta "diverse defezioni tra i deputati italiani" al momento del voto. "Non si può difendere -accusa La Via - l'agricoltura di un Paese e di una regione a parole e poi non essere presenti al momento dei fatti".

Di "guerra tra poveri" parla Rosario Crocetta, europarlamentare del Pd, che ha votato no. "Una Germania che si scopre improvvisamente filomediterranea - afferma Crocetta - è riuscita ad imporre un accordo che favorisce le sue industrie a danno dell'agricoltura meridionale e dei consumatori marocchini". Nella risoluzione, il Parlamento Europeo si sofferma sulla necessità di "applicare rigorosamente i contingenti" e sull'obbligo per i prodotti non europei di "conformarsi alle norme dell'Unione in materia di misure sanitarie". Più controlli, dunque, anche per evitare frodi. Proprio su questi punti le associazioni di categoria chiedono, adesso, l'impegno del governo nazionale. Confagricoltura siciliana annuncia prossime manifestazioni di protesta a cominciare dall'1 marzo.

DEI TRADITORI DELLA PATRIA QUASI TUTTI PD TRA CUI ASSENTI RITA BORSELLINO , E SONIA ALFANO (PROBLEMI CON IL VOLO ). LA LEGA VOTA CONTRO.

Confagricoltura ha diramato ai suoi associati l’esito dettagliato della votazione di giovedì scorso con cui il Parlamento europeo ha approvato l’accordo bilaterale col Marocco, che abbatte i dazi doganali sui prodotti agricoli, dagli agrumi agli ortaggi, diretti concorrenti dei prodotti delle aziende siciliane. Hanno un nome ed un cognome i parlamentari che, con il loro comportamento dentro e fuori l’aula, hanno spinto ancora di più verso il baratro la nostra agricoltura, favorendo l’invasione del mercato di prodotti coltivati senza il rispetto dei criteri qualitativi e con un costo del lavoro ai limiti della schiavitù.
Registrata una spaccatura quasi trasversale fra i partiti, sono stati i Democratici in larga parte a votare a favore del Marocco, e l’unica pattuglia di deputati che non ha registrato defezioni contro l’accordo è stata quella della Lega. I parlamentari siciliani assenti alla votazione sono stati Sonia Alfano, di Italia dei Valori, e Rita Borsellino del Pd.
“Vorremmo capire come sia stato possibile che su un voto così importante per la sopravvivenza della nostra agricoltura – ha denunciato Massimo Franco, presidente di Confagricoltura Siracusa – ci siano stati comportamenti così difficili da spiegare. Vorremmo capire che ragioni hanno mosso questi parlamentari ad agire contro gli interessi dei cittadini e delle aziende che dovrebbero rappresentare. Qualcuno non si è nemmeno presentato in aula, qualcun’altro ha cambiato decisione in corso d’opera e altri hanno addirittura preferito palesemente andare contro il futuro dell’agricoltura italiana e siciliana, in particolare.
Sono scelte di cui l’agricoltura dovrà tenere memoria per i prossimi appuntamenti elettorali”. Qui di seguito inviamo la lista degli europarlamentari italiani che hanno votato a favore dell’accordo UE-Marocco, di quelli che hanno votato contro, di coloro che si sono astenuti e di quelli che erano assenti.

FAVOREVOLI ALL’ACCORDO UE-MAROCCO :
Partito Democratico: SALVATORE CARONNA, LEONARDO DOMENICI, ROBERTO GUALTIERI, ANTONIO PANZERI, GIANNI PITTELA, DEBORA SERRACCHIANI, DAVID SASSOLI, FRANCESCA BALZANI, LUIGI BERLINGUER, SERGIO COFFERATI, VITTORIO PRODI, SILVIA COSTA, GIANLUCA SUSTA, PATRIZIA TOIA, FRANCESCO DE ANGELIS, GUIDO MILANA. FLI: SALVATORE TATARELLA, CRISTIANA MUSCARDINI. UDC : TIZIANO MOTTI, VITO BONSIGNORE (ora PdL). PdL: GABRIELE ALBERTINI, ANTONIO CANCIAN. SVP: HERBERT DORFMANN.

CONTRARI:
PdL: Roberta Angelilli, Carlo Fidanza, Mario Mauro, Erminia Mazzoni, Lia Sartori, Marco Scurria, Raffaele Baldassarre, Paolo Bartolozzi, Sergio Berlato, Elisabetta Gardini, Salvatore Iacolino, Giovanni La Via, Barbara Matera, Alfredo Pallone, Enzo Rivellini, Sergio Silvestris, Iva Zanicchi. Area Centrista Antonello Antinoro (PID, eletto nell’UdC) Clemente Mastella (Popolari per il Sud, eletto nel PdL) Gino Trematerra (UdC) PD: Pino Arlacchi, Rosario Crocetta, Mario Pirillo (corretto al termine delle votazioni, prima favorevole) Lega Nord: Francesco Speroni, Mara Bizzotto, Mario Borghezio, Lorenzo Borghezio, Lorenzo Fontana, Claudio Morganti, Fiorello Provera, Oreste Rossi, Giancarlo Scottà. IDV: Vincenzo Iovine (ApI, eletto nell’IdV), Giommaria Uggias, Gianni Vattimo (IdV, indipendente), Andrea Zanoni

ASTENUTI :
PdL: Licia Ronzulli, Laura Comi PD: Paolo De Castro (favorevole alla prima dichiarazione di voto, corretto poi in astenuto) corretto poi in astenuto)

ASSENTI :
UDC: Carlo Casini, Ciriaco De Mita, Giuseppe Gargani (UdC, eletto nel PdL), Magdi Cristiano Allam (Io amo l’Italia, eletto nell’UdC)
PdL: Alfredo Antoniozzi, Aldo Patriciello, Fli: Potito Salatto (FLI, eletto nel PdL) PD: Rita Borsellino, Andrea Cozzolino . Lega Nord: Matteo Salvini IDV: Sonia Alfano, Niccolò Rinaldi (assente in aula alla votazione, sebbene presente alle altre della giornata) Andrea Cozzolino Lega Nord: Matteo Salvini.

venerdì 30 maggio 2014

DENUNCIATI 14 GIOVANI IN VALSERCHIO, CHE AVEVANO FORMATO UNA SQUADRACCIA

SONO ARRIVATE LE DENUNCE PER I 14 SKIN-HEAD , CHE CON RIPETUTE AGGRESSIONI AVEVANO TERRORIZZATO LA VALLE
PER 5 DI LORO ANCHE LA DENUNCIA DI APOLOGIA DEL FASCISMO.

CASTELNUOVO DI GARFAGNANA :
30 maggio 2014
Il gruppo con età che oscilla dai 20 e i 26 anni, simpatizzanti dell'estrema destra , inconsapevoli o meno , con uno stile di vita vicino a quello degli skin head.
Questi i tratti che accomunano un gruppo di ragazzi:
13 maschi e una femmina, che hanno letteralmente TERRORIZZATO i coetanei di Mediavalle e Garfagnana, tra il primo maggio e novembre dello scorso anno quando sono stati fermati e identificati.
Sono stati tutti denunciati per lesioni gravi e gravissime, in concorso, apologia del fascismo e istigazione all'odio razziale, imputazioni molto gravi.
Ma dobbiamo chiederci , da chi sono stati indottrinati ??? Perche' la loro insoddisfazione e' dovuta sfociare in questi atti ???
Prevenire, gia dalle scuole , puo' bloccare queste situazioni sul nascere visto che sono figlie dell'ignoranza e della stupidita'....
Oltretutto questi dove hanno la famiglia ed i genitori, non si erano accorti di nulla ???

Le aggressioni hanno avuto sempre uno schema ben preciso: feste, sagre o luoghi affollati di gente, veniva scelta una vittima e poi provocata ed attaccata con SONO ARRIVATE LE DENUNCE PER I 14 SKIN-HEAD , CHE CON RIPETUTE AGGRESSIONI AVEVANO TERRORIZZATO LA VALLE
PER 5 DI LORO ANCHE LA DENUNCIA DI APOLOGIA DEL FASCISMO.

CASTELNUOVO DI GARFAGNANA :
30 maggio 2014
Il gruppo con età che oscilla dai 20 e i 26 anni, simpatizzanti dell'estrema destra , inconsapevoli o meno , con uno stile di vita vicino a quello degli skin head.
Questi i tratti che accomunano un gruppo di ragazzi:
13 maschi e una femmina, che hanno letteralmente TERRORIZZATO i coetanei di Mediavalle e Garfagnana, tra il primo maggio e novembre dello scorso anno quando sono stati fermati e identificati.
Sono stati tutti denunciati per lesioni gravi e gravissime, in concorso, apologia del fascismo e istigazione all'odio razziale, imputazioni molto gravi.
Ma dobbiamo chiederci , da chi sono stati indottrinati ??? Perche' la loro insoddisfazione e' dovuta sfociare in questi atti ???
Prevenire, gia dalle scuole , puo' bloccare queste situazioni sul nascere visto che sono figlie dell'ignoranza e della stupidita'....
Oltretutto questi dove hanno la famiglia ed i genitori, non si erano accorti di nulla ???

