ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

LETTORI SINGOLI

LE COMETE PERIODICHE CAPITOLO 10 : Dalla 450P in poi, e quelle in attesa di essere numerate a breve. by INSA.

______________________________________
______________________________________
Aggiornato il 14/07/2024

LE COMETE PERIODICHE
CAPITOLO 10

Introduzione:
In questo capitolo vi daremo l'elenco delle comete periodiche dalla 451P in poi, con quelle che di volta in volta verranno numerate ufficialmente, seguite da quelle che sono in attesa di ufficializzazione, ed infine quelle con un solo passaggio, di cui si attende un ritorno.
(L'elenco verrà aggiornato ad ogni nuovo inserimento di comete con numerazione ufficiale da parte del Minor Planet Center).

Legenda:
 - Descrizione dei link dei passaggi al perielio dal sito di Seiichi Yoshida:
_ Passaggio osservato di pre-scoperta, o collegamento ad una cometa osservata in passato.
_ Passaggio al perielio precedente alla scoperta, non osservato.
_ Passaggio al perielio al momento della scoperta ufficiale della cometa.
_ Passaggio al perielio successivo alla scoperta in cui la cometa è stata osservata.
_ Passaggio al perielio successivo alla scoperta in cui la cometa non è stata osservata.
_ Passaggio al perielio previsto, in attesa di essere osservato a breve.

 - I link che rimandano alle pagine del Jet Propulsion Laboratory, e riguardanti le ricostruzioni orbitali, li trovate sotto il diagramma orbitale, cliccando sulla scritta ''JPL'', in alcuni casi sono stati messi collegamenti al sito Astro Van Buitenen, ed alla sezione ''unnumbered'' del sito di Kazuo Kinoshita.
 - I link in ''giallo'' rimandano alle comunicazioni ufficiali del Minor Planet Center (MPC), o al sito di Syuichi Nakano, oppure ad altri studi dedicati.

Nel post, come fonte, viene usato il sito della British Astronomical Association curata da Jonathan David Shanklin. Inoltre sono usate, dove esistono, le pagine di Wikipedia come fonte dei vari link.
_____________________________________
_____________________________________

Comete numerate ufficialmente:
(Si tratta di 35 comete che hanno ricevuto la numerazione definitiva come comete periodiche ufficiali).
_____________________________________

451P/CHRISTENSEN 13

La 451P/Christensen, detta anche P/2006 WY182 (Christensen), è una cometa periodica la cui orbita presenta un periodo relativamente breve, bassa inclinazione ed è controllata dagli effetti gravitazionali di Giove (JFC).
Attualmente orbita attorno al Sole ogni 5.820 giorni (15,93 anni), avvicinandosi fino a 2,80 UA e arrivando fino a 9,87 UA, ma i suoi parametri sono soggetti a modifiche nel corso del tempo.
Eric J. Christensen scoprì una cometa di magnitudine +19,4 durante il Mount Lemmon Survey il 10,41 gennaio 2007, e designata P/2007 A2. In seguito all'annuncio sulla IAUC è stato collegato all'asteroide 2006 WY182. Ha un'orbita ellittica con un periodo di circa 16 anni ed era vicino al perielio a circa 2,8 UA.
Al successivo ritorno, Erwin Schwab ha recuperato la cometa P/2007 A2 alla magnitudine +21, ed era essenzialmente stellare, nelle immagini scattate con il riflettore Schmidt da 0,8m-f/3 a Calar Alto, in Spagna, il 27,17 settembre 2022. Ulteriori osservazioni di conferma sono state fatte il 1 ottobre. Rispetto alle previsioni sulla NK 1669 occorreva una correzione di -1,33 giorni La cometa era al perielio a circa 2,8 UA in novembre, e ha un periodo di circa 15,9 anni. MPEC 2022-T107 - CBET 5177 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 17 gennaio 2007 - _ 27 novembre 2022 - _ 6 dicembre 2038 .

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5     
T 2022 Novembre 27.53608 TT                      da Rudenko 
q   2.7985201 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06175857     Peri.  186.69749     -0.59977380     -0.70278366
a   6.3387637 UA   Nodo   300.91174     +0.75327586     -0.33463249  
e   0.5585070      Incl.   26.48202     +0.26990160     -0.62778677
P  16.0 anni                                    
da 115 osservazioni 2006 Nov 24 - 2023 Gen 6, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2038 da Syuichi Nakano, nota NK 4817:
T     = 2038 Dicembre 6.66869 TT    Epoca =  2038 Dicembre 3.0 TT
Peri. = 186.56851                       e =    0.5605402
Nodo  = 300.89476    (2000.0)           a =    6.4016317 UA
Incl. =  26.41550                       n'=    0.06085105
    q =   2.8132600 UA                  P =   16.197 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

452P/SHEPPARD-JEWITT

La 452P/Sheppard-Jewitt è una cometa periodica, che fa parte della famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC). L'orbita è insolita, incrocia quelle di Giove e Saturno, ad entrambi i quali può avvicinarsi entro 1 UA, difatti dai calcoli, la cometa è passata a 0,12 UA da Saturno nel gennaio 1938 e a 0,50 UA da Giove nel giugno 1947, con passaggi più distanti da Saturno nel settembre 1997 e da Giove nel settembre 2002.
Quando non mostrava un'attività cometaria, la sua magnitudine assoluta (H) era di +12,35.
Inizialmente fu ritenuta asteroide, di magnitudine +22, che fu scoperto da un team composto da Scott Sheppard e David Jewitt utilizzando il telescopio Canada-Francia-Hawaii da 3,6m e quello University of Hawaii da 2,2m sul Mauna Kea il 8,34 febbraio 2003.Era in un'orbita con un periodo di circa 21 anni, con perielio a circa 4,20 UA e un'eccentricità di 0,44. MPEC 2003-G16 .
Riguardo al seguente ritorno, nell'ottobre 2022 Michael Kelley ha riferito che 2003 CC22 mostrava una coda nelle immagini ZTF scattate il 27 settembre, e Sam Dean ha poi notato che anche nelle immagini del 2018 si notava una notevole variazione di luminosità, ma nonostante questo rapporto, l'MPC ha deciso di designarlo come P/2022 B5 sulla base delle immagini scattate a Santa Maria de Montmagastrell il 28,80 gennaio 2022, inoltre l'MPC riferisce inoltre che pure le immagini ZTF d'archivio mostrano l'attività cometaria fino al febbraio 2022. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 17 settembre 2003 - _ 25 aprile 2023 - _ 21 febbraio 2043 .

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5 
T 2023 Aprile 25.67759 TT                        da Rudenko 
q   4.1781705 UA           (2000.0)           P               Q  
n   0.05002549     Peri.   37.05207     -0.94095244     -0.32549651 
a   7.2947180 UA   Nodo   123.69957     +0.27757539     -0.89915458  
e   0.4272334      Incl.    6.42248     +0.19380507     -0.29252874 
P  19.7 anni 
da 175 osservazioni 2003 Feb 2 - 2023 Gen 21, residuo medio 0".8.
Previsione per il 2043 da Syuichi Nakano, nota NK 4821:
T     = 2043 Febbraio 21.42584 TT   Epoca =  2043 Marzo 12.0 TT
Peri. =  37.59135                       e =    0.4280161
Nodo  = 123.68224    (2000.0)           a =    7.2987286 UA
Incl. =   6.41904                       n'=    0.04998426
    q =   4.1747551 UA                  P =   19.718 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

453P/WISE-LEMMON

La 453P/WISE-Lemmon denominata anche 2010 BN109 e 2022 V1, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete di Giove. Nell'ultimo secolo non è mai passata a meno di 1 UA da Giove.
La scoperta della cometa è avvenuta quando un oggetto apparentemente asteroidale di 19a magnitudine è stato trovato dal Mt Lemmon Survey nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 1,33 novembre 2022. È stata poi posizionata sul PCCP come C8AXVA2 dopo che le caratteristiche cometarie sono state notate da Hirohisa Sato e confermate da altri astrometristi. C'erano immagini pre-scoperta del Mt. Lemmon dal 7 ottobre 2022, e successivamente Nakano è stato in grado di collegare la cometa con un asteroide scoperto da WISE il 28,89 gennaio 2010 e designato come 2010 BN109.  La cometa era al perielio a circa 2,3 UA nel marzo 2023 e ha un periodo di circa 12,7 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 9 giugno 2010 - _ 3 marzo 2023 - _ 22 dicembre 2035 - _ 23 settembre 2048 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Central Bureau Electronic Telegrams:

                    Epoca = 2023 Febbraio 25.0 TT
     T = 2023 Marzo 3.04773 TT        Peri. =  70.83685
     e = 0.5825023                    Nodo  =  42.89723 (2000.0)     
     q = 2.2783765 UA                 Incl. =  27.06775
     a = 5.4572186 UA  n = 0.07731202     P =  12.75 anni
Previsione dei futuri passaggi:
Epoca = 2035 Dicembre 19.0 TT T = 2035 Dicembre 22.34020 TT Peri. = 71.66721 e = 0.5800813 Nodo = 42.19231 (2000.0) q = 2.2892765 UA Incl. = 27.32773 a = 5.4517132 UA n = 0.07742916 P = 12.73 anni Epoca = 2048 Ottobre 11.0 TT T = 2048 Settembre 23.67737 TT Peri. = 71.09010 e = 0.5788136 Nodo = 41.88029 (2000.0) q = 2.3258528 UA Incl. = 27.31659 a = 5.5221455 UA n = 0.07595254 P = 12.98 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

454P/PANSTARRS 139

La 454P/PanSTARRS, denominata anche 2022 U5 e 2013 W3, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Il team di PanSTARRS 2 ha scoperto un asteroide di magnitudine +21 nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 24,50 settembre 2022. Le osservazioni di conferma con il CFHT hanno mostrato caratteristiche cometarie ed è stata quindi posizionata sul PCCP come P21AXhm. PanSTARRS ha poi trovato sue osservazioni precedenti alla scoperta che la mostrano come apparentemente asteroidale, effettuate tra il 25 novembre 2013 e il 6 gennaio 2014 e osservazioni ancora di PanSTARRS dall'agosto 2021 al settembre 2022. Ci sono anche osservazioni DECam del settembre 2021 e del Mt Lemmon Survey il 20,44 ottobre 2022. La cometa era al perielio a circa 2,7 UA nel luglio 2022, e ha un periodo di circa 8,6 anni. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida, e del CBET):
_ 5 novembre 2013 - _ 26 luglio 2022 - _ 21 marzo 2031 - _ 16 novembre 2039 - _ 1 agosto 2048 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5 
T 2022 luglio 26.01566 TT                        da Rudenko 
q   2.6857750 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.11428551     Peri.   19.99974     +0.28226683     -0.91870424 
a   4.2054124 UA   Nodo    54.58771     +0.82761214     +0.08757241  
e   0.3613528      Incl.   19.81243     +0.48516346     +0.38511503 
P   8.62 anni 
da 96 osservazioni 2013 Nov 25 - 2023 Feb 9, residuo medio 0".3.
Previsioni del Central Bureau Electronic Telegrams:
                    Epoca = 2031 Aprile 4.0 TT
     T = 2031 Marzo 21.34137 TT       Peri. =  20.07773
     e = 0.3599924                    Nodo  =  54.54690 (2000.0)     
     q = 2.7016869 UA                 Incl. =  19.78583
     a = 4.2213358 UA  n = 0.11363948     P =   8.67 anni

                    Epoca = 2039 Novembre 28.0 TT
     T = 2039 Novembre 16.48598 TT    Peri. =  20.20543
     e = 0.3609546                    Nodo  =  54.46968 (2000.0)
     q = 2.6880251 UA                 Incl. =  19.80312
     a = 4.2063134 UA  n = 0.11424880     P =   8.63 anni

                    Epoca = 2048 luglio 23.0 TT
     T = 2048 Agosto 1.69067 TT       Peri. =  20.67283
     e = 0.3563288                    Nodo  =  54.36778 (2000.0)
     q = 2.7409231 UA                 Incl. =  19.73042
     a = 4.2582658 UA  n = 0.11216437     P =   8.79 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

455P/PANSTARRS 71

La 455P/PanSTARRS, denominata anche P/2022 R7 , P/2017 S9 e P/2011 Q5, è una cometa periodica che appartiene al gruppo delle comete della fascia principale degli asteroidi (MBC).
La cometa è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 30,59 settembre 2017 mentre era di 22a magnitudine, inoltre c'erano immagini di pre-scoperta sempre di PanSTARRS del 19 settembre. Era stata pubblicata sul PCCP come P10E2ep. La ​​cometa era al perielio a circa 2,2 UA nel luglio 2017, ed aveva un periodo di circa 5,6 anni.
NK 4285 - CBET 4448 🔐 - MPEC 2017-U237 .
R. Weryk (Dipartimento di Fisica e Astronomia, University of Western Ontario), segnala il recupero della cometa P/2017 S9 (cfr. CBET 4448), ottenuto da Pan-STARRS 2 con il Ritchey-Chretien da 1,8m a Haleakala, il 6 agosto 2022 e con il riflettore Ritchey-Chretien del Pan-STARRS 1 da 1,8m, il 2 settembre 2022. Le immagini del 2 settembre appaiono asteroidali e le immagini del 6 agosto non erano abbastanza buone per discernere qualsiasi attività in modo affidabile.
Weryk è stato in grado di identificare la cometa anche nelle immagini di Pan-STARRS 1 riprese nel 2011.
In base alle nuove osservazioni effettuate, rispetto alle previsioni, occorre una correzione di -0,69 giorni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida, e del CBET):
_ 19 dicembre 2011 - _ 23 luglio 2017 - _ 25 febbraio 2023 - _ 1 ottobre 2028 - _ 7 maggio 2034 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Central Bureau Electronic Telegrams:

                    Epoca = 2023 Febbraio 25.0 TT
     T = 2023 Febbraio 25.46800 TT    Peri. = 237.56524
     e = 0.3053851                    Nodo  = 146.20510 (2000.0)     
     q = 2.1916918 UA                 Incl. =  14.13775
     a = 3.1552618 UA  n = 0.17585348     P =   5.60 anni

                    Epoca = 2028 Settembre 26.0 TT
     T = 2028 Ottobre 1.39273 TT      Peri. = 237.41041
     e = 0.3038013                    Nodo  = 146.16561 (2000.0)
     q = 2.1974829 UA                 Incl. =  14.13224
     a = 3.1564017 UA  n = 0.17575823     P =   5.61 anni

                    Epoca = 2034 Aprile 28.0 TT
     T = 2034 Maggio 7.73546 TT       Peri. = 236.90073
     e = 0.3029178                    Nodo  = 146.13783 (2000.0)
     q = 2.2018211 UA                 Incl. =  14.13176
     a = 3.1586250 UA  n = 0.17557269     P =   5.61 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

456P/PANSTARRS 119

La 456P/PanSTARRS, denominata anche P/2021 L4, è una cometa periodica, che appartiene al gruppo delle comete della Fascia Principale (MBC), e non possiede una elevata eccentricità, difatti si trova in un'orbita abbastanza stabile e non passa mai a meno di circa 1,9 UA da Giove.
PanSTARRS 1 ha scoperto la cometa mentre era di magnitudine +21, nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 14,27 giugno 2021, ed è stata inserita nel PCCP come P11h3rz. In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta di Spacewatch e PanSTARRS, di inizio mese. 
CBET 4986 🔐 - MPEC 2021-M77 - AVB-2021L4 .
La cometa era al perielio a circa 2,8 UA nel settembre 2019, e ha un periodo di circa 5,6 anni, e dato il lungo tempo trascorso dal perielio, si suppone che potesse essere in esplosione al momento della sua scoperta, l'evento può essere stato causato sia da un impatto che ha espulso materiale o ha scoperto sostanze volatili sotto la superficie, oppure da una rapida rotazione dovuta all'effetto YORP che ha portato l'oggetto a perdere parte della sua superficie.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, Syuichi Nakano, e dal CBET):
_ 5 settembre 2019 - _ 15 aprile 2025 - _ 6 dicembre 2030 - _ 28 luglio 2036 - _ 27 marzo 2042 - 
_ 7 dicembre 2047 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 4871:

     Epoca = 2019 Agosto 25.0 TT
     T     = 2019 Settembre 5.67082  +/- 0.00705 (m.e.) TT 
     Peri. =  234.92067              +/- 0.00105
     Nodo  =  243.23503              +/- 0.00003   (2000.0)   
     Incl. =   16.95981              +/- 0.00001
        q  =    2.7899344            +/- 0.0000080 UA
        e  =    0.1191413            +/- 0.0000015
        a  =    3.1672892            +/- 0.0000106 UA
        n' =    0.17485276           +/- 0.00000088
        P  =    5.637                +/- 0.0000283 anni

                Ritorno al perielio del 2025:

T     = 2025 Aprile 15.02266 TT     Epoca = 2025 Maggio 5.0 TT   
Peri. = 233.02185                       e =    0.1160796
Nodo  = 243.14769    (2000.0)           a =    3.1702454 UA
Incl. =  16.96570                       n'=    0.17460824
    q =   2.8022445 UA                  P =    5.645 anni
         Previsioni per i passaggi successivi dalla CBET 5210:
                    Epoch = 2030 Dec.  5.0 TT
     T = 2030 Dec.  6.66851 TT        Peri. = 233.05093
     e = 0.1142186                    Node  = 243.11013 2000.0
     q = 2.8084330 AU                 Incl. =  16.96174
       a =  3.1705711 AU   n = 0.17458134   P =   5.65 years

                    Epoch = 2036 Aug. 15.0 TT
     T = 2036 July 28.20768 TT        Peri. = 232.51158
     e = 0.1082023                    Node  = 242.83811 2000.0
     q = 2.8299725 AU                 Incl. =  16.99695
       a =  3.1733345 AU   n = 0.17435335   P =   5.65 years

                    Epoch = 2042 Mar. 17.0 TT
     T = 2042 Mar. 27.79540 TT        Peri. = 232.98472
     e = 0.1067752                    Node  = 242.80387 2000.0
     q = 2.8355772 AU                 Incl. =  16.99336
       a =  3.1745392 AU   n = 0.17425411   P =   5.66 years

                    Epoch = 2047 Nov. 26.0 TT
     T = 2047 Dec.  7.67964 TT        Peri. = 235.33856
     e = 0.1012796                    Node  = 242.28553 2000.0
     q = 2.8544651 AU                 Incl. =  17.00376
       a =  3.1761438 AU   n = 0.17412208   P =   5.66 years
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

457P/LEMMON-PANSTARRS 9

La 457P/Lemmon-PanSTARRS, denominata anche P/2020 O1, è una cometa periodica (o un asteroide attivo), che appartiene al gruppo di comete della fascia principale (MBC).
La scoperta è avvenuta quando il team di PanSTARRS 1 ha trovato una cometa di 21a magnitudine nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 20,44 luglio 2020, con immagini pre-scoperta di maggio, giugno e dei primi di luglio, inoltre osservazioni indipendenti di un asteroide il 19,41 luglio 2020  riportate dal Mt Lemmon Survey, è stato in seguito collegato. La cometa è stata inserita nel PCCP come P112Sqo, ed era al perielio a circa 2,3 UA nel maggio 2020, ed aveva un periodo di circa 4,3 anni.
CBET 4820 🔐 - MPEC 2020-P07 - AVB-P2020O1 - NK 4860 .
In seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta del 3 luglio e del 1 agosto del 2016 al telescopio Subaru sul Mauna Kea, e quindi relative al precedente passaggio al perielio, e ciò è bastato per ottenere la numerazione ufficiale. NK 4923 - CBET 5235 .
Successivo ritorno previsto a breve...

Valutazioni scientifiche:
Le osservazioni esplorative, fatte dal team di David Jewitt, per determinare il tipo di attività presente sull'asteroide attivo P/2020 O1 recentemente scoperto, mostrano prove di una perdita di massa prolungata e di un'espulsione a velocità molto bassa, coerente con la sublimazione prolungata del ghiaccio come meccanismo di guida, ed escludono un fenomeno transitorio dovuto ad un impatto asteroidale.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida e dalle comunicazioni CBET):
_ 15 gennaio 2016 - _ 4 maggio 2020 - _ 20 agosto 2024 - _ 11 dicembre 2028 - _ 4 aprile 2033 -
_ 19 luglio 2037 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI:

Osservazioni di Pre-Scoperta del 2016, da Syuichi Nakano:
T     = 2016 gennaio 15.33940 TT    Epoca = 2016 gennaio 13.0 TT
Peri. = 105.08460                       e =    0.1185305
Nodo  = 176.05154    (2000.0)           a =    2.6453367 UA
Incl. =   5.22248                       n'=    0.22907761
    q =   2.3317835 UA                  P =    4.303 anni
Dati del passaggio osservato, da Seiichi Yoshida:
Epoca 2022 Agosto 9.0 TT = JDT 2459800.5 
T 2024 Agosto 20.67309 TT                        da Rudenko
q   2.3299437 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.22911805     Peri.  104.55710     +0.18306967     +0.98307916 
a   2.6450254 UA   Nodo   175.97505     -0.93340832     +0.17585380  
e   0.1191224      Incl.    5.22555     -0.30860071     +0.05129144 
P   4.30 anni 
da 85 osservazioni 2020 Giu 27 - 2021 Lug 22, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2024 da Syuichi Nakano, nota 4923:
T     = 2024 Agosto 20.31462 TT     Epoca = 2024 Settembre 7.0 TT
Peri. = 104.38178                       e =    0.1185968
Nodo  = 175.96804    (2000.0)           a =    2.6458449 UA
Incl. =   5.22506                       n'=    0.22901161
    q =   2.3320561 UA                  P =    4.304 anni
Previsione dei passaggi successivi dalla CBET 5235:
                    Epoca = 2028 Dicembre 15.0 TT
     T = 2028 Dicembre 11.93010 TT    Peri. = 104.89976
     e = 0.1161796                    Nodo  = 175.88684 (2000.0)
     q = 2.3386024 UA                 Incl. =   5.23271
     a = 2.6460153 UA  n = 0.22898949     P =   4.30 anni

                    Epoca = 2033 Marzo 24.0 TT
     T = 2033 Aprile 4.15253 TT       Peri. = 105.31109
     e = 0.1171114                    Nodo  = 175.86027 (2000.0)
     q = 2.3363363 UA                 Incl. =   5.23321
     a = 2.6462414 UA  n = 0.22896014     P =   4.30 anni

                    Epoca = 2037 luglio 1.0 TT
     T = 2037 luglio 19.96497 TT      Peri. = 104.35559
     e = 0.1183376                    Nodo  = 175.83297 (2000.0)
     q = 2.3328399 UA                 Incl. =   5.23709
     a = 2.6459560 UA  n = 0.22899719     P =   4.30 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

458P/JAHN 1

La 458P/Jahn, denominata anche P/2016 C3 e P/2023 C1, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio confermati, quindi è in attesa di ricevere la numerazione ufficiale da parte del MPC, appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Jost Jahn (Amrum, Germania) aveva riportato la scoperta di una cometa sulle immagini prese in remoto, in un regolare programma di osservazione con il telescopio ROTAT 60 cm dell'Universitaet Tuebingen situato presso l'Observatoire de Haute Provence. Jahn non aveva avuto il tempo di guardare le immagini della scoperta avvenuta il 14 febbraio 2016, fino a circa quattro settimane dopo; quando aveva poi notato l'aspetto della cometa (leggermente diffusa con un debole chioma di 10 pollici), Jahn aveva chiesto al Minor Planet Center di pubblicarlo sulla pagina web del PCCP. 
Il 1 febbraio 2023 alla Mt. Lemmon Survey (riflettore da 1,5m; mag +19,8 / +20,0), David Rankin (Lunar 
and Planetary Laboratory, University of Arizona), scrive che nell'ispezione delle immagini del 1 febbraio 2023 la cometa mostrava una chioma di circa 7".8 di diametro, e che è allungata in direzione Est-Ovest, ed aggiunge che era un po' sbiadita entro il 18.4 marzo UT, quando le immagini del Mt. Lemmon mostravano una chioma di circa 8" di diametro (mag +20.5 / +21.0). poi è stata identificata anche in immagini di pre-recupero, e pure in immagini di pre-scoperta fino al novembre 2013.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalle comunicazioni del CBET & di Syuichi Nakano):
_ 29 marzo 2015 - _ 30 ottobre 2022 - _ 2 giugno 2030 - _ 25 dicembre 2037 - _ 18 luglio 2045 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Central Bureau Electronic Telegram:

                    Epoca = 8.0 aprile 2015 TT 
     T = 2015 Marzo 29.42896 TT        Peri. = 104.97186 
     e = 0.3107893                     Nodo  = 1.86031 (2000.0)      
     q = 2.6726243 UA                  Incl. = 13.58997
     a = 3.8778041 UA    n = 0.12906999    P = 7.64 anni      

                    Epoca = 2022 Ottobre 28.01 TT 
     T = 2022 Ottobre 30.05417 TT      Peri. = 104,77697 
     e = 0,3166054                     Nodo  = 1,58581 (2000.0) 
     q = 2,6341363 UA                  Incl. = 13.62910 
     a = 3.8544883 UA    n = 0.13024288    P = 7.57 anni 

                    Epoca = 2030 maggio 19.0 TT 
     T = 2030 giugno 2.50117 TT        Peri. = 105.04613 
     e = 0.3159926                     Nodo  = 1.50564 (2000.0) 
     q = 2.6401169 UA                  Incl. = 13.62099 
     a = 3.8597781 UA    n = 0.12997522    P = 7.58 anni 

                    Epoca = 2037 dicembre 8.0 TT
     T = 2037 dicembre 25.84611 TT     Peri. = 104.80380 
     e = 0.3166777                     Nodo  = 1.44162 (2000.0) 
     q = 2.6395515 UA                  Incl. = 13.61843 
     a = 3.8628207 UA    n = 0.12982169    P = 7.59 anni 

                    Epoca = 2045 giugno 29.0 TT 
     T = 2045 luglio 18.28585 TT       Peri. = 104,25881 
     e = 0,3162857                     Nodo  = 1,40385 (2000.0) 
     q = 2,6393854 UA                  Incl. = 13.62758 
     a = 3.8603633 UA    n = 0.12994567    P = 7.58 anni
da 61 osservazioni (2013 Nov 22 - 2023 Mar 21), residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

459P/CATALINA 22

La 459P/Catalina, denominata anche P/2010 VH95, è una cometa periodica, che inizialmente era ritenuta un asteroide, che appartiene quindi alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Di questo oggetto sono stati osservati almeno 4 distinti passaggi al perielio, quindi è stata denominata e numerata ufficialmente in tempi brevi dal Minor Planet Center.

Scoperta ed osservazioni:
Fu scoperto dal team del Catalina Sky Survey con il riflettore Schmidt da 0,68m, nel novembre 2010, e fu ritenuta un asteroide, con osservazioni di pre-scoperta che furono identificate dopo l'annuncio della scoperta in immagini ottenute ad Haleakala il 28 dicembre 1997 (mag. +19.5) e il 26 gennaio 1998 (mag. +19.6), oltre che con il Telescopio Spacewatch a Kitt Peak l'8 ottobre 2010 (mag +20.0), poi il 14 marzo 2013, P. Veres (Minor Planet Center), riferisce di aver trovato attività cometaria nelle immagini, dell'oggetto asteroidale 2010 VH95 (cfr. MPEC 2010-X41 - MPC 72532) nelle immagini CCD d'archivio scattate con il riflettore Schmidt da 0,5m-f/2 nel corso della ricerca "Asteroid Terrestrial-Impact Last Alert System" (ATLAS).
Veres ha identificato per la prima volta una coda diritta di 15" in PA 282 gradi nelle immagini di ATLAS scattate a Rio Hurtado, in Cile, il 14 marzo 2023 (magnitudo indicata come +16,3 / +17,6), e poi ha trovato una coda di 12" nelle immagini di ATLAS scattate il 14 gennaio 2023 ed altre.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalle comunicazioni del Central Bureau Electronic Telegram):
_ 5 maggio 1985 - _ 17 ottobre 1991 - _ 17 marzo 1998 - _ 11 agosto 2004 - _ 7 dicembre 2010 -
_ 25 gennaio 2017 - _ 21 febbraio 2023 - _ 23 dicembre 2028 - _ 6 ottobre 2034 -
_ 20 maggio 2040 - _ 20 dicembre 2045 - ecc.

