ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

LETTORI SINGOLI

lunedì 20 settembre 2021

MASSA: Grande festa per il primo giorno di scuola alla San Filippo Neri.


Inizio da favola per i nuovi arrivati nella scuola San Filippo Neri di Massa. 
Una vera e propria festa.
Le attenzioni dei “vecchi alunni” sono state tutte per loro nell’inizio dell’anno scolastico dai Fratelli delle Scuole Cristiane di via Chiesa a Massa . 

Chiamati ciascuno per nome, accompagnati da mamma e papà hanno fatto il loro ingresso nella scuola primaria passando sotto un arco di palloncini blu e gialli, i colori della scuola. 
A guidare i loro passi Rinascerò rinascerai di Roby Facchinetti, composta dal cantautore italiano e dedicata alla sua città, Bergamo, duramente colpita dalla pandemia. 
Nel cortile, alle finestre, sulle scale, sul terrazzo tutti gli alunni e le alunne a battere le mani e a cantare Come i pesci, gli elefanti e le tigri andiamo avanti senza fare rumore dello Zecchino d’oro, One Heart e Ultras La Salle di matrice lasalliana. 
Un rito d’iniziazione festosa che ha sancito l’appartenenza alla scuola di viale Chiesa in un caleidoscopio di emozioni. L’inizio di un’avventura che si concluderà tra cinque anni, quando i piccoli, diventati grandi, spiccheranno il volo per la scuola media dopo un proficuo quinquennio di esperienze umane, civili, culturali e religiose.
La prof.ssa Elisa Calanchi, nuova coordinatrice nonché docente di lingua inglese, ha rivolto il messaggio di benvenuto rassicurando i presenti che la scuola riprende il suo cammino in assoluta sicurezza, come nella passata stagione nella quale tutti gli alunni hanno frequentato tutti i giorni, senza mai dover lasciare le aule. 
Nel salutare gli insegnanti li ha incoraggiati ha proseguire nell’impegno e nella creatività attenzionando ogni singolo alunno con la cura propria di un docente che si ispira al carisma di San Giovanni Battista de La Salle, fondatore dei Fratelli delle Scuole cristiane. 
Soprattutto, ispirata dalle parole di papa Francesco, ha invitato tutti a costruire una Scuola della comunità: “Ogni cambiamento ha bisogno di un cammino educativo che coinvolga tutti. 
Per questo è necessario costruire un villaggio dell’educazione dove, nella diversità, si condivida l’impegno di generare una rete di relazioni umane e aperte. Un proverbio africano dice che per educare un bambino serve un intero villaggio. 


Ma dobbiamo costruirlo, questo villaggio, come condizione per educare”.“Abbiamo avuto un’estate... dorata – ha continuato fr. Alberto Castellani – Campioni d’Europa, plurimedagliati a Tokyo 2020, Campioni europei di ciclismo su strada... Ora tocca a noi conquistare medaglie d’oro nel corso dell’anno scolastico. È quanto ci invitano a fare dal cuore dell’Istituo fr. Robert superiore generale e i suoi Consiglieri con il documento L’utopia, un sogno possibile indirizzato al milione di studenti, ai centomila tra docenti e collaboratori e agli oltre tremila Fratelli che popolano il pianeta lasalliano in tutto il mondo nelle circa 800 istituzioni educative. 
Il rispetto del Creato e delle persone, la cultura, la solidarietà, l’accoglienza, l’inclusione, la condivisione, il volersi bene, la scoperta del senso della vita... è l’educazione al Vero, al Bene, al Bello proclamata da papa Francesco: queste sono le specialità in cui conquistare medaglie.
Al termine le bambine e i bambini di Quinta hanno accompagnato in aula gli alunni di Prima legati tra loro da cerchi dai colori olimpici come presenti nella bandiera. Tutor della classe sarà fr. Alberto Castellani collaborato da Tiziana Tenace per le materie scientifiche, Elisa Calanchi e Denise Woods per la lingua inglese, Chiara Antonioli per l’educazione fisica, e Roberta Fialdini per l’informatica.
La scuola paritaria dei Fratelli Cristiani, come da oltre 160 anni è conosciuta l’istituzione massese, aveva riaperto i cancelli sin dai primi di settembre per l‘inserimento dei piccolissimi nella scuola dell’Infanzia ormai al terzo anno dalla sua inaugurazione. Si è registrato il tutto esaurito: 50 tra bambini e bambini suddivisi per sesso e per età nelle due sezioni dei Cavallucci marini e dei Delfini affidati rispettivamente alle mani esperte di Eleonora Bonotti, Benedetta Tartarelli e Stefania Gianardi , Veronica Di Lauro.
Quest’anno scolastico sarà il primo della scuola bilingue. Negli anni stata una lunga marcia di avvicinamento al progetto di lingua inglese. Maggiorazione delle ore richieste dai programmi ministeriali, presenza della madrelingua, campus estivi, riconoscimento come Centro Trinity con possibilità di esami per alunni interni e esterni da parte di docenti di Oltremanica.
Quest’anno bilinguismo per tutti, dalla scuola dell’Infanzia alla Primaria. Tutti i giorni, per diverse ore al giorno, in modo formale e non formale. Senza percentuali fifty fifty. 
L’efficacia e l’efficienza reclamano piuttosto un delicato equilibrio, un progetto valido, una didattica gioiosa, docenti entusiasti all’altezza del compito, insegnante madrelingua, che assicurino il raggiungimento degli obbiettivi programmati (anche nella lingua italiana), oltre che nelle altre materie scritte ed orali, particolarmente nelle classi finali.