Le aggressioni hanno avuto sempre uno schema ben preciso: feste, sagre o luoghi affollati di gente, veniva scelta una vittima e poi provocata ed attaccata con ferocia, bastava una spinta o uno sguardo di troppo ma anche un modo di vestire 'non gradito': uno solo si faceva avanti mentre gli altri accerchiavano il malcapitato che non appena voltava le spalle veniva colpito alla testa.
Spesso persone deboli o isolate, come fanno di solito i vigliacchi che solo nel branco si sentono forti.

Sono in tutto 8 gli episodi che hanno visto protagonisti i giovani skin head garfagnini: dalla festa del primo maggio a Fornaci di Barga, a varie scazzottate all'interno di un locale di Molazzana, ma anche la festa della birra a Borgo a Mozzano dove da vigliacchi hanno attaccato anche un mio caro amico, incapace di far male anche ad una mosca. Ed anche alla festa di giugno alla fortezza di Montalfonso.

E le lesioni provocate sono andate via via divenendo sempre più gravi, da qualche escoriazione fino a 40 giorni di prognosi, con frattura del setto nasale per due ragazzi di 26 e 29 anni.

Una banda che era molto conosciuta nella zona tanto che i gestori di alcuni locali evitavano di far entrare i giovani skin head proprio per evitare problemi salvo poi ricevere minacce del tipo “So dove stai vengo e spacco tutto”.

Un metodo definito dagli inquirenti stessi 'mafioso' che aveva attecchito fra i coetanei terrorizzati dalle minacce: i carabinieri infatti hanno faticato non poco sia a raccogliere le denunce che le testimonianze, proprio per la paura di ritorsioni da parte del branco che con minacce istigava omerta'.

“A volte gli scontri erano mascherati da ideologie di partito – spiega il capitano Paolo Volontè, comandante della compagnia di Castelnuovo – in un caso hanno anche intonato canzoni che inneggiavano ad Hitler con tanto di saluto fascista, ma alla base non c'era la politica bensì la volontà di stabilire la supremazia su un territorio. I membri della banda sono tutti della mediavalle, solo la ragazza risiede a Toringo, nella piana di Lucca, e in passato orbitavano intorno al gruppo dei Bulldog”.

“Quello che ci ha stupito – conclude Volontè – è proprio la facilità con la quale si sono imposti in un territorio, quello della Mediavalle, tutto sommato senza grosse criticità”.

CENTRO SPORTIVO DI ANEMONE SEQUESTRATO, MA DA NOI NON SUCCEDE ???

NEL NOSTRO PICCOLO , DELLA VALLE DEL SERCHIO
PENSATE CHE NON ESISTONO FAVORITISMI AD ALCUNI IMPRENDITORI ???

QUESTO E' CIO CHE E' SUCCESSO A ROMA
AL SALARIA SPORT VILLAGE......

Gli uomini del Comando Provinciale di della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro del centro sportivo "Salaria Sport Village", di proprietà dell' imprenditore Diego Anemone, del valore complessivo di circa 200 milioni di euro.

"Dal meccanismo estesissimo di corruzione è derivato per Anemone un esponenziale arricchimento e la trasformazione da imprenditore di modeste dimensione a dominus di fatto di un gruppo societario di grande rilievo, che si è visto aggiudicare nel periodo 1999-2009 appalti pubblici per 450 milioni di euro". E' quanto scrivono i giudici del tribunale di Roma, sezione applicazione misure di prevenzione, nel decreto di sequestro del Salaria Sport Village e delle società del gruppo riconducibile all'imprenditore romano. Per i giudici Anemone "avvalendosi anche della collaborazione del fratello Daniele ha realizzato - scrivono nel decreto di sequestro - unitamente ad Angelo Balducci (ex presidente del consiglio superiore dei lavori pubblici), il noto "sistema gelatinoso" di assegnazione dei maggiori appalti pubblici degli ultimi anni". Un sistema connotato da "procedure semplificate e meno trasparenti nella selezione delle imprese aggiudicatarie sebbene per importi elevatissimi. Poteri in capo all'apposito Dipartimento costituito presso la Presidenza del Consiglio definiti dagli stessi interessati: "patente per uccidere"".

Anemone è un soggetto "dedito abitualmente a traffici delittuosi, in relazione al vivere abitualmente con proventi di attività delittuose, in un particolare contesto criminale che opera in altissimi ambienti istituzionali" scrivono i giudici. Nel descrive l'attività del gruppo, i giudici nel provvedimento di circa 40 pagine, scrivono che è stato messo in atto un uso "sistematico della corruzione e di articolati illeciti tributari diretti a camuffare erogazioni di tangenti e il reinvestimento dei proventi delle attività illecite". Le indagini hanno portato alla luce "un fenomeno di corruzione esteso e sistematico che vedeva da un lato, una intera gerarchia di funzionari pubblici corrotti e dall'altro, un numero chiuso di imprese favorite, prime fra tutto quelle del gruppo Anemone". Il tribunale ha, infine, fissato per il 23 giugno prossimo l'udienza davanti alla III penale, il contraddittorio tra le parti in ordine alle misure personali e patrimoniali.

"Abbiamo preso atto del sequestro notificato oggi dalla Guardia di Finanza. Non sono stati apposti i sigilli pertanto l'attività del Salaria non ha subito alcuna interruzione e proseguirà regolarmente, secondo la normale programmazione sportiva e sociale" afferma l'amministratore unico del Salaria Sport Village, Stefano Morandi. "Nella sostanza, si tratta di una duplicazione dei sequestri già in atto, tanto è vero che sono stati nominati gli stessi amministratori giudiziari", conclude.

QUESTO E' IL MALAFFARE CHE IN TUTTA ITALIA HA ROVINATO IL NOSTRO PAESE !!!!
Chi sa' e non parla e' colpevole della rovina del paese , ma per fortuna dalle nostre parti alcuni dipendenti comunali hanno una coscienza !!!
E tante cose vengono fuori.......
Ma ci possiamo fidare della magistratura ???
O troveremo un muro di gomma ???

giovedì 29 maggio 2014

CARRARA - MARMO : IPOTIZZATO ABUSO D'UFFICIO per imprenditori e amministratori !!!

Pagavano meno tasse sull’estrazione del marmo. Avvisi di conclusione indagini a imprenditori e amministratori:

29 maggio 2014 13:54

Imprenditori delle cave pagavano la tassa marmi in misura inferiore a quanto prescritto dalla legge provocando un danno al Comune di Carrara. Il tutto, secondo quanto accertato dalla procura della repubblica di Massa Carrara, sarebbe avvenuto “sulla base di un accordo tra lo stesso Comune e rappresentanti delle associazioni di imprenditori del marmo”.

Lo ha reso noto il procuratore Aldo Giubilaro che in una nota spiega che “a conclusione delle indagini preliminari sono state individuate responsabilità penali”. Quindici gli indagati.

La procura sta notificando gli avvisi di conclusione delle indagini ipotizzando il reato di abuso d’ufficio a imprenditori e amministratori. L’importo versato, secondo la procura, non sarebbe in linea con il valore di mercato dei beni estratti ma ben maggiore come prescritto dalla legge: “da ciò l’ingiusto vantaggio conseguito dagli imprenditori e del correlativo danno subito dal Comune di Carrara”.

LA tassazione del marmo negli ultimi 5 anni, è l’ipotesi dell’accusa, sarebbe stata inferiore a quanto stabilito dalla legge regionale toscana del 1998, provocando un danno al Comune di Carrara e un vantaggio per gli imprenditori delle cave. Tutti quanti stanno ricevendo l’avviso di conclusione delle indagini.

Secondo quanto appreso fra gli indagati figurerebbero amministratori del Comune di Carrara e rappresentanti delle categorie degli imprenditori delle cave che nel 2009 firmarono un accordo sulle tariffe del marmo da corrispondere allo stesso Comune.

Secondo la procura l’accordo non terrebbe conto del valore di mercato dei beni estratti e cosi’ nelle casse comunali sarebbero finiti meno introiti. Nel 2013 il gettito della tassazione a favore del Comune di Carrara e’ stato di 19 milioni di euro: ne sono stati incassati pero’ 14 milioni a causa di ritardi nei pagamenti da parte degli imprenditori.

CANCELLIAMO IL MALAFFARE , SALVIAMO LE APUANE !!!!!

SCIOPERO MEZZI PUBBLICI INDETTO DA USB ED ORSA 29/30 MAGGIO

Sciopero dei mezzi pubblici il 29 e 30 maggio: tutti gli orari e le informazioni.

Ultimi giorni della settimana (e appena prima del ponte) molto difficili dal punto di vista dei trasporti, a causa dello sciopero che tra giovedì 29 e venerdì 30 coinvolge il settore ferroviario e anche il trasporto pubblico locale, con modalità e orari che cambiano di città in città. Giovedì e venerdì neri, quindi, a causa dell'agitazione indetta dai sindacati Orsa e Usb.