Parametri orbitali:
L'astrometria aggiuntiva appare sulla MPEC 2023-F167. I seguenti elementi orbitali aggiornati vengono dai calcoli di Syuichi Nakano (Central Bureau) provengono da 926 osservazioni che coprono il periodo dal 1997 al 2023 con un residuo medio 0".5.

DATI dalla CBET 5241:

                    Epoca = 1985 Maggio 15.0 TT
     T = 1985 Maggio 5.60022 TT       Peri. = 185.89853
     e = 0.4844282                    Nodo  = 274.69698 (2000.0)     
     q = 1.7877159 UA                 Incl. =  13.82632
     a = 3.4674434 UA  n = 0.15264761     P =   6.46 anni

                    Epoca = 1991 Ottobre 31.0 TT
     T = 1991 Ottobre 17.83116 TT     Peri. = 186.00892
     e = 0.4860936                    Nodo  = 274.65817 (2000.0)
     q = 1.7783254 UA                 Incl. =  13.84661
     a = 3.4604073 UA  n = 0.15311342     P =   6.44 anni

                    Epoca = 1998 Marzo 8.0 TT
     T = 1998 Marzo 17.11129 TT       Peri. = 186.02626
     e = 0.4897339                    Nodo  = 274.54876 (2000.0)     
     q = 1.7590379 UA                 Incl. =  13.87306
     a = 3.4472950 UA  n = 0.15398783     P =   6.40 anni

                    Epoca = 2004 Agosto 23.0 TT
     T = 2004 Agosto 11.56203 TT      Peri. = 186.18458
     e = 0.4905687                    Nodo  = 274.48917 (2000.0)
     q = 1.7546140 UA                 Incl. =  13.88222
     a = 3.4442604 UA  n = 0.15419138     P =   6.39 anni

                    Epoca = 2010 Novembre 20.0 TT
     T = 2010 Dicembre 7.40013 TT     Peri. = 189.35822
     e = 0.5187990                    Node  = 272.48471 (2000.0)
     q = 1.6114398 UA                 Incl. =  13.56209
     a = 3.3487875 UA  n = 0.16083208     P =   6.13 anni

                    Epoca = 2017 gennaio 7.0 TT
     T = 2017 gennaio 25.98656 TT     Peri. = 189.51405
     e = 0.5189852                    Nodo  = 272.42272 (2000.0)
     q = 1.6111068 UA                 Incl. =  13.56249
     a = 3.3493915 UA  n = 0.16078858     P =   6.13 anni

                    Epoca = 2023 Febbraio 25.0 TT
     T = 2023 Febbraio 21.37982 TT    Peri. = 205.17729
     e = 0.5775343                    Nodo  = 257.00052 (2000.0)
     q = 1.3681597 UA                 Incl. =   7.17207
     a = 3.2385112 UA  n = 0.16911650     P =   5.83 anni

                    Epoca = 2028 Dicembre 15.0 TT
     T = 2028 Dicembre 23.11138 TT    Peri. = 205.31765
     e = 0.5773777                    Nodo  = 256.93005 (2000.0)
     q = 1.3691121 UA                 Incl. =   7.16842
     a = 3.2395641 UA  n = 0.16903406     P =   5.83 anni

                    Epoca = 2034 Ottobre 5.0 TT
     T = 2034 Ottobre 6.24468 TT      Peri. = 250.41171
     e = 0.6064630                    Nodo  = 211.84820 (2000.0)
     q = 1.2432166 UA                 Incl. =   4.15065
     a = 3.1590849 UA  n = 0.17553436     P =   5.62 anni

                    Epoca = 2040 Maggio 6.0 TT
     T = 2040 Maggio 20.66771 TT      Peri. = 250.59254
     e = 0.6065149                    Nodo  = 211.73721 (2000.0)
     q = 1.2430677 UA                 Incl. =   4.15010
     a = 3.1591228 UA  n = 0.17553119     P =   5.62 anni

                    Epoca = 2045 Dicembre 6.0 TT
     T = 2045 Dicembre 20.28550 TT    Peri. = 254.21693
     e = 0.6187058                    Nodo  = 208.60828 (2000.0)
     q = 1.1879662 UA                 Incl. =   4.16773
     a = 3.1156155 UA  n = 0.17922075     P =   5.50 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

460P/PANSTARRS 51

La 460P/PANSTARRS, denominata anche P/2016 BA14, è una cometa periodica con denominazione provvisoria (in attesa di conferma dopo che è stata recentemente osservata al secondo passaggio), che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane. La cometa è stata probabilmente originata dalla scissione del nucleo di una preesistente cometa che ha dato origine anche ad un'altra cometa. 

Scoperta:
Al momento della sua scoperta, il 22 gennaio 2016 da parte del team del programma di ricerca PanSTARRS (Haleakala, Hawaii), è stata ritenuta un asteroide, in seguito ci si è accorti della sua natura cometaria e sono state trovate alcune immagini di pre-scoperta risalenti al 1º dicembre 2015. MPEC 2016-B79 - MPEC 2016-C192 - MPEC 2016-F59 .

Osservazione:
Il passaggio al perielio del 2016, che è avvenuto il 15 marzo 2016, è stato molto interessante sotto vari aspetti in quanto è il primo osservato per questa cometa scoperta solo poche settimane prima, oltre alla piccola distanza che la cometa e la Terra hanno raggiunto il 22 marzo 2016, ed infine per il concomitante passaggio al perielio della cometa "gemella" 252P/LINEAR che è avvenuto lo stesso giorno di quello della P/2016 BA14 PANSTARRS, (22 marzo 2016) ed a una distanza molto simile; l'unica differenza è stata che la P/2016 BA14 PANSTARRS è transitata nell'emisfero celeste boreale mentre la 252P/LINEAR è transitata nell'emisfero celeste australe.
La minima distanza del passaggio ravvicinato della P/2016 BA14 PanSTARRS dalla Terra è stata di circa 0,024 UA pari a circa 3,6 milioni di km ed è avvenuto il 22 marzo 2016 attorno alle 14-15 UT,  questa distanza è circa 1,5 volte la minima distanza teorica raggiungibile dai due corpi celesti (MOID). La cometa assieme alla gemella 252P/LINEAR è entrata nella lista delle dieci comete che negli ultimi 2.000 anni sono transitate più vicine alla Terra di cui si abbia conoscenza.
Nel successivo ritorno al perielio del 16 giugno 2021, la cometa è stata recuperata da Richard Weryk in immagini d'archivio, infatti nel marzo 2023 ha annunciato il ritrovamento della cometa P/2016 BA14 = P/2020 U6 , nelle riprese fatte nei mesi di ottobre, novembre e dicembre del 2020, e gennaio 2021 da parte del programma Pan-STARRS 1 (F51).  Anche se le sue condizioni osservative erano estremamente sfavorevoli. MPEC 2023-G14 - NK 3092 .
Il successivo passaggio al perielio ci sarà il 21,58 settembre 2026 (NK 4973), e non sarà un'osservazione favorevole, mentre il prossimo passaggio ravvicinato alla Terra, che potrà permetterne un facile recupero, avverrà il 14 marzo 2048 a una distanza di circa 0,053 UA.
(Link dei passaggi al perielio dal sito di Seiichi Yoshida).

Immagini radar e spettrografiche:
La cometa P/2016 BA14 è stata osservata dal Goldstone Solar System Radar nel Mojave Desert
in California. "Siamo stati in grado di ottenere immagini radar molto dettagliate del nucleo della
cometa per tre notti intorno al periodo di massimo avvicinamento", ha dichiarato Shantanu Naidu,
ricercatore presso il Jet Propulsion Laboratory. "Abbiamo potuto vedere caratteristiche della
superficie con dimensioni fino a 8 metri per pixel”. Le immagini mostrano che la cometa ha una
forma irregolare, con grandi regioni pianeggianti, piccole concavità e creste; ha un diametro di
circa 1 kilometro e appare ruotare attorno al suo asse una volta ogni 35-40 ore. [Link] .

Immagini radar della cometa P/2016 BA14, riprese il 23 marzo 2016, con un’antenna del Deep Space Network della NASA a Goldstone in California, quando la cometa era a 3.6 milioni di kilometri dalla Terra. Crediti: NASA/JPL-Caltech/GSSR ).


Meteore:
La cometa dovrebbe originare uno sciame meteorico, ancora da confermare, nella costellazione della Colomba situata nell'emisfero celeste australe, di conseguenza lo sciame e le sue piogge saranno meglio osservabili dall'emisfero australe. Il radiante dello sciame durante il picco di attività che capita attorno al 21 marzo, è situato alle coordinate celesti AR= 05h 26'', DEC= -39°, a circa 6° da Alfa Columbae ed a circa 2,5° dall'ammasso globulare NGC 1851 (non visibile ad occhio nudo). La velocità geocentrica delle sue meteore è bassa, circa 14,15 km/s, la distanza tra il toro meteorico e l'orbita della Terra è di 0,016 UA, pari a circa 2,4 milioni di km.

Orbita:
L'orbita della cometa presenta tre caratteristiche interessanti:
 1) - i suoi elementi orbitali presentano un'estrema somiglianza con quelli della cometa 252P/LINEAR, tanto da fa ritenere che le due comete siano state originate dalla scissione del nucleo di una pre-esistente cometa;
 2) - ha il perielio nelle immediate vicinanze dell'orbita della Terra, dando luogo alla possibilità di passaggi molto ravvicinati tra la cometa e la Terra come è avvenuto nel 2016;
 3) - ha MOID molto piccole con i pianeti Giove e la Terra: la MOID con Giove è di circa 15 milioni di km, quella con la Terra di circa 2,4 milioni di km. La piccola MOID con Giove fa sì che si possono verificare incontri estremamente ravvicinati con Giove tali da far subire alla cometa radicali cambiamenti di orbita, a seguito di uno di essi, probabilmente quello avvenuto tra la fine del 1903 e l'inizio del 1904, la cometa è stata immessa da Giove nell'orbita attuale, la MOID con la Terra invece permette al toro meteorico generato dalle polveri emessi dalla cometa di dare origine ad uno sciame meteorico visibile dalla superficie terrestre.

Parametri orbitali:

DATI dalla MPEC 2023-G14:

Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5 
T 2021 giugno 16.94492 TT                        da Rudenko 
q   1.0158684 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.18716580     Peri.  351.97139     -0.99134280     -0.13126701 
a   3.0268092 UA   Nodo   180.51343     +0.13108299     -0.98820182  
e   0.6643765      Incl.   18.89675     +0.00752992     -0.07890586 
P   5.27 anni 
da 1835 osservazioni 2015 Dic 1 - 2021 Gen 5, residuo medio 0".4. 
Previsioni per i futuri passaggi dalla CBET 5243:
                    Epoca = 2026 Ottobre 7.0 TT
     T = 2026 Settembre 21.58042 TT   Peri. = 351.92216
     e = 0.6643200                    Nodo  = 180.51098 (2000.0)
     q = 1.0164792 UA                 Incl. =  18.90018
     a = 3.0281201 UA  n = 0.18704428     P =   5.27 anni

                    Epoca = 2032 gennaio 9.0 TT
     T = 2031 Dicembre 31.85905 TT    Peri. = 351.98465
     e = 0.6635169                    Nodo  = 180.48445 (2000.0)
     q = 1.0198500 UA                 Incl. =  18.88445
     a = 3.0309098 UA  n = 0.18678610     P =   5.28 anni

                    Epoca = 2037 Maggio 22.0 TT
     T = 2037 Maggio 14.54157 TT      Peri. = 354.09982
     e = 0.6415541                    Nodo  = 178.48937 (2000.0)
     q = 1.1072052 UA                 Incl. =  20.14531
     a = 3.0889048 UA  n = 0.18155043     P =   5.43 anni

                    Epoca = 2042 Ottobre 3.0 TT
     T = 2042 Ottobre 20.71118 TT     Peri. = 354.20573
     e = 0.6414995                    Nodo  = 178.45213 (2000.0)
     q = 1.1073492 UA                 Incl. =  20.15020
     a = 3.0888356 UA  n = 0.18155653     P =   5.43 anni

                    Epoca = 2048 Marzo 25.0 TT
     T = 2048 Marzo 12.89415 TT       Peri. = 355.75684
     e = 0.6584884                    Nodo  = 177.95318 (2000.0)
     q = 1.0321181 UA                 Incl. =  20.22446
     a = 3.0222053 UA  n = 0.18759365     P =   5.25 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
____________________________________
____________________________________

461P/WISE 10

La 461P/WISE 10, denominata anche P/2010 OE101 e P/2021 LJ31, è una cometa periodica con vari passaggi al perielio osservati, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
K. Wierzchos riporta l'attività cometaria nell'oggetto 2010 OE101 = 2021 LJ31 (scoperto da WISE il 25 luglio 2010 UT). Nelle immagini prese dalla Mt. Lemmon Survey (G96) il 9 settembre 2021 UT, si nota una chioma condensata di 12'', ed una coda diritta da 27", con un angolo di posizione di 215 gradi.
PRECEDENTEMENTE L'OGGETTO ERA RITENUTO UN ASTEROIDE.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri dalla CBET 5250:
_ 26 agosto 2010 - _ 15 marzo 2016 - _ 4 ottobre 2021 - _ 3 maggio 2027 - 
_ 4 dicembre 2032 - _ 18 luglio 2038 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5250 e dalla MPEC 2023-H227:

                    Epoch = 2005 Jan. 30.0 TT
     T = 2005 Feb.  8.07952 TT        Peri. = 174.89436
     e = 0.5716977                    Node  = 194.40747 2000.0
     q = 1.3432585 AU                 Incl. =  18.42203
       a =  3.1362394 AU   n = 0.17745583   P =   5.55 years

                    Epoch = 2010 Sept. 1.0 TT
     T = 2010 Aug. 26.66881 TT        Peri. = 174.83018
     e = 0.5726709                    Node  = 194.40130 2000.0
     q = 1.3393277 AU                 Incl. =  18.44373
       a =  3.1341831 AU   n = 0.17763050   P =   5.55 years

                    Epoch = 2016 Apr.  2.0 TT
     T = 2016 Mar. 15.67869 TT        Peri. = 174.83096
     e = 0.5711262                    Node  = 194.39665 2000.0
     q = 1.3459397 AU                 Incl. =  18.41783
       a =  3.1383122 AU   n = 0.17728005   P =   5.56 years
Dati relativi al passaggio del 2021:
Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5 
T 2021 Ottobre 4.92681 TT                        da Rudenko  
q   1.3498705 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.17695669     Peri.  174.79495     +0.98606630     -0.14671026 
a   3.1421341 UA   Nodo   194.37524     +0.13894630     +0.98556781  
e   0.5703969      Incl.   18.41246     +0.09147229     +0.08445232 
P   5.57 anni 
da 747 osservazioni 2010 Lug 25 - 2022 Gen 28, residuo medio 0".5.
Previsioni per i passaggi futuri:
                    Epoch = 2027 Apr. 25.0 TT
     T = 2027 May   3.13603 TT        Peri. = 174.80728
     e = 0.5692990                    Node  = 194.35871 2000.0
     q = 1.3547555 AU                 Incl. =  18.39242
       a =  3.1454660 AU   n = 0.17667560   P =   5.58 years

                    Epoch = 2032 Nov. 24.0 TT
     T = 2032 Dec.  4.35338 TT        Peri. = 174.85047
     e = 0.5653410                    Node  = 194.27138 2000.0
     q = 1.3723359 AU                 Incl. =  18.34529
       a =  3.1572703 AU   n = 0.17568570   P =   5.61 years

                    Epoch = 2038 Aug.  5.0 TT
     T = 2038 July 18.72204 TT        Peri. = 174.94752
     e = 0.5645785                    Node  = 194.22785 2000.0
     q = 1.3761831 AU                 Incl. =  18.33531
       a =  3.1605769 AU   n = 0.17541007   P =   5.62 years
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

462P/LONEOS-PANSTARRS

La 462P/LONEOS-PanSTARRS denominata anche 2000 OZ21 e P/2022 M1, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, con solo una leggera inclinazione rispetto al piano dell'eclittica. La cometa è passata a 2,84 UA da Saturno il 3 maggio 2007, ed a 0,49 UA da Giove il 7 ottobre 2013 UT. La MOID da Giove è 0,46 UA.
Il team di PanSTARRS 2 ha scoperto la cometa mentre era di magnitudine +21 nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien di 1,8m il 29,57 giugno 2022, ed è stata inserita nel PCCP come P21v4t0. Poi sempre PanSTARRS ha quindi identificato delle immagini asteroidali come quelle della cometa nei dati del MPC dal 31 maggio (Mt Lemmon) e dal 15 giugno (DECam) del 2022. La cometa era al perielio a circa 2,1 UA nell'agosto 2022, ed ha un periodo di circa 11 anni. 
In seguito alla scoperta, Syuichi Nakano è stato in grado di collegare un asteroide scoperto da LONEOS il 29,36 luglio 2000 e designato 2000 OZ21, ma osservato solo su un arco di cinque giorni, con la cometa. CBET 5166 - NK 4887 .
Il passaggio al perielio del 2011, non è stato osservato.
NOTA: ''Avrebbe dovuto essere già numerata, ma finora è stata ignorata dal MPC''.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida, e dal CBET):
_ 8 settembre 2000 - _ 29 ottobre 2011 - _ 2 agosto 2022 - _ 20 marzo 2033 - _ 21 novembre 2043 .

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2022 Agosto 9.0 TT = JDT 2459800.5 
T 2022 Agosto 2.37972 TT                         da Rudenko 
q   2.0614341 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.09115717     Peri.    4.46854     +0.84200902     +0.53439720 
a   4.8896244 UA   Nodo   322.92183     -0.49866228     +0.71885398  
e   0.5784064      Incl.    7.02718     -0.20580754     +0.44459935 
P  10.8 anni        
da 160 osservazioni 2022 Mag 31 - 2022 Nov 8, residuo medio 0".4.
Previsioni del Central Bureau Electronic Telegrams:
                    Epoca = 2033 Marzo 24.0 TT
     T = 2033 Marzo 20.19339 TT       Peri. =   3.42408
     e = 0.5782050                    Nodo  = 322.55163 (2000.0)     
     q = 2.0518894 UA                 Incl. =   7.05029
     a = 4.8646607 UA  n = 0.09185975     P =  10.73 anni

                    Epoca = 2043 Novembre 7.0 TT
     T = 2043 Novembre 21.38232 TT    Peri. =   2.85247
     e = 0.5736797                    Nodo  = 321.78013 (2000.0)
     q = 2.0910777 UA                 Incl. =   6.90617
     a = 4.9049452 UA  n = 0.09073040     P =  10.86 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

463P/NEOWISE 10

La 463P/NEOWISE 10, denominata anche P/2023 G1 e P/2018 HT3, é una cometa periodica della quale sono stati osservati vari passaggi al perielio, ma prima era ritenuta un asteroide, è in attesa di ricevere la numerazione ufficiale, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), ma non effettua passaggi estremamente ravvicinati a Giove, e si avvicina spesso sia alla Terra, sia a Venere.
Il 16 aprile 2023, Robert Matson ha scoperto un oggetto nelle immagini SWAN scattate tra il 5 e il 15 aprile 2023. Michael Mattiazzo lo ha confermato con un'osservazione da terra il 18 aprile 2023, ed in seguito la comunità amatoriale ha stabilito abbastanza rapidamente un collegamento con 2018 HT3, un asteroide Apollo scoperto da NEOWISE il 22,96 aprile 2018. Successivamente sono state trovate le osservazioni PanSTARRS dei mesi di settembre 2012, ottobre e giugno 2013. L'oggetto è stato recuperato nelle immagini del novembre 2022 di Spacewatch II. Sam Deen ha notato che potrebbe essere stata visibile nelle immagini SWAN dell'agosto 1997, settembre 2002, ottobre 2007, dicembre 2012 e gennaio 2018. Era visibile anche nelle immagini STEREO del novembre 2012. La cometa ad aprile 2023, era oltre il perielio ma si stava avvicinando alla Terra, passando a circa 0,39 UA il 19 maggio 2023, ed era stimata intorno alla magnitudine +13 e non è diventata più luminosa, ma la sua l'elongazione migliorava favorendone le osservazioni, con un'alta declinazione meridionale. 
La cometa quando non mostra attività, ha una magnitudine assoluta (H) di +16,95.
IAUC: 8619, 8587, 8344, 8346 - CBET: 4068, 4136, 4939 - 🔐.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalla CBET 5252 & altri):
_ agosto 1997 - _ settembre 2002 - _ 23 ottobre 2007 - 
_ 13 dicembre 2012 - _ 7 febbraio 2018 - _ 29 marzo 2023 - 
_ 15 maggio 2028 - _ 28 giugno 2033 - _ 11 agosto 2038 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla MPEC 2023-J12:

Epoca 2023 Febbraio 25.0 TT = JDT 2460000.5 
T 2023 Marzo 29.61969 TT                         da Rudenko 
q   0.5189620 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.19204212     Peri.  216.36590     -0.68755435     -0.54827785
a   2.9753522 UA   Nodo   283.21203     +0.72613187     -0.52025825  
e   0.8255796      Incl.   29.27704     -0.00122987     -0.65476923 
P   5.13 anni      
da 67 osservazioni 2012 Set 6 - 2023 Apr 30, residuo medio 0".3.
DATI dalla CBET 5252:
                    Epoch = 2007 Oct. 27.0 TT
     T = 2007 Oct. 23.55829 TT        Peri. = 214.95405
     e = 0.8224451                    Node  = 284.86853 2000.0
     q = 0.5266026 AU                 Incl. =  30.51826
       a =  2.9658570 AU   n = 0.19296510   P =   5.10 years

                    Epoch = 2012 Dec. 19.0 TT
     T = 2012 Dec. 13.08878 TT        Peri. = 215.64663
     e = 0.8221860                    Node  = 284.12932 2000.0
     q = 0.5302778 AU                 Incl. =  29.62731
       a =  2.9822050 AU   n = 0.19138057   P =   5.15 years

                    Epoch = 2018 Feb. 11.0 TT
     T = 2018 Feb.  7.98122 TT        Peri. = 215.73507
     e = 0.8221450                    Node  = 284.04233 2000.0
     q = 0.5305996 AU                 Incl. =  29.58756
       a =  2.9833274 AU   n = 0.19127257   P =   5.15 years

                    Epoch = 2023 Apr.  6.0 TT
     T = 2023 Mar. 29.61990 TT        Peri. = 216.36728
     e = 0.8255671                    Node  = 283.21155 2000.0
     q = 0.5189595 AU                 Incl. =  29.27753
       a =  2.9751235 AU   n = 0.19206427   P =   5.13 years

                    Epoch = 2028 May  29.0 TT
     T = 2028 May  15.42941 TT        Peri. = 216.41461
     e = 0.8260955                    Node  = 283.16696 2000.0
     q = 0.5168991 AU                 Incl. =  29.27895
       a =  2.9723155 AU   n = 0.19233650   P =   5.12 years

                    Epoch = 2033 June 12.0 TT
     T = 2033 June 28.72934 TT        Peri. = 216.44174
     e = 0.8261886                    Node  = 283.13915 2000.0
     q = 0.5166351 AU                 Incl. =  29.25879
       a =  2.9723896 AU   n = 0.19232931   P =   5.12 years

                    Epoch = 2038 Aug.  5.0 TT
     T = 2038 Aug. 11.40556 TT        Peri. = 216.41800
     e = 0.8268457                    Node  = 283.18062 2000.0
     q = 0.5140943 AU                 Incl. =  29.28689
       a =  2.9689951 AU   n = 0.19265925   P =   5.12 years
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

464P/PANSTARRS 142

La 464P/PanSTARRS 142, denominata anche P/2014 OL465, era considerata un asteroide, ma al seguente passaggio al perielio è stata osservata un'attività cometaria, quindi è stata classificata come una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Un oggetto apparentemente asteroidale che era stato scoperto nel luglio 2014, dal team di PanSTARRS1 nelle immagini ottenute con il riflettore Ritchey-Chretien da 1,8m (Haleakala, Hawaii), a cui era stata data la designazione di pianeta minore 2014 OL465, nelle ultime osservazioni al seguente passaggio al perielio, N. Erasmus ha rilevato una possibile attività cometaria nei fotogrammi presi dal Lesedi Telescope (M28) il 3 febbraio 2023 UT, quando l'oggetto mostrava un FWHM di 3".6 rispetto alle stelle di campo vicine con un FWHM di 2".7. Le conferme sono arrivate da A. Fitzsimmons che riportava una chioma di 12", e Hirohisa Sato che segnalava una chioma di 10". 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Yoshida e di Nakano, e dalla CBET 5262):
_ 23 novembre 2002 - _ 29 dicembre 2012 - _ 28 febbraio 2023 - _ 15 aprile 2033 - _ 28 aprile 2043 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5262:

                    Epoca = 2002 Novembre 22.0 TT
     T = 2002 Novembre 23.10436 TT    Peri. = 267.51719
     e = 0.2818982                    Nodo  = 309.80854 (2000.0)     
     q = 3.3458320 UA                 Incl. =  21.70667
     a = 4.6592723 UA  n = 0.09800019     P =  10.056 anni

                    Epoca = 2012 Dicembre 19.0 TT
     T = 2012 Dicembre 29.13025 TT    Peri. = 267.52913
     e = 0.2811155                    Nodo  = 309.73434 (2000.0)
     q = 3.3685450 UA                 Incl. =  21.66903
     a = 4.6857947 UA  n = 0.09716933     P =  10.14 anni 

                    Epoca = 2023 Febbraio 25.0 TT
     T = 2023 Febbraio 28.23180 TT    Peri. = 267.70558
     e = 0.2807524                    Nodo  = 309.59561 (2000.0)
     q = 3.3725326 UA                 Incl. =  21.66341
     a = 4.6889733 UA  n = 0.09707054     P =  10.15 anni

                    Epoca = 2033 Maggio 3.0 TT
     T = 2033 Aprile 15.81870 TT      Peri. = 268.03621
     e = 0.2820351                    Nodo  = 309.41002 (2000.0)     
     q = 3.3492309 UA                 Incl. =  21.69133
     a = 4.6648952 UA  n = 0.09782306     P =  10.08 anni

                    Epoca = 2043 Aprile 21.0 TT
     T = 2043 Aprile 28.24500 TT      Peri. = 268.02605
     e = 0.2837252                    Nodo  = 309.39671 (2000.0)
     q = 3.3291336 UA                 Incl. =  21.71270
     a = 4.6478442 UA  n = 0.09836186     P =  10.02 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

465P/HILL 5

La 465P/Hill 5 denominata anche P/2008 L2, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC). La cometa il 18 agosto 2006 è passata a 0,73413 UA da Giove.
Richard Erik Hill scoprì la cometa, su immagini CCD scattate con il telescopio Schmidt da 0,68m nell'ambito del Catalina Sky Survey il 13,28 giugno 2008, mentre era di magnitudine +18,3. L'orbita aveva il perielio a circa 2,3 UA nell'agosto del 2008, con un periodo di circa 14,7 anni. 
Nei giorni dall'1 all'8 di giugno del 2023, R. Kresken, F. Ocana, M. Micheli e L. Conversi hanno riportato il recupero della cometa P/2008 L2 (cfr. IAUC 8953, 8960) come oggetto stellare nelle immagini CCD ottenute con un astrografo da 0,56m-f/2,52 a La Silla, in Cile.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida e dalla CBET 5270):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2008 Agosto 2.0 TT = JDT 2454680.5
T 2008 Agosto 18.5940 TT                        da MPC 65054
q   2.317379 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0670510      Peri.  141.3142      +0.9614019      +0.0603550
a   6.000661 UA    Nodo   217.9842      -0.0744198      +0.9963201  
e   0.613813       Incl.   25.8606      +0.2648925      +0.0608566
P  14.7 anni
da 652 osservazioni 2008 Giu 12 - 2009 Gen 21, residuo medio 0".5.
Dati dalla CBET 5270:
                    Epoca = 2023 Maggio 16.0 TT
     T = 2023 Maggio 9.94061 TT       Peri. = 141.25708
     e = 0.6138406                    Nodo  = 218.01296 (2000.0)     
     q = 2.3299362 UA                 Incl. =  25.86879
     a = 6.0336131 UA  n = 0.06650249     P =  14.82 anni

                    Epoca = 2037 Dicembre 8.0 TT
     T = 2037 Dicembre 19.54885 TT    Peri. = 141.01382
     e = 0.6130145                    Nodo  = 217.71036 (2000.0)     
     q = 2.3073139 UA                 Incl. =  25.94928
     a = 5.9622748 UA  n = 0.06769960     P =  14.56 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

466P/PANSTARRS

La 466P/PanSTARRS, denominata anche P/2015 T3 (PanSTARRS), è una cometa periodica che alla sua scoperta aveva parametri molto incerti a causa dell'arco di osservazione di soli 3 giorni, ma fortunosamente, grazie al 2° passaggio al perielio recentemente osservato, con sicurezza possiamo affermare che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
La cometa è una di quelle sospettate di aver subito una scissione del nucleo, secondo l'elenco di Marcos & Marcos che la collegano alla 10P/Tempel.
[Dynamically correlated minor bodies in the outer solar system, MNRAS, 474, 838, 2018 febbraio].