La scuola in viale Eugenio Chiesa inizia alle 8.15, ma non termina alle 16.15. Per coloro che lo desiderano saranno attivi tutta una serie di laboratori tenuti da specialisti: Psicomotricità, Yoga per bambini, Teatro in lingua inglese, Corsi musicali, Danza Classica & Moderna, Laboratorio d’Arte in inglese, Corsi di lingua spagnola, Laboratorio di Scacchi.
Dulcis in fundo: dalla cucina rinnovata continueranno a uscire piatti indicati nel piano alimentare redatto secondo principi nutrizionali scientificamente validati ed in modo tale da risultare vario e appetitoso. Si fa riferimento ai LARN e alle Linee Guida per una sana alimentazione italiana del Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CRA-NUT), perché sia garantito il corretto fabbisogno di energia e nutrienti, secondo le varie fasce di età. E’ stato elaborato un menù unico in quanto nella struttura è presente una sola cucina e sono state previste porzioni diverse in base all’età dei due gruppi di bambini.
Il menu che si articola in quattro settimane, in versione estiva ed invernale, è stato redatto dal dott. Aloisi Domenico, specialista in Scienza dell’Alimentazione, dal dott. Rossi Andrea dietista, per il Progetto Kalos srl..

Nelle foto: alcuni momenti della festa d’inizio anno scolastico.


Cambiamo! Presenti al gazebo il 21 settembre a Massarosa per Alberto Coluccini.


Cambiamo! Gazebo a Massarosa a fianco di Alberto Coluccini.

Una rappresentanza di Cambiamo! Sarà presente domani (martedì 21 settembre) a Massarosa durante il mercato settimanale con gazebo a fianco di Alberto Coluccini.

Dal comitato Provinciale inoltre fanno sapere, che il 30 settembre ci sarà, sempre a Massarosa un'importante evento tutto targato Cambiamo! (seguirà comunicazione).
Fin da subito abbiamo apprezzato il lavoro svolto in questi due anni da Alberto Coluccini.

Crediamo che Coluccini, sia la figura giusta per guidare Massarosa nei prossimi cinque anni, anche in virtù dei risultati di bilancio ottenuti in così breve tempo a favore di tutta la comunità.
 Avanti Massarosa

giovedì 16 settembre 2021

RESCETO (MS): LA CROCE BIANCA DEDICA UN'AMBULANZA AD ADOLFO ANGELI.


In piazza della Chiesa di Resceto. Cerimonia dei volontari Croce Bianca che dedicano un’ambulanza ad Adolfo Angeli e festeggiano la “Bianca” che in tre mesi ha effettuato oltre 2200 servizi.

Toccante cerimonia in piazza della Chiesa a Resceto frazione montana del Comune di Massa. 
I volontari del centenario Istituto di pubblica assistenza “Croce Bianca” di Massa coordinati dal loro presidente Nino Mignani hanno dedicato una moderna ambulanza ad Adolfo Angeli un volontario prematuramente scomparso alcune settimane fa. 
Dunque, come dicevamo, una piccola  ma significativa cerimonia alla presenza dei figli di Angeli: Riccardo e Luca e le loro compagne e con il ringraziamento della moglie Roberta che non ha partecipato perché colta da forte emozione. 