Giovedì 29 a scioperare sono i lavoratori del trasporto ferroviario di Trenitalia, Rfi, Trenord e Ntv. I dipendenti si fermeranno dalla mezzanotte fino alle 21 della sera, mentro già dalle 21 di mercoledì è cominciato lo sciopero del settore Cargo Trenitalia. Le fasce di garanzia saranno rispettate, ma sono possibili ritardi e cancellazioni.

Il 30 maggio è invece la volta del trasporto pubblico locale, per uno sciopero dei mezzi indetto da Usb in tutte le città italiane: a Milano l'agitazione è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. A Roma invece ci saranno due modalità di sciopero differenti: le agitazioni territoriali sono in programma dalle 8.30 alle 12.30, mentre quella nazionale sarà di 24 ore e quindi autobus, ferrovie dell'Atac e metropolitane si fermeranno dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Negli orari esclusi dall'agitazione è garantito il servizio.

A Napoli lo stop dei mezzi colpirà la metropolitana, la funicolare e il servizio di autobus. Trasporti garantiti dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.00. A Torino il servizio urbano e la metropolitana saranno attivi dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 12.00 alle 15.00.

Le motivazioni dello sciopero le spiega la stessa Unione Sindacale di Base: "Uno sciopero contro il business delle privatizzazioni, realizzate sulla pelle dei cittadini e del reddito indiretto, e dei lavoratori del settore con l'azzeramento dei contratti e l'attacco ai livelli di sicurezza degli autisti, senza intervenire sulla politica clientelare che sta distruggendo un bene comune".

CARRARA , CAMION PERDE 2 BLOCCHI DI MARMO SU UNA ROTONDA

CARRARA (MASSA CARRARA), 28 MAGGIO 2014

Un camion rimorchio , senza nessuna sponda , ha perso due blocchi di marmo che trasportava stamane alla periferia di Carrara. Il tir stava uscendo da una rotonda per immettersi sulla strada provinciale e raggiungere una vicina segheria. I due enormi blocchi, senza esser bloccati in alcun modo, del peso complessivo di circa 20 tonnellate, sono scivolati dal cassone finendo al centro della carreggiata. Per fortuna non passava alcun mezzo e non vi sono stati feriti , ma si e' rischiato un grave incidente, nessuno controlla mai questi mezzi, perche' ????
Il traffico e' stato bloccato per diverso tempo. Multato il camionista.

PER CAMBIARE QUALCOSA , SERVE IL MORTO ????
OPPURE SI DEVE COMINCIARE A DARE DELLE REGOLE A QUESTI PERICOLOSI TRASPORTI ???

IUC imposta unica comunale BORGO A MOZZANO - NOTIZIE DAL SITO.

IUC (Imposta Unica Comunale)

Il giorno 30 aprile 2014 sono state approvati il Regolamento IUC (delibera C.C n. 7) le nuove aliquote IMU (delibera C.C. n.9), le aliquote TASI (delibera C.C. n. 11) e le tariffe TARI ( delibera C.C. n. 10)

Per chi non avesse ancora effettuato i versamenti entro le scadenze del 16 giugno 2013 e 16 dicembre 2013, al fine di facilitare le operazioni di calcolo, l'ente mette a disposizione al seguente LINK :

http://www.amministrazionicomunali.net/imu/calcolo_imu.php?comune=borgoamozzano

un applicativo web che consente in modo intuitivo, la determinazione dell'imposta dovuta e la stampa automatica del modello F24 per il versamento adesso con ravvedimento.
(L'applicativo in dotazione è già predisposto per l'utilizzazione delle aliquote e detrazioni approvate dal Comune di Borgo a Mozzano) Si ricorda infine tutte le modifiche apportate dall'introduzione della IUC dal Comune di Borgo a Mozzano saranno a breve reperibili nell'apposita sezione dedicata.
(14-05-2014)

NUOVI ORARI ESTIVI DEL COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI

Nuovo Orario Estivo Uffici Comunali:

Scritto da ufficio Segreteria Lunedì 26 Maggio 2014.

NUOVO ORARIO ESTIVO DEGLI UFFICI COMUNALI:

Il Sindaco rende noto la nuova articolazione dell’orario di apertura al pubblico degli uffici comunali nel periodo 1 giugno 2014 al 31 agosto 2014.

Lunedì Apertura antimeridiana: dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Martedì Apertura antimeridiana: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Apertura pomeridiana : dalle ore 15.30 alle ore 17.30

Mercoledì Apertura antimeridiana: dalle ore 9,00 alle ore 13,00

Giovedì Apertura antimeridiana: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Apertura pomeridiana: dalle ore 15.30 alle ore 17.30

Venerdì Apertura antimeridiana: dalle ore 9.00 alle ore 13.00

La nuova articolazione dell’orario di lavoro su cinque giorni settimanali, oltre ad ottimizzare i servizi, uniformandoli a quelli dei vari uffici pubblici presenti nella Valle e conseguire risparmi gestionali, consente di offrire ai cittadini e alle imprese, una maggiore fruizione dei servizi, grazie alle aperture pomeridiane. Il nuovo orario, è introdotto in via sperimentale per 3 mesi, con le seguenti avvertenze; - I Servizi demografici garantiscono la reperibilità nei giorni festivi e prefestivi per ricevere le dichiarazioni di morte e per il rilascio delle autorizzazioni al seppellimento. - Il Servizio di Polizia Locale, gestito in forma associata, osserverà gli orari stabiliti dall’Unione Comuni Media Valle del Serchio. - Il personale tecnico esterno continua a svolgere orario di lavoro su sei giorni settimanali feriali, dalle ore 7.00 alle ore 13.00, salvo l'anticipo dell'entrata per esigenze operative.

DAL SITO DEL COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI.

mercoledì 28 maggio 2014

OFFERTA !!! LUNARDI MOBILI, CREDENZA A 1.495,00€ fino al 21/6/14 - 3483405844

www.lunardimobili.com

GRANDE OFFERTA PROMOZIONALE !!!!!
PREZZO DI LISTINO 2.300,00€
FINO AL 21/06/2014 A SOLI 1495,00€ !!!!!

CREDENZA IN CASTAGNO MASSELLO COLOR TORTORA
MISURE 120 x 50 x 220
PRODUZIONE ARTIGIANALE D'AUTORE

INFO 3483405844 - 058377124

LUNARDI MOBILI , PIANO DI COREGLIA 3483405844 - www.lunardimobili.com

CUCINE E MOBILI IN LEGNO MASSELLO
MOBILI D'AUTORE ARTIGIANALI , CONTATTATECI O VISITATECI !!!!

Piano di Coreglia , via del canto loc. Molino 55025 LU
3483405844

www.lunardimobili.com

martedì 27 maggio 2014

QUESTI SONO I MESSAGGI ARRIVATI OGGI DA VERI SIGNORI, NON DI NASCITA PERO'

MESSAGGI PUBBLICATI OGGI SULLA MIA BACHECA , VI RIPUBBLICO QUA PER TUTTI , PERCHE' DI SOLITO HANNO LA TRADIZIONE DI CANCELLARLI..
IO NON HO VERGOGNA E QUINDI LE RIPUBBLICO A TUTTI VOI.
A VOI QUINDI GIUDICARE......

OLTRETUTTO DA CHI NON HA IL CORAGGIO DI METTERCI NOME E COGNOME !!!!!

Trekker Apuano > Andreotti Roberto
13 ore fa ·

A BORGO A MOZZANO C'è PATRIZIO ANDREUCCETTI SINDACO,
caro andreotti,questa è x te...AMMAINA LA BANDIERAAA

Piace a Armando Fancelli e Ubaldo Barsi.

COMMENTI:

Andreotti Roberto
Io ci ho messo con orgoglio la faccia, senza vergogna, la mia bandiera e' ben salda e garrisce al vento.
9 h · Mi piace

Andreotti Roberto
Come mai ieri a fornoli alla presenza di dirigenti PD son partiti i lavori all'ALCE ??? Sicuri di essere dalla parte giusta ??? Poveri illusi......
9 h · Mi piace

Andreotti Roberto
Non mi sarei mai permesso di rimbeccarvi , sappiatelo, io non ho nulla di cui vergognarmi, voi forse si.....
9 h · Mi piace

Trekker Apuano
anche noi ci abbiamo messo la faccia senza vergogna e ci hai attaccato tutti i giorni
9 h · Mi piace

Trekker Apuano
attacchi bassi sei andato a cercare anche cose di anni fa
9 h · Mi piace

Trekker Apuano
ma il risultato è uno solo PATRIZIO SINDACO
9 h · Mi piace

Trekker Apuano
CAPITAN FUTURO questa volta il futuro non l'hai azzeccato
9 h · Mi piace ·

Andreotti Roberto
Te sei un vero signore.......... Complimenti !!!!
1 h · Mi piace

Trekker Apuano
grazie
1 h · Mi piace

Andreotti Roberto
Io ho solo risposto a chi tempo fa mi ha offeso malamente, tu parli senza nemmeno sapere di cosa stai parlando, e di quello che ho subito da quelle persone li, altri hanno fatto peggio, pensavo esagerassero ma hanno fatto bene, vi state rivelando a tutti per cio' che siete davvero, e son sempre piu' convinto di aver ragione, la mafia ed il malaffare hanno tante facce, ed il tempo mi rendera' merito, intanto i lavori ALCE son partiti alla presenza di esponenti PD , iniziate proprio bene......
4 min · Mi piace

Andreotti Roberto
Salvero' questi messaggi , affinche' non capiti come e' successo con quelli della Zanotti che cancello' tutto....... E visto che non ho.vergogna domani ci faccio un bel post visibile a tutti.
41 sec · Mi piace

IO HO FATTO UNA CAMPAGNA ELETTORALE COME HANNO FATTO GLI ALTRI , E NON CON BUGIE , MA CON FATTI ED ARTICOLI DI GIORNALE , SE A QUALCUNO HANNO DATO NOIA , DOVEVA ESSERE PIU' SINCERO ED ATTENTO DALL'INIZIO.