Catalogazione:
La cometa nel numero progressivo delle scoperte del team PanSTARRS, si piazza tra la PanSTARRS 47 e la PanSTARRS 48, quindi senza altri aggiornamenti noi non lo indicheremo ma potrebbe essere la 146esima, resta il fatto che ha ricevuto la numerazione ufficiale 466P da parte del Minor Planet Center (MPC).


Scoperta 2015:
Questa cometa di 21a magnitudine, fu scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 13,41 ottobre 2015. La cometa era al perielio a circa 2,1 UA nel dicembre 2015, ed aveva un periodo di circa 8,1 anni.
CBET 4152 🔐 - MPEC 2015-U02 . 

Curva di luce del 2015 dal sito di Seiichi Yoshida ).

Recupero 2023:
Jacqueline B. Fazekas (Lunar and Planetary Laboratory, University of  Arizona), ha riportato la scoperta di una cometa su immagini CCD ottenute con il riflettore da 1,5m della Mt. Lemmon Survey il 26 giugno 2023, che mostrava una chioma condensata di 12" con un'ampia coda lunga 3" che si estendeva in PA 220-250 gradi.
La cometa è stata poi identificata da M. Suzuki (Kitami, Hokkaido, Giappone) come un ritrovamento accidentale della cometa P/2015 T3 (PanSTARRS).
La cometa passerà a 0,28 UA da Giove il 24 dicembre 2025 UT.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 16 gennaio 2007 - _ 10 marzo 2015 - _ 3 maggio 2023 - _ 4 febbraio 2031 - 
_ 1 aprile 2039 - _ 30 maggio 2047 - ecc.
In questo caso le previsioni precedentemente pubblicate da Seiichi Yoshida e Kazuo Kinoshita, viste le enormi incertezze iniziali date dal breve arco osservativo, sono risultate errate, mentre le previsioni risultate più corrette sono quelle di Syuichi Nakano, che usavano un arco osservativo più ampio dal 17 settembre al 7 novembre del 2015.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5277:

                    Epoca = 2007 gennaio 20.0 TT
     T = 2007 gennaio 16.36163 TT     Peri. = 196.54663
     e = 0.4667885                    Nodo  = 119.96144 (2000.0)    
     q = 2.1538785 UA                 Incl. =  12.24057
     a = 4.0394445 UA  n = 0.12140082     P =   8.12 anni

                    Epoca = 2015 Febbraio 27.0 TT
     T = 2015 Marzo 10.15371 TT       Peri. = 196.60342
     e = 0.4650167                    Nodo  = 119.89850 (2000.0)    
     q = 2.1694469 UA                 Incl. =  12.22038
     a = 4.0551675 UA  n = 0.12069544     P =   8.17 anni

                    Epoca = 2023 Maggio 16.0 TT
     T = 2023 Maggio 3.64277 TT       Peri. = 196.69154
     e = 0.4667373                    Nodo  = 119.87132 (2000.0)
     q = 2.1546812 UA                 Incl. =  12.23680
     a = 4.0405625 UA  n = 0.12135044     P =   8.12 anni

                    Epoca = 2031 Febbraio 23.0 TT
     T = 2031 Febbraio 4.36145 TT     Peri. = 195.32745
     e = 0.4289454                    Nodo  = 113.81311 (2000.0)
     q = 2.3079434 UA                 Incl. =  16.14343
     a = 4.0415459 UA  n = 0.12130614     P =   8.12 anni

                    Epoca = 2039 Aprile 2.0 TT
     T = 2039 Aprile 1.78621 TT       Peri. = 195.52403
     e = 0.4277491                    Nodo  = 113.76704 (2000.0)
     q = 2.3216470 UA                 Incl. =  16.11451
     a = 4.0570440 UA  n = 0.12061171     P =   8.17 anni

                    Epoca = 2047 giugno 19.0 TT
     T = 2047 Maggio 30.99993 TT      Peri. = 195.64939
     e = 0.4291187                    Nodo  = 113.71163 (2000.0)
     q = 2.3088690 UA                 Incl. =  16.13242
     a = 4.0443940 UA  n = 0.12117803     P =   8.13 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

467P/LINEAR-GRAUER

La 467P/LINEAR-Grauer, denominata anche P/2010 TO20, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Un oggetto apparentemente asteroidale di 19a magnitudine, scoperto inizialmente dal team di LINEAR l'1,31 ottobre 2010 è stato poi osservato che mostrava un'attività cometaria da Al Grauer nelle immagini scattate durante la Mt. Lemmon Survey il 19,34 ottobre 2011. 
La cometa aveva un periodo di circa 13,6 anni con il perielio a circa 5,4 UA nel gennaio 2005.
MPEC 2011-U41 - IAUC 9235 🔐 .
Marco Micheli e Charles Schambeau hanno recuperato la cometa nelle immagini scattate il 20,39 aprile e il 25 maggio 2023, con il riflettore Gemini South da 8.1m. Era di 23a magnitudine ed era stata al perielio a circa 5,5 UA nel dicembre 2022. Attualmente ha un periodo di circa 14,1 anni. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalla CBET 5283):
_ 12 febbraio 1979 - _ 9 gennaio 2005 - _ 27 novembre 2022 - 
_ 24 novembre 2036 - _ 18 agosto 2050 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5283:

                    Epoca = 1979 Febbraio 16.0 TT
     T = 1979 Febbraio 12.02630 TT   Peri. = 191.21442
     e = 0.3294477                    Nodo  = 320.97466 (2000.0)   
     q = 5.8448543 UA                 Incl. =   1.81406
     a = 8.7164777 UA  n = 0.03829945     P =  25.73 anni 

                    Epoca = 2004 Dicembre 21.0 TT
     T = 2005 gennaio 9.40661 TT      Peri. = 353.26123
     e = 0.1020765                    Nodo  = 200.49282 (2000.0)   
     q = 5.4069546 AU                 Incl. =   1.20286
     a = 6.0216207 UA  n = 0.06670125     P =  14.78 anni 

                    Epoca = 2022 Dicembre 7.0 TT
     T = 2022 Novembre 27.07024 TT    Peri. = 267.46333
     e = 0.0556555                    Nodo  =  43.28223 (2000.0)   
     q = 5.5080382 UA                 Incl. =   2.47874
     a = 5.8326579 UA  n = 0.06996878     P =  14.09 anni 

                    Epoca = 2036 Dicembre 13.0 TT
     T = 2036 Novembre 24.77874 TT    Peri. = 267.71539
     e = 0.0548186                    Nodo  =  43.20154 (2000.0)   
     q = 5.4608757 UA                 Incl. =   2.48166
     a = 5.7775953 UA  n = 0.07097140     P =  13.89 anni

                    Epoca = 2050 Agosto 22.0 TT
     T = 2050 Agosto 18.89992 TT      Peri. = 265.24541
     e = 0.0553873                    Nodo  =  43.01712 (2000.0)   
     q = 5.4312494 UA                 Incl. =   2.47988
     a = 5.7497102 UA  n = 0.07148833     P =  13.79 anni 
Diagramma orbitale della 467P - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

468P/SIDING SPRING 1

La 468P/Siding Spring 1, denominata anche P/2004 V3, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete di Giove, nel sottogruppo di Saturno. La cometa fu immessa nell'attuale orbita dopo un passaggio ravvicinato a Saturno a 0,28135 UA, in data 4 marzo 1980.
Robert H. McNaught, al Siding Spring Observatory, riportò la scoperta di un oggetto di 19a magnitudine, il 3,40 novembre 2004, su immagini riprese da Gordon J. Garradd con il telescopio Uppsala Schmidt da 0,5m nel corso del Siding Spring Survey; McNaught in seguito (5 e 6 novembre) ha poi scoperto che l'oggetto era leggermente diffuso nelle immagini CCD scattate con il riflettore da 1,0m-f/8. Era in un'orbita con un periodo di circa 19 anni, ed era al perielio a circa 3,9 UA alla metà del mese di novembre del 2004.
La cometa è stata recuperata il 18 e 19 luglio 2023 da M. Masek (I47), I residui per le osservazioni di recupero sono +0,13 gradi per l'ascensione retta. e +0,55 gradi per la declinazione dalla previsione in NK 1246R (HICQ 2020) con la necessaria correzione di delta-T= -3,20 giorni.
Secondo i nuovi calcoli, la cometa è passata a 0,27 UA Saturno nel marzo 1980, ed è passata a 1,03 UA da Giove nel settembre 1986. In futuro la cometa passerà a 3.30 UA da Saturno il 31 gennaio 2038.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati dal sito di Seiichi Yoshida, e prossimi a breve dal sito di Syuichi Nakano:
_ 11 novembre 2004 - _ 21 novembre 2023 - _ 9 ottobre 2042 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2004 Novembre 11.0 TT = JDT 2453320.5
T 2004 Novembre 11.34514 TT                        da MPC
q   3.9382484 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05196981     Peri.  322.36574     +0.76359251     +0.64355716
a   7.1116219 UA   Nodo   356.09291     -0.21809180     +0.18046627  
e   0.4462236      Incl.   50.45297     -0.60775197     +0.74381860
P  18.97 anni
Dati per il 2023 da Syuichi Nakano, nota NK 5040:
     Epoca =  2023 Dicembre 2.0 TT
     T(per)=  2023 Novembre 21.08136  +/- 0.00394 (m.e.) TT 
     Peri. =  322.55838               +/- 0.00055
     Nodo  =  356.12421               +/- 0.00004   (2000.0)   
     Incl. =   50.44573               +/- 0.00004
        q  =    3.9498967             +/- 0.0000048 UA
        e  =    0.4455116             +/- 0.0000006
        a  =    7.1234971             +/- 0.0000119 UA
        n' =    0.05183990            +/- 0.00000013
        P  =   19.013                 +/- 0.0000476 anni 

Previsione per il 2042 di Nakano: T(per)= 2042 Ottobre 9.52700 TT Epoca = 2042 Ottobre 3.0 TT Peri. = 322.42074 e = 0.4466695 Nodo = 356.02972 (2000.0) a = 7.1022232 UA Incl. = 50.48291 n'= 0.05207300 q = 3.9298769 UA P = 18.927 anni

Diagramma orbitale della 468P - JPL ).
______________________________________
______________________________________

469P/PANSTARRS 147

La 469P/PanSTARRS 147, denominata anche P/2015 XG422, è una cometa periodica con già 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Kai Ly (El Monte, CA, USA), ha riportato di aver rilevato l'attività cometaria dell'asteroide 2015 XG422 (che era stato scoperto dal team di Pan-STARRS 1 il 13 dicembre 2015 UT), in un'immagine d'archivio scattata dal Subaru Telescope (T09) il 3 marzo 2016 UT, notando una chioma condensata di 2".2 e un'ampia coda di 7" in PA 280 - 320 gradi. Di questo oggetto, inoltre esistono immagini di pre-scoperta dal 13 settembre 2010, e quindi relative all'orbita del precedente passaggio al perielio del 27 marzo 2008, quindi con già 2 passaggi confermati potrebbe già essere numerata come cometa periodica. 
Attualmente si sta avvicinando al suo 3° ritorno al perielio, che è previsto per l'8 dicembre 2025 con osservazione sfavorevole, mentre si troverà nei punti più vicini alla Terra il 17 Marzo 2025 ed il 7 giugno 2026 (dove è più probabile che mostri attività cometaria).

Caratteristiche fisiche:
Diametro medio: ~2,726 km
Magnitudine assoluta (H): +15,52.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalla CBET 5284):
_ 27 marzo 2008 - _ 2 dicembre 2016 - _ 8 dicembre 2025 - _ 24 dicembre 2034 - _ 26 gennaio 2044 - ecc.
Vedi anche da Syuichi Nakano, la nota NK 5049 .

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5284:

                    Epoca = 2008 Aprile 4.0 TT
     T = 2008 Marzo 27.18204 TT       Peri. =  60.90568
     e = 0.2869197                    Nodo  = 181.78845 (2000.0)   
     q = 3.3311264 UA                 Incl. =  19.86243
     a = 4.6714603 UA  n = 0.09761691     P =  10.10 anni 

                    Epoca = 2016 Novembre 28.0 TT
     T = 2016 Dicembre 2.09696 TT     Peri. =  43.61668
     e = 0.3097594                    Nodo  = 178.98612 (2000.0)   
     q = 2.9905394 UA                 Incl. =  20.19518
     a = 4.3326042 UA  n = 0.10929003    P =   9.02 anni 

                    Epoca = 2025 Novembre 21.0 TT
     T = 2025 Dicembre 8.37487 TT     Peri. =  43.49257
     e = 0.3081645                    Nodo  = 178.96553 (2000.0)   
     q = 3.0050032 UA                 Incl. =  20.17104
     a = 4.3435226 UA  n = 0.10887820     P =   9.05 anni

                    Epoca = 2034 Dicembre 24.0 TT
     T = 2035 gennaio 9.48253 TT      Peri. =  43.89997
     e = 0.3071405                    Nodo  = 178.79511 (2000.0)   
     q = 3.0149044 UA                 Incl. =  20.15043
     a = 4.3513938 UA  n = 0.10858292     P =   9.08 anni 

                    Epoca = 2044 gennaio 26.0 TT
     T = 2044 gennaio 26.20908 TT     Peri. =  43.93665
     e = 0.3089991                    Nodo  = 178.76231 (2000.0)   
     q = 2.9934309 UA                 Incl. =  20.17746
     a = 4.3320219 UA  n = 0.10931207     P =   9.02 anni 
da 71 osservazioni 2010 Set 13 - 2017 Giu 5, residuo medio 0".3.
Diagramma orbitale della 469P - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

470P/PANSTARRS 35

La 470P/PanSTARRS 35, denominata anche P/2014 W1, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La sua scoperta avvenne, quando il team composta da Eva Schunova, Richard Wainscoat e Bryce Bolin riportano di aver trovato di una cometa di magnitudine +20,9 in quattro esposizioni CCD in banda-w scattate con il telescopio Pan-STARRS 1 da 1,8m ad Haleakala il 17 novembre 2014, l'oggetto aveva un aspetto non-stellare, ed il suo nucleo era esteso in direzione est-ovest, con un accenno di coda verso sud-est. La cometa era al perielio a 2,7 UA nell'agosto del 2014 e ha un periodo di circa 9 anni.
Sulla ''Previous NEO Confirmation Page Objects'' si riporta che la cometa catalogata sulla pagina NEOCP come P11HxGk è stata recuperata da John Maikner, nelle immagini scattate il 2 e l'11 agosto 2023 UT, dal Comet Hunter Observatory 2 (W62), poi indicata come P/2023 O2, è stata identificata come il ritorno al perielio della cometa P/2014 W1 (PanSTARRS).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati (Dal sito di Seiichi Yoshida):
---------------------------------------
Ed i prossimi a breve (Dalla CBET 5288):
_ 3 maggio 2033 - _ 15 luglio 2042 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2014 Agosto 11.0 TT = JDT 2456880.5
T 2014 Agosto 1.06651 TT                          da MPCW
q   2.6620951 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.10643641     Peri.  150.34433     +0.78698070     -0.60059688
a   4.4097020 UA   Nodo   247.24879     +0.53164025     +0.77627871  
e   0.3963095      Incl.    8.80902     +0.31308150     +0.19150651
P   9.26 anni
da 47 osservazioni 2014 Nov 17 - 2015 Feb 14, residuo medio 0".4.
   DATI per il 2023 dalla CBET 5288:
                    Epoca = 2023 Dicembre 2.0 TT
     T = 2023 Dicembre 18.24429 TT    Peri. = 152.04890
     e = 0.3904004                    Nodo  = 246.18151 (2000.0)     
     q = 2.7287753 UA                 Incl. =   8.83911
     a = 4.4763404 UA  n = 0.10406853     P =   9.47 anni 
  Previsione per i successivi ritorni:
                    Epoca = 2033 Maggio 3.0 TT
     T = 2033 Aprile 30.95717 TT      Peri. = 153.76934
     e = 0.3999605                    Nodo  = 245.82544 (2000.0)     
     q = 2.6223762 UA                 Incl. =   8.90606
     a = 4.3703390 UA  n = 0.10787763     P =   9.14 anni 

                    Epoca = 2042 luglio 15.0 TT
     T = 2042 luglio 3.21489 TT       Peri. = 153.83092
     e = 0.3987353                    Nodo  = 245.76536 (2000.0)     
     q = 2.6408099 UA                 Incl. =   8.89182
     a = 4.3920923 UA  n = 0.10707717     P =   9.20 anni
Dalla previsione di Nakano nella NK 2909 c'è un Delta(T)= -0,14 giorni.
Diagramma orbitale della 470P  - JPL ).
______________________________________
______________________________________

471P/LINEAR 70

La 471P/LINEAR 70, denominata anche P/2023 KF3 = 2010 YK3, è una cometa periodica, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno. 
Quando era considerata un asteroide gli era stata fornita una magnitudine assoluta (H) di +15,12.
Con i 3 passaggi al perielio già osservati, questa cometa potrebbe essere già numerata ufficialmente dal MPC.

( Immagine 1 - FOTO DI JOHN J. MAIKNER: Date: 2023 08 19.142773 UTC, Camera: QHY 268M, Exposure: 110 X 60 sec. - Filters: None, Binning: 2X2, Temp: 3.0°C, Instrument type: Astro-Physics Riccardi-Honders, Instrument aperture: 305mm, Instrument focal length: 1159mm/F3.8, Observatory code W62, Mag: 17.1 G ).

Determinazione della natura cometaria e osservazioni:
L'astronomo David Rankin a giugno ha rilevato attività cometaria nell'oggetto 2023 KF3 che corrisponde all'oggetto 2010 YK3 scoperto dal team di LINEAR, confermata in questa foto di John J. Maikner del 19 agosto 2023 (vedi immagine 1 sopra). Secondo Taras Prystavski sembra che mostrasse un'attività anche nelle immagini di PanSTARRS 1 del 2010. Inoltre secondo Alan Hale è stato collegato anche ad un oggetto ripreso in immagini di pre-scoperta da SPACEWATCH nel 1996.

( Foto di Alan Hale - È sicuramente una cometa. Questa è un'esposizione di 5 minuti, scattata alle 22:16 del 9 agosto 2023 UT, da LCO-SAAO (telescopio da 0,35m). Dimensioni approssimative dell'immagine 10x8 arcmin, orientamento standard (nord in alto, est a sinistra). Ho migliorato leggermente il contrasto per far risaltare la coda [Link] ).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida & alla CBET 5292):
_ 15 gennaio 1997 - _ 26 maggio 2010 - _ 20 dicembre 2023 - _ 19 maggio 2037 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5292:

                    Epoca = 1997 Febbraio 1.0 TT
     T = 1997 gennaio 15.78853 TT     Peri. =  94.93615
     e = 0.6289499                    Nodo  = 284.33026 (2000.0)     
     q = 2.0841467 UA                 Incl. =   4.78050
     a = 5.6168879 UA  n = 0.07403898     P =  13.31 anni 

                    Epoca = 2010 giugno 13.0 TT
     T = 2010 Maggio 26.73248 TT      Peri. =  94.84197
     e = 0.6280168                    Nodo  = 283.63055 (2000.0)
     q = 2.1213950 UA                 Incl. =   4.78893
     a = 5.7029323 UA  n = 0.07236970     P =  13.62 anni

                    Epoca = 2023 Dicembre 2.0 TT
     T = 2023 Dicembre 20.29410 TT    Peri. =  94.95909
     e = 0.6279845                    Nodo  = 283.34162 (2000.0)
     q = 2.1234083 UA                 Incl. =   4.79088
     a = 5.7078491 UA  n = 0.07227621     P =  13.64 anni 

                    Epoca = 2037 Maggio 22.0 TT
     T = 2037 Maggio 19.78358 TT      Peri. =  95.04170
     e = 0.6281026                    Nodo  = 282.60655 (2000.0)
     q = 2.0955926 UA                 Incl. =   4.78968
     a = 5.6348672 UA  n = 0.07368491     P =  13.38 anni 
Arco osservativo 9916 giorni (27,15 anni), dal 23-06-1996 al 17-08-2023. 
Diagramma orbitale della 471P - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

472P/NEAT-LINEAR 1

La 472P/NEAT-LINEAR 1, denominata anche P/2002 T6, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (HTC).
Un oggetto segnalato come asteroidale indipendentemente dalle rilevazioni NEAT (4,50 ottobre 2002, magnitudine +20,1) e LINEAR (7,26 ottobre 2002, magnitudine +19,4), e successivamente collocato sulla NEOCP, è stato determinato che era una cometa, grazie anche a Peter Birtwhistle (Great Shefford, UK), che ha riferito che nelle immagini CCD scattate con un riflettore da 0,3m il 27,9 ottobre 2002 UT, si vedevano due code deboli, sottili e diritte in PA di 107° (36'' di lunghezza) e PA di 310° (39'' di lunghezza) e una condensazione nucleare con un diametro di circa 8". Mentre Timothy B. Spahr riferisce che le esposizioni da 5 minuti scattate con il riflettore di Mt. Hopkins da 1,2m il 29,2 ottobre 2002 mostravano una piccola chioma del diametro di circa 6" e una coda estremamente debole lunga circa 10" in PA 330 gradi. 
Il periodo è di circa 21,2 anni e la distanza del perielio è di circa 3,4 UA. 
La cometa è stata recuperata dopo che i calcoli di M. Rudenko (Minor Planet Center), hanno collegato un oggetto apparentemente asteroidale trovato da Erwin Schwab su immagini CCD ottenute il 9 settembre 2023 UT, con il telescopio Schmidt da 0,8m-f/3 a Calar Alto, che era stato denominato 2023 RL75 da parte dell'MPC, con la cometa P/2002 T6. 
Va detto che la prima intuizione che i 2 oggetti fossero la solita cometa è stata fatta il 24 ottobre 2023, da parte di Alessandro Odasso sul gruppo ''Comete-ml''.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida, e Syuichi Nakano):

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5306:

                    Epoca = 2003 giugno 10.0 TT
     T = 2003 giugno 27.01545 TT      Peri. = 217.57304
     e = 0.5573311                    Nodo  = 209.04572 (2000.0)   
     q = 3.3870835 UA                 Incl. =  11.00925
     a = 7.6515059 UA  n = 0.04656758     P =  21.16 anni

                    Epoca = 2024 luglio 29.0 TT
     T = 2024 luglio 15.54787 TT      Peri. = 218.95141
     e = 0.5671066                    Nodo  = 205.99605 (2000.0)
     q = 3.3895578 UA                 Incl. =  10.83576
     a = 7.8300052 UA  n = 0.04498430     P =  21.91 anni 

                    Epoca = 2045 Ottobre 27.0 TT
     T = 2045 Ottobre 7.17193 TT      Peri. = 218.14789
     e = 0.5614668                    Nodo  = 205.57049 (2000.0)   
     q = 3.3764599 UA                 Incl. =  10.87077
     a = 7.6994387 UA  n = 0.04613340     P =  21.36 anni 
da 431 osservazioni nel periodo 2002-2023, residuo medio 0".7. 
Diagramma orbitale della 472P - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

473P/NEAT 6

La cometa 473P/NEAT 6, denominata anche P/2001 Q6 e P/2023 W1, è un oggetto con un'orbita di media lunghezza fortemente inclinata rispetto al piano dell'eclittica, e quindi appartiene sia alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), ma secondo alcuni anche al gruppo delle comete Halleidi (HTC).
La sua scoperta è avvenuta il 28,41 agosto 2001, grazie a S.H. Pravdo, Eleonor F. Helin e K.J. Lawrence, del Jet Propulsion Laboratory, che hanno trovato una cometa di 18a magnitudine, su immagini CCD riprese con il telescopio Schmidt da 1,2m a Monte Palomar nel corso del programma NEAT; l'immagine mostrava una nebulosità centrale di circa 3'' di diametro e una coda lunga circa 10'' verso ovest-sud-ovest.
IAUC: 7698 - 7722 - 7734 . MPEC: 2001-Q70 - 2001-S06 . ICQ: 2001Q6 .
Per il seguente passaggio al perielio, è stata recuperata da Hidetaka Sato (Tokyo), nelle immagini riprese nell'osservatorio ''iTelescope Deep Sky Chile, Rio Hurtado'' del 29 e 30 novembre e 1 dicembre 2023. Syuichi Nakano ne ha poi calcolato e pubblicato i nuovi parametri orbitali con i residui che sono di -0,02 gradi per l'Ascensione Retta e +1,22 gradi per la Declinazione, rispetto alla previsione in NK 869 con correzione del delta-T = -2,7 giorni. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida, e di Syuichi Nakano):
_ 9 novembre 2001 - _ 26 febbraio 2024 - _ 22 luglio 2046 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2001 Novembre 27.0 TT = JDT 2452240.5
T 2001 Novembre 9.46706 TT                        da MPC
q   1.4081735 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.04361319     Peri.   43.33018     +0.53242764     -0.78548649
a   7.9932640 UA   Nodo    22.13540     +0.34178713     -0.14148065  
e   0.8238300      Incl.   56.85465     +0.77440452     +0.60249000
P  22.60 anni 
DATI per il 2024 da Syuichi Nakano, nota NK 5103:

Epoca = 2024 Febbraio 20.0 TT T(per)= 2024 Febbraio 26.24309 +/- 0.00017 (m.e.) TT Peri. = 42.91733 +/- 0.00004 Nodo = 22.18490 +/- 0.00001 (2000.0) Incl. = 56.90832 +/- 0.00002 q = 1.4057866 +/- 0.0000002 UA e = 0.8236493 +/- 0.0000000 a = 7.9715386 +/- 0.0000019 UA n' = 0.04379160 +/- 0.00000002 P = 22.507 +/- 0.0000082 anni

Previsione per il 2046: T(per)= 2046 luglio 22.92977 TT Epoca = 2046 Agosto 3.0 TT Peri. = 42.68229 e = 0.8234540 Nodo = 22.10234 (2000.0) a = 8.0010216 UA Incl. = 56.83383 n'= 0.04354977 q = 1.4125481 UA P = 22.632 anni

da 355 osservazioni dal 2001 al 2023. residuo medio +/- 0.61".

Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

474P/HOGAN 3

La 474P/Hogan 3, denominata anche P/2024 X5 e P/2017 O4, è una cometa periodica con vari passaggi al perielio osservati, che appartiene al gruppo delle comete della fascia principale (MBC).
Non ci sarà nessun passaggio ravvicinato ai pianeti principali, ma la cometa è passata a 0,08 UA dal Pianeta nano (1) Cerere il 22 dicembre 2012 UT.
Scoperta da Joshua K. Hogan, nel corso della Mt. Lemmon Survey il 15 dicembre 2023 UT (Per errore l'avevano catalogata ''S4''), con immagini di pre-scoperta dal mese di giugno del 2005. 
Ha un'orbita leggermente eccentrica (0,19), con un periodo di 5,55 anni ed il perielio a 2,54 UA. Syuichi Nakano l'ha ricollegata a precedenti osservazioni confermando altri passaggi al perielio, con un passaggio il 5 gennaio 2018, ed un altro il 12 dicembre 2006.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (dal sito di Seiichi Yoshida e altri):
_ 27 gennaio 2029 - _ 10 agosto 2034 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 5164 e dalla CBET 5341:

T = 2006 Dicembre 12.00569 TT Epoca = 2006 Dicembre 11.0 TT Peri. = 13.46881 e = 0.1861814 Nodo = 26.92659 (2000.0) a = 3.1345326 UA Inc. = 1.10270 n'= 0.17760078 q = 2.5509408 UA P = 5.550 anni [ T = 2012 giugno 26.48646 TT Epoca = 2012 luglio 12.0 TT Peri. = 13.18023 e = 0.1885194 Nodo = 26.90806 (2000.0) a = 3.1342109 UA Inc. = 1.10151 n'= 0.17762813 q = 2.5433515 UA P = 5.549 anni ] T = 2018 gennaio 5.50886 TT Epoca = 2018 gennaio 2.0 TT Peri. = 12.41625 e = 0.1882315 Nodo = 26.77566 (2000.0) a = 3.1321835 UA Inc. = 1.09967 n'= 0.17780062 q = 2.5426081 UA P = 5.543 anni

Epoca = 2023 Agosto 4.0 TT T(per)= 2023 luglio 16.76712 +/- 0.00075 (m.e.) TT Peri. = 11.45139 +/- 0.00055 Nodo = 26.79277 +/- 0.00050 (2000.0) Incl. = 1.09786 +/- 0.00001 q = 2.5416089 +/- 0.0000014 UA e = 0.1890793 +/- 0.0000005 a = 3.1342264 +/- 0.0000026 UA n' = 0.17762681 +/- 0.00000022 P = 5.549 +/- 0.0000069 anni

Previsione per il 2029 e per il 2034: T = 2029 gennaio 27.84350 TT Epoca = 2029 gennaio 24.0 TT Peri. = 11.06146 e = 0.1872100 Nodo = 26.75623 (2000.0) a = 3.1333936 UA Incl. = 1.09638 n'= 0.17769763 q = 2.5467909 UA P = 5.547 anni

                    Epoca = 2034 Agosto 26.0 TT
     T = 2034 Agosto 10.29561 TT      Peri. =   9.94415
     e = 0.1843328                    Nodo  =  26.73850 (2000.0)  
     q = 2.5583315 UA                 Incl. =   1.09457
     a = 3.1364894 UA  n = 0.17743461     P =   5.56 anni 

da 120 osservazioni dal 2005 al 2024. residuo medio +/- 0.42".

Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

475P/SPACEWATCH-LINEAR 1

La 475P/Spacewatch-LINEAR 1, denominata anche P/2004 DO29 e P/2023 V7, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio confermati, e fa parte della famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC), nel sottogruppo di Saturno. Nei prossimi 200 anni non avrà alcun passaggio ravvicinato, ne con Giove, ne con Saturno.
Si trova in un'orbita di circa 20 anni, con perielio a circa 4,1 UA, e con un'eccentricità di 0,45, ha raggiunto il perielio all'inizio di ottobre 2004. L'orbita è tipica di una cometa di periodo intermedio. e può avvicinarsi entro 0,7 UA da Giove.
Inizialmente fu segnalato come un asteroide di magnitudine +19,8, scoperto da A.E. Gleason con il riflettore Spacewatch da 0,9m allo Steward Observatory, di Kitt Peak il 17,22 febbraio 2004, e quasi in contemporanea nelle immagini LINEAR scattate anch'esse il 17 febbraio, aveva una chioma condensata centralmente di 5'' (di magnitudine R= +18,7). Successive osservazioni CCD scattate il 16,3 e il 16,6 marzo 2004 UT da Scott S. Sheppard, Y.R. Fernandez e David Jewitt con il riflettore da 2,2m dell'Università delle Hawaii, ripotano una coda di 15'' in PA 220-270 gradi.

Hidetaka Sato ).

La cometa periodica P/2004 DO29 (Spacewatch-LINEAR 1) è stata recuperata dal team di PanSTARRS 2 (F52) come riportato da R. Weryk, nelle immagini riprese dal telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m ed indicata sulla PCCP come P21OB7B (poi catalogato P/2023 V7), e collegata ad essa il 25,91 novembre 2023 UT, come pubblicato sulla pagina ToConfirm-NEOCP dal MPC (vedi screenshot sotto), e quindi non è vero quello che viene precisato sulla CBET 5335 (vedi link sotto).

Screenshot di quanto pubblicato dal MPC il 4 dicembre 2023 ).

In seguito è stata collegata anche a osservazioni indipendenti di M. Micheli del 11 novembre 2023 a Tenerife (J04), e di F. Ocana del 13 novembre a Calar alto (Z84).
I residui per le osservazioni di recupero sono: 
+10'.8 per l'Ascensione Retta, e -1'.9 per la Declinazione, rispetto alla previsione nella nota NK 1268 con i calcoli di T. Kobayashi, rendendo necessaria la correzione per questo passaggio al perielio con delta-T = -1,50 giorni.
CCI-2023X05 (4 dicembre 2023), MPEC 2024-B93 (22 gennaio 2024), CBET 5335 (23 gennaio 2024), NK 5166 (23 gennaio 2024).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & CBET 5335):
_ 9 ottobre 2004 - _ 1 giugno 2024 - _ 16 aprile 2044 - _ metà ottobre 2063 ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2004 Ottobre 2.0 TT = JDT 2453280.5
T 2004 Ottobre 9.36420 TT                         da MPC
q   4.0968758 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.04853735     Peri.   41.59825     -0.97537340     +0.17559513
a   7.4430684 UA   Nodo   147.77712     -0.19915778     -0.96120647  
e   0.4495717      Incl.   14.49551     +0.09477824     -0.21271690
P  20.31 anni 
Passaggio del 2024 dal MPC:
T(per)= 2024 giugno 1.86080 TT      Epoca =  2023 settembre 13.0 TT   
Peri. =  40.42272                       e =    0.4416614
Nodo  = 147.38004    (2000.0)           a =    7.3025461 UA
Incl. =  14.52819                       n'=    0.04994507
    q =   4.0772936 UA                  P =   19.734 anni
Previsione per il 2044 dalla CBET 5335:
                    Epoca = 2044 Aprile 15.0 TT
T(per) = 2044 Aprile 16.82113 TT      Peri. =  40.94256
     e = 0.4427919                    Nodo  = 147.36991 (2000.0)
     q = 4.0719770 UA                 Incl. =  14.52033
     a = 7.3078207 UA  n = 0.04989100     P =  19.76 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

476P/PANSTARRS 56

La 476P/PANSTARRS 56, denominata anche P/2015 HG16 e P/2023 W2, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane. La cometa è stata immessa nell'orbita attuale dopo un passaggio ravvicinato a Giove il 12 novembre 2006, quando è passata a sole 0,0664 UA, abbassando il perielio da 4,86 a 3,13 UA, ed il periodo da 21,92 a 10,48 anni.
La cometa è stata scoperta, mentre era di magnitudine +22, nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 4,48 aprile 2016. In seguito R. Weryk del team PanSTARRS ha quindi trovato l'oggetto nelle immagini scattate il giorno prima, e poi dall'11 febbraio. Poi Gareth V. Williams (MPC) ha collegato queste osservazioni a un asteroide che era stato scoperto anch'esso da PanSTARRS il 20,33 aprile 2015. Infine Weryk ha trovato in modo indipendente ulteriori immagini del 24 marzo 2015 e del 9 aprile 2015. 
La cometa era al perielio a circa 3,1 UA nel giugno 2014, ed aveva un periodo di circa 10,5 anni.
CBET 4270 🔐 - MPEC 2016-G114 - NK 4189 .
La cometa è stata recuperata da John J. Maikner il 20,14 novembre 2023 presso l'osservatorio W62 a New Ringgold in Pennsylvania, quasi 11 mesi prima del suo passaggio al perielio, con una magnitudine di +20,4 ed un aspetto stellare.

Object: Comet P/2015 HG16 (PanSTARRS), Date: 2023 11 20.137231UTC, Observer: John J. Maikner, Camera: QHY 268M, Exposure: 50X 120 sec. - Filters: None, Binning: 2 X 2, Temp: -10.0 C, Instrument type: Astro-Physics Riccardi-Honders, aperture: 305 mm, focal length: 1159 mm/F3.8 - Observatory code W62 - Mag: 20.4 G ).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida & altri):
_ 28 giugno 2014 - _ 16 ottobre 2024 - _ 22 marzo 2035 - _ 5 settembre 2045 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2014 luglio 2.0 TT = JDT 2456840.5
T 2014 giugno 28.96063 TT                         da MPCW
q   3.1317753 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.09401259     Peri.   48.15123     -0.26914635     -0.92188620
a   4.7901088 UA   Nodo    59.52547     +0.75971208     -0.38109597  
e   0.3461995      Incl.   18.86855     +0.59194408     +0.06994057
P  10.48 anni
da 38 osservazioni 2015 Mar 24 - 2018 Lug 14, residuo medio 0".5.
Passaggio del 2024 e futuri, dalla CBET 5337:
                    Epoca = 2024 Ottobre 17.0 TT
     T = 2024 Ottobre 16.58651 TT     Peri. =  46.74086
     e = 0.3465579                    Nodo  =  57.05783 (2000.0)
     q = 3.1234071 UA                 Incl. =  19.00511
     a = 4.7799291 UA  n = 0.09431307     P =  10.45 anni

                    Epoca = 2035 Marzo 14.0 TT
     T = 2035 Marzo 22.49191 TT       Peri. =  47.13920
     e = 0.3463952                    Nodo  =  56.94364 (2000.0)
     q = 3.1170788 UA                 Incl. =  19.01037
     a = 4.7690573 UA  n = 0.09463576     P =  10.42 anni

                    Epoca = 2045 Settembre 17.0 TT
     T = 2045 Settembre 6.20743 TT    Peri. =  47.16094
     e = 0.3451324                    Nodo  =  56.90894 (2000.0)
     q = 3.1428357 UA                 Incl. =  18.97500
     a = 4.7991925 UA  n = 0.09374580     P =  10.51 anni 
da 57 osservazioni 2015 Gen 14 - 2023 Dic 16, residuo medio 0".8.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

477P/PANSTARRS 83

La 477P/PANSTARRS 83, denominata anche P/2018 P3 e P/2023 V8, è una cometa periodica confermata che appartiene al gruppo delle comete della Fascia principale (MBC).

Analisi scientifica:
La cometa è stata attiva in modo ricorrente vicino a due perieli successivi (a 1,76 UA), indicativi di un'attività da sublimazione. L'assenza di un eccesso di banda di 4,6 micron, indica una produzione di gas CO o CO2 nulla o trascurabile. Le proprietà della polvere espulsa sono notevolmente coerenti con quelle riscontrate in altre comete della fascia principale (emissione continua di particelle di ~0,05-5 mm a velocità di 0,3-3 m/s), con tassi di perdita di massa di >~2 kg/s. 
L'orbita della cometa è instabile su scale temporali dell'ordine di circa 10.000 anni, segno che potrebbe venire da zone più esterne della fascia principale o dalla fascia di Kuiper. [Link-PDF] .

Scoperta ed osservazioni:
La cometa di magnitudine +21 è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m l'8,54 agosto 2018. Era stata pubblicata sul PCCP come P10IPdp
La cometa era al perielio a circa 1,8 UA nell'ottobre 2018, ed aveva un periodo di circa 5,2 anni. 
CBET 4547 🔐 - CBET 4548 - MPEC 2018-Q34 - NK 3765 - NK 4286 .
In seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta risalenti al precedente passaggio al perielio del 2013, quindi in realtà la cometa avrebbe già i requisiti per ottenere una numerazione definitiva.
RECUPERO 2023:
Con le osservazioni e i parametri orbitali pubblicati sulla MPEC 2023-X98, si è data conferma del recupero di questa cometa periodica, che alla fine del 2023 è passata al perielio il 26 dicembre, nelle osservazioni ottenute da T. Oribe il 15 novembre 2023 al Saji Observatory (867), presso Tottori in Giappone.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida, Syuichi Nakano & altri):
_ 8 luglio 2013 - _ 9 ottobre 2018 - _ 26 dicembre 2023 - _ 7 marzo 2029 - _ 17 maggio 2034 - 
_ 29 luglio 2039 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 Ottobre 9.0 TT = JDT 2458400.5
T 2018 Ottobre 9.45812 TT                         da MPCW
q   1.7564375 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.18902838     Peri.  305.88301     +0.98765425     -0.08270407
a   3.0068934 UA   Nodo    59.21035     +0.13595471     +0.87443119  
e   0.4158631      Incl.    8.90903     -0.07781644     +0.47804826
P   5.21 anni 
da 282 osservazioni 2018 Ago 8 - 2019 Feb 4, residuo medio 0".7.
Epoca 2023 Settembre 13.0 TT = JDT 2460200.5   
T 2023 Dicembre 26.74228 TT                      da Rudenko 
q   1.7507328 UA           (2000.0)           P               Q  
n   0.18932595     Peri.  306.01085     +0.98753956     -0.08403516  
a   3.0037420 UA   Nodo    59.16043     +0.13715451     +0.87416528  
e   0.4171494      Incl.    8.91486     -0.07716388     +0.47830236
P   5.21 anni 
da 299 osservazioni 2013 Lug 14 - 2023 Nov 15, residuo medio 0".7.
     Previsioni per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 5168:
T(per)= 2029 Marzo 7.67367 TT       Epoca =  2029 Marzo 5.0 TT
Peri. = 305.78806                       e =    0.4181755
Nodo  =  59.12381    (2000.0)           a =    3.0019733 UA
Incl. =   8.91560                       n'=    0.18949329
    q =   1.7466216 UA                  P =    5.201 anni 
da 278 osservazioni dal 2013 Lug 14 al 2019 Feb 4. residuo medio 0".58. 
Previsioni future dalla CBET 5336:
                    Epoca = 2034 Aprile 28.0 TT
     T = 2034 Maggio 17.75991 TT      Peri. = 305.66308
     e = 0.4191710                    Nodo  =  59.09800 (2000.0)
     q = 1.7429686 UA                 Incl. =   8.91757
     a = 3.0008292 UA  n = 0.18960167     P =   5.20 anni

                    Epoca = 2039 luglio 31.0 TT
     T = 2039 luglio 29.46932 TT      Peri. = 305.61539
     e = 0.4179068                    Nodo  =  59.08345 (2000.0)
     q = 1.7481391 UA                 Incl. =   8.91483
     a = 3.0031944 UA  n = 0.18937773     P =   5.20 anni 
da 300 osservazioni 2013 Lug 14 - 2024 Gen 11, residuo medio 0".7.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

478P/ATLAS 23

La 478P/ATLAS 23, denominata anche P/2017 BQ100 (PanSTARRS) e P/2023 Y3 (ATLAS), è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).

Scoperta:
Fu scoperto come asteroide il 28 gennaio 2017 dal team di PANSTARRS ed è stato osservato per soli 5 giorni senza essere recuperato. In seguito, anche se senza estendere l'arco di osservazione, sono state trovate ulteriori osservazioni del 28 gennaio fatte dalla Dark Energy Camera (W84) che non erano state pubblicate subito che lo mostrano con una coda debole ma distinta nella direzione antisolare, facendo ipotizzare la natura cometaria.

Recupero:
L. Denneau e A. Fitzsimmons del team di ATLAS South-Africa (codice M22), hanno annunciato la scoperta di una cometa periodica il 18 dicembre 2023 UT, con una chioma di 13'' ed una coda di 8'' in PA 310°, in seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta del 13 dicembre. Successivamente R. Weryk ha identificato questa cometa con l'asteroide attivo 2017 BQ100 che era stato scoperto dal suo team di PanSTARRS ad Haleakala, il 28 gennaio 2017. La cometa sarà al perielio il 1,82 maggio 2024 a 2,394 UA dal Sole, ed ha un periodo di circa 6,96 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 7 marzo 2017 - _ 1 maggio 2024 - _ 25 aprile 2031 - _ 14 aprile 2038 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5338:

                    Epoca = 2017 Febbraio 16.0 TT
     T = 2017 Marzo 7.09161 TT        Peri. =  10.78533
     e = 0.3186256                    Nodo  = 128.52705 (2000.0)   
     q = 2.5488954 UA                 Incl. =  12.49113
     a = 3.7408147 UA  n = 0.13622436     P =   7.24 anni

                    Epoca = 2024 Maggio 10.0 TT
     T = 2024 Maggio 1.97317 TT       Peri. =  13.18078
     e = 0.3434593                    Nodo  = 127.27143 (2000.0)   
     q = 2.3936061 UA                 Incl. =  12.52524
     a = 3.6457850 UA  n = 0.14158508     P =   6.96 anni

                    Epoca = 2031 Maggio 14.0 TT
     T = 2031 Aprile 25.20362 TT      Peri. =  13.43030
     e = 0.3426015                    Nodo  = 127.21007 (2000.0)
     q = 2.3992822 UA                 Incl. =  12.51986
     a = 3.6496620 UA  n = 0.14135954     P =   6.97 anni 

                    Epoca = 2038 Aprile 7.0 TT
     T = 2038 Aprile 14.83698 TT      Peri. =  13.11416
     e = 0.3406883                    Nodo  = 127.16133 (2000.0)
     q = 2.4142214 UA                 Incl. =  12.51308
     a = 3.6617302 UA  n = 0.14066128     P =   7.01 anni  
da 436 osservazioni 2015 Set 18 - 2024 Gen 22, residuo medio 0".4. 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

479P/ELENIN 1

La 479P/Elenin 1, denominata anche P/2011 NO1, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Fu scoperta da Leonid Elenin il 3 luglio 2011, utilizzando da remoto l'astrografo da 0,45m dell'Osservatorio ISON (Mayhill, NM, USA), è stata pubblicata il 18 luglio 2011, ed il giorno successivo è stata riconosciuta la sua natura cometaria. L'oggetto era al perielio a circa 1,2 UA a gennaio del 2011, ed aveva un periodo di circa 13 anni. 
Secondo Maik Meyer l'oggetto, apparentemente asteroidale appena scoperto, 2023 WM26 è stato da lui collegato il 21/12/2023, alla cometa periodica gioviana P/2011 NO1 (Elenin), attesa al perielio il 5 maggio 2024. I residui dalle osservazioni di ottobre 2023 erano in AR= +212" e in DEC= -80", quindi la correzione dalla previsione nella nota NK 4403 è delta-T= -0,25 giorni.


Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida ed altri):
_ 20 gennaio 2011 - _ 5 maggio 2024 - _ 13 settembre 2037 (Nakano_ 19 gennaio 2051 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2011 Febbraio 8.0 TT = JDT 2455600.5 
T 2011 gennaio 20.18115 TT                       da Rudenko 
q   1.2409526 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.07398018     Peri.  263.44281     -0.91031328     +0.33845130 
a   5.6198636 UA   Nodo   296.11603     -0.18789157     -0.85083334  
e   0.7791846      Incl.   15.38957     -0.36881769     -0.40191213 
P  13.3 anni
da 62 osservazioni 2011 Giu 12 - 2011 Ago 2, residuo medio 1".2.
Dati per il 2024 da Syuichi Nakano, nota NK 5127:

Epoca = 2024 Maggio 10.0 TT T(per)= 2024 Maggio 5.24376 +/- 0.00030 (m.e.) TT Peri. = 263.52545 +/- 0.00025 Nodo = 295.83316 +/- 0.00005 (2000.0) Incl. = 15.39788 +/- 0.00007 q = 1.2437060 +/- 0.0000057 UA e = 0.7788318 +/- 0.0000009 a = 5.6233495 +/- 0.0000354 UA n' = 0.07391140 +/- 0.00000070 P = 13.335 +/- 0.0001258 anni (+/- 0.05 giorni)

Previsione per il 2037, dalla nota NK 5173: T(per)= 2037 Settembre 13.28238 TT Epoca = 2037 Settembre 19.0 TT Peri. = 265.61587 e = 0.7776556 Nodo = 293.74322 (2000.0) a = 5.6133928 UA Incl. = 15.74349 n'= 0.07410814 q = 1.2481066 UA P = 13.300 anni

da 167 osservazioni dal 2011 al 2024, residuo medio +/- 0.49".

Previsione per il 2051 dalla CBET 5340:
                    Epoca = 2051 gennaio 29.0 TT
     T = 2051 gennaio 19.87436 TT     Peri. = 265.66745
     e = 0.7762539                    Nodo  = 293.38467 (2000.0)
     q = 1.2694286 UA                 Incl. =  15.72704
     a = 5.6735075 UA  n = 0.07293343     P =  13.51 anni 
da 167 osservazioni 2011 Giu 12 - 2024 Gen 22, residuo medio 0".5.  
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

480P/PANSTARRS 28

La 480P/PanSTARRS 28, denominata anche P/2014 A3 e P/2023 X6, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).

Evoluzione orbitale:
La cometa fu immessa nell'attuale orbita da un passaggio estremamente ravvicinato a Giove del 21 maggio 1971, quando passò a soli 0,00177 UA (265.000 km), cioè appena oltre i piccoli satelliti interni, a metà strada tra Giove ed Io. 
Nakano ha calcolato i seguenti elementi orbitali prima dell'incontro ravvicinato del 1971: 
T(per) = 11 febbraio 1954, Distanza Perielio (q) = 5.212 UA, eccentricità = 0,247, Argomento Perielio = 205,9 gradi, Longitudine Nodo Ascendente = 68,4 gradi, inclinazione = 18,6 gradi, Semiasse maggiore (a) = 6,920 UA, Periodo di rivoluzione = 18,2 anni.

Scoperta & recupero:
La cometa, mentre era di magnitudine +21, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 9,51 gennaio 2014. La cometa era al perielio a circa 3,6 UA nell'aprile 2013, ed aveva un periodo di circa 10 anni. 
Nel passaggio al perielio del 2023 è stata recuperata sull'astrometria riportata da Pan-STARRS 1 (F51) da immagini scattate il 9 dicembre 2023 UT, 7 gennaio 2024 UT e 20 gennaio 2024 UT.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 21 aprile 2013 - _ 22 aprile 2023 - _ 21 marzo 2033 - _ 24 marzo 2043 - _ 28 marzo 2053 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5342:

                    Epoca = 2013 Aprile 18.0 TT
     T = 2013 Aprile 21.96896 TT      Peri. = 213.59639
     e = 0.2436019                    Nodo  = 230.76944 (2000.0)   
     q = 3.5494006 UA                 Incl. =  13.69921
     a = 4.6925035 UA  n = 0.09696102     P =  10.16 anni

                    Epoca = 2023 Aprile 6.0 TT
     T = 2023 Aprile 22.44191 TT      Peri. = 214.16936
     e = 0.2463923                    Nodo  = 229.97790 (2000.0)
     q = 3.4721192 UA                 Incl. =  13.71753
     a = 4.6073297 UA  n = 0.09966212     P =   9.89 anni 

                    Epoca = 2033 Marzo 24.0 TT
     T = 2033 Marzo 21.75644 TT       Peri. = 214.14264
     e = 0.2453907                    Nodo  = 229.96959 (2000.0)
     q = 3.4936380 UA                 Incl. =  13.69611
     a = 4.6297311 UA  n = 0.09893966     P =   9.96 anni

                    Epoca = 2043 Marzo 12.0 TT
     T = 2043 Marzo 24.09116 TT       Peri. = 214.31228
     e = 0.2444166                    Nodo  = 229.84559 (2000.0)
     q = 3.5117035 UA                 Incl. =  13.68156
     a = 4.6476713 UA  n = 0.09836735     P =  10.02 anni 
da 66 osservazioni dal 2014 gennaio 9 al 2024 gennaio 20.
il residuo medio è di 0".4 . 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

481P/LEMMON-PANSTARRS 1

La 481P/Lemmon-PanSTARRS 1 denominata anche P/2012 WA34 e P/2024 C5, è una cometa periodica, con almeno 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Nell'ultimo secolo non ci sono stati passaggi particolarmente ravvicinati a Giove, ma nel settembre del 2077 dovrebbe passare entro le 0,5 UA dal pianeta gigante, subendo variazioni orbitali.
Un asteroide che fu scoperto durante la Mt. Lemmon Survey il 26,40 novembre 2012 da Andrea Boattini, fu poi riconosciuto che mostrava un aspetto cometario dal team di PanSTARRS il 7,24 gennaio 2013. In seguito sono state trovate ulteriori osservazioni di PanSTARRS del settembre 2011. Aveva un periodo di circa 10,5 anni, con un perielio a circa 3,2 UA nel gennaio del 2013. 
MPEC 2013-C52 - NK 2406 - CBET 3379 🔐 .
Relativamente al passaggio al perielio del luglio 2023 è stata recuperata quasi 6 mesi dopo di esso, da Erwin Schwab il 12,97 febbraio 2024 UT come P/2024 C5, presso l'osservatorio ESA Optical Ground Station a Tenerife, utilizzando il telescopio Ritchey-Chretien da 1m. Poi il giorno seguente con il solito telescopio è stata confermata, riportando che si aveva una chioma di circa 5,3". 
La correzione necessaria rispetto alle precedenti previsioni, sulla nota NK 2406, per il passaggio al perielio è di -0,16 giorni.
Successivamente, Sam Deen ha trovato immagini di pre-recupero nelle riprese ottenute con il riflettore di Cerro Tololo da 4m (+ DECam), del 18 e 19 settembre 2022, annotando che la cometa era molto debole (mag +21.6 / +22.0) e dall'aspetto essenzialmente stellare.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve 
(Dai siti di Seiichi Yoshida, Syuichi Nakano e Kazuo Kinoshita):
_ 24 gennaio 2013 - _ 8 luglio 2023 - _ 30 agosto 2033 - _ 26 novembre 2043 - _ 7 marzo 2054 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 gennaio 28.0 TT = JDT 2456320.5
T 2013 gennaio 24.75885 TT                        da MPC
q   3.1733727 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.09354899     Peri.  353.16236     +0.03970492     -0.99354539
a   4.8059212 UA   Nodo    94.52335     +0.92173259     -0.00463987  
e   0.3396952      Incl.    6.11887     +0.38578823     +0.11334033
P  10.5 anni
da 30 osservazioni 2011 Set 26 - 2013 Gen 18, residuo medio 0".4.
DATI da Syuichi Nakano, nota NK 5186:

Epoca = 2023 giugno 25.0 TT T(per)= 2023 luglio 8.65898 +/- 0.01031 (m.e.) TT Peri. = 356.64033 +/- 0.00148 Nodo = 93.55608 +/- 0.00010 (2000.0) Incl. = 6.08283 +/- 0.00002 q = 3.0713921 +/- 0.0000197 UA e = 0.3434201 +/- 0.0000050 a = 4.6778647 +/- 0.0000465 UA n' = 0.09741651 +/- 0.00000145 P = 10.117 +/- 0.0001508 anni (+/- 0.06 giorni)

Previsione per il 2033: T(per)= 2033 Agosto 30.73552 TT Epoca = 2033 Agosto 31.0 TT Peri. = 356.69111 e = 0.3426217 Nodo = 93.56255 (2000.0) a = 4.7004346 UA Incl. = 6.07571 n'= 0.09671572 q = 3.0899636 UA P = 10.191 anni

da 37 osservazioni dal 2011 al 2024. residuo medio +/- 0.43".

Previsione per il 2043:
Epoca = 2043 Novembre 7.0 TT T = 2043 Novembre 26.19701 TT Peri. = 356.74452 e = 0.3414067 Nodo = 93.49090 (2000.0) q = 3.1113031 UA Incl. = 6.06787 a = 4.7241643 UA n = 0.09598792 P = 10.27 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

482P/PANSTARRS 157

La 482P/PanSTARRS 157, denominata anche P/2014 VF40, è attualmente una cometa periodica che si è attivata dopo aver subito una modifica orbitale nel 2021, appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), e se consideriamo le osservazioni di quando era considerata un asteroide ha già 2 passaggi al perielio osservati, e quindi può essere ufficialmente numerata.

Scoperta ed osservazioni:
Fu scoperto come asteroide dal team di PanSTARRS 1 il 10 novembre 2014 ad Haleakala, Hawaii.
Questo oggetto, fino al 2024 è stato ritenuto un asteroide e catalogato come 2014 VF40, ha poi subito una modifica orbitale dopo un passaggio ravvicinato a 0.2987 UA da Giove il 15 febbraio 2021, che ne ha abbassato il perielio da 2,35 a 1,91 UA, quindi ha poi iniziato a mostrare attività cometaria grazie al maggiore irraggiamento al perielio (da 246 a 373 W/m2), come ha fatto notare Michael Jager in alcune osservazioni, dopo che Michael Kelly ha riferito su Comets-ml che mostrava un comportamento attivo nelle immagini ZTF dall'ottobre 2023 in poi.

Immagine di questa debole cometa che mostra bene la chioma e la coda. 2014 VF40 - data 21 gennaio 2024 ore 2.03 UT - 27x100sec 14"/4.2 QHY600 m1-20m3 - chioma 10" - coda 35" in PA 253-290°. Foto di Michael Jäger ).