L’iniziativa è molto riuscita anche perchè ha rappresentato un momento di forte aggregazione di tutti i residenti di questa piccola frazione e grazie ai volontari e ai dipendenti della “Croce Bianca” che hanno reso questa giornata una bella giornata nel segno dell’affetto e della riconoscenza. Quanto la “Croce Bianca” sia radicata nella collettività lo si rileva  dal  report ufficiale che riassume i servizi effettuati dalla “Croce Bianca” nel secondo trimestre 2021 che va dal primo aprile al 30 giugno: sono stati  ben 2233 un verio e proprio record! Mignani in apertura della cerimonia ha ricordato che: “ad Angeli era stata dedicata anche una giornata di prevenzione, evento nazionale, nella cava della Ditta Bordigoni Gina/ F.lli Giorgini in Loc. Piastrone – Bacino di Gioia a Casette che, come riferito, ha registrato una grande partecipazione di cavatori, loro familiari e gente semplice con un pool di specialisti di alto spessore. 
Questo moderno mezzo va ad aumentare la “flotta” della benemerita istituzione in attività ininterrottamente dal 1898 composta da 5 ambulanze, 5 macchine, 4 Doblò attrezzati per handicap. 

( Il presidente Mignani ).

“I piccoli gesti- ha detto aggiunto il presidente Nino Mignani affiancato dal vice Giorgio Matellini - possono cambiare il mondo. Oggi in un momento di polemica con il lavoro che svolgono centinaia di associazioni nel settore sanitario, che sembra diventato un problema…intitolare un’ambulanza ad una persona come Adolfo Angeli…è voler ricordare come ci siano in Toscana e in Italia centinaia di migliaia di persone che scelgono durante o alla fine del lavoro di dedicare il proprio tempo libero agli altri.. ,un mondo in cui il denaro e il successo sono troppo spesso il metro con cui si giudicano le persone.. non è facile accettare che ci sia qualcuno che “ DONI” senza pensare ad un ritorno economico come ha fatto Adolfo Angeli prematuramente scomparso che alla fine della sua vita lavorativa come camionista in Cooperativa Gioia si divideva fra la famiglia , le sue amate Apuane e la Croce Bianca. In poco tempo era divenuto insostituibile !!

Le sue indubbie capacità di autista, forgiato a far scendere i blocchi al piano, lo avevano portato ad essere importante per la Croce Bianca ma non solo! il suo carattere forte e determinato e rigoroso prima con se stesso e poi con gli altri ... aveva fatto si che avesse stabilito un bellissimo rapporto con i dipendenti e i volontari. 

(a lato Adolfo Angeli).

Dunque intitolare ad Angeli un’ambulanza era il minimo che potessimo fare per ricordare un amico di cui tutti i giorni sentiamo la mancanza. Mi preme ricordare che Adolfo era anche un provetto alpinista ed un camminatore infaticabile che amava le Apuane e la sua Tambura e nel paese di Resceto si era fatto degli amici e con uno di questi: 
Lido Baldini e la sua famiglia aveva stabilito un rapporto molto solido così come aveva legato con un nostro simpatico volontario Domenico Gentile “Ciccio” che per noi rappresenta uno dei simboli del nostro impegno.. nel sociale.. essere una scuola ma soprattutto un rifugio per chi trova nella Croce Bianca una seconda famiglia ed un modo di esprimere le proprie qualità spesso ignorate. 

Domenico Gentile “Ciccio” ).

Dunque non a caso a scoprire la scritta “ Dedicata a Adolfo Angeli” sulla nuova Ambulanza sono stati Lido e Ciccio e il luogo per questa semplice cerimonia è stato Resceto scelto per il forte legame che Adolfo aveva con quel territorio .. Resceto che si trova sotto le cime delle Apuane e dove parte la Via Vandelli che porta ai piedi della Tambura. Grazie ai volontari e ai dipendenti che hanno reso questa giornata una bella giornata nel segno dell’affetto e della riconoscenza.” 