NON DIMENTICHERO' MAI IL VILE ATTACCO PORTATOMI DALLA ZANOTTI , CHE POI HA CANCELLATO TUTTO , E NEMMENO QUANDO MI HA DATO DEL BUGIARDO E DEL CIALTRONE IN FACCIA A TUTTI.
IO NON DIMENTICO , E NEMMENO STAVOLTA DIMENTICHERO'.

CRISI IN UCRAINA: Kiev rilancia il dialogo, ma a Donetsk si combatte !!!!!

Elicotteri bombardano l'aeroporto internazionale occupato dai filorussi. Gli scontri si spostano poi alla stazione, mentre le autorità dell'autoproclamata repubblica popolare decretano la legge marziale in tutta la regione. Ufficiale: Poroshenko nuovo presidente ucraino. Che vuole parlare con Mosca, ma poi precisa: l'operazione contro i separatisti deve proseguire .

STANNO DISTRUGGENDO ED UCCIDENDO TUTTI QUELLI CHE LOTTANO PER LA LIBERTA'
Ben appoggiati da USA e UE , servi dei potenti banchieri !!!!

KIEV - Resta rovente la situazione nella regione separatista di Donetsk. Stamani le forze ucraine hanno ripreso a martellare Sloviansk e i villaggi vicini, compreso quello in cui ha trovato la morte il fotoreporter italiano Andrea Rocchelli. Il bilancio è di almeno due morti tra i miliziani filorussi, a cui si sono aggiunti in serata due vittime degli scontri verificatisi intorno alla stazione di Donetsk oggi pomeriggio.

L'agenzia russa Interfax precisa che un bambino è rimasto ferito. Secondo il Kiev Post, gli scontri nella stazione si sono verificati dopo che l'esercito di Kiev ha spinto i filorussi dall'aeroporto, che avevano occupato in mattinata, verso sud, in una zona residenziale a poca distanza dalla stazione centrale. I combattimenti si sono poi spostati sempre più verso la stazione ferroviaria, dove un civile è stato colpito da un proiettile vagante nel parcheggio in cui lavorava. Secondo il Kiev Post, i filorussi mantengono il controllo della stazione.

In un comunicato pubblicato sul sito del comune, il sindaco di Donetsk, Olexandre Lukiantchenko, ha invitato ai cittadini di restare nelle proprie case dopo gli intensi combattimenti tra truppe ucraine e separatisti filorussi che "hanno provocato vittime tra i civili". "Controllate i vostri bambini. Cercate di non uscire di casa, salvo emergenze".

Le autorità dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, che rivendica l'indipendenza da Kiev, hanno imposto a partire da questa mattina la legge marziale in tutta la regione. Lo scopo, tuona minaccioso un loro comunicato, è quello di ripulire la regione dalle unità militari ucraine.

Il primo effetto tangibile della misura è stata l'occupazione parziale dell'aeroporto della città. I filorussi hanno fatto irruzione alle prime luci dell'alba, chiedendo ai soldati fedeli a Kiev di lasciare lo scalo, i militari si sono rifiutati. Poco più tardi, il governo di Kiev ha fatto entrare in azione l'aviazione. Elicotteri da combattimento hanno bombardato il terminal principale, mentre combattimenti tra truppe governative e separatisti si sono estesi anche nella zona della stazione ferroviaria.

"Il secondo piano dell'edificio amministrativo della stazione di Donetsk è in fiamme" e nella zona "un civile è stato ucciso da proiettili vaganti", riferiscono fonti nella città. La notizia non è verificabile sul campo a causa dell'estrema volatilità e dei rischi della situazione. Anche alcuni giornalisti stranieri sono finiti sotto il fuoco di un cecchino nei pressi dell'aeroporto. Secondo l'agenzia russa Itar-Tass, diversi reporter sarebbero bloccati nella zona degli scontri. Nel centro di Donestk è stato evacuato e chiuso il principale centro commerciale della città, nel timore che i combattimenti si estendano alla zona nord dove sorge il centro. Evacuato anche il Green Plaza, che ospita uffici e qualche negozio.

La vittoria di Poroshenko alle presidenziali ucraine. Intanto si è concluso il conteggio dei voti delle elezioni presidenziali tenute ieri in tutto il Paese. La Commissione elettorale ha ufficializzato che Petro Poroshenko è il nuovo presidente ucraino eletto. "Non serve indire un secondo turno, è stato eletto il nuovo presidente dell'Ucraina" ha annunciato il presidente della commissione elettorale, Mykhaïlo Okhendovsky. Poroshenko, il magnate "re del cioccolato" ha ottenuto più del 54% dei voti. Decisamente scarso il risultato per Yulia Tymoshenko che si è aggiudicata solo il 13,1%. Terzo posto per Oleg Lyashko (8,48%), a seguire Anatoly Gritsenko (5,48%) e Sergei Tigipko (5,18%).

Le reazioni internazionali. Tra le prime reazioni internazionali all'ufficializzazione dell'elezione di Poroshenko, quella degli Stati Uniti. Mentre Obama si era espresso entusiasticamente già domenica, il segretario di Stato John Kerry ha fatto sapere che gli Usa sosterranno gli sforzi del nuovo presidente nella costruzione di un'Ucraina "unita". Washington, ha proseguito Kerry, "è determinata a lavorare con l'Ucraina e altri Paesi per trovare una soluzione pacifica al conflitto" nelle regioni dell'est, controllate dai separatisti filorussi.

C'è poi la cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha invitato il presidente russo, Vladimir Putin, a rispettare il risultato delle presidenziali ucraine. In una riunione della presidenza della Cdu, Merkel avrebbe detto di sperare che "la Russia faccia per davvero quel che aveva annunciato di voler fare prima del voto". Ovvero, collaborare con il nuovo presidente eletto. Merkel, in particolare, spera che Mosca e Kiev raggiungano un accordo sul costo delle forniture di gas già durante questa settimana.

Sul tema del gas, si registrano le parole del commissario europeo all'Energia, Guenther Oettinger, che vede "una buona chance" di arrivare a un accordo entro il primo giugno prossimo. Le discussioni fra Russia e Ucraina sono "ben avanzate", ha dichiarato il commissario Ue a margine delle negoziazioni a Berlino con i ministri dell'Energia russo, Alexandre Novak, e ucraino, Yuri Prodan. Che hanno tempo fino a mercoledì sera per accettare i termini di un compromesso che vedrà l'Ucraina pagare in un primo tempo 2 miliardi di dollari a Gazprom, ha precisato Oettinger.

Le prossime mosse di Poroshenko. La prossima settimana il neo presidente dovrebbe recarsi in Polonia, anche se ufficialmente l'insediamento avrà luogo non prima dell'8-10 giugno. Per ora Poroshenko ha evitato di rispondere alla domanda se si senta pronto a lavorare con Putin, ma ha detto che incontri dovrebbero tenersi al più presto. "Penso che la Russia sia un nostro vicino e senza la Russia sarebbe molto meno efficace o impossibile parlare di sicurezza nell'intera regione o addirittura di sicurezza globale", ha detto il 're del cioccolato'. Salvo precisare che l'operazione militare contro i separatisti filorussi nelle regioni orientali di Donetsk e Lugansk deve proseguire. E ripetere che non riconosce il risultato del referendum con cui la Crimea è tornata alla Russia: bisogna risolvere con urgenza "la questione: il ritorno della Crimea all'ucraina, la difesa degli ucraini che vivono in Crimea", ha affermato.

Nel corso di una conferenza stampa tenuta a Kiev, Poroshenko ha inoltre annunciato che Arseni Iatseniuk rimarrà primo ministro.

Mosca: "errore colossale" riprendere offensiva contro filorussi. Da Mosca ha parlato il ministro degli Esteri, Serghei Lavrov: La Russia "rispetta" i risultati delle elezioni presidenziali in Ucraina ed è pronta al dialogo con il nuovo presidente, ma Kiev commetterebbe "un errore colossale" a riprendere l'offensiva antiterrorismo nell'est del Paese. Il capo della diplomazia russa ha inoltre rilanciato l'appello alle autorità ucraine affinché rispettino gli interessi di ogni gruppo di cittadini e facciano il possibile per evitare che prevalgano visioni estremiste.