Messaggi da Comets-ml: [#31382] e [#31967] .
da Cometografia: [CCI-2024B07] - CBET 5359 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (da Seiichi Yoshida e Syuichi Nakano):
_ 8 maggio 2015 - _ 1 giugno 2023 - _ 15 settembre 2030 - _ 26 dicembre 2037 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5359:

                    Epoca = 2015 Maggio 18.0 TT
     T = 2015 Maggio 8.07242 TT       Peri. = 330.70226
     e = 0.4232645                    Nodo  = 127.87539 (2000.0)   
     q = 2.3505445 UA                 Incl. =  25.27825
     a = 4.0756022 UA  n = 0.11978885     P =   8.23 anni

                    Epoca = 2023 Maggio 16.0 TT
     T = 2023 giugno 1.94372 TT       Peri. = 339.62825
     e = 0.4920945                    Nodo  = 126.10570 (2000.0)
     q = 1.9063111 UA                 Incl. =  24.48660
     a = 3.7532792 UA  n = 0.13554633     P =   7.27 anni

                    Epoca = 2030 Settembre 16.0 TT
     T = 2030 Settembre 15.64980 TT   Peri. = 339.75950
     e = 0.4911936                    Nodo  = 126.04865 (2000.0)
     q = 1.9132218 UA                 Incl. =  24.47226
     a = 3.7602158 UA  n = 0.13517143     P =   7.29 anni

                    Epoca = 2037 Dicembre 8.0 TT
     T = 2037 Dicembre 26.58374 TT    Peri. = 339.74883
     e = 0.4916234                    Nodo  = 126.04034 (2000.0)
     q = 1.9106597 UA                 Incl. =  24.49719
     a = 3.7583547 UA  n = 0.13527185     P =   7.29 anni 
da 66 osservazioni 2014 Nov 10 - 2024 Feb 7, residuo medio 0".4.  
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

Le comete gemelle:
483P/PANSTARRS 59-A
483P/PANSTARRS 59-B

Le comete gemelle 483P/PanSTARRS 59 A - 483P/PanSTARRS 59 B denominate anche P/2016 J1 A & P/2016 J1 B, sono 2 comete periodiche con vari passaggi al perielio osservati, appartenenti al gruppo delle comete della fascia principale (MBC).

Immagine CFHT/MegaCam della coppia di asteroidi attivi P/2016 J1 il 6 maggio 2016 10:46 UTC, che si è diviso in due componenti, etichettati "A" e "B". Questa immagine è stata scattata con il filtro GRI a banda larga con un tempo di esposizione di 120 secondi. Di seguito è mostrata una barra della scala di 1 minuto d'arco. La separazione prevista tra i componenti è di 1,88 minuti ).

Origine e dati fisici:
Le due comete gemelle si sono originate a seguito della scissione del nucleo di una cometa avvenuta precedentemente alla loro scoperta, che inizialmente era stimato per essere tra l'aprile 2010 ed il giugno 2012 causata da instabilità rotazionali dovute alla sublimazione di ghiacci da nuove aree della superficie del nucleo originario che potrebbe originare in futuro ulteriori frantumazioni. 
Ma pare che erano già separate nel giugno del 2004, e quindi la frammentazione fosse precedente, queste 2 comete gemelle fanno parte, assieme alla cometa 427P/ATLAS, della famiglia di asteroidi Theobalda formatasi a seguito di una collisione tra asteroidi 7±2 milioni di anni fa.


L'esame fotometrico dei 2 nuclei cometari indica che hanno la stessa composizione ed appartengono alla classe degli asteroidi di tipo C o degli asteroidi di tipo G. Studi fotometrici hanno permesso di stimare i diametri dei 2 nuclei: quello di P/2016 J1-A (PanSTARRS) avrebbe un diametro compreso tra i 280 e i 1800 metri (medio 520m), e quello di P/2016 J1-A (PanSTARRS) tra gli 80 e 800 metri (medio 220m). 


Scoperta e osservazioni:
La cometa, mentre era di magnitudine +21, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS-1 scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 5,46 maggio 2016. Le immagini di conferma, che sono state scattate con il telescopio Canada-France-Hawaii il 6,43 maggio 2016, hanno mostrato una seconda cometa nel campo, che si muoveva in modo identico, che poi è stata designata come componente B. Le 2 comete erano al perielio a circa 2,4 UA nel giugno 2016 a poche ore di distanza, e hanno un periodo di circa 5,6 anni.
CBET 4276 🔐 - MPEC 2016-J90 - NK 3233 - NK 3234 .

Recuperi e pre-scoperte:
Per quanto riguarda i loro passaggi al perielio del 2022: 
 - Per il frammento (A), Marco Micheli riporta il recupero della cometa P/2016 J1-A (PANSTARRS), nelle immagini scattate il 24 dicembre 2020 e in più notti nel 2021 e nel 2022 dall'osservatorio di Mauna Kea (568), ed indicata dal MPC, per questo passaggio, come P/2020 Y6-A
 - Per il frammento (B), Marco Micheli segnala il recupero della cometa P/2016 J1-B (PANSTARRS) nelle immagini scattate il 29, 30 e 31 maggio 2021 dall'Osservatorio di Mauna Kea (568), oltre ad un ulteriore rilevamento, che è stato trovato sulle immagini scattate il 7 luglio UT 2022 dal telescopio Gemini Sud (I11), ed indicata per questo passaggio dal MPC come P/2021 K5-B.
Le comete sono state trovate da Nakano anche in immagini di pre-scoperta del 20 giugno 2004, riprese nell'ambito della Catalina Sky Survey, e relative al ritorno del 2005, inoltre Sam Deen riferisce di immagini di pre-scoperta della cometa riprese nel 2010 da WISE (C51) e nel 2011 da Pan-STARRS 1 (F51), ed indicata per questo passaggio come P/2010 M9.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Syuichi Nakano e Seiichi Yoshida):
Frammento A: _ 15,86 marzo 2005 - _ 1,09 novembre 2010 - _ 24,22 giugno 2016 -
_ 20,66 febbraio 2022 - _ 14,77 novembre 2027 - _ 29,28 luglio 2033 - ecc.
Frammento B: _ 15,74 marzo 2005 - _ 1,01 novembre 2010 - _ 24,11 giugno 2016 - 
_ 20,47 febbraio 2022 - _ 14,45 novembre 2027 - _ 28,74 luglio 2033 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, dalla CBET 5367:

483P/2016 J1-A (PANSTARRS)
                    Epoch = 2005 Mar. 11.0 TT
     T = 2005 Mar. 15.86557 TT        Peri. =  45.59805
     e = 0.2359634                    Node  = 200.37541 (2000.0)   
     q = 2.4153410 AU                 Incl. =  14.35626
       a =  3.1612896 AU   n = 0.17535076   P =   5.62 years

                    Epoch = 2010 Nov. 20.0 TT
     T = 2010 Nov.  1.08713 TT        Peri. =  45.87088
     e = 0.2348393                    Node  = 200.33184 (2000.0)
     q = 2.4195771 AU                 Incl. =  14.35335
       a =  3.1621815 AU   n = 0.17527658   P =   5.62 years

                    Epoch = 2016 June 21.0 TT
     T = 2016 June 24.21905 TT        Peri. =  46.58721
     e = 0.2282575                    Node  = 199.85614 (2000.0)
     q = 2.4479989 AU                 Incl. =  14.33013
       a =  3.1720411 AU   n = 0.17446000   P =   5.65 years

                    Epoch = 2022 Mar.  2.0 TT
     T = 2022 Feb. 20.66426 TT        Peri. =  46.98806
     e = 0.2277366                    Node  = 199.81128 2000.0
     q = 2.4496763 AU                 Incl. =  14.32870
       a =  3.1720735 AU   n = 0.17445733   P =   5.65 years

                    Epoch = 2027 Nov. 11.0 TT
     T = 2027 Nov. 14.76910 TT        Peri. =  50.40485
     e = 0.2209317                    Node  = 198.73356 (2000.0)
     q = 2.4838098 AU                 Incl. =  14.19743
       a =  3.1881796 AU   n = 0.17313700   P =   5.69 years

                    Epoch = 2033 July 22.0 TT
     T = 2033 July 29.27836 TT        Peri. =  50.89357
     e = 0.2211751                    Node  = 198.68620 (2000.0)
     q = 2.4824343 AU                 Incl. =  14.19692
       a =  3.1874099 AU   n = 0.17319972   P =   5.69 years

483P/2016 J1-B (PANSTARRS)
                    Epoch = 2005 Mar. 11.0 TT
     T = 2005 Mar. 15.74615 TT        Peri. =  45.57086
     e = 0.2359512                    Node  = 200.37484 (2000.0)   
     q = 2.4154351 AU                 Incl. =  14.35742
       a =  3.1613623 AU   n = 0.17534471   P =   5.62 years

                    Epoch = 2010 Nov. 20.0 TT
     T = 2010 Nov.  1.01424 TT        Peri. =  45.85305
     e = 0.2348116                    Node  = 200.33128 (2000.0)
     q = 2.4196650 AU                 Incl. =  14.35451
       a =  3.1621822 AU   n = 0.17527652   P =   5.62 years

                    Epoch = 2016 June 21.0 TT
     T = 2016 June 24.11589 TT        Peri. =  46.57644
     e = 0.2282189                    Node  = 199.85585 (2000.0)
     q = 2.4480697 AU                 Incl. =  14.33130
       a =  3.1719740 AU   n = 0.17446553   P =   5.65 years

                    Epoch = 2022 Mar.  2.0 TT
     T = 2022 Feb. 20.47538 TT        Peri. =  46.98588
     e = 0.2276851                    Node  = 199.81101 (2000.0)
     q = 2.4497382 AU                 Incl. =  14.32988
       a =  3.1719421 AU   n = 0.17446816   P =   5.65 years

                    Epoch = 2027 Nov. 11.0 TT
     T = 2027 Nov. 14.44795 TT        Peri. =  50.41359
     e = 0.2208816                    Node  = 198.73330 (2000.0)
     q = 2.4838097 AU                 Incl. =  14.19849
       a =  3.1879745 AU   n = 0.17315371   P =   5.69 years

                    Epoch = 2033 July 22.0 TT
     T = 2033 July 28.73636 TT        Peri. =  50.90973
     e = 0.2211160                    Node  = 198.68597 (2000.0)
     q = 2.4824190 AU                 Incl. =  14.19799
       a =  3.1871485 AU   n = 0.17322103   P =   5.69 years
Diagramma orbitale - JPL - Componente A - Componente B ).
_________________________________________
_________________________________________

484P/SPACEWATCH 9

La 484P/Spacewatch 9, denominata anche P/2005 XR132, è un oggetto che può essere considerato sia una cometa periodica gioviana (JFC), oppure un asteroide attivo della Fascia Principale (MBC).
Questo asteroide esterno della fascia principale è stato scoperto dal team di Spacewatch il 5,47 dicembre 2005. Aveva il perielio a circa 2,1 UA, con periodo di circa 7,3 anni. 
L'Osservatorio di Lulin riferisce in ATel 14522 del 7 aprile 2021, che una coda era presente nelle immagini scattate il 5 e 6 aprile 2021, suggerendo che l'attività fosse iniziata circa 100 giorni prima. 
Le immagini però non mostravano se fosse presente anche una chioma, quindi c'era il dubbio che la coda potesse derivare da un evento di impatto. Sam Deen ha riferito che la distanza del perielio sta lentamente diminuendo dal 1200, quando era di circa 3,6 UA, e prima di allora era in un'orbita di tipo quasi-Hilda.
Infine si riporta nel luglio 2023, la scoperta dell'attività cometaria associata al pianeta minore 2005 XR132, una scoperta facilitata dal programma partner della NASA Active Asteroids, ospitato sulla piattaforma online Citizen Science di Zooniverse. I volontari hanno identificato l'attività in un'immagine della Dark Energy Camera del 26 marzo 2021 UT, e la successiva indagine ha trovato ulteriori immagini con prove di attività nei dati della Zwicky Transient Facility che coprono il periodo dal 3 gennaio al 31 marzo 2021, confermando quindi la natura cometaria dell'oggetto.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 16 maggio 2006 - _ 11 agosto 2013 - _ 26 novembre 2020 - _ 10 marzo 2028 - _ 2 giugno 2035 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5360:

                    Epoca = 2006 Maggio 25.0 TT
     T = 2006 Maggio 16.84264 TT      Peri. = 238.11049
     e = 0.4218117                    Nodo  = 270.47557 (2000.0)   
     q = 2.1704165 UA                 Incl. =  15.70731
     a = 3.7538231 UA  n = 0.13551687     P =   7.27 anni

                    Epoca = 2013 Agosto 16.0 TT
     T = 2013 Agosto 11.28404 TT      Peri. = 240.82749
     e = 0.4336945                    Nodo  = 265.46614 (2000.0)
     q = 2.1272255 UA                 Incl. =  14.48383
     a = 3.7563212 UA  n = 0.13538171     P =   7.28 anni

                    Epoca = 2020 Novembre 7.0 TT
     T = 2020 Novembre 26.95550 TT    Peri. = 240.92175
     e = 0.4322784                    Nodo  = 265.39608 (2000.0)
     q = 2.1372926 UA                 Incl. =  14.46847
     a = 3.7646843 UA  n = 0.13493084     P =   7.30 anni

                    Epoca = 2028 Marzo 10.0 TT
     T = 2028 Marzo 10.52852 TT       Peri. = 240.94746
     e = 0.4336750                    Nodo  = 265.33613 (2000.0)
     q = 2.1268054 UA                 Incl. =  14.47622
     a = 3.7554502 UA  n = 0.13542881     P =   7.28 anni

                    Epoca = 2035 giugno 2.0 TT
     T = 2035 giugno 10.92728 TT      Peri. = 240.91152
     e = 0.4356644                    Nodo  = 265.19931 (2000.0)
     q = 2.1138421 UA                 Incl. =  14.49443
     a = 3.7457182 UA  n = 0.13595696     P =   7.25 anni
da 110 osservazioni 2005 Dic 5 - 2021 Mag 14, residuo medio 0".4.  
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

485P/SHEPPARD-THOLEN 3

La 485P/Sheppard-Tholen 3, denominata anche P/2006 AH2 e P/2022 U6, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Un oggetto ritenuto di natura asteroidale, è stato segnalato da David J. Tholen come possibile cometa nelle immagini scattate con Scott S. Sheppard, il 28 ottobre 2022 UT dal telescopio Subaru (T09), in seguito collegato dall'MPC con il pianeta minore 2006 AH2 scoperto dalla Mt. Lemmon Survey il 2 gennaio 2006. Tholen ha notato una chioma di 1" e una coda di 13" in PA 260°.
Come Asteroide gli era stata assegnata una magnitudine assoluta (H) di +15,68.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida & da Nakano):
_ 12 ottobre 2005 - _ 24 agosto 2023 - _ 20 luglio 2041 - _ 25 marzo 2059 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5387:

                    Epoch = 2005 Sept.27.0 TT
     T = 2005 Oct. 12.17657 TT        Peri. = 196.18226
     e = 0.4171851                    Node  = 261.87312 2000.0   
     q = 4.0019333 AU                 Incl. =  10.00693
       a =  6.8665598 AU   n = 0.05477662   P =  17.99 years

                    Epoch = 2023 Sept.13.0 TT
     T = 2023 Aug. 24.41259 TT        Peri. = 195.96727
     e = 0.4170043                    Node  = 261.64856 2000.0
     q = 3.9908604 AU                 Incl. =  10.01654
       a =  6.8454372 AU   n = 0.05503035   P =  17.91 years

                    Epoch = 2041 July 20.0 TT
     T = 2041 July  5.57238 TT        Peri. = 196.14775
     e = 0.4165610                    Node  = 261.67532 2000.0
     q = 3.9708234 AU                 Incl. =  10.03276
       a =  6.8058935 AU   n = 0.05551065   P =  17.76 years

                    Epoch = 2059 Mar.  8.0 TT
     T = 2059 Mar. 25.41185 TT        Peri. = 196.18413
     e = 0.4119071                    Node  = 261.29836 2000.0
     q = 4.0116199 AU                 Incl. =  10.01248
       a =  6.8214055 AU   n = 0.05532141   P =  17.82 years
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

Comete in attesa di numerazione ufficiale:
( Si tratta di 10 comete con 2 passaggi al perielio recenti di cui si attende l'ufficialità ).
_________________________________________
_________________________________________

P/LEONARD 3

La P/Leonard 3, denominata anche P/2018 L5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC). 
La cometa è stata immessa nell'orbita in cui è stata scoperta da 2 passaggi ravvicinati a Giove a circa 0,4 UA nel 1978 e nel 2014.
Gregory J. Leonard ha scoperto la cometa con una magnitudine di +19, nelle immagini del Mt. Lemmon Survey scattate con il riflettore da 1,5m il 14,42 giugno 2018, ed è stata inserita nel PCCP come ZLB3D4BLa cometa era al perielio a circa 2,3 UA nel maggio 2018, ed aveva un periodo di circa 6,9 anni.
Nel 2024 è stata recuperata presso il Centro Astronómico Hispano en Andalucía (Z84), e confermata dall'osservatorio Sutherland-LCO B (K92), mentre si dirige verso il passaggio al perielio del 2025.
CBET 4528 🔐 - MPEC 2018-N04 - AVB-2018L5 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 4 maggio 2018 - _ 3 aprile 2025 - _ 27 febbraio 2032 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 Maggio 2.0 TT = JDT 2458240.5
T 2018 Maggio 4.48353 TT                         da Williams
q   2.3033490 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14286538     Peri.   93.63902     +0.67894363     +0.73378677
a   3.6239710 UA   Nodo   219.15869     -0.68798364     +0.62428799  
e   0.3644130      Incl.    2.20916     -0.25634753     +0.26799529
P   6.899 anni 
da 185 osservazioni 2018 Giu 8 - 2019 Dic 19, residuo medio 0".5.
Passaggio del 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 5203:
     Epoca = 2025 Marzo 26.0 TT
     T(per)= 2025 Aprile 3.83892  +/- 0.00211 (m.e.) TT 
     Peri. =   93.94473           +/- 0.00045
     Nodo  =  219.02574           +/- 0.00041   (2000.0)   
     Incl. =    2.20945           +/- 0.00001
        q  =    2.3089227         +/- 0.0000052 UA
        e  =    0.3635973         +/- 0.0000011
        a  =    3.6280845         +/- 0.0000104 UA
        n' =    0.14262248        +/- 0.00000061
        P  =    6.911             +/- 0.0000296 anni
    Previsione per il 2032:

T(per)= 2032 Febbraio 27.27026 TT   Epoca =  2032 Febbraio 18.0 TT   
Peri. =  93.54926                       e =    0.3616603
Nodo  = 218.91670    (2000.0)           a =    3.6348207 UA
Incl. =   2.20768                       n'=    0.14222619
    q =   2.3202502 UA                  P =    6.930 anni 
da 198 osservazioni dal 2018 al 2024. residuo medio +/- 0.57".  
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/NANSHAN-HAHN

La P/Nanshan-Hahn, denominata anche come asteroide 2024 FG9, è una possibile cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, che quindi apparterrebbe alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Scoperta inizialmente dall'osservatorio di Nanshan in Cina da Xio Liao su immagini scattate l'8 e 9 marzo 2024, in seguito ed indipendentemente, è stata segnalata per la prima volta come asteroide candidato sulla NEOCP da Robson Henrique Dos Santos Hahn su immagini scattate in remoto presso l'Osservatorio Proxima Centauri (Y89) il 10 aprile 2024 UT, e mentre si trovava sulla NEOCP, sono state ritrovate osservazioni di pre-scoperta fino al 21 marzo 2024 UT nell'ambito della Mt. Lemmon Survey, quindi come asteroide è stato designato 2024 FG9 e pubblicato sulla MPEC 2024-G199, Successivamente, è stato segnalato come una possibile cometa da Alan Hale a causa della sua particolare orbita il 16 aprile 2024. 
Poi infine le 2 osservazioni sono state collegate quando le immagini di conferma di Sam Deen hanno suggerito una possibile chioma e coda, ma hanno anche perfezionato la sua orbita come una cometa di breve periodo di circa 6 anni, ed in seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta, da vari osservatori, fino a quelle ZTF del 29 marzo 2018 e cioè prima del precedente passaggio al perielio. 
Maik Meyer fa notare che dal 1999 in poi, ha subito una serie di incontri con Giove che hanno progressivamente ridotto la sua distanza del perielio rendendola più attiva, come quello del 17 settembre 2009 a 0,4213 UA e quello del 30 aprile 2021 a 0,20261 UA.

Andrea Aletti  - Schiaparelli Southern Observatory, Hakos ).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (MPC, JPL e CBET):
_ 22 marzo 2018 - _ 20 maggio 2024 - _ 8 aprile 2030 - _ 18 giugno 2036 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Minor Planet Center da Rudenko:

PASSAGGIO AL PERIELIO DEL 2018:
Epoca 2018 Marzo 23.0 TT = JDT 2458200.5 T(per) 2018 Marzo 22.15494 TT q 1.7134945 UA (2000.0) P Q n 0.16423042 Peri. 184.47815 -0.71791386 -0.68686853 a 3.3024302 UA Nodo 311.45964 +0.64328769 -0.59244808 e 0.4811414 Incl. 8.68676 +0.26604630 -0.42097137 P 6.00 anni
PASSAGGIO AL PERIELIO DEL 2024:
Epoca 2024 Maggio 10.0 TT = JDT 2460440.5 
T(per) 2024 Maggio 20.33999 TT 
q   1.5963737 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.16774574     Peri.  245.90699     -0.75375681     -0.65651784 
a   3.2561299 UA   Nodo   253.04463     +0.61336521     -0.68706842  
e   0.5097328      Incl.    1.73115     +0.23586818     -0.31132189 
P   5.88 anni
da 98 osservazioni 2018 Mar 29 - 2024 Mag 26, residuo medio 0".6. 
Dalla CBET 5401:
                    Epoca = 2030 Aprile 9.0 TT
     T = 2030 Aprile 8.89452 TT       Peri. = 246.16002
     e = 0.5094058                    Nodo  = 252.89198 (2000.0)
     q = 1.5980914 UA                 Incl. =   1.73047
     a = 3.2574607 UA  n = 0.16764295     P =   5.88 anni

                    Epoca = 2036 luglio  6.0 TT
     T = 2036 giugno 18.54697 TT      Peri. = 351.94100
     e = 0.4622931                    Nodo  = 148.08963 (2000.0)
     q = 1.8177998 UA                 Incl. =   8.31473
     a = 3.3806520 UA  n = 0.15856356     P =   6.22 anni

Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 163

La P/PanSTARRS 163, denominata anche P/2010 T8 e P/2017 R2, è una cometa periodica con 3 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), e nel sottogruppo delle comete Quasi-Hilda (QHC).
Robert Weryk riporta la scoperta di questa cometa in quattro immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chrétien da 1,8m, dalla squadra di Pan-STARRS-1 (F51) il 3,52 luglio 2024 UT, dove si evidenziano una chioma di 0".2 molto condensata e una coda dritta da 5" in un angolo di posizione di 245 gradi. Poi è stata pubblicata sulla PCCP come P11W7zA.
Ulteriori osservazioni di pre-scoperta sono state segnalate fino al mese di giugno del 2009, quindi per i 2 passaggi al perielio precedenti, con una coda osservabile per ogni passaggio osservato.
Dai calcoli di Syuichi Nakano la cometa è passata a 0,23 UA da Giove il 4 novembre 1989 e passerà 
a 0,85 UA da Giove il 20 gennaio 2049, e questo passaggio aumenterà il periodo orbitale a 8,0 anni, con la distanza del perielio che si sposta a q = 2,73 UA.

Foto di Graziano Ventre ).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalla CBET 5411):
_ 5 luglio 1994 - _ 13 gennaio 2002 - _ 23 luglio 2009 - _ 1 gennaio 2017 - _ 31 maggio 2024 -
_ 18 ottobre 2031 - _ 18 marzo 2039 - _ 22 agosto 2046 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5411:

                    Epoch = 1994 June 17.0 TT
     T = 1994 July  5.08186 TT        Peri. =  48.07454
     e = 0.3487920                    Node  = 245.99366 (2000.0)   
     q = 2.4966385 AU                 Incl. =   7.78051
       a =  3.8338571 AU   n = 0.13129560   P =   7.51 years

                    Epoch = 2002 Jan.  6.0 TT
     T = 2002 Jan. 13.59174 TT        Peri. =  48.20307
     e = 0.3471843                    Node  = 245.90766 2000.0
     q = 2.5099879 AU                 Incl. =   7.77136
       a =  3.8448644 AU   n = 0.13073219   P =   7.54 years

                    Epoch = 2009 July 28.0 TT
     T = 2009 July 23.18056 TT        Peri. =  48.23299
     e = 0.3489598                    Node  = 245.83919 2000.0
     q = 2.4993989 AU                 Incl. =   7.77159
       a =  3.8390853 AU   n = 0.13102749   P =   7.52 years

                    Epoch = 2017 Jan.  7.0 TT
     T = 2017 Jan.  1.52308 TT        Peri. =  48.58539
     e = 0.3574490                    Node  = 245.15055 2000.0
     q = 2.4384660 AU                 Incl. =   7.79164
       a =  3.7949767 AU   n = 0.13331850   P =   7.39 years

                    Epoch = 2024 June 19.0 TT
     T = 2024 May  31.05837 TT        Peri. =  48.88492
     e = 0.3571240                    Node  = 245.04642 2000.0
     q = 2.4403745 AU                 Incl. =   7.78981
       a =  3.7960268 AU   n = 0.13326318   P =   7.40 years

                    Epoch = 2031 Oct. 21.0 TT
     T = 2031 Oct. 18.60421 TT        Peri. =  48.42223
     e = 0.3558314                    Node  = 245.00450 2000.0
     q = 2.4496088 AU                 Incl. =   7.78362
       a =  3.8027449 AU   n = 0.13291019   P =   7.42 years

                    Epoch = 2039 Apr.  2.0 TT
     T = 2039 Mar. 18.10616 TT        Peri. =  48.42908
     e = 0.3538584                    Node  = 244.91440 2000.0
     q = 2.4608856 AU                 Incl. =   7.77034
       a =  3.8085858 AU   n = 0.13260456   P =   7.43 years

                    Epoch = 2046 Aug.  3.0 TT
     T = 2046 Aug. 22.11243 TT        Peri. =  48.63029
     e = 0.3552758                    Node  = 244.85536 2000.0
     q = 2.4499486 AU                 Incl. =   7.77771
       a =  3.7999950 AU   n = 0.13305449   P =   7.41 years
da 35 osservazioni 27 giugno 2009 - 9 luglio 2024, residuo medio 0".3. 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/SIDING SPRING 5

La P/Siding Spring 5, denominata anche P/2012 US27, è una cometa periodica, con 2 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC).
Questa cometa, che era ritenuta un insolito asteroide con una magnitudine di +19,1, è stata scoperta durante il Siding Spring Survey con l'Uppsala Schmidt da 0,5m il 17,58 ottobre 2012 dal team guidato da Robert H. McNaught. A novembre, ulteriori osservazioni fatte sempre a Siding Spring hanno mostrato che aveva caratteristiche cometarie ed è stata riclassificata. [MPEC 2012-U4920 ottobre 2012, orbita di 2,5 giorni]. Aveva un periodo di circa 11,8 anni, e il perielio era a circa 1,8 UA nel febbraio 2013. L'orbita ha un parametro di Tisserand di 2,20 rispetto a Giove.
Recuperata il 5 luglio 2024 da Martin Masek, presso l'osservatorio I47
I residui per le osservazioni di recupero sono +7'.7 per l'Ascensione Retta e +13'.1 per la declinazione, rispetto alla previsione nella nota NK 2665 di Nakano, rendendo necessaria la correzione con delta-T= -0,67 giorni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 8 febbraio 2013 - _ 20 ottobre 2024 - _ 14 giugno 2036 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 5249:

T(per)= 2013 Febbraio 8.55626 TT Epoca = 2013 gennaio 28.0 TT Peri. = 1.26921 e = 0.6485981 Node = 49.20681 (2000.0) a = 5.1816394 AU Inc. = 39.29244 n'= 0.08356094 q = 1.8208380 AU P = 11.795 years

Epoca = 2024 Ottobre 17.0 TT T(per)= 2024 Ottobre 20.65312 +/- 0.00023 (m.e.) TT Peri. = 0.86510 +/- 0.00009 Nodo = 49.21129 +/- 0.00002 (2000.0) Incl. = 39.36980 +/- 0.00002 q = 1.8149865 +/- 0.0000009 UA e = 0.6486262 +/- 0.0000002 a = 5.1654007 +/- 0.0000036 UA n' = 0.08395529 +/- 0.00000009 P = 11.740 +/- 0.0000124 anni

Previsione per il 2036: T(per)= 2036 giugno 14.70721 TT Epoca = 2036 Maggio 27.0 TT Peri. = 0.47599 e = 0.6488395 Nodo = 49.22188 (2000.0) a = 5.1520290 UA Incl. = 39.43194 n'= 0.08428235 q = 1.8091891 UA P = 11.694 anni

da 302 osservazioni 2012 Ott 17 - 2024 Lug 6, residuo medio 0".44.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/PANSTARRS 132

La P/PanSTARRS 132 denominata anche P/2020 MK4, è una cometa periodica che appartiene sia alla famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC), e sia al gruppo dei Centauri (CTC).
La sua evoluzione orbitale è molto caotica e questa cometa potrebbe essere espulsa dal Sistema Solare durante i prossimi 200.000 anni. La cometa ha sperimentato passaggi relativamente ravvicinati con la 29P in passato, a volte quando erano satelliti gioviani temporanei.