( Lido Baldini ).

Il presidente ha colto l’occasione per ricordare che: “lo scorso anno dove tutte le attività sanitarie salvo le urgenze erano state drasticamente ridotte dalle Asl, sono stati effettuati 2500 servizi di emergenza, 5544 di urgenza. Nonostante tutto abbiamo retto. Abbiamo 12 dipendenti di cui due impiegati; 10 autisti e molti volontari oltre ai 10 ragazzi del servizio civile. Invece lo scorso ano ed anche oggi sono aumentati in modo sensibile le richieste di servizi relativi alle attività che erano impedite dal dover essere confinati nelle proprie abitazioni. E’ aumentata dunque la richiesta di assistenza domiciliare, dalle medicine, alla spesa, al recapitare indumenti all’Ospedale locale. Siamo diventati per un certo verso una specie di call-center a cui arrivavano le richieste più diverse e abbiamo dovuto riorganizzare la nostra collaudata e consolidata attività del sociale per andare incontro alle richieste". 
Mignani aggiunge che stamani i volontari presenti sono: Calevro Lorenzo, Rizzo Pinna Alessio, Andreoni Emara, Minucci Federico, Marco Bernacca, Tirdea Giorgio, Piedimonte Domenico, Della Croce Leonardo, Cucurnia Salvatore, Cirene Ruggero, Toracca Nadia, Gentile Domenico, Boni Maurizio, Calevro Michele, Giovanni Crudeli, Paola Tommasi, Orlando Boni e Giulia Desolati.


Vogliamo ringraziare – ha concluso il presidente Mignani - il pastore Dario Fialdini per averci donato il formaggio per il buffet e l’accoglienza di Loris e Rosella che ci hanno rifocillato.”

Nelle foto: il compianto volontario Adolfo Angeli e momenti della cerimonia. 

Alberto Ruffini.

lunedì 13 settembre 2021

CAMBIAMO!: DIAMO SERIETA' AL CENTRODESTRA

Con la candidatura a sindaco di Grosseto per Italexit di Carlo Vivarelli, credo ci si debba porre più di una domanda: l’amore per la montagna è già finito in funzione di un incarico ben più retribuito ?

É compatibile che sia ancora consigliere e contemporaneamente candidato sindaco in un altro comune?
Ed infine gli alleati di CDX che mesi fa fecero una manifestazione col consigliere, e che furono tanto solerti di accusarmi di essere andato contro la coalizione. Che ne pensano ora del fatto che questo si candidi contro uno dei migliori amministratori del CDX?

Quesiti a cui molti vorrebbero avere risposta.


Marco Poli

Coordinatore Vicario Cambiamo! Provincia di Pistoia


LA MISERICORDIA DI BAGNONE (MS) INVITA GIANI PER MOSTRARGLI CHE NON SONO UNA ''AZIENDA''.


Venerabile Confraternita della Misericordia di Bagnone 

Via G.B Cartegni, 7  - 54021 Bagnone (MS)



Bagnone: 13 Settembre 2021



COMUNICATO STAMPA


Per conto del Governatore della Confraternita di Misericordia di Bagnone si invia la seguente nota con preghiera di diffusione.


Mareno Barbieri, Governatore  della Venerabile Confraternita di Misericordia di Bagnone MS)   ha scritto una lettera al  Governatore  della Regione Toscana Dott. Eugenio Giani.

Motivo? Eugenio Giani sulla stampa ha attaccato duramente le Misericordie della Toscana sostenendo che le “Misericordie più che volontari sono aziende”. 

Barbieri esordisce Chiarendo che la Venerabile Confraternita di Misericordia di Bagnone è un’ Associazione affiliata alla Federazione  Regionale ed alla Confederazione Nazionale e quindi regolarmente iscritta nell’Albo del volontariato,  fondata nel 1876; ha al suo attivo n. 45  volontari, opera   a Bagnone e spesso effettua servizi anche nei comuni limitrofi, oltre ad essere chiamati spesso per servizi in altre zone della Lunigiana. Nella lunga lettera  precisa  ancora che precaria è la situazione sanitaria in Lunigiana e quindi anche a Bagnone; gli ospedali di Pontremoli e Fivizzano sono raggiungibili, dalle frazioni montane, percorrendo una pessima  viabilità specie in inverno. Questi ospedali  registrano, come Lei dovrebbe sapere essendo  a capo della Regione,  servizi sanitari ridotti all’osso, e l’ospedale unico il NOA a Massa,  dista oltre 50 km. Basilare dunque il servizio delle Misericordie di Bagnone, Pontremoli, Mulazzo, Villafranca e Fivizzano e di altre associazioni che operano in tutta la Lunigiana nello stesso settore, per quanto loro di competenza. Bagnone opera per 365 giorni all’anno e la sttragrande maggioranza dei serrvizi è gratruita.