IO CRITICO I DUE PESI E LE DUE MISURE , QUELLO CHE PER USA ED UE ERA LEGITTIMO PER LA EX JUGOSLAVIA , NON VA BENE PER UCRAINA , GEORGIA E CAUCASO.
IL KOSSOVO HA AVUTO SUBITO RICONOCIMENTI , COSI COME PER LA  CECENIA .....
MENTRE PER IL DONBASS , L'ABKHAZIA , L'OSSEZIA DEL SUD E LA TRANSNISTRIA , NON SI E' VISTO NULLA !!!!
SERVE LA LIBERA DETERMINAZIONE DEI POPOLI , TRAMITE UN REFERENDUM, COME IN CRIMEA.

lunedì 26 maggio 2014

ELEZIONI COMUNALI IN VALSERCHIO , GIOIE E DOLORI.

http://elezioni.interno.it/comunali/scrutini/20140525/seleG09043.htm

GIOIE:
Per le grandi e inaspettate vittorie di Michele Giannini e David Saisi
A Fabbriche di Vergemoli e Gallicano.
Contro piu' che altro un imposto dal partito a Fabbr.Vergemoli o contro il feudo Pellegrinotti in cui al barone non resta che abdicare.
Sperando che la innominata puzzi un po' meno.
Sono contento anche per le vittorie di Lunardi a fosciandora, Tamagnini a Villa Collemandina
E Puppa a Careggine che pure e' del PD , ma e' una brava e corretta persona.

DOLORI:
Primo e piu' grande , per Elena Ghiloni a Borgo a Mozzano, e per il progetto di ANDARE OLTRE , che ha subito un duro colpo, sperando che il progetto vada avanti con determinazione e con una forte e convinta opposizione affinche' il lavoro della lista PD sia ben controllato.
( appena finite le votazioni sono iniziati i lavori all'ALCE , sponsorizzati dal PD provinciale , sara' un caso ????? )
Dispiacere anche per Loris Nari , che ha avuto grande coraggio portando avanti le idee del mov5stelle , a cui dico di non arrendersi ma di rimboccarsi le maniche, non e' una sconfitta , ma un primo passo !!!!

INDIFFERENZA:
Per Barga, dove Bonini stravince contro uno smorto e smunto Sereni , che non si e' ben capito per chi o perche' si sia inutilmente candidato.
E per quei comuni con una sola lista che ci dovrebbero far riflettere se servono davvero o meno , o se devono essere accorpati in un unico e piu' grande comune.....
Nonche' per la triste lista Borgo in movimento , nata e morta con assoluta indifferenza di tutto e tutti , pensando che poteva esser diverso.

CONSIDERAZIONI:
Ho notato che in tanti comuni con le comunali , i voti PD per le europee sono stati molto piu' alti che per i propri candidati a sindaco , e cio' ci fa pensare che non ci sia tanta fiducia in chi localmente ci amministra spesso non bene, quindi non si vantino tanto chi aveva solo le europee , son voti per renzi , non per voi......

CONCLUSIONI:
Invito tutti quelli che lottano per l'onesta' , l'etica , la giustizia e la verita' a non demordere , gli schiaffi servono per far crescere la determinazione di continuare e di fare meglio imparando dagli errori di percorso.
Da non dimenticare la forte astensione, figlia di chi , come me , non crede e non votera' mai per questa europa, oppure chi nel centrodestra si e' trovato solo e spiazzato da una indebolita Forza Italia.
Ringrazio chi ha accolto il mio appello a non votare, certo che quando contera' davvero sapremo essere presenti e determinati.

PRENDIAMO ATTO DI TUTTO CIO' ED ANDIAMO AVANTI.......

PRENDO ATTO CHE OGNI TERRA HA LA SUA MAFIA, CHE GESTISCE UNA LOBBY DI POTERE.

FINCHE' CI SARANNO PERSONE CHE USERANNO LA POLITICA A DISCAPITO DEGLI ALTRI
IL PAESE ED IL NOSTRO TERRITORIO NON POTRANNO RIALZARE LA TESTA

SE VENDETE IL VOSTRO VOTO , VENDETE IL VOSTRO FUTURO......
VOSTRO E DEI VOSTRI FIGLI.
I POLITICI RUBANO E BRIGANO PERCHE' C'E' CHI PARA IL SACCO RACCOGLIENDO ED ACCONTENTANDOSI DELLE BRICIOLE !!!
I SOLDI CI SONO , SOLO CHE C'E' CHI TRA BUSTE E BUSTARELLE NON PERMETTE PIU' IL NORMALE SVOLGIMENTO DELLO STATO.
CI SONO IMPRENDITORI CHE SI ARRICCHISCONO CON I VOSTRI SOLDI......
E SONO SOTTO I VOSTRI OCCHI !!!!
E SONO VOSTRI SOLDI !!!!
C'E' ANCHE CHI SI VENDE PER UNA MISERA PROMESSA DI LAVORO......
DELLA SERIE : te crepa pure , basta che campo io " .
INCONSAPEVOLI CHE SIAMO TUTTI SULLA SOLITA BARCA , COME PER LO SCIOPERO CON MANIFESTAZIONE ALLA KME , DOVE ALCUNI COMMERCIANTI NON FREGAVA NULLA DI ABBASSARE ALCUNE ORE LE SERRANDE , PERO' POI SON STATI BUONI A LAMENTARSI DELLA CRISI ....

CI SONO PURE QUELLI CHE CERCANO DI FARE TERRA BRUCIATA AGLI OPPOSITORI INTIMIDENDO AMICI E DATORI DI LAVORO , BEH! NON CREDO CHE CI FERMERETE, CONTINUATE PURE , MA E' UN RISCHIO PRENDERE A CALCI CHI NON HA NULLA DA PERDERE MA PUO' SEMPRE MORDERE.

ABBIAMO ASSISTITO AD UNA CAMPAGNA ELETTORALE FATTA DI SOTTERFUGI ED INTIMIDAZIONI PIU' O MENO VELATE , E SENZA PROGRAMMI O CONTENUTI NON SI PUO' CERTO RISANARE BILANCI E NE TANTOMENO FAR RIPARTIRE L'ECONOMIA ASSEGNANDO LAVORI PUBBLICI SOLO.AGLI AMICI, I NODI VERRANNO AL PETTINE , MA FORSE SARA' TARDI.......

VEDREMO IN QUANTI DAVVERO TROVERANNO UN LAVORO , CON TUTTI QUEI POSTI PROMESSI
SPERIAMO CHE PERLOMENO RISOLVANO LA CRISI DELLA VALLE !!!!

EUROPEE , L'ERRORE DEL M5S - UNA PARTE DELLA SUA BASE NON HA VOTATO PERCHE' ANTI EURO

Il piu' grande errore del m5s e' stato quello di non dire un no secco all'euro ed all'europa.
Tanti come me , iscritto certificato , non sono andati a votare perche' la linea del m5s non era chiara , non bisogna cambiare l'europa , non vogliamo un europa diversa.......
VOGLIAMO USCIRNE !!!!!

Cercare con questa tattica anche il voto dei moderati e' da vecchia politica.
Nei famosi sette punti del volantino il primo referendum sull'europa ed il terzo adozione degli eurobond
Sono in netto contrasto !!!!!

Io non voto per una cosa che non riconosco , questa e' coerenza......
Coerenza cercata da chi e' deluso dalla politica , coerenza che chi non e' scemo non ha trovato.
Non si puo' usare le mezze misure, sono da politicanti !!!!
LA GENTE VUOLE UN M5S DECISO , CHIARO E COINCISO
E QUINDI O RECEPIAMO IL MESSAGGIO O FACCIAMO LA FINE DELL'ITALIA DEI VALORI !!!!!

In francia il FRONT NATIONAL ha stravinto con una linea chiara e decisa ed anche in italia la lega e' cresciuta prendendo tanti consensi dei NO-EURO.

BISOGNA CONSIDERARE PURE LA FORTE ASTENZIONE AL VOTO , PURE IN ITALIA
E SOMMANDO I VOTI DEGLI EUROSCETTICI SI DEDUCE CHE ALLA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI NON GLI FREGA NIENTE DELL'UNIONE EUROPEA !!!

RINGRAZIO TUTTI QUELLI CHE COME ME NON SONO ANDATI A VOTARE PER QUESTA EUROPA , DANDO.UN FORTE SEGNALE A TUTTI ED IN PARTICOLARE AL M5S , SERVE UNA SCOSSA RIVOLUZIONARIA ED INNOVATIVA , PRIMA POSSIBILE.
PENSATE ALLA FORZA CHE AVREBBE AQUISITO IL M5S INVITANDO AL NONVOTO DI PROTESTA !!!!