Dati fisici:
Un limite inferiore per la grandezza assoluta del nucleo è Hg =11.30 ± 0.03 che, per un albedo nell'intervallo 0,1—0,04, fornisce un limite superiore per la sua dimensione nell'intervallo di 23–37 km.
Gli indici di colore della cometa sono: ( g′ – r′ ) =0,42 ± 0,04 e ( r′ – i′ ) =0,17 ± 0,04 . 
Questo indica che il nucleo della cometa ha un colore neutro o grigio e presenta una chioma debole e compatta simile a una cometa. [Link - PDF] .


Scoperta ed osservazioni:
Questo oggetto è stato scoperto dal team di PanSTARRS il 24,50 giugno 2020 mentre era di 20a magnitudine, con osservazioni pre-scoperta sempre di PanSTARRS e dello ZTF fino al 14 giugno. Si trova in un'orbita a bassa eccentricità con perielio esterno a quello di Giove a circa 6.1 UA. 
Dalla sua scoperta la magnitudine è oscillata, si è illuminato fino alla magnitudine +19, e si è indebolito fino alla magnitudine +24. Questo mostra che come la cometa 29P/ ha una magnitudine assoluta variabile, quindi potrebbe benissimo mostrare un'attività cometaria. Matt Dawson ha attirato per primo l'attenzione su questo particolare oggetto.
È stato formalmente confermato come una cometa il 20 novembre 2022 con un rapporto secondo cui Hirohisa Sato aveva rilevato attività cometaria già il 24 agosto 2020, con altri astrometristi che hanno notato attività cometaria tra il 2 settembre 2021 e 29 ottobre 2022. La cometa non raggiungerà il suo perielio di 6,1 UA fino al mese di giugno del 2027 e ha un periodo di circa 16 anni. La cometa è passata alla distanza di 1,24 UA da Giove nel dicembre 2020, il che ha apportato un cambiamento sostanziale all'argomento del perielio grazie alla bassa eccentricità dell'orbita. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dal sito di Seiichi Yoshida, e del CBET):
_ 18 settembre 2016 - _ 17 giugno 2027 - _ 24 febbraio 2043 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Central Bureau Electronic Telegrams:

                    Epoca = 2016 Settembre 9.0 TT
     T = 2016 Settembre 18.30133 TT   Peri. = 199.54417
     e = 0.0433682                    Nodo  =   4.96322 (2000.0)
     q = 6.0390160 UA                 Incl. =   6.69876
     a = 6.3127902 UA  n = 0.06214011     P =  15.86 anni

                    Epoca = 2027 giugno 4.0 TT
     T = 2027 giugno 17.42375 TT      Peri. =  97.52478
     e = 0.0161466                    Nodo  =   0.64841 (2000.0)     
     q = 6.1270803 UA                 Incl. =   6.78039
     a = 6.2276355 UA  n = 0.06341899     P =  15.54 anni

                    Epoca = 2043 Marzo 12.0 TT
     T = 2043 Febbraio 24.67729 TT    Peri. = 103.24221
     e = 0.0156714                    Nodo  =   0.54051 (2000.0)
     q = 6.0764254 UA                 Incl. =   6.79207
     a = 6.1731678 UA  n = 0.06426018     P =  15.34 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/PANSTARRS 88

La P/PANSTARRS 88, denominata anche P/2019 A3, è una cometa periodica che appartiene al gruppo delle comete della Fascia principale (MBC).
La cometa, mentre era di 22a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 3,27 gennaio 2019. In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta da PanSTARRS 1 l'8, 11 e 21 agosto 2018 e PanSTARRS 2 il 10, 18 ottobre e 13 novembre 2018. Era stato inserito nel PCCP come P10KTLx. La cometa aveva un periodo di circa 5,6 anni, ed era al perielio a circa 2,3 UA nell'agosto del 2018. CBET 4598 - MPEC 2019-A166 .
La cometa per il seguente passaggio del 2024 è già stata recuperata dal Gemini South Observatory, il 14 marzo 2022, con immagini di pre-recupero del solito osservatorio dell'8 e del 14 marzo 2021. 
Sono attese nuove osservazioni fino al suo perielio.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 1 agosto 2018 - _ 2 marzo 2024 - _ 24 settembre 2029 - _ 15 aprile 2035 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2022 gennaio 21.0 TT = JDT 2459600.5 
T 2024 Marzo 2.28876 TT                          da Rudenko 
q   2.3093745 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.17663742     Peri.  325.55322     +0.98797355     +0.07035833 
a   3.1459193 UA   Nodo    31.29195     +0.02501799     +0.80600339  
e   0.2659143      Incl.   15.37235     -0.15258559     +0.58771442 
P   5.58 anni 
da 59 osservazioni 2018 Ago 8 - 2022 Apr 1, residuo medio 0".3.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 4755:
T     = 2029 Settembre 24.29774 TT  Epoca = 2029 Settembre 21.0 TT
Peri. = 325.58018                       e =    0.2706335
Nodo  =  31.03705    (2000.0)           a =    3.1387219 UA
Incl. =  15.38061                       n'=    0.17724533
    q =   2.2892788 UA                  P =    5.561 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 6

La P/PanSTARRS 6, denominata anche P/2012 B1, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, di cui quello del 1997 in immagini di pre-scoperta, e quindi dovrebbe essere in attesa di ricevere la numerazione ufficiale da parte del MPC che sembra essersene dimenticato, appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno.
Il team di Pan-STARRS 1 ha scoperto questa cometa di 20a magnitudine, il 25,52 gennaio 2012, poi sono state trovate immagini di pre-scoperta, nelle riprese dell'Università di Szeged (Konkoly) dal 31 dicembre 2011.Infine a seguito di miglioramenti nell'orbita, la cometa è stata localizzata nelle osservazioni effettuate dal programma NEAT del JPL nel 1997. Ha raggiunto il perielio a circa 3,8 UA nel luglio 2013, ed aveva un periodo di circa 17 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 12 febbraio 1997 - _ 23 luglio 2013 - _ 5 marzo 2030 - _ 29 gennaio 2047 - _ 17 novembre 2063 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoch 1997 Febbraio 1.0 TT = JDT 2450480.5
T 1997 Febbraio 12.68718 TT                       da MPCW
q   3.8320344 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05950573     Peri.  162.76887     -0.94340162     +0.32219719
a   6.4977578 UA   Nodo    36.33022     -0.31777831     -0.81031004  
e   0.4102528      Incl.    7.62676     -0.09492275     -0.48947585
P  16.6 anni 
da 1136 osservazioni 1997 Giu 1 - 2015 Giu 10, residuo medio 0".5.
Epoca 2013 Luglio 7.0 TT = JDT 2456480.5
T 2013 Luglio 23.11047 TT                         da MPCW
q   3.8251548 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05958138     Peri.  162.17677     -0.94742208     +0.31023762
a   6.4922566 UA   Nodo    36.19683     -0.30736610     -0.81421167  
e   0.4108128      Incl.    7.62724     -0.08898022     -0.49072596
P  16.5 anni 
Previsione per il 2030, da Syuichi Nakano, NK 2368R:
T     = 2030 Marzo 5.03721 TT       Epoca = 2030 Febbraio 28.0 TT
Peri. = 161.77683                       e =    0.4137820
Nodo  =  36.21937    (2000.0)           a =    6.5729450 UA
Incl. =   7.60490                       n'=    0.05848764
    q =   3.8531789 UA                  P =   16.852 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PRUYNE 1

La P/Pruyne 1, denominata anche P/2019 X1, è una cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati che non è ancora stata numerata ufficialmente, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Theodore A, Pruyne ha scoperto questa cometa mentre era di 19a magnitudine, nelle immagini della Mt Lemmon Survey scattate con il riflettore da 1,5m il 2,37 dicembre 2019, mostrava una chioma di 15" e una coda di ~16" in PA ~260 gradi, ed è poi stata inserita nel PCCP come C1HKHZ2. 
La notte seguente David Rankin la osserva con il riflettore da 1.0m +CCD all'Osservatorio Steward sul Monte Lemmon notando che l'oggetto aveva una chioma diffusa di 12''. 
La cometa era al perielio a circa 4,3 UA nel luglio 2019, e ha un periodo di circa 15,3 anni, la sua orbita ha un semiasse maggiore di circa 6,15 UA, tra Giove e Saturno, con un'inclinazione di circa 10,3°, ed una bassa eccentricità di circa 0,30.
Ci sono immagini di pre-scoperta del 2003 e relative al precedente passaggio al perielio del 2004, ma su di esse permangono dubbi, anche se tali osservazioni sono state utilizzate nei calcoli orbitali sia del JPL e pure dello stesso Minor Planet Center, e quindi la cometa avrebbe potuto essere già numerata.
CBET 4702 🔐 - MPEC 2019-X103 - AVB-2019X1 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2004 Marzo 16.0 TT = JDT 2453080.5 
T(per) 2004 Marzo 13.30654 TT                    da Rudenko 
q   4.3318477 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.06373723     Peri.   37.29069     +0.16048329     -0.97933044 
a   6.2068882 UA   Nodo    43.86188     +0.85736991     +0.07651233  
e   0.3020903      Incl.   10.23426     +0.48904186     +0.18723715 
P  15.5 anni 
da 117 osservazioni 2003 Nov 21 - 2020 Mag 5, residuo medio 0".5. 
Epoca 2019 luglio 16.0 TT = JDT 2458680.5
T(per) 2019 luglio 22.33600 TT                   da Rudenko
q   4.3055217 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06424975     Peri.   36.92062     +0.16912810     -0.97789452
a   6.1738361 UA   Nodo    43.72698     +0.85643054     +0.08407525
e   0.3026181      Incl.   10.24634     +0.48777292     +0.19145145
P  15.3 anni 
     Previsione per il 2034 da Syuichi Nakano, nota NK 4175:

T(per)= 2034 Dicembre 12.54573 TT   Epoca = 2034 Dicembre 24.0 TT
Peri. =  37.05329                       e =    0.3026736
Nodo  =  43.60685    (2000.0)           a =    6.2041335 UA
Incl. =  10.23355                       n'=    0.06377969
    q =   4.3263063 UA                  P =   15.453 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/2009 DQ118 (SPACEWATCH 8)

La P/Spacewatch 8, denominata anche P/2009 DQ118, è una cometa periodica che prima era ritenuta un asteroide, con 3 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo delle comete Quasi-Hilda (QHC).
Fu scoperta il 27,23 febbraio 2009 dal team di Spacewatch con il telescopio da 0.9m a Kitt Peak, ed inizialmente fu ritenuta un asteroide.
Fu recuperata al seguente passaggio al perielio dal team di PanSTARRS 1 l'11,61 febbraio 2016.
Al Terzo passaggio al perielio fu recuperata il 9,33 febbraio 2022, dal team di PanSTARRS 2.


Determinazione dell'attività cometaria:
E' stata scoperta, in due periodi differenti, attività cometaria sull'asteroide quasi-Hilda 2009 DQ118
Attraverso il progetto Citizen Science, partner della NASA, Active Asteroids, i volontari hanno classificato le immagini d’archivio di 2009 DQ118 come mostranti attività cometaria. 
Eseguendo una ricerca approfondita di immagini d'archivio, abbiamo trovato oltre 20 immagini dall'8 al 9 marzo 2016 UT, con chiari segni di una coda simile a una cometa. 
Abbiamo quindi effettuato osservazioni di conferma di 2009 DQ118 utilizzando il telescopio Astrophysical Research Consortium da 3,5m presso l'Osservatorio di Apache Point (Sunspot, New Mexico, USA), ed il telescopio Magellan Baade da 6,5 m presso l'Osservatorio di Las Campanas (Cile), e queste immagini hanno rivelato una seconda fase di attività associata al seguente passaggio al perielio del 22 aprile 2023 UT di 2009 DQ118. 
Abbiamo quindi eseguito l'analisi fotometrica della coda e abbiamo scoperto che aveva, nei 2 periodi, una lunghezza apparente, e una luminosità superficiale simili. Abbiamo anche fatto calcoli riguardo la storia e il futuro orbitale di 2009 DQ118 attraverso simulazioni dinamiche, e queste simulazioni mostrano che 2009 DQ118 è attualmente un quasi-Hilda e che sperimenta spesso incontri ravvicinati con Giove anche se nei prossimi 150 non passerà mai sotto 1,1 UA. 
Da queste simulazioni si è determinato che 2009 DQ118 si trova attualmente al confine tra le orbite degli asteroidi e quelle delle comete. Inoltre, è stata probabilmente una cometa della famiglia di Giove o un Centauro per gran parte degli ultimi 10 mila anni e si troverà in queste stesse regioni per la maggior parte dei prossimi 10 mila. Poiché entrambe le epoche di attività rilevate si sono verificate vicino al perielio, l'attività osservata è coerente con la sublimazione dei ghiacci volatili. 
2009 DQ118 è stato osservabile fino a circa metà ottobre 2023, ma ulteriori osservazioni aiuterebbero a caratterizzare l'attività osservata.

Ingrandimento ).

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 12 ottobre 2009 - _ 16 luglio 2016 - _ 22 aprile 2023 - _ 25 gennaio 2030 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460200.5 (2023-Sep-13.0) TDB

e	0.3203556203039835
a	3.575740432512755	UA
q	2.430231888209097	UA
inclin.	9.390939857593676	deg
nodo	344.6539568694864	deg
periel.	252.1918752314928	deg
M	20.90662661002023	deg
T(per)	2023-Apr-22.57367625	TDB
periodo	6.761719958665955	anni   
n	0.145765617238312	deg/d
Q	4.721248976816412	UA
da 36 osservazioni in 4730 giorni (12.95 anni). 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/CATALINA 23

La P/Catalina 23, denominata anche P/(551023) 2012 UQ192, è una cometa periodica con già 3 passaggi al perielio osservati, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).

Studi scientifici:
Sono state scoperte prove di attività cometaria su (551023) 2012 UQ192 (Scoperto dalla Catalina Sky Survey, e designato in seguito anche 2019 SN40), che quindi viene classificata dinamicamente come una cometa della famiglia di Giove (JFC).
L'attività sulla P/(551023) 2012 UQ192 (Catalina), è stata riconosciuta per la prima volta dai volontari del progetto ''Active Asteroids Citizen Science'', partner della NASA - National Aeronautics and Space Administration
Attraverso l'esame dei dati delle immagini d'archivio, è stato trovato un totale di circa 30 immagini che presentano una forte evidenza di attività vicino al perielio durante due orbite separate. 2012 UQ 192 è degno di nota in quanto è stato riscontrato attivo in modo ricorrente. 
Quando 2012 UQ 192 si avvicinerà al suo prossimo passaggio al perielio, nel settembre del 2027, si prevede che si riattiverà e sarà un soggetto privilegiato per le osservazioni di conferma.
LINK:


Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ inizio giugno 2006 - _ primi di luglio 2013 - _ 10 agosto 2020 - _ metà settembre 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460200.5 (2023-Sep-13.0) TDB

e 0.4811723027025963
a 3.69270550732928 UA
q 1.915877895165092 UA
inclin. 16.61569947866707 deg
nodo 59.43875362915868 deg
periel. 70.26166390988712 deg
M 156.7243938078888 deg
T(per) 2020-Aug-10.63518346 TDB
periodo 7.096189644706035       anni
n 0.1388951441148226 deg/d   
Q 5.46953311949347 UA

da 136 osservazioni in 5693 giorni (15.59 anni)   
Prima 2005-11-05 - Ultima 2021-06-07
Residuo medio 0.71".
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

Comete di cui si attende a breve il recupero:
( Si tratta di 73 comete di cui è previsto il secondo passaggio al perielio dopo quello della scoperta, entro i prossimi anni indicati in sequenza, sono citate a parte, anche le 24 comete che nei precedenti passaggi non sono state recuperate ).
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2024:
_____________________________________

P/PANSTARRS 1

La P/PANSTARRS 1, denominata anche P/2010 T2, è una cometa periodica, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Il sondaggio PANSTARRS ha scoperto questa, che è la sua prima cometa il 6,43 ottobre 2010, quando Richard Wainscoat ha notato un oggetto diffuso di magnitudine +21 tra quelli identificati dal sistema di elaborazione degli oggetti in movimento. Ha poi trovato altre immagini del giorno successivo ed è stata confermata dopo la pubblicazione sul NEOCP. La cometa aveva un periodo di circa 13 anni, e il perielio era a circa 3,7 UA nel mese di luglio del 2011.
Successivo ritorno previsto a breve...

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2011 luglio 18.0 TT = JDT 2455760.5
T 2011 luglio 10.99589 TT                         da MPC
q   3.7527969 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07604064     Peri.  356.15918     +0.56222245     -0.81817245
a   5.5178793 UA   Nodo    59.59197     +0.76241654     +0.45639650  
e   0.3198842      Incl.    8.02591     +0.32035439     +0.34970856
P  13.0 anni
da 33 osservazioni 2010 Ott 6 - 2011 Gen 2, residuo medio 0".7.
Previsione per il 2024 da Syuichi Nakano, nota NK 2427:
T     = 2024 Marzo 4.73650 TT       Epoca =  2024 Febbraio 20.0 TT
Peri. = 351.32585                       e =    0.3302773
Nodo  =  58.33391    (2000.0)           a =    5.6428443 UA
Incl. =   7.91101                       n'=    0.07352871
    q =   3.7791410 UA                  P =   13.404 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/LINEAR 64

La cometa P/LINEAR 64, denominata anche P/2010 WK, è una cometa periodica appartenente alla famiglia dinamica delle comete gioviane. IAU .
La cometa è stata immessa nell'attuale orbita dopo un passaggio ravvicinato a Giove a 0,2820 UA il 25 luglio 1945, prima aveva un perielio a circa 1,95 UA, ed un periodo di circa 15,4 anni.
È stata scoperta il 17 novembre 2010 dal team del programma LINEAR ed allora fu ritenuta un asteroide. Successivamente gli elementi orbitali attirarono l'attenzione dei partecipanti al Programma T3, un gruppo di ricerca internazionale sulle comete principalmente costituito da astrofili italiani, che ne analizzarono le caratteristiche rivelandone nel dicembre del 2010 la sua natura cometaria. La cometa aveva un periodo di circa 14 anni ed era al perielio a circa 1,8 UA nell'ottobre del 2010. Questa è stata la 200esima cometa scoperta da LINEAR, la 64esima tra quelle periodiche. MPEC 2010-Y30 - [Link] .
Syuichi Nakano nel gennaio del 2011, ha collegato queste osservazioni ad un altro asteroide scoperto il 10 agosto 2010, a cui era stata assegnata la denominazione 2010 PB57.
Successivo ritorno previsto a breve...

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida, e di Kazuo Kinoshita):
_ 19 ottobre 2010 - _ 21 luglio 2024 - _ 11 aprile 2038 - _ 30 giugno 2051 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Ottobre 11.0 TT = JDT 2455480.5
T 2010 Ottobre 19.74637 TT                        da MPC
q   1.7651493 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07181381     Peri.   40.84562     +0.61367183     -0.78856578
a   5.7323241 UA   Nodo    11.48773     +0.66272389     +0.48715373  
e   0.6920709      Incl.   11.47911     +0.42918986     +0.37529357
P  13.7 anni
da 569 osservazioni 2010 Ago 10 - 2011 Apr 21, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2024 da Syuichi Nakano, nota NK 2028:
T     = 2024 luglio 21.45244 TT     Epoca =  2024 luglio 29.0 TT
Peri. =  41.00285                       e =    0.6909818
Nodo  =  11.32425    (2000.0)           a =    5.7674934 UA
Incl. =  11.40087                       n'=    0.07115795
    q =   1.7822604 UA                  P =   13.851 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/PANSTARRS 91

La P/PanSTARRS 91, denominata anche P/2019 A8, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa di 21a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m l'11,64 gennaio 2019, ed è poi stata inserita nel PCCP come P10LqGV
La cometa ha attualmente un periodo di circa 5,9 anni con un'incertezza di +/- 34 giorni, ed era al perielio a circa 1,9 UA alla fine del mese di agosto del 2018.
CBET 4608 🔐 - MPEC 2019-C20 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 30 agosto 2018 - _ Lug/Ago 2024 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2458498.5 (2019 gennaio 15.0) TDB

e	0.4274080526007016    
a	3.270348571389411     UA
q	1.872575257166376     UA
i	2.96666017830655      deg
nodo	127.8881473640005     deg
peri	20.3825210251697      deg
M	22.87966238430695     deg
T(per)	2458361.210727205631 - 2018 agosto 30.71072721 TDB  
periodo	2160.177776044135 giorni - 5.914244424487707 anni  
n	0.1666529505082015    deg/d
Q	4.668121885612445     UA
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/SPACEWATCH-PANSTARRS 2

La P/Spacewatch-PanSTARRS 2, denominata anche P/2014 MG4, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa è stata immessa nell'attuale orbita, dopo un passaggio ravvicinato a Giove a sole 0,058 UA del 27 luglio 1955, che ha abbassato il perielio da 5,27 a 3,64 UA, ed il periodo da 40,15 a 10,97 anni.

Scoperta ed osservazioni:
Il team di Spacewatch ha scoperto un oggetto asteroidale con il riflettore da 0,9m a Kitt Peak il 20,42 giugno 2014, mentre gli astronomi del team di PanSTARRS hanno poi scoperto una cometa di magnitudine +19 nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 25,46 luglio 2014 che poi si è scoperto essere lo stesso oggetto. La conferma dell'attività cometaria è arrivata anche dal team del GAMP all'osservatorio di San Marcello Pistoiese, difatti la notte del 28 luglio 2014, utilizzando il telescopio da 0,60m-f/4, venivano acquisite immagini da 30 sec ciascuna, e sommandole sul moto presunto del nuovo oggetto è stato possibile individuare l'attività cometaria con presenza di una chioma e una breve coda.  

Al momento della ripresa la nuova cometa P/2014 MG4 aveva una magnitudine di +18.0, con un moto proprio di 0.38"/min. Nell'immagine in falsi colori si evidenzia la chioma e la piccola coda ).

La cometa era al perielio a 3,7 UA nel giugno 2013 e ha un periodo di 11 anni. 
CBET 3924 - MPEC 2014-O48 .
Successivo ritorno previsto a breve...

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2024 Settembre 7.0 TT = JDT 2460560.5
T 2024 Settembre 6.66006 TT                       da MPCW
q   3.7168553 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.08778419     Peri.  298.93659     -0.32297200     +0.93857592
a   5.0140868 UA   Nodo   311.69252     -0.80178032     -0.33956509  
e   0.2587174      Incl.    9.36492     -0.50282939     -0.06140678
P  11.23 anni
da 183 osservazioni 2014 Giu 20 - 2016 Nov 6, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/ATLAS 8

La P/ATLAS 8, denominata anche P/2019 M2, è una piccola e debole cometa periodica, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), ed è anche un oggetto che passa vicino alla Terra (NEO), difatti si calcola che nel 1956, essa passò a circa 15 milioni di km dal nostro pianeta.
Daniel Green ha ipotizzato la possibile identità con la cometa perduta D/1884 O1 (Barnard 1), ma con un'ulteriore astrometria disponibile, Syuichi Nakano ha integrato l'orbita indietro nel tempo, notando diversi passaggi ravvicinati a Giove, e le probabili date del perielio, tuttavia, non coincidono con quelle della D/Barnard 1. Un'ulteriore astrometria potrà consentire la conferma dell'identità, oppure potrebbero essere che le due comete siano correlate tra loro. CBET 4657 🔐 .

Scoperta ed osservazione:
Un oggetto di 18a magnitudine è stato scoperto nelle immagini scattate con lo Schmidt da 0,5m a Mauna Loa il 29,58 giugno 2019 dal team ATLAS (Asteroid Terrestrial-impact Last Alert System). Dopo essere stato pubblicato sul PCCP come A10evjB, si è scoperto che mostrava caratteristiche cometarie da altri osservatori. La cometa era vicina al perielio a circa 1,1 UA nel giugno del 2019.
CBET 4651 🔐 - MPEC 2019-O08 .
Successivo ritorno previsto a breve...