Dunque per il  Governatore che non  vuole fare polemica, Giani fa tanta confusione perché Bagnone come  altre Associazioni è appunto  solo di puro volontariato.

Perché questo scivolone? 

A detta di Barbieri  il Governatore della Toscana, uomo di grande cultura, appassionato di storia, conoscitore delle tradizioni della nostra Regione,  con la sua infelice uscita, dimostra di non conoscere invece, a fondo, uno dei settori basilari per la convivenza civile e sociale: il volontariato. 

Barbieri poi “informa” Giani che  Bagnone, paese della Lunigiana in provincia di Massa Carrara conta  1773 abitanti , fa parte del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. Si estende su un’ Area di  73,8 km ed è  articolato in  28 frazioni.. Un territorio molto arduo da gestire sotto il profilo delle attività e servizi sociali.

Infatti l’età media della popolazione è molto alta e quindi, di conseguenza, molte sono le necessità quotidiane che noi tutti volontari, ripeto tutti volontari dobbiamo sopperire. Siamo chiamati in continuazione per servizi NON RETRIBUITI quali andare a fare la spesa, andare a pagare le bollette, accompagnare dal medico di famiglia, andare in farmacia, portare indumenti a lavare ed altro oltre ad ascoltare al telefono chi soprattutto è solo che desidera parlare con qualcuno perché magari colpito da ansia da solitudine. In occasione , poi,  per esempio, della vaccinazione anti Covid abbiamo dato una mano, per quanto di competenza ai medici di famiglia, portando i pazienti presso gli  ambulatori, riaccompagnandoli a casa, abbiamo badato a loro dopo l’iniezione ed altro e tutto gratuitamente.

 Le Aziende si comportando così?. Duro il nostro lavoro come del resto quello effettuato dalle tante  altre e per fortuna associazioni di volontariato in  tutta la Toscana che durante i look down non hanno effettuato servizi retribuiti in convenzione ma sono stati tantissimi e senza retribuzione  per tantissime ore al giorno festivi compresi e tutti svolti con la sola “retribuzione” del sorriso che ci veniva fatto dalla nostra  popolazione.

Perché quindi umiliare nel profondo tutti  nostri volontari che, ogni giorno, con abnegazione, mettendo a rischio la propria salute, si dedicano ai più deboli ed ai sofferenti.

Caro Governatore il 26 pv a Bagnone alle ore 11, celebreremo l’annuale  della Beata Vergine Addolorata, Patrona della nostra Venerabile Confraternita di Misericordia. Ci sarà la Santa Messa e, dopo, sempre nella chiesa di San Niccolò  ringrazieremo  i nostri volontari e chi  giornalmente ci da fiducia e cioè tutta la collettività bagnonese e non. Considerato che Lei  come leggiamo, molto spesso partecipa a cerimonie di ogni tipo su tutto il territorio regionale, nel giusto esercizio del suo incarico, desidereremmo che lei venisse tra noi in quella data.   Colgo l’occasione di invitarLa ufficialmente, così potrà conoscerci bene, vederci tutti in faccia e  così  capirà, sono certo,  se siamo come Lei sostiene un’.,..Azienda o un gruppo di appassionati volontari, ripeto volontari che operano seguendo il solo motto della Misericordia; “Dio te ne renda merito”. Dunque. Considerato che Lei è un fedele della Madonna, visto che  dopo la Sua elezione a Governatore della Toscana, se non vado errato, si è recato a Montenero per ringraziarLa,  caro Governatore l’attendo e spero che altri impegni  non le impediscano di essere a Bagnone. 

Nella foto pre-covid il governatore Barbieri in un gruppo di volontari.

 

Ufficio stampa Misericordia Bagnone

_____________________________________