OPPURE VALE SOLO PER LA SARDEGNA......
PENSO PURE A TUTTI QUEGLI ATTIVISTI CHE NON HANNO POTUTO PRESENTARE LISTE CERTIFICATE AI COMUNI PERCHE' OSTEGGIATE DAI VARI CAPI BASTONE COME A LUCCA E PROVINCIA......
COME DIMENTICARE LE LOTTE DI BORGO E BARGA FINITE POI IN BOLLE DI SAPONE , DELUDENDO TANTISSIMI NOSTRI ELETTORI !!!!

domenica 25 maggio 2014

MANLIO MANVATI , UN GRANDE ARTISTA ITALIANO , STORIA ED OPERE .

Manlio Manvati nasce a Pozzuoli nel 1932.
Dopo l'abilitazione professionale all'insegnamento in discipline artistiche insegna disegno e storia dell'arte a Cassino, Parma e Luino.
Estensore e sostenitore dello Strutturalismo esistenziale nelle arti figurative e promotore del Neo arcaismo, oggi espone in diverse personali a Palermo, Messina, Napoli, Ostia, Frosinone, Isola d'Elba, Bologna, Suzzara, Parma, Piacenza, Milano, Venezia, Torino, Luino e Varese.
Sue personali si tengono anche a Campione d'Italia, a Parigi, Bucarest, Lugano, Locarno e Budapest.
Con la sua opera di pittura e di grafica è presente in numerose collezioni pubbliche di arte contemporanea a Savona, Pompei, Madrid, Mosca, New York, Parigi, Roma, Jesi, Gallarate e Luino. Sue opere pubbliche si trovano al Capitolo Benedettino di S. Martino delle Scale a Parma, nella chiesa S. Rocco a Capaci a Palermo, al comune di Suni (NU) e nella chiesa dei SS. Pietro e Paolo di Luino.
Numerose le onorificenze ricevute: tra queste il Cavalierato della Repubblica e la nomina a membro del Senato accademico dell'Accademia internazionale di arte moderna.
Nel 2005, da Luino si è trasferito a Sant'Ambrogio sul Garigliano, in provincia di Frosinone.

"A volte, noncurante della dimensione, disegno un arco che va al di fuori della tela, poi, sulla sua scia, le figure divengono come quei calchi umani che si rilevano a Pompei. Dall'evoluzione delle linee le immagini prendono forma e divengono. Con queste forme e con questi colori voglio dimostrare che l'uomo è sempre e comunque condizionato. Entro il rettangolo è chiuso il problema fondamentale dell'esistenza. All'interno del rettangolo, che contiene e comprime l'individuo, c'è la materia che si gonfia, ci sono i sensi, c'è la vita che si ribella e cerca la propria dimensione. In questo dualismo, forse, c'è la mia pittura. Il mio gran rammarico è nel fatto che ho sempre la sensazione di non riuscire ad esprimere tutto questo."
(dalle parole dell'artista Manlio Manvati)

Formazione Abilitazione professionale all'insegnamento di: - Pittura decorativa - Educazione artistica - Disegno e Storia dell'arte

Esperienze lavorative dal 1953 al 1979 - insegnante di disegno e storia dell'arte a Cassino (FR), Parma, Luino (VA), in Scuole Statali di Avv.ti Prof.li, Medie Inferiori, Istituti Magistrali, Licei Scientifici: - dal 1953 al 1960 presso Avv.to e Medie di Cassino - FR -; - 1960/61 - insegnante e Preside presso Medie inf. di Palanzano di Parma -; - 1961/62 - Preside delle scuole medie a Palanzano e Monchio Delle Corti (PR) -; - dal 1962 al 1971 - docente presso l'Ist. Magistr. e Liceo Scient.di Parma -; - dal 1971 al 1974 - presso la Media di Noceto di Parma -; - dal 1974 al 1979 - presso la media di Luino Va -, - 1976 - presidente - Corsi abilitanti a Milano e Busto Arsizio, - 1977 - comm. - Storia dell'Arte al "Fidia" di Agrigento, - 1981 - comm. - Figura al 1.o Liceo Artistico di Milano, - 1981 - comm. - Storia dell'Arte (id: Liceo Artistico di Milano), - 1982 - comm. - Storia dell'Arte all'Istituto d'Arte di Venezia, - 1983 - comm. - Storia dell'Arte al Liceo Linguistico di Gallarate, - 1983/84 - Presidente dell'Istituto di Cultura di Luino (VA), - 1984 - comm. - Grafica all'I.T.S.O.S. di Milano, - 1985 - comm. - Storia dell'Arte al Liceo Classico di Venezia Lido, - affreschi in opere pubbliche ed esposizioni varie, - 1992 - Presidente di maturità scient. "Leonardo da Vinci" di Trento, - varia attività artistica, - 1994 - Presidente di maturità artistica "Pier Luigi Nervi" Ravenna, - varia attività artistica, - 1996/7 - commissario - Storia dell'Arte al Lic. Scient. "Leonardo da Vinci" di Lugano, - 1998 - docente di pittura ad affresco "Scuola Migros" di Lugano, - 2000/2009 - varia attività artistica.

Pubblicazioni e articoli vari Articoli vari su quotidiani e pubbl. periodiche, 1972 - Presentazioni su "I naïfs italiani" ed. P. & A. -Parma-, Pubblicazione, sostenitore dello "Strutturalismo Esistenziale" nelle arti figurative, estensore e promotore del "NEO ARCAISMO - OGGI", 1985 - R.A.I.-: "L'Araba Fenice" - Artisti siciliani del passato,-1995 - Racconto su "La nascita del linguaggio", Ed. Il Grappolo - Salerno-, 1996 - "Benedetto Antelami" Aurea Parma della Gazzetta di Parma,-1996 - "Cosmesi e storia della cosmetica", Ed. Il Grappolo di Salerno-, 1998 - "Sardegna, Suni 1997, Gli affreschi" Tip. "S. Giuseppe" di Bosa-, 1999 - "Città di Cassino, 2° premio di poesia", 2000 - "Città di Cassino, 2° premio di poesia", 2001/2 - "Critica d'arte" A.N.P.E.S. (ass. Naz. Pitt. E Scult.) Sutri VT, 2003 - "Viaggio attraverso le attività di Angelo Mantovani" Lit."La Rapida" - Mantova 2003/4 - "Critica d'arte" A.N.P.E.S. (ass. Naz. Pitt. E Scult.) Sutri VT, 2005 - "Critica d'arte" A.N.P.E.S. (ass. Naz. Pitt. E Scult.) Vetralla VT 2006 - "Monografia di Angelo Mantovani" - Mantova

Esposizioni personali in Italia Palermo (Assessorato alla cultura del Comune e patrocinio della Provincia); Messina, Napoli, Ostia, Cassino, Frosinone, Isola. d'Elba, Rimini, Bologna, Suzzara, Parma, Piacenza, Milano, Venezia, Torino, Vicenza, Luino (Assessorato alla cultura del Comune), Campione d'Italia, "interventi" a Suni in Sardegna, Varese (patroc. Provincia, Provv.to Studi), Napoli (Assessorato alla cultura del Comune), Museo Archeologico di Cassino (Amm.ne Comunale, Prov.le e Regionale).

Esposizioni personali all'estero - CAMPIONE D'ITALIA; - FRANCIA: Parigi; - ROMANIA: Bucarest (Istit. Italiano di cultura); - SVIZZERA: Caslano, Lugano, Locarno (Consolato Generale d'Italia); - UNGHERIA: Budapest (Istit. Italiano di cultura).

Pinacoteche d'arte contemporanea: Pertini a Savona, a Pompei ed altre.

Musei d'arte contemporanea, con la propria grafica Madrid, Moskvà, New York, Paris, Roma, São Paulo, Stockholm, Zürich, presso le gallerie civiche di Jesi, Gallarate e Luino.

Mostre collettive importanti Iª Triennale Nazionale di Napoli nel 1970, Damasco (col patrocinio del Consolato Italiano), Nottingam (int. Art. Exib. - Bertrand Russel -).

Opere pubbliche Affreschi e decorazioni per il Capitolo benedettino di S. Martino Delle Scale (PA), per la chiesa di s. Rocco a Capaci (PA), per il Comune di Suni (NU), per la chiesa dei ss. Pietro e Paolo di Luino (VA).

Onorificenze - Cav. al merito della Repubb. Ital. - decreto 27.12.1988 reg. n° 2246 serie lV-; - Membro del Senato Accademico dell'Acc. Int. d'Arte Moderna - Ist. Sup. di Cult. - ROMA; - Cavaliere Acc.co dell'Acc. Int. "Greci Marino" - Accademia del Verbano -, Vinzaglio - NO - Membro Honoris Causa a vita del CDAP -UPCE di Sutri VT. - 12 giugno 2002 - nomina di "Pioniere della Cultura Europea" CDAPUPCE - Sutri

Premio produttività : Ente Nazionale Assistenza Pittori -ROMA.