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida, e Kazuo Kinoshita):
_ 22 giugno 2019 - _ 28 settembre 2024 - _ 7 gennaio 2030 - _ 25 aprile 2035 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2019 giugno 6.0 TT = JDT 2458640.5
T 2019 giugno 22.66929 TT                        da Williams
q   1.0633971 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.18716681     Peri.  332.51896     +0.18415989     +0.96834379
a   3.0267983 UA   Nodo   307.60593     -0.85823893     +0.07486034  
e   0.6486726      Incl.   12.28084     -0.47907315     +0.23813070
P   5.27 anni
da 282 osservazioni 2019 Giu 29 - 2019 Nov 2, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2024 da Syuichi Nakano, nota NK 3926:
T     = 2024 Settembre 28.14487 TT  Epoca = 2024 Ottobre 17.0 TT
Peri. = 332.52335                       e =    0.6472752
Nodo  = 307.60767    (2000.0)           a =    3.0300111 UA
Incl. =  12.26626                       n'=    0.18686921
    q =   1.0687601 UA                  P =    5.274 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/PANSTARRS 47

La P/PanSTARRS 47, denominata anche P/2015 R2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio, e fa parte della famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC).
Il breve periodo di osservazione di soli 9 giorni, non permette di avere dei parametri orbitali ben definiti, difatti i dati presentano elevate incertezze, che rendono solo ipotesi le previsioni per il suo ritorno.
La cometa di magnitudine +22 è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 9,41 settembre 2015. La cometa era al perielio a circa 2,5 UA nel giugno 2015, ed aveva un periodo di circa 9 anni. CBET 4142 - MPEC 2015-S01 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2015 giugno 27.0 TT = JDT 2457200.5
T 2015 giugno 8.99235 TT                          da MPCW
q   2.4678352 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.10336205     Peri.  149.77821     +0.75204344     +0.65703367
a   4.4967145 UA   Nodo   168.67973     -0.64543167     +0.75019854  
e   0.4511915      Incl.   15.45860     -0.13359875     +0.07422202
P   9.54 anni 
da 24 osservazioni 2015 Settembre 9-18, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2025:
_____________________________________

P/SPACEWATCH-PANSTARRS 1

La P/Spacewatch-PanSTARRS 1, denominata anche P/2011 UA134, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno. 
La cometa, alla meta di gennaio del 2053, si calcola che passerà a circa 0,33 UA da Giove.
Quello che inizialmente fu ritenuto un asteroide di magnitudine +20,4 scoperto da team di Spacewatch il 24,43 ottobre 2011, è stato poi segnalato da parte del team di Pan-STARRS come una cometa di magnitudine +21,4 il 25,43 ottobre 2011. Era al perielio a circa 2,1 UA a dicembre 2011, ed aveva un periodo di circa 13 anni. MPEC 2011-U108 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2011 Dicembre 25.0 TT = JDT 2455920.5
T 2011 Dicembre 7.19517 TT                         da MPC
q   2.0514345 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07470959     Peri.   32.32401     +0.29890283     -0.94682025
a   5.5832252 UA   Nodo    40.63663     +0.83202632     +0.19744452  
e   0.6325718      Incl.   10.53874     +0.46732141     +0.25406116
P  13.2 anni 
da 122 osservazioni 2011 Ott 24 - 2012 Gen 27, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 2207:
T     = 2025 Febbraio 16.64949 TT   Epoca = 2025 Febbraio 14.0 TT
Peri. =  32.41077                       e =    0.6306155
Nodo  =  40.38623    (2000.0)           a =    5.6181401 UA
Incl. =  10.43893                       n'=    0.07401423
    q =   2.0752542 UA                  P =   13.316 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/CATALINA 20

La P/Catalina 20, denominata anche P/2019 Y3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC). 
La cometa ha la particolarità di avere MOID molto piccole con i pianeti Giove e Terra, e questo fatto comporta la possibilità che possa avere incontri molto ravvicinati con entrambi, difatti nel passato ha avuto 2 incontri ravvicinati con Giove che l'hanno immessa nell'attuale orbita, il primo il 5 ottobre 1926 a 0,18092 UA, ed il secondo il 25 settembre 1985 a 0,28070 UA, a breve il 16 marzo 2025 si calcola che passerà a 0,32361 UA dalla Terra e il 5 luglio 2033 invece passerà a 0,34627 UA da Giove.
La cometa, mentre era di magnitudine +18,6, è stata scoperta da Kacper W. Wierzchos nelle immagini del Catalina Sky Survey scattate con lo Schmidt di 0,68m il 17,53 dicembre 2019. Venne inserita nel PCCP come C0TUEG1 e confermato da altri osservatori tra cui Michael Jaeger. La cometa era vicina al perielio a circa 0,9 UA nel dicembre 2019, ed aveva un periodo di circa 5 anni. 
CBET 4711 🔐 - MPEC 2020-A109 - AVB-2019Y3 - fc2-2019y3 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI del Minor Planet Center:

Epoca 2019 Dicembre 23.0 TT = JDT 2458840.5
T 2019 Dicembre 13.45960 TT                       da Bell
q   0.9119984 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.18988187     Peri.    2.26679     -0.78188502     -0.56126381
a   2.9978764 UA   Nodo   139.38261     +0.56522087     -0.82185527  
e   0.6957852      Incl.   24.63523     +0.26302316     +0.09765676
P   5.19 anni 
da 85 osservazioni 2019 Dic 17 - 2020 Gen 27, residuo medio 0".7.
Epoca 2025 Febbraio 14.0 TT = JDT 2460720.5 
T 2025 Marzo 4.13961 TT                           da Bell 
q   0.9310057 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.18809200     Peri.    2.54951     -0.78383497     -0.55860317 
a   3.0168647 UA   Nodo   139.30673     +0.56211448     -0.82388923  
e   0.6913996      Incl.   24.58165     +0.26387506     +0.09575503 
P   5.24 anni 
da 84 osservazioni 2019 Dic 17 - 2020 Gen 8, residuo medio 0".9.
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/HILL 12

La P/Hill 12, denominata anche P/2010 A3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno.
Richard Erik Hill ha scoperto una cometa di magnitudine +17, l'8,10 gennaio 2010, durante il Catalina Sky Survey con lo Schmidt da 0,68m. La cometa raggiunse il perielio a circa 1,6 UA nell'aprile 2010, ed aveva un periodo di circa 15 anni. I calcoli di Kenji Muraoka e Hirohisa Sato avevano rapidamente suggerito che si trattasse di un oggetto di breve periodo, sebbene l'orbita preliminare fosse parabolica. MPEC 2010-A85 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 3 aprile 2010 - _ 9 marzo 2025 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Marzo 25.0 TT = JDT 2455280.5
T 2010 Aprile 3.6822 TT                   da MPC 68902
q   1.621820 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0661329      Peri.   41.2826      -0.2570880      -0.9374625
a   6.056073 UA    Nodo    64.8290      +0.8045914      -0.3421457  
e   0.732199       Incl.   15.0280      +0.5352929      +0.0640344
P  14.9 anni 
da 202 osservazioni dal 2009 Ott 14 al 2010 Feb 25.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 1956:
T     = 2025 Marzo 11.26740 TT      Epoca =  2025 Marzo 26.0 TT
Peri. =  42.24898                       e =    0.7343624
Nodo  =  63.58587    (2000.0)           a =    6.1024529 UA
Incl. =  14.81429                       n'=    0.06538038
    q =   1.6210410 UA                  P =   15.075 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/LEONARD 3

La P/Leonard 3, denominata anche P/2018 L5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC). La cometa è stata immessa nell'orbita in cui è stata scoperta da 2 passaggi ravvicinati a Giove a circa 0,4 UA nel 1978 e nel 2014.
Gregory J. Leonard ha scoperto la cometa con una magnitudine di +19, nelle immagini del Mt Lemmon Survey scattate con il riflettore da 1,5m il 14,42 giugno 2018, ed è stata inserita nel PCCP come ZLB3D4B.  La cometa era al perielio a circa 2,3 UA nel maggio 2018, ed aveva un periodo di circa 6,9 anni.
CBET 4528 🔐 - MPEC 2018-N04 - AVB-2018L5 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 Maggio 2.0 TT = JDT 2458240.5
T 2018 Maggio 4.48353 TT                         da Williams
q   2.3033490 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14286538     Peri.   93.63902     +0.67894363     +0.73378677
a   3.6239710 UA   Nodo   219.15869     -0.68798364     +0.62428799  
e   0.3644130      Incl.    2.20916     -0.25634753     +0.26799529
P   6.899 anni 
da 185 osservazioni 2018 Giu 8 - 2019 Dic 19, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 4854:
T     = 2025 Aprile 3.90932 TT      Epoca =  2025 Marzo 26.0 TT
Peri. =  93.94643                       e =    0.3636003
Nodo  = 219.02588    (2000.0)           a =    3.6281490 UA
Incl. =   2.20946                       n'=    0.14261868
    q =   2.3089529 UA                  P =    6.911 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/BROUGHTON 1

La P/Broughton 1, denominata anche P/2005 T5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno.
L'astronomo dilettante John Broughton (Reedy Creek, Queensland, Australia), scoprì una cometa con una magnitudine di +18 nelle immagini scattate con il suo riflettore da 51 cm-f2.7 il 9,57 ottobre 2005. In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta fino al 26 agosto 2005. È una cometa periodica, con perielio a circa 3,25 UA all'inizio di novembre 2005, ed ha un periodo di circa 20 anni. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 3 novembre 2005 - _ 15 giugno 2025 - _ 2 dicembre 2044 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2005 Novembre 6.0 TT = JDT 2453680.5
T 2005 Novembre 3.53225 TT                        da MPC
q   3.2470514 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05042924     Peri.  304.52025     +0.95205564     +0.00503880
a   7.2557294 UA   Nodo    57.06556     +0.17310307     +0.81553366  
e   0.5524845      Incl.   21.37396     -0.25224072     +0.57868770
P  19.54 anni 
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 1400:
T     = 2025 Giugno 15.01418 TT     Epoca = 2025 giugno 14.0 TT
Peri. = 304.84616                       e =    0.5517458
Nodo  =  56.99972    (2000.0)           a =    7.2582837 UA
Incl. =  21.38470                       n'=    0.05040263
    q =   3.2535562 UA                  P =   19.555 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/NEAT 15

La P/NEAT 15, denominata anche P/2003 QX29, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno.
Un oggetto apparentemente asteroidale riportato da NEAT (osservazione della scoperta del 23,28 agosto 2003 dall'osservatorio di Mt. Palomar originariamente pubblicata sulla NEO Confirmation Page, con la designazione 2003 QX29 sulla MPEC 2003-Q33 ed osservazioni su MPS 93475-93476), è apparsa con l'aspetto di una cometa nelle immagini CCD scattate da I. Griffin e S.G. Huerta (riflettore Cerro Tololo da 0,9m, il 31,1 agosto 2003 UT; chioma visibile di magnitudine rossa +18,0 / +19,4 con FHWM= 2".3-2".6 in immagini grezze da 300s, mentre la somma delle 10 esposizioni, mostra una coda a forma di ventaglio lunga almeno 17" in PA 58°), e da J. Young (riflettore Table Mountain da 0,6m, l'1,2 settembre 2003; 3" di chioma, leggermente allungata in PA 260°, con 16" di coda ricurva che inizia in PA 243°; possibile leggero schiarimento nella coda in un punto a 4"-5" dal bordo della chioma). J. Ticha riferisce successivamente che le immagini dall'osservatorio di Klet del 23,9 agosto, mostrano che l'oggetto è leggermente diffuso, mentre il 24.9 agosto mostrava una chioma di 8". Aveva un periodo di circa 22,73 anni, e un perielio a circa 4,24 UA secondo i calcoli di Kenji Muraoka. MPEC 2003-R14 - IAUC 8192 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

T 2002 Ottobre 26.8516 TT                         da MPC
q   4.240169 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0433803      Peri.   37.3269      +0.5164938      +0.8333936
a   8.021843 UA    Nodo   264.5700      -0.8255602      +0.4236560  
e   0.471422       Incl.   11.3956      -0.2273422      +0.3549235
P  22.7 anni 
da 93 osservazioni dal 2003 Ago 23 al 2003 Ott 20.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 1112:
T     = 2025 Agosto 6.96286 TT      Epoca =  2025 luglio 24.0 TT
Peri. =  37.69080                       e =    0.4712840
Nodo  = 264.48421    (2000.0)           a =    7.9990642 UA
Incl. =  11.40010                       n'=    0.04356576
    q =   4.2292332 UA                  P =   22.623 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/CHRISTENSEN 17

La P/Christensen 17, denominata anche P/2016 A2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Eric J. Christensen scoprì una cometa di magnitudine +20 nelle immagini scattate con il riflettore del Mt Lemmon Survey da 1.5m il 2,48 gennaio 2016. La cometa era al perielio a circa 3,4 UA nel giugno 2015, e ha un periodo di circa 10 anni. CBET 4233 🔐 - MPEC 2016-A63 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2015 giugno 27.0 TT = JDT 2457200.5
T 2015 giugno 25.65406 TT                         da MPCW
q   3.4354298 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.09568741     Peri.  141.06008     +0.23370377     -0.88015097
a   4.7340502 UA   Nodo   291.80219     +0.74311554     +0.43572716  
e   0.2743149      Incl.   26.42396     +0.62702619     -0.18835103
P  10.30 anni 
da 44 osservazioni 2016 gennaio dal 2 al 17, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/PANSTARRS 81

La P/PanSTARRS 81, denominata anche P/2018 L1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Una cometa di magnitudine +20 è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 3,28 giugno 2018, ed è poi stata inserita nel PCCP come P10HyFo. La cometa aveva un periodo di circa 7,0 anni ed era al perielio a circa 1,9 UA nel novembre 2018.
CBET 4521 🔐 - MPEC 2018-L36 - AVB-2018L1 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Nakano:

Epoca 2018 Novembre 18.0 TT = JDT 2458440.5
T 2018 Novembre 12.52489 TT                       da MPCW
q   1.8856728 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14145515     Peri.   17.88912     +0.27904751     +0.94252156
a   3.6480172 UA   Nodo   268.62686     -0.90197765     +0.19158102  
e   0.4830965      Incl.   10.59475     -0.32949781     +0.27376964
P   6.97 anni 
da 69 osservazioni 2018 Maggio 18 - 2018 Ott 27, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 3713:
T     = 2025 Novembre 5.58568 TT    Epoca = 2025 Novembre 21.0 TT
Peri. =  17.94075                       e =    0.4813143
Nodo  = 268.58198    (2000.0)           a =    3.6580886 UA
Incl. =  10.57472                       n'=    0.14087137
    q =   1.8973981 UA                  P =    6.997 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEMMON-PANSTARRS 5

La P/Lemmon-PanSTARRS 5, denominata anche P/2015 TO19, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, e passerà a circa 0,6 UA da Giove nel 2028, senza però subire sostanziali modifiche orbitali.
La cometa, mentre era di 20a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 13,35 ottobre 2015. In seguito Gareth V. Williams (MPC), ha trovato immagini di pre-scoperta nell'astrometria del Catalina Sky Survey dell'8 ottobre e di PanSTARRS del 12 ottobre e infine nell'astrometria della Mt. Lemmon Survey del 3 e 4 ottobre a cui era stata pure assegnata la designazione di pianeta minore 2015 TO19. È stato poi in grado di trovare ulteriori immagini sempre di PanSTARRS ancora precedenti del 12 settembre. La cometa ha un buon arco osservativo ed era al perielio a circa 2,9 UA nel marzo 2016, ed aveva un periodo all'incirca di 10 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2016 Febbraio 22.0 TT = JDT 2457440.5
T 2016 Marzo 6.99857 TT                           da MPCW
q   2.9254810 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.10112748     Peri.   89.28840     +0.62619519     -0.77649589
a   4.5627141 UA   Nodo   321.64795     +0.66272570     +0.57756524  
e   0.3588288      Incl.    6.49988     +0.41069968     +0.25193753
P   9.75 anni 
da 51 osservazioni 2015 Set 12 - 2016 Ago 12, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 3319:
T     = 2025 Novembre 23.58417 TT   Epoca = 2025 Novembre 21.0 TT
Peri. =  89.41039                       e =    0.3597054
Nodo  = 321.60814    (2000.0)           a =    4.5468309 UA
Incl. =   6.50513                       n'=    0.10165784
    q =   2.9113114 UA                  P =    9.695 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 103

La P/PanSTARRS 103, denominata anche P/2017 B4, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa, mentre era di 21a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 28,39 gennaio 2017. La ​​cometa era vicina al perielio a circa 2,8 UA, ed aveva un periodo di circa 9,2 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2017 Febbraio 16.0 TT = JDT 2457800.5 
T 2017 gennaio 27.07913 TT                       da Rudenko 
q   2.8169992 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.10729909     Peri.   16.18163     -0.72538465     -0.62238751 
a   4.3860344 UA   Nodo   121.54702     +0.58710538     -0.78240185  
e   0.3577344      Incl.   20.18269     +0.35933882     +0.02193469 
P   9.19 anni 
da 85 osservazioni 2016 Dic 22 - 2017 Mar 28, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2025 da Syuichi Nakano, nota NK 4110:
T     = 2025 Dicembre 2.33542 TT    Epoca = 2025 Novembre 21.0 TT
Peri. =  11.45785                       e =    0.3551513
Nodo  = 119.47177    (2000.0)           a =    4.3680573 UA
Incl. =  21.05747                       n'=    0.10796216
    q =   2.8167360 UA                  P =    9.129 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/PANSTARRS 97

La P/PanSTARRS 97, denominata anche P/2019 S3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
La cometa di magnitudine +21 è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 25,54 settembre 2019. Una volta che l'orbita provvisoria è stata meglio conosciuta, è stato possibile trovare altre osservazioni PanSTARRS 1 e 2 di pre-scoperta di agosto e settembre e immagini del Mt. Lemmon Survey di settembre. È stata inserita nel PCCP come P10RRZi. La cometa era al perielio a circa 1,8 UA nell'agosto del 2019, ed aveva un periodo di circa 6 anni.
CBET 4674 🔐 - MPEC 2019-T82 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 26 agosto 2019 - _ 18 dicembre 2025 - _ 6 giugno 2032 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2019 Agosto 25.0 TT = JDT 2458720.5
T 2019 Agosto 26.09649 TT           da Gareth V. Williams
q   1.8067896 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.15631465     Peri.  212.95081     +0.99540903     -0.05923846
a   3.4129998 UA   Nodo   150.17014     +0.07767747     +0.95889625  
e   0.4706154      Incl.    8.69260     -0.05592028     +0.27750455
P   6.31 anni 
da 56 osservazioni nel 2019 da Ago 27 a Nov 2, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________

Oltre a quelle sopra citate, ci sono pure le seguenti comete che non sono stata osservate in 1 o 2 precedenti passaggi al perielio:
P/2010 H2 (Vales 1) - P/2013 T2 (Schwartz 1) - 
P/2015 X6 (PanSTARRS 52) - P/2012 O1 (McNaught 24) - 
P/2005 J1 (McNaught 3) - P/2012 K3 (Gibbs 15) - 
P/1999 XN120 (Catalina 2)
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2026:
_____________________________________

P/LONEOS 11

La P/LONEOS 11, denominata anche P/2005 SB216, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Secondo i calcoli di Kinoshita il 14 febbraio 2028 la cometa dovrebbe passare a 0,5733 UA da Giove, che ne calerà di poco il perielio e diminuirà di circa 1,5 anni il periodo.
Grazie al team T3, si scoprì che un asteroide di 19a magnitudine scoperto da LONEOS il 30,38 settembre 2005 mostrava l'aspetto di una cometa, e che era in un'orbita periodica di circa 19 anni e in seguito ha raggiunto il perielio a circa 3,8 UA nel febbraio del 2007. IAUC 8668 - MPEC 2006-C48 - NK 1420 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2007 Marzo 1.0 TT = JDT 2454160.5
T 2007 Febbraio 11.3901 TT                      da MPC 61994
q   3.818343 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0519331      Peri.   83.5777      +0.0849110      -0.9963150
a   7.114968 UA    Nodo     1.6990      +0.6735493      +0.0484415  
e   0.463337       Incl.   24.0981      +0.7342489      +0.0707803
P  19.0 anni 
da 317 osservazioni 2005 Set 23 - 2008 Feb 13, residuo medio 0".7.
Previsione per il 2026 da Syuichi Nakano, nota NK 1828:
T     = 2026 gennaio 14.29823 TT    Epoca = 2025 Dicembre 31.0 TT
Peri. =  83.23315                       e =    0.4673448
Nodo  =   1.08106    (2000.0)           a =    7.1771407 UA
Incl. =  24.10770                       n'=    0.05125980
    q =   3.8229410 UA                  P =   19.228 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/PANSTARRS 117

La P/PanSTARRS 117, denominata anche P/2021 A5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene al gruppo delle comete della Fascia principale (MBC).
Il team di PanSTARRS 1 scoprì la cometa, mentre era di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 6 gennaio 2021, e quindi fu poi inserita nel PCCP come P11bxkC
In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta del Mt. Lemmon Survey dal 16 dicembre 2020. 
La cometa era al perielio a circa 2,6 UA nel novembre 2020, ed aveva un periodo di circa 5,3 anni.
CBET 4915 🔐 - MPEC 2021-A209 - AVB-2021A5 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI dal Minor Planet Center:

Epoca 2020 Novembre 7.0 TT = JDT 2459160.5
T 2020 Novembre 11.25451 TT                      da Rudenko
q   2.6205942 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.18545643     Peri.   61.03946     +0.84502558     -0.50964636
a   3.0453797 UA   Nodo   328.76904     +0.31315113     +0.71699188  
e   0.1394852      Incl.   18.18817     +0.43343759     +0.47558726
P   5.31 anni 
Epoca 2026 Marzo 21.0 TT = JDT 2461120.5 
T 2026 Marzo 11.50920 TT                         da Rudenko 
q   2.6202900 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.18544600     Peri.   61.67833     +0.83961166     -0.51846348 
a   3.0454939 UA   Nodo   328.73013     +0.32061405     +0.71378469  
e   0.1396174      Incl.   18.18703     +0.43847336     +0.47085776 
P   5.31 anni 
da 43 osservazioni 2020 Dic 16 - 2021 Gen 15, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/CATALINA 6

La P/Catalina 6, denominata anche P/2007 C2, è una cometa periodica che è stata osservata ad un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno, difatti la sua attuale orbita la porta a transitare molto vicina a questo pianeta come accadde nel 1812, e più recentemente nel giugno del 1960, quando gli è passata a 0,68513 UA.
Un asteroide di 19a magnitudine scoperto dal Catalina Sky Survey il 9,14 febbraio 2007, e pubblicato sul NEOCP, ha poi mostrato di avere caratteristiche cometarie, come visto da diversi osservatori tra cui Giovanni Sostero ed Ernesto Guido. Sono state trovata numerose osservazioni di pre-scoperta, la più vecchia era anch'essa del Catalina Sky Survey del 19 ottobre 2006. La cometa raggiunse il perielio all'inizio di settembre del 2007 a circa 3,8 UA, ed aveva un periodo di circa 19 anni. L'arco osservativo che si estende per ben 1,54 anni, ci permette di conoscere abbastanza bene la sua orbita.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 4 settembre 2007 - _ 20 marzo 2026 - _ 29 marzo 2044 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2007 Settembre 17.0 TT = JDT 2454360.5
T 2007 Settembre 4.6556 TT                      da MPC 60922
q   3.779478 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0528889      Peri.  179.4680      -0.0974478      -0.9838776
a   7.028992 UA    Nodo   276.1182      +0.9125574      -0.0282003  
e   0.462302       Incl.    8.6746      +0.3971685      -0.1766061
P  18.632 anni 
da 123 osservazioni 2006 Ott 19 - 2007 Ott 14, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2026 da Syuichi Nakano, nota NK 1630:
T     = 2026 Marzo 20.65572 TT      Epoca =  2026 Marzo 21.0 TT
Peri. = 180.06503                       e =    0.4766151
Nodo  = 275.20834    (2000.0)           a =    7.0553888 UA
Incl. =   8.60060                       n'=    0.05259236
    q =   3.6926838 UA                  P =   18.741 anni
da 277 osservazioni dal 2006 Ottobre 19 al 2008 Maggio 3.
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/PANSTARRS 99

La P/PanSTARRS 99, denominata anche P/2019 U4, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Il team di PanSTARRS 1 scoprì una cometa di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 25,53 ottobre 2019. È stato inserito nel PCCP come P10TjRi. Successivamente sono state trovate immagini sempre di PanSTARRS precedenti di settembre e ottobre. La cometa era al perielio a circa 1,8 UA nel settembre 2019, ed aveva un'orbita con un periodo di circa 7 anni.
CBET 4688 🔐 - MPEC 2019-U246 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI dal Minor Planet Center:

Epoca 2019 Ottobre 4.0 TT = JDT 2458760.5
T 2019 Settembre 18.34167 TT        da Gareth V. Williams
q   1.8470330 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14928492     Peri.  180.95132     +0.93375699     -0.35110739
a   3.5193199 UA   Nodo   200.03932     +0.32969760     +0.91931113  
e   0.4751733      Incl.   11.69126     +0.13927444     +0.17773758
P   6.60 anni 
da 42 osservazioni 2019 Set 24 - 2019 Ott 28, residuo medio 0".5.
Epoca 2026 Aprile 30.0 TT = JDT 2461160.5 
T 2026 Aprile 28.56826 TT                        da Bell 
q   1.8447405 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.14940417     Peri.  181.12315     +0.93311350     -0.35284970 
a   3.5174471 UA   Nodo   199.97352     +0.33147068     +0.91871434  
e   0.4755456      Incl.   11.69760     +0.13937859     +0.17737261 
P   6.60 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/BOATTINI 4

La P/Boattini 4, formalmente designata P/2009 B1 (Boattini), è una cometa periodica del Sistema solare, appartenente alla famiglia cometaria di Giove, di cui per ora abbiamo osservato un solo passaggio al perielio.
Ha pochi approcci ai pianeti giganti, l'ultimo a circa 0,67 UA, è avvenuto nel 1938, e per almeno altri 2 secoli non effettuerà passaggi ravvicinati a Giove e Saturno a meno di 1 UA.
L'astronomo italiano Andrea Boattini ha scoperto questa cometa, mentre era di 18a magnitudine, durante il Catalina Sky Survey con lo Schmidt da 0,68m dell'Osservatorio Steward dell'Università dell'Arizona, situato sul Monte Bigelow, il 21,07 gennaio 2009, aveva una chioma altamente condensata di 10'' e un pennacchio di mezzo minuto d'arco. In seguito diversi altri osservatori hanno confermato la sua natura cometaria. Ulteriori osservazioni hanno permesso di trovare la cometa sulle immagini di pre-scoperta sempre del CSS risalenti al novembre 2008. La cometa ha un periodo di circa 17 anni e il perielio era a circa 2,4 UA all'inizio del mese di febbraio del 2009.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida e altri):
_ 6 febbraio 2009 - _ 30 giugno / 1 luglio del 2026 - _ novembre 2043 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2009 Febbraio 18.0 TT = JDT 2454880.5
T 2009 Febbraio 6.24081 TT                        dal MPC
q   2.4263294 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05700042     Peri.  128.60571     +0.35441764     -0.87274581
a   6.6867850 UA   Nodo   297.44345     +0.69633948     +0.48594794  
e   0.6371456      Incl.   22.22731     +0.62409892     -0.04657631
P  17.29 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/ZTF 1

La P/ZTF 1, denominata anche P/2021 N1 (ZTF), è una debole cometa periodica appartenente alla famiglia dinamica delle comete gioviane. La cometa ha una MOID con la Terra di sole 0,021 UA.
La cometa potrebbe dare origine ad uno sciame di meteore, ma ad oggi esso non è confermato.
La Zwicky Transient Facility ha riportato la scoperta di una cometa di magnitudine +19, nelle osservazioni effettuate il 2,46 luglio 2021 con il telescopio Oschin Schmidt da 1,2m a Mt. Palomar, ed è stata inserita nel PCCP come ZTF0LHw. sono poi state trovate immagini di pre-scoperta dal 17 giugno 2021, mentre l'ultima osservazione è del 12 luglio 2021, che fornisce un arco osservativo di soli 26 giorni, che implica il persistere di incertezze sui suoi parametri orbitali. 
La cometa era al perielio a circa 1,0 UA nel giugno 2021, ed aveva un periodo di circa 5,1 anni. 
CBET 4999 🔐 - MPEC 2021-N115 - AVB-2021N1 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida e da altri):
_ 6 giugno 2021 - _ 22/28 luglio 2026 - ecc.

Parametri orbitali:
Come già detto permangono incertezze, difatti nei dati del MPC in tabella qui sotto, per il suo successivo ritorno al perielio si fornisce il 22 luglio 2026, mentre secondo il JPL (nel link sotto al diagramma orbitale), si ottiene il 27 luglio, infine Seiichi Yoshida fornisce il 28 luglio.

DATI dal Minor Planet Center:

Epoca 2021 luglio 5.0 TT = JDT 2459400.5
T 2021 giugno 6.55399 TT                         da Rudenko
q   0.9622063 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.19186332     Peri.   21.19078     +0.78559063     +0.59473852
a   2.9772004 UA   Nodo   301.16389     -0.59250239     +0.64359236  
e   0.6768084      Incl.   11.50601     -0.17829267     +0.48174160
P   5.14 anni 
da 85 osservazioni del 2021 dal 17 Giu al 12 Lug, residuo medio 0".6.  
Epoca 2026 luglio 19.0 TT = JDT 2461240.5 
T 2026 luglio 22.48994 TT                        da Rudenko 
q   0.9663056 UA           (2000.0)           P               Q  
n   0.19209562     Peri.   21.20633     +0.78526703     +0.59522904 
a   2.9747998 UA   Nodo   301.11658     -0.59285884     +0.64346725  
e   0.6751695      Incl.   11.48511     -0.17853317     +0.48130270
P   5.13 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEONARD 4

La P/Leonard 4, denominata anche P/2018 VN2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Questa cometa è stata scoperta mentre era di 19a magnitudine, nelle immagini del Mt Lemmon Survey, da parte di Gregory J. Leonard (osservatorio G96, con un riflettore da 1,5m), il 5,38 novembre 2018, aveva una chioma di 3"-5", ed un'ampia coda di 8" in PA 280-290°. La cometa, che per un errore tecnico, è stata catalogata come asteroide, era al perielio a circa 2,1 UA nel giugno 2018, ed aveva un periodo di circa 8,2 anni.
CBET 4573 🔐 - MPEC 2018-W18 - AVB-2018VN2 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 5 giugno 2018 - _ 14 agosto 2026 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 giugno 11.0 TT = JDT 2458280.5 
T 2018 giugno 5.37755 TT                         da Rudenko 
q   2.1226265 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.12035419     Peri.  138.77475     +0.97164604     -0.06534318 
a   4.0628293 UA   Nodo   226.54882     +0.02396643     +0.98332235  
e   0.4775497      Incl.   18.24062     +0.23522242     +0.16972752 
P   8.19 anni 
da 109 osservazioni 2018 Lug 2 - Dic 13, residuo medio 0".7.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/READ 2

La P/Read 2, denominata anche P/2005 T3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, ed appartiene al gruppo dei centauri (CTC), con un'orbita compresa tra quelle di Giove e Saturno.
Michael T. Read ha scoperto questa cometa di 20a magnitudine nelle immagini del programma Spacewatch scattate il 7,33 ottobre 2005, mentre era vicina al perielio, che ha poi raggiunto a circa 6,2 UA nel gennaio 2006, ed aveva un periodo di circa 21 anni. MPEC 2005-T67 - Yoshida .
Visto il breve periodo osservativo, sulla sua orbita permangono varie incertezze.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Da siti vari):
_ 11/13 gennaio 2006 - _ 21/27 agosto 2026 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Kazuo Kinoshita:

Da 42 osservazioni nel 2005 (30 Set-26 Nov)(56 g), residuo medio 0".50.