Manlio Manvati
Via Ponte, 3 I - 03040 Sant'Ambrogio sul Garigliano (Frosinone) Italia
Telefono cellulare +39 333 299 99 81

MOVIMENTO MOTOSEGHE E PENNATI , 25 MAGGIO SUI FIUMI , IO C'ERO !!!

Non sono andato a votare , ma mi sono reso utile per ripulire il fiume dai detriti legnosi , anche altri oggi erano a far legna in varie zone , da Borgo a mozzano a ghivizzano , bolognana , ecc.
Se tutti avessero fatto come noi , non ci sarebbero piu' problemi durante le piene come questo inverno al ponte del diavolo.....
Torniamo a chiedere alle autorita' di lasciare libera la raccolta , senza inutili e complicati permessi.

Tanti avevano detto di partecipare , ma pochi si son visti....
Non si puo' essere ambientalisti solo a parole , oppure in segrete stanze !!!!
Servono fatti e non parole , ed io ed altri c'eravamo !!!!

 CIRCA 15 QUINTALI !!!! il mio l'ho fatto.

sabato 24 maggio 2014

TASI: NUOVA TASSA SUGLI IMMOBILI , ECCO I 13 COMUNI DELLA PROVINCIA DI LUCCA IN CUI SI PAGA A GIUGNO

Tasi, istruzioni per l’uso
Pubblicato da CNA lucca:

Posted on 24 maggio 2014 by cnalucca • www.cnalucca.it

Allarme dei Caf per quanto riguarda il versamento dell’acconto Tasi , visti i tempi ristretti da qua al 16 giugno.
I tempi per fare tutti i conteggi sono infatti piuttosto ristretti con appena una decina di giorni a disposizione.
Per quanto riguarda i Comuni in cui le amministrazioni hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio – in provincia di Lucca sono tredici:

Camporgiano, Capannori, Careggine, Castelnuovo Garfagnana, Fosciandora, Lucca, Massarosa, Minucciano, Piazza al Serchio, Pietrasanta, Seravezza, Vagli e Villa Collemandina.

– i centri di assistenza fiscale dovranno consultare le delibere, impostare i software, calcolare il tributo e quindi consegnare i modelli di pagamento ai contribuenti.
Tutto entro il 16 giugno !!!! data fissata per il versamento della prima rata per le abitazioni principali e le seconde case. Per gli immobili diversi dalle abitazioni principali, entro il 16 giugno andrà versato un acconto calcolato sulla base di ogni singola delibera e del regolamento comunale che però non è dovuto se l’aliquota Imu è al 10,6 per mille.

L’imposta:

La Tasi è la nuova imposta sui servizi indivisibili che si applica sui fabbricati, compresa l’abitazione principale, e sulle aree fabbricabili, così come definiti ai fini Imu. La base imponibile si determina con le stesse regole dell’Imu. Sono soggetti passivi possessori e detentori (anche inquilini) degli immobili. Questi ultimi in misura compresa tra il 10 e 30 per cento, secondo quanto decide il comune. L’aliquota massima applicabile varia a seconda delle categorie ed è determinata per categorie in modo che la somma di Imu e Tasi non superi un certo limite.

Quando si paga:

Al 16 giugno e al 16 dicembre di ogni anno. Il versamento della tassa sui servizi indivisibili comunali slitta dal 16 giugno al 16 settembre solo per i Comuni che al 23 maggio non hanno deliberato le loro aliquote ufficiali di pagamento. Le delibere verranno pubblicate sul sito del Mef entro il 31 maggio.

Particolarità 2014:

Quest’anno la Tasi non può superare il 2,5 per mille.
Il Comune può aumentare però di un altro 0,8 per mille se fissa agevolazioni all’abitazione principale tali da equiparare il carico della Tasi a quello dell’Imu sull’abitazione principale.

VISITATE IL SITO DELLA CNA LUCCA.

NO EUROPA , NO EURO - IO NON VOTERO' , NON RICONOSCO QUESTI SERVI DELLE BANCHE !!!

NON ANDRO' A VOTARE.
VOTANDO LEGITTIMATE QUESTA TRUFFA RENDENDOLA VALIDA !!!!

In Olanda e Granbretagna solo il 36% hanno votato , cioe' solo i politici e chi campa di politica.....
Nessun altro la vuole , a nessuno interessa l'europa unita.
La gente ha sempre voluto la pace , la guerra la vogliono i potenti , quelli che ci comandano.
Mandiamoli a cacare , dimostriamo loro che non ci frega nulla.

Io non ho mai votato per l'europa, non ho mai voluto l'euro.....
Non ho un conto ne in banca , ne in posta.
Chi accetta il sistema , compromette il futuro dei suoi figli , obbligandoli ad una vita peggiore della propria !!!

NON SI CAMBIA UNA COSA PARTECIPANDO CON CHI VUOLE SCHIAVIZZARCI E RENDERCI SERVI DELLE BANCHE .....
COME NEO SERVI DELLA GLEBA DI MEDIEVALE MEMORIA.

venerdì 23 maggio 2014

II° LETTERA DI VALTER GHILONI AI CANDIDATI DI BARGA , CONDIVIDO IN PIENO !!!!

VOLENTIERI RIPUBBLICO
CONDIVIDENDONE IN PIENO IL SUO PENSIERO
ANCHE IO SARO' UNA SPINA NEL FIANCO DI CHIUNQUE GOVERNERA' E NON MI SCORDERO' DELLE LORO PROMESSE ELETTORALI !!!!

La precedente comunicazione è visibile sul gruppo FACCIAMOLI SENTIRE UTILI e ripubblicata sul suo Blog da Roberto Andreotti Capitan Futuro....

A due giorni dal voto sottolineo di nuovo la mia precedente comunicazione ai due candidati, con la certezza che in questo periodo di circa 20 giorni in molti l’abbiano letta ed apprezzata e con la consapevolezza che chi lo ha fatto ha saputo guardare ed ascoltare le proposte dei due schieramenti di Barga con gli occhi critici che meritavano e farsi un’idea chiara per scegliere, o non scegliere, il futuro di Barga.

E’ ovvio che quanto avevo richiesto, un impegno pubblico, nessuno dei due candidati si è sentito di prenderlo, perché se l’impegno richiesto è troppo esigente diventa difficile anche solo balbettare “ci proverò”.
A livello privato invece uno dei due candidati, che non ha voluto (e rispetto la sua scelta) rendere pubblico quanto mi ha scritto, ha intrapreso con me uno scambio di corrispondenza nel quale mi ha replicato, alle volte criticando anche aspramente (avevi ragione Gesualdo, certi tasti non andrebbero toccati…), alle volte dandomi (strumentalmente, a mio avviso) ragione, una corrispondenza che comunque mi ha fatto piacere e se lo vorrà potrà anche continuare, perché comunque il mio personale impegno nei prossimi anni sarà di fare il grillo parlante (non Beppe, per carità) di lorenziniana memoria, intervenendo su più argomenti possibili con proposte, critiche, giudizi pubblici, in modo che i cittadini di Barga siano informati anche da voci esterne al coro.
L’altro, probabilmente dall’alto della sua posizione, non si è neppure degnato, e non mi stupisce né mi preoccupa più di tanto. Ho seguito comunque con attenzione la vostra campagna elettorale, anche se non mi avete visto agli incontri c’ero, in modo diverso ma c’ero. Non ho sentito, devo essere sincero, idee degne di questo nome. Solo vaghe indicazioni, poche certezze, ma, soprattutto, denigrazione e attacchi personali (più da una parte, se devo essere sincero) che mi hanno profondamente addolorato: non è questa la politica che vorrei, non è questa l’amministrazione che vorrei, e se queste sono le premesse… povera Barga. Cari cittadini di Barga, con sincerità!
Avete sentito dire che il nostro ospedale verrà difeso a oltranza e potenziato con o contro il parere della Asl? No….. anzi, come già fatto per Lucca la Regione tenta di far chiudere Barga e Castelnuovo per costruirne uno nuovo con meno posti letto non della somma dei due, ma di ciascuno dei due… E allora, per Lucca come per Barga, la mia bambina dimostra più intelligenza dei politici regionali, per ridurre i posti, mi diceva qualche mese fa, non basta chiudere qualche stanza e non usarla? La verità, la verità vera, è che la sorte è già decisa ma nessuno vuole dirlo, mentre noi dovremmo, uniti, combattere per mantenere almeno l’attuale. Ed è già decisa per realizzare progetti che sottrarranno risorse alla sanità spostandole su altri interessi economici. Avete sentito dire per caso che il Comune nei prossimi 5 anni si impegnerà a dare lavoro, a creare lavoro, a risolvere il problema lavoro? Non la voglio far lunga… ma i problemi che abbiamo in questo particolare momento storico sono il lavoro, le famiglie che non riescono a far fronte all’ordinario fine mese, che quindi non riescono a investire nel loro futuro, a programmare il domani…. Il Comune forse non molto ma qualcosa potrebbe fare…. Questo non l’ho sentito dire da nessuno dei due. E allora meditate, in questi due giorni di silenzio elettorale, meditate se e chi potrebbe meritare il vostro voto. Ma medidate più se che chi. Per parte mia sono giunto alla conclusione che ho sbagliato, ho sbagliato profondamente a non accettare due proposte che mi erano state ventilate negli scorsi mesi, vaghi accenni per la verità di singoli più che di schieramenti, gruppi o movimenti, a mettermi in gioco… abituato a fare prima di pensare, ad agire in prima persona invece di delegare probabilmente avrei avuto buono gioco. O forse no, visto che comunque le decisioni sono prese altrove e non certo nelle aule del Comune di Barga, forse mi sarei solo messo nei guai. Un’ultima annotazione, personale al Prof. Sereni… sono turbato professore: nei dibattiti, negli stampati, nelle interviste, non ho riconosciuto il professore che apriva la mente ai suoi studenti, che accettava comunque l’altro dibattendoci e confrontandosi, ma solo un attacco continuo all’altro che, quando insegnava a noi giovani menti in formazione, non era nelle sue corde, anzi… Cos’è successo? Perché è cambiato andando nella direzione della maggioranza dei fenomeni in tv, che urlano, urlano solo per nascondere il vuoto che c’è in loro? Non che dall’altra parte, dall’altro schieramento, ci sia del pieno…. Ma forse è stato meno urlato…si è notato meno.

Scusate per il disturbo, ma continuerò a darvelo per i prossimi anni, chiunque di voi siederà sulla poltrona centrale.

Valter Ghiloni.

BORGO A MOZZANO , ANDARE OLTRE IL MIO APPELLO PER SABATINO LUCCHESI

FACCIO APPELLO AL VOTO PER LE COMUNALI DI BORGO A MOZZANO
PER LA LISTA ANDARE OLTRE PER
ELENA GHILONI CANDIDATA A SINDACO
PER LA PREFERENZA A CONSIGLIERE VI CHIEDO DI INDICARE IL NOME DI:

SABATINO LUCCHESI

PER UNA PREFERENZA , LASCIANDO A VOI LA SCELTA PER LA CONSIGLIERA
DI GENERE FEMMINILE .....

FACCIO QUESTO APPELLO PERCHE' SABATINO OLTRE CHE UN BUON AMICO E' ANCHE UNA PERSONA SERIA E CAPACE
COME HA DIMOSTRATO IN TANTI ANNI DA IMPRENDITORE DI SUCCESSO !!!!

QUESTA E' LA MIA SCELTA PERSONALE !!!
TUTTI VOI POTRETE SCEGLIERE CHI CREDETE PIU' OPPORTUNO SONO TUTTI BRAVI ED E' UNA BELLISSIMA SQUADRA
COMPLIMENTI DAVVERO AD ELENA GHILONI
#iostoconelena #andareoltre

GAZEBO NO-ALCE VENERDI 23 A FORNOLI , TANTA GENTE A FIRMARE !!!!!

OLTRE OGNI ASPETTATIVA LA PRESENZA DELLA POPOLAZIONE A FIRMARE  CONTRO IL MEGAINCENERITORE
TUTTI UNITI A LOTTARE PER LA SALUTE DEI CITTADINI
PER IL FUTURO NOSTRO E DEI NOSTRI FIGLI

NON PERMETTEREMO MAI  LA REALIZZAZIONE DELL'INCENERITORE ALCE
E QUESTO MESSAGGIO DEVE ESSERE CHIARO A TUTTI I POLITICI CHE LAVORANO PER LA LOBBY DI POTERE
E LA GENTE E' CON NOI !!!!!!

giovedì 22 maggio 2014

GRANDE E CORAGGIOSO DISCORSO DI FRANCESCO POGGI - ETICA ED ONESTA'

Proprio un bel discorso quello di mercoledì 21 a borgo a mozzano di Francesco Poggi , sindaco uscente , che ha ribadito punto su punto con fatti e prove contro chi strumentalmente ha criticato il suo operato.
Dai teatri al frantoio , dal centro pro.civ. al palazzetto dello sport , dalle scuole a palazzo santini..... ecc. ecc.
Ha ricordato la sua lotta contro l'inceneritore lucart , lotta che contro il parere degli avvocati ha vinto !!!
Ha detto a chi gli diceva di non aver santi in paradiso , che tali santi e' meglio non averli.
Ha ribadito che la valle deve spezzare quel giogo e quelle catene con cui il partito di potere la controlla, decidendone i destini in segrete stanze.
Ha parlato di etica e di onesta' , principi che mancano in quei funzionari pubblici che dipendenti di un ente fanno gli assessori in un altro.

Per me ha parlato da politico che lavora tra la gente , con la gente e per la gente !!!!
Non per effimeri interessi di partito che da noi possono essere tradotti in interessi personali e di lobby.

Per me ha parlato davvero bene , ed i questi anni lo ha ben dimostrato anche con i fatti.....
Mi sono congratulato personalmente e credo che Francesco ed il suo progetto possano davvero rappresentare una svolta per la nostra valle, certo che servono facce veramente nuove lasciando perdere i vecchi politici ormai sorpassati dalla storia come e' stato fatto per la lista ANDARE OLTRE di ELENA GHILONI a borgo a mozzano.

Poggi ha dimostrato che senza santi in paradiso e' meglio , oltretutto come ha poi detto pure Betti di bagni di lucca , se i santi in paradiso sono quei corrotti e delinquenti che ci sono a Roma , allora e' meglio non averli.
Aggiungo io , che chi va con gli zoppi impara a zoppicare !!!!

Ha puntualizzato anche contro chi.si definisce unico paladino dell'ambiente, che pero' ha scelto di appoggiare il segretario provinciale del PD , che in provincia e regione e' il principale fautore del megainceneritore di fornoli.
Ha infine ricordato a tutti in quale situazione di sfacelo si trovi il PD nella nostra provincia:
Dai problemi in giunta avuti a capannori , all'attuale fuggi fuggi che c'e' in comune a lucca....
Oppure alla fallimentare giunta Betti a viareggio a meno di un anno dal suo insediamento....
Ma anche al PD di bagni di lucca che strenuamente lotta affinche' venga realizzato il megainceneritore, e questo ci fa riflettere su quale sia il vero ruolo di andreuccetti come segretario provinciale , che nemmeno i suoi ascoltano !!!!
Aggiungo io che basta sentire cio' che ha detto Gaddo Gaddi nella diretta di noitv a castelnuovo , per capire cio' che davvero briga il PD.

Ti dico una cosa Francesco : " RECTE AGERE NIHIL TEMERE " .

ELEZIONI - LETTERA DI SIMONE TOGNERI , STRANI FATTI IN CAMPAGNA ELETTORALE.

RICEVO E VOLENTIERI RIPUBBLICO UNA LETTERA CHE CONDIVIDO IN PIENO !!!!
Su cui vi consiglio di riflettere bene......

Di cose strane se ne vedono tutti i giorni ma onestamente ciò che ho visto negli ultimi giorni mi sconforta da un lato e mi fa ridere dall'altro: per la prima volta ho visto coprire i manifesti elettorali non solo con altri manifesti ma addirittura prodigandosi nel reperire anche strisce di carta bianca per coprire l'intero spazio dedicato alle affissioni elettorali per eliminare nome e foto del candidato malvisto...

Capisco che la paura in taluni individui faccia novanta ma se esponenti di un partito si accaniscono in questo modo allora penso che forse la persona boicottata va votata perchè non fa parte di quel sistema di tessere e di potere...

Ma chissà magari quel partito non arriverà neanche al 4% e allora si che ci sarà da ridere perchè cotanto sforzo cadrà nel nulla...
Ho visto gente litigare e darsi pugnalate alle spalle (politicamente) per poltrone, nomine, posizioni di potere in partiti di media importanza ma quello che ho visto accadere per il niente assoluto anzi solo per la bramosia di potere di taluni individui nel partito di cui sto parlando (e di cui orgogliosamente NON faccio e non voglio parte) è un qualcosa che hai miei occhi appare incomprensibile e mai visto prima...
Ma forse solo perchè i miei meccanismi mentali, pur avendo toccato con mano tanto marcio, non sono ancora abbastanza scafati per comprendere questi "illuminati della politica del terzo millennio" le cui incoerenze esplodono come bombe per chi, come me, conosce un minimo le persone da cui sono attorniati e gli argomenti di propaganda elettorale che vengono mostrati con orgoglio...
Ma si sa che chi cerca argomentazioni nel passato solitamente non ha argomentazioni nel presente un pò come tra tifosi del calcio che quando si vince siamo i campioni più campioni di sempre anche se non avevamo mai vinto prima e quando si perde però si è vinto 40 anni fa la coppa del nonno...

SIMONE TOGNERI , LUCCA.

mercoledì 21 maggio 2014

ANDARE OLTRE , FESTA A BORGO A MOZZANO PER ELENA GHILONI

PERSONE E NON GENTE DI PARTITO !!!!!
#IOSTOCONELENA
VOTATE PER LEI , VOTATE ANDARE OLTRE......
PER UN FUTURO MIGLIORE.