  Epoca  = 2006 gennaio 25.0 TT       JDT = 2453760.5
  T(per) = 2006 gennaio 13.0850885 TT    +/- 4.2226717445   -0.0000898739 
   Peri. =   8.2107178316                +/- 0.2973951756   -0.0000063242
   Nodo  =  27.9946843707 (2000.0)       +/- 0.0022114883    0.0000000319
   Incl. =   6.2615799632                +/- 0.0057273100    0.0000000843
      q  =   6.2022964560 UA             +/- 0.0024920106    0.0000000409
      e  =   0.1737755035                +/- 0.0008358123   -0.0000000134
      a  =   7.5067932291 UA             +/- 0.0010884748
      n  =   0.0479206162                +/- 0.0000104226
      P  =  20.5675082607 anni           +/- 0.0044733909
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/BOATTINI 6

La P/Boattini 6, denominata anche P/, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
L'astronomo italiano Andrea Boattini ha scoperto la cometa mentre era di 19a magnitudine, nell'ambito del Mt. Lemmon Survey con il riflettore da 1,5m il 17,23 ottobre 2010, ed è stata confermata dopo la pubblicazione sulla NEOCP. La cometa era al perielio nel marzo 2010 a circa 4,9 UA, con un periodo di circa 17 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Marzo 25.0 TT = JDT 2455280.5
T 2010 Marzo 27.92184 TT                          da MPC
q   4.9028437 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05738981     Peri.   88.82648     +0.97367165     -0.17951065
a   6.6565036 UA   Nodo   281.50271     +0.10559760     +0.90140645  
e   0.2634506      Incl.    8.24329     +0.20202143     +0.39400805
P  17.2 anni 
da 109 osservazioni 2009 Set 17 - 2011 Dic 28, residuo medio 0".5.
Epoca 2026 Agosto 28.0 TT = JDT 2461280.5
T 2026 Settembre 9.94081 TT                       da MPC
q   4.8753357 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05974946     Peri.   86.68944     +0.98170616     -0.12836253
a   6.4800751 UA   Nodo   280.65180     +0.05866801     +0.90657346  
e   0.2476421      Incl.    8.22687     +0.18113830     +0.40205426
P  16.5 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 49

La P/PanSTARRS 49, denominata anche P/2015 X3, è una cometa periodica, che è stata osservata solo ad un passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa per tutto il XXI secolo non farà passaggi ravvicinati con Giove.
La cometa, mentre era di 21a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m l'1,41 dicembre 2015. In seguito sono state trovate delle immagini sempre di PanSTARRS di pre-scoperta del novembre 2015. La cometa era al perielio a circa 2,8 UA nell'agosto 2015, ed aveva un periodo di circa 11 anni.
CBET 4215 🔐 - MPEC 2015-X104 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida

Epoca 2015 Agosto 6.0 TT = JDT 2457240.5
T 2015 Agosto 7.80510 TT                          da MPCW
q   2.8224273 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.08750112     Peri.  306.88909     +0.84242503     -0.35800108
a   5.0248946 UA   Nodo    77.32904     +0.52202019     +0.72741475  
e   0.4383111      Incl.   24.37688     -0.13347283     +0.58540842
P  11.3 anni
da 31 osservazioni 2015 Nov 6 - Dic 10, residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 101

La P/PanSTARRS 101, denominata anche P/2019 X2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), e fino alla metà del prossimo secolo non avrà passaggi ravvicinati con il pianeta gigante.
La cometa, mentre era di 22a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 2 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 4,58 dicembre 2019. In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta ancora da PanSTARRS 2 del novembre 2019. È stata inserita nel PCCP come P20VUDB. La cometa aveva un periodo di circa 7 anni, ed era al perielio a circa 1,8 UA nel dicembre 2019.
CBET 4713 🔐 - MPEC 2020-A121 - AVB-2019X2 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2019 Dicembre 23.0 TT = JDT 2458840.5
T 2019 Dicembre 9.30903 TT                        da Bell
q   1.8241082 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14176209     Peri.  213.55753     -0.22898999     -0.93847461
a   3.6427496 UA   Nodo   250.85622     +0.94242414     -0.14724384  
e   0.4992496      Incl.   15.88134     +0.24372181     -0.31238542
P   6.95 anni 
da 49 osservazioni 2019 Nov 25 - 2020 Gen 9, residuo medio 0".5.
Epoca 2026 Novembre 16.0 TT = JDT 2461360.5 
T 2026 Novembre 15.27754 TT                       da Bell 
q   1.8145661 UA           (2000.0)           P               Q  
n   0.14228411     Peri.  213.53871     -0.22848696     -0.93853086 
a   3.6338343 UA   Nodo   250.84701     +0.94255276     -0.14672554  
e   0.5006470      Incl.   15.89744     +0.24369653     -0.31246031 
P   6.93 anni 
                                (Minor Planet center)  
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/KOWALSKI 4

La P/Kowalski 4, denominata anche P/2009 Y2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Richard A. Kowalski ha scoperto questa cometa di magnitudine +19 il 20,12 dicembre 2009, durante il Catalina Sky Survey con lo Schmidt da 0,68m. La cometa raggiunse il perielio nel marzo 2010, ed aveva una distanza dal perielio di 2,3 UA, con un periodo di circa 17 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 30 marzo 2010 - _ 10 dicembre 2026 - _ 29 luglio 2043 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Marzo 25.0 TT = JDT 2455280.5
T 2010 Marzo 30.71922 TT                          da MPC
q   2.3389953 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05947653     Peri.  171.96906     +0.25551143     -0.83094816
a   6.4998847 UA   Nodo   262.13059     +0.85699366     +0.43127832  
e   0.6401482      Incl.   29.92750     +0.44752181     -0.35146005
P  16.6 anni 
da 167 osservazioni 2009 Dic 20 - 2010 Mar 5, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2026 da Syuichi Nakano, nota NK 1991:
T     = 2026 Dicembre 10.82737 TT   Epoca = 2026 Dicembre 26.0 TT
Peri. = 172.32365                       e =    0.6375647
Nodo  = 262.05224    (2000.0)           a =    6.5387762 UA
Incl. =  29.98413                       n'=    0.05894668
    q =   2.3698835 UA                  P =   16.720 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/GIBBS 4

La P/Gibbs 4, denominata anche P/2007 K2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Alex R. Gibbs ha scoperto una cometa di magnitudine +19 nelle immagini del Catalina Sky Survey scattate con lo Schmidt da 0,68m il 21,15 maggio 2007. La cometa non era lontana dal suo perielio che era a circa 2,3 UA a giugno, ed aveva un periodo all'incirca di 19 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2007 Maggio 20.0 TT = JDT 2454240.5
T 2007 giugno 8.43305 TT                           da MPC
q   2.2686161 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05120893     Peri.  345.67583     -0.99658270     -0.07942340
a   7.1818925 UA   Nodo   189.85289     +0.08260100     -0.95806109  
e   0.6841200      Incl.    7.61985     +0.00005514     -0.27533774
P  19.2 anni 
da 47 osservazioni del 2007 (11 Aprile - 11 Luglio), residuo medio 0".7.  
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________

Oltre a quelle sopra citate, ci sono pure le seguenti comete che non sono stata osservate in 1 o 2 precedenti passaggi al perielio:
P/2011 V1 (Boattini 7) - P/2009 WX51 (Catalina 10) -
P/2004 R3 (LINEAR-NEAT 6) - P/2012 O2 (McNaught 25) -
P/2016 P1 (PanSTARRS 57) -
P/2002 S7 (SOHO 4) - P/1999 J6 (SOHO 5)
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2027:
_____________________________________

P/SHEPPARD 1

La P/Sheppard 1, denominata anche P/2021 R8, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene al gruppo delle comete della Fascia Principale (MBC).
Scott Sheppard ha scoperto questa cometa di 22a magnitudine, nelle immagini scattate con il CCD "Hyper Suprime-Cam" sul riflettore Subaru da 8.2m f/2.2 a Mauna Kea il 5,55 settembre 2021. Dopo la scoperta, al team di PanSTARRS è stato chiesto di cercare immagini d'archivio e di trovare immagini della cometa da agosto e all'inizio di settembre. È poi stata inserita nel PCCP come i249429. La cometa era al perielio a circa 2,1 UA nell'ottobre del 2021, ed aveva un periodo di circa 5,2 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida ed altri):
_ 14 luglio 2016 - _ 7 ottobre 2021 - _ 5 gennaio 2027 - _ 9 aprile 2032 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Central Bureau Electronic Telegrams:

                    Epoca = 2016 luglio 31.0 TT
     T = 2016 luglio 14.37211 TT      Peri. = 191.18410
     e = 0.2940498                    Nodo  = 167.08200 (2000.0)   
     q = 2.1301774 UA                 Incl. =   2.20166
     a = 3.0174616 UA  n = 0.18803620     P =   5.24 anni

                    Epoca = 2021 Settembre 23.0 TT
     T = 2021 Ottobre 7.47352 TT      Peri. = 190.77845
     e = 0.2940196                    Nodo  = 167.02544 (2000.0)   
     q = 2.1310487 UA                 Incl. =   2.20308
     a = 3.0185662 UA  n = 0.18793299     P =   5.24 anni

                    Epoca = 2026 Dicembre 26.0 TT
     T = 2027 gennaio 5.74939 TT      Peri. = 190.82303
     e = 0.2922775                    Node  = 167.00221 (2000.0)   
     q = 2.1376952 UA                 Incl. =   2.20284
     a = 3.0205273 UA  n = 0.18774999     P =   5.25 anni

                    Epoca = 2032 Marzo 29.0 TT
     T = 2032 Aprile 9.45784 TT       Peri. = 190.93010
     e = 0.2866069                    Nodo  = 166.78917 (2000.0)
     q = 2.1588457 UA                 Incl. =   2.20038
     a = 3.0261656 UA  n = 0.18722552     P =   5.26 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PIMENTEL 2

La P/Pimentel 2, denominata anche P/2020 G1, è una cometa periodica osservata in un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Eduardo Pimentel ha scoperto questa cometa di magnitudine +15 nelle immagini scattate da lui stesso, da Christovao Jacques e da Joao Ribeiro de Barros il 13,90 aprile con l'astrografo del "Southern Observatory for Near Earth Research" (SONEAR) da 0.28m-f/2.2 a Oliveira, in Brasile, e fu presto confermata da molti altri osservatori. Il JPL, con un arco osservativo di 97 giorni, fornisce attualmente un'orbita con un'eccentricità di circa 0,86, un perielio a circa 0,5 UA e un periodo intorno ai 6,84 anni +/-0,5 giorni. Questa orbita fornisce una MOID con Giove di 0,25 UA e una MOID con la Terra di 0,27 UA, sebbene senza recenti passaggi ravvicinati.
MPEC 2020-H06 - CBET: 4754 🔐 / 4759 🔐 / 4773 🔐 - AVB-2020G1 - Remanzacco .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2020 Marzo 12.0 TT = JDT 2458920.5
T 2020 Marzo 17.41164 TT                         da Rudenko
q   0.5058139 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14386575     Peri.  207.64872     +0.05998684     -0.95965400
a   3.6071520 UA   Nodo   240.10158     +0.96433087     +0.12679342  
e   0.8597747      Incl.   18.47461     +0.25781302     -0.25097335
P   6.85 anni 
da 468 osservazioni nel 2020 (13 Apr - 20 Giu), residuo medio 0".9.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 12

La P/PanSTARRS 12, denominata anche P/2012 T2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, trovandosi nel ''Gateway''.
La cometa è stata osservata solo per 34 giorni, quindi le incertezze sulla sua orbita restano elevate. 
Richard Wainscoat e Henry Hsiehteam del team di Pan-STARRS hanno scoperto la cometa mentre era di 21a magnitudine, il 10,36 ottobre 2012, e le conferme includevano misurazioni di diversi astrometristi dilettanti. Hirohisa Sato fornisce un'orbita che ha il perielio a circa 4,8 UA nell'aprile 2013, e con un periodo di circa 14 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 Aprile 18.0 TT = JDT 2456400.5
T 2013 Aprile 20.59769 TT                         da MPC
q   4.8168677 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07163193     Peri.  310.37577     +0.89513084     -0.39389298
a   5.7420233 UA   Nodo    73.75226     +0.44562446     +0.77730966  
e   0.1611201      Incl.   12.56021     +0.01263392     +0.49054870
P  13.8 anni 
da 37 osservazioni del 2012 (10 Ott - 13 Nov), residuo medio 0".5.
Epoca 2027 Febbraio 4.0 TT = JDT 2461440.5
T 2027 gennaio 21.89295 TT                        da MPC
q   4.7905472 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07223736     Peri.  311.44567     +0.88812416     -0.40938088
a   5.7098951 UA   Nodo    73.68055     +0.45911411     +0.76925982  
e   0.1610096      Incl.   12.57274     +0.02120651     +0.49055746
P  13.6 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/FULS 1

La P/Fuls 1, denominata anche P/2017 D1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
David Carson Fuls ha scoperto la cometa mentre era di 20a magnitudine, nelle immagini del Mt. Lemmon Survey scattate con il riflettore da 1,5m il 21,35 febbraio 2017. Successivamente, altre immagini di pre-scoperta sono state trovate nei dati di PanSTARRS del 2015 e del 2016 e nei dati del Mt. Lemmon del novembre 2016. La ​​cometa era al perielio a circa 2,7 UA nel giugno 2016, ed aveva un periodo di circa 10,5 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2016 giugno 21.0 TT = JDT 2457560.5
T 2016 giugno 28.28385 TT                         da MPCW
q   2.6877910 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.09364632     Peri.    7.25499     +0.01525237     -0.93631038
a   4.8025908 UA   Nodo    82.33547     +0.89867505     -0.14099045  
e   0.4403456      Incl.   20.73247     +0.43834978     +0.32162799
P  10.52 anni 
da 70 osservazioni 2015 Set 8 - 2017 Mar 7, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 3355:
T     = 2027 gennaio 31.06592 TT    Epoca = 2027 Febbraio 4.0 TT
Peri. =   8.17618                       e =    0.4378802
Nodo  =  82.18177    (2000.0)           a =    4.8202702 UA
Incl. =  20.77146                       n'=    0.09313159
    q =   2.7095694 UA                  P =   10.583 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/GROELLER 1

La P/Groeller 1, denominata anche P/2019 B2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Hannes Groeller ha scoperto una cometa di magnitudine +18 nelle immagini del Catalina Sky Survey, scattate con lo Schmidt da 0,68m il 26,31 gennaio 2019, e Peter Birtwhistle (BAA) è stato tra i primi osservatori che hanno confermato la scoperta, descrivendo una chioma di 14" con una coda che di estendeva di 12" in PA 290°. Era stata inserita nel PCCP come C01N611
La cometa era al perielio a circa 2,4 UA nel giugno  del 2019, ed aveva un periodo di circa 7,6 anni.
CBET 4609 🔐 - MPEC 2019-C21 - AVB-2019B2 - NK 4013 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2019 giugno 6.0 TT = JDT 2458640.5
T 2019 giugno 8.05557 TT                         da Rudenko
q   2.4164636 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.13033394     Peri.  358.71863     -0.99651921     -0.08142298
a   3.8526927 UA   Nodo   176.45896     +0.07882883     -0.99016119  
e   0.3727858      Incl.   16.82944     +0.02711978     -0.11380298
P   7.56 anni
da 166 osservazioni del 2019 (4 gen - 4 Lug), residuo medio 0".8.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 4298:
T     = 2027 Febbraio 23.47318 TT   Epoca = 2027 Febbraio 4.0 TT
Peri. =   0.38440                       e =    0.3573131
Nodo  = 175.51541    (2000.0)           a =    3.9338464 UA
Incl. =  16.95984                       n'=    0.12632170
    q =   2.5282315 UA                  P =    7.802 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 80

La P/PanSTARRS 80, denominata anche P/2018 H2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa, mentre era di 20a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 16,53 aprile 2018. In seguito sono state trovate immagini sempre di PanSTARRS di pre-scoperta del novembre 2017. Era stata pubblicata sul PCCP come P10Hq33. La cometa era al perielio a circa 2.0 UA nel gennaio 2018, con un periodo di circa 9,2 anni.
CBET 4512 🔐 - MPEC 2018-H93 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 Febbraio 11.0 TT = JDT 2458160.5
T 2018 gennaio 23.46931 TT                        da MPCW
q   2.0271368 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.10656735     Peri.  120.23382     -0.98184437     +0.14721971
a   4.4060890 UA   Nodo    68.45736     -0.18525213     -0.87978070  
e   0.5399238      Incl.    7.38866     +0.04078326     -0.45200915
P   9.25 anni 
da 163 osservazioni 2017 Nov 17 - 2018 Giu 12, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 3597:
T     = 2027 Marzo 17.61801 TT      Epoca =  2027 Marzo 16.0 TT
Peri. = 119.38099                       e =    0.5393480
Nodo  =  67.50694    (2000.0)           a =    4.4180001 UA
Incl. =   7.44123                       n'=    0.10613668
    q =   2.0351605 UA                  P =    9.286 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 13

La P/PanSTARRS 13, denominata anche P/2012 T3, è una cometa periodica che è stata osservata ad un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Richard Wainscoat, Larry Denneau, e Henry Hsieh del team di Pan-STARRS hanno scoperto la cometa mentre era di 21a magnitudine, il giorno 10,35 ottobre 2012. Le conferme includevano misurazioni di diversi astrometristi dilettanti. La cometa era al perielio a circa 2,4 UA nell'aprile 2012, con un periodo di circa 15 anni, ma il breve arco di osservazione di soli 22 giorni rende l'orbita molto approssimativa.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Da vari siti):
Per il prossimo ritorno Seiichi Yoshida da il 24 dicembre del 2026, mentre Kazuo Kinoshita fornisce la data del 12 febbraio 2029, noi abbiamo deciso di riportarvi i calcoli di Syuichi Nakano.
_ 27/28 aprile 2012 - _ Intorno al 23 marzo 2027 (+/- 25 giorni).

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 4404:

     Epoca = 2012 Aprile 23.0 TT
     T     = 2012 Aprile 27.07144  +/- 0.32488 (m.e.) TT 
     Peri. =  196.34507            +/- 0.19726
     Nodo  =  114.32147            +/- 0.03736   (2000.0)   
     Incl. =    9.51634            +/- 0.00277
        q  =    2.3781785          +/- 0.0026537 UA
        e  =    0.6077165          +/- 0.0011365
        a  =    6.0623976          +/- 0.0188213 UA
        n' =    0.06602942         +/- 0.00030749
        P  =   14.927              +/- 0.0695126 anni
                       Incertezza (+/- 25.4 giorni)

    Previsione per il 2027, molto incerta:

 T     = 2027 Marzo 23.30454 TT      Epoca = 2027 Marzo 16.0 TT  
 Peri. = 196.38987                       e =    0.6081132
 Nodo  = 114.19280    (2000.0)           a =    6.0608459 UA
 Incl. =   9.52562                       n'=    0.06605477
     q =   2.3751653 UA                  P =   14.921 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SCOTTI 7

La P/Scotti 7, denominata anche P/2010 H4, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), ed è tra quelle che si trovano nel ''Gateway''.
James Vernon Scotti ha scoperto la cometa mentre era di 21a magnitudine, nelle immagini CCD ottenute con il riflettore Spacewatch da 0,9m f/3 a Kitt Peak il 20,27 aprile 2010. 
La cometa era al perielio a circa 4,8 UA a giugno 2010, con un periodo di circa 17 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Kazuo Kinoshita):
_ 21 giugno 2010 - _ 21 maggio 2027 - _ 22 maggio 2044 - ecc.

Parametri orbitali:
L'orbita risulta ancora incerta, difatti il JPL fornisce un'incertezza sul periodo di rivoluzione di +/-11,55 giorni.

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 2060:

     Epoca =  2010 giugno 13.0 TT
     T     =  2010 giugno 21.43937  +/- 2.88177 (m.e.) TT 
     Peri. =  179.92705             +/- 0.30177
     Nodo  =   44.83103             +/- 0.00407   (2000.0)   
     Incl. =    2.32164             +/- 0.00184
        q  =    4.8293902           +/- 0.0019441 UA
        e  =    0.2692330           +/- 0.0006538
        a  =    6.6086595           +/- 0.0009809 UA
        n' =    0.05801416          +/- 0.00001292
        P  =   16.989               +/- 0.0037823 anni
                   Incertezza (P)  (+/- 1.38 giorni)

     Previsione per il 2027:

 T     = 2027 Maggio 21.94919 TT     Epoca =  2027 giugno 4.0 TT  
 Peri. = 179.12472                       e =    0.2679785
 Nodo  =  44.75339    (2000.0)           a =    6.6239342 UA
 Incl. =   2.31711                       n'=    0.05781361
     q =   4.8488620 UA                  P =   17.048 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 54

La P/PanSTARRS 54, denominata anche P/2016 A7, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa, mentre era di 22a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 14,65 gennaio 2016, ed è stata osservata per 145 giorni, fino al 7 giugno 2016. 
La cometa era al perielio a circa 2,2 UA nel febbraio 2016, con un periodo di circa 11 anni.
CBET 4240 🔐 - MPEC 2016-B62 - NK 3177 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, Kazuo Kinoshita, JPL, e Syuichi Nakano):
_ 25 febbraio 2016 - _ 27/28 febbraio 2027 (incertezza +/- 0,46754 giorni) - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida & dal MPC:

Epoca 2016 Febbraio 22.0 TT = JDT 2457440.5
T 2016 Febbraio 25.86439 TT                       da MPCW
q   2.1766394 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.08756001     Peri.  352.47032     -0.82602558     +0.53079079
a   5.0226415 UA   Nodo   221.46606     -0.50105225     -0.84556826  
e   0.5666345      Incl.   16.63702     -0.25812474     -0.05723160
P  11.26 anni 
da 43 osservazioni del 2016 (14 gennaio - 7 giugno), residuo medio 0".4.  
Epoca 2027 giugno 4.0 TT = JDT 2461560.5
T 2027 Maggio 27.89390 TT                dalla MPEC 2016-K18
q   2.1935139 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.08624907     Peri.  353.36261     -0.83536515     +0.52035786
a   5.0734079 UA   Nodo   219.68019     -0.49071804     -0.85118753  
e   0.5676449      Incl.   16.11066     -0.24771124     -0.06861113
P  11.43 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/WISE 3

La P/WISE 3, denominata anche P/2010 D2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, con la particolarità di avere una elevata inclinazione di ben 57,1° rispetto al piano dell'eclittica.
La cometa è stata scoperta, nelle immagini del satellite Wide-field Infrared Survey Explorer (WISE), il 25,69 febbraio 2010. L'oggetto mostrava una chioma e una coda nebbiose. Peter Birtwhistle fece osservazioni di conferma il 4,83 marzo 2010, attribuendogli una magnitudine di +19,5. La cometa era al perielio a circa 3,7 UA a marzo 2010, ed i calcoli di Hirohisa Sato suggerivano un'orbita ellittica con un periodo di circa 17 anni e questo è confermato dall'ultimo comunicato.
IAUC: 9121 🔐 / 9147 🔐 - MPEC: 2010-E20 / 2010- E56 / 2010-G65 - NK 2035 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 5 marzo 2010 - _ 10 luglio 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Marzo 25.0 TT = JDT 2455280.5
T 2010 Marzo 5.12203 TT                           dal MPC
q   3.6590615 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05700202     Peri.  120.06415     -0.08025914     -0.83651123
a   6.6866594 UA   Nodo   319.83397     +0.33605205     +0.48924966  
e   0.4527818      Incl.   57.17879     +0.93841755     -0.24674627
P  17.3 anni 
da 55 osservazioni 2010 Feb 25 - 2011 Apr 29, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 2086:
T     = 2027 luglio 10.39019 TT     Epoca = 2027 luglio 14.0 TT
Peri. = 120.12191                       e =    0.4510574
Nodo  = 319.88676    (2000.0)           a =    6.7070230 UA
Incl. =  57.14188                       n'=    0.05674262
    q =   3.6817707 UA                  P =   17.370 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LINEAR-HILL 1 A-B

La P/LINEAR-Hill 1, denominata anche 2003 YM159 e P/2004 V5, è una cometa periodica che ha subito una frammentazione del nucleo, con un solo passaggio al perielio osservato, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete di Giove (JFC), nel sottogruppo di Saturno. 

Frammentazione:
Riguardo alla rottura del nucleo, Zdenek Sekanina (Jet Propulsion Laboratory), scrive che il suo modello di frammentazione della cometa (IAUC 8434) mostra che i due nuclei della P/2004 V5 (MPEC 2004-V79 e MPEC 2004-W07) si sono separati intorno all'anno 2001,9 +/- 0,3, a una distanza eliocentrica di circa 6,3 UA e quindi 2,5 anni prima del perielio. La velocità di separazione della compagna (frammento B) rispetto alla primaria (A) puntava al di sotto del piano orbitale ed era di almeno 2,6 m/s. Il moto di B da allora è stato sottoposto a una decelerazione differenziale. 
Le separazioni e gli angoli di posizione di B rispetto ad A sono i seguenti (equinozio 2000.0): 
- 21,0 novembre 2004 TT, 131" e 287 gradi; - 1 dicembre 2004, 137" e 288 gradi; - 11,0 dicembre 2004, 144" e 289 gradi; - 21,0 dicembre 2004, 152" e 290 gradi; - 31,0 dicembre 2004, 159" e 290 gradi; - 10 gennaio 2005, 167" e 291 gradi; - 20,0 gennaio 2005, 175" e 291 gradi; IAUC 8440 - CBET 284 .


Scoperta ed osservazioni:
Il Catalina Sky Survey ha riportato le osservazioni di due sospette comete a coda corta su quattro frame CCD ottenute in un arco di 39 minuti il ​​10,5 novembre 2004 UT (osservatore Richard Erik Hill, con il telescopio Schmidt da 0,68m). La testa di quella leggermente più debole tra i due era situata a circa 102'' a ovest e 33'' a nord di quella della parte più luminosa e vicino all'estremità della coda di quest'ultima. Supponendo che le due orbite differissero solo in T, Brian Geoffrey Marsden, dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, ha scoperto che gli oggetti, erano comete di periodo intermedio a circa 4,3-4,4 UA dalla Terra. L'ipotesi ha anche rivelato probabili osservazioni del team di LINEAR di un singolo oggetto asteroidale l'8 e il 24 ottobre, e un collegamento di tre notti ha poi mostrato l'identità con l'oggetto asteroidale scoperto da LINEAR e denominato 2003 YM159, che è stato osservato il 17 e il 30 dicembre del 2003 (vedi MPS 109905), l'identità è chiaramente con l'oggetto più luminoso del 10 novembre 2004, ora designato componente A.
Il componente B è passato al perielio 0,23 giorni dopo il componente A. IAUC 8438 .
La cometa ha un ampio arco osservativo, dal 17 dicembre 2003 al 25 maggio 2006, con 546 osservazioni, ne risulta che la sua orbita è ben conosciuta con solo lievi incertezze.


Curve di luce dal sito di Yoshida, relative al passaggio al perielio del 2005 ).

Denominazione:
La cometa era originariamente chiamata LINEAR-Catalina, tuttavia Brian Marsden ha riferito sulla MPEC 2004-V79, che la consultazione con l'IAU Committee on Small-Body Nomenclature ha portato alla decisione di introdurre per questa cometa (IAUC 8433 - MPEC 2004-V52) la nuova designazione principale P/2004 V5 e di sostituire il nome LINEAR-Catalina con LINEAR-Hill. Mentre il rapporto iniziale deduceva che la scoperta della cometa fosse una scoperta di gruppo del team Catalina (da qui il nome 'LINEAR-Catalina' dato sulla IAUC 8433), da allora è stato determinato che l'osservatore R.E. Hill era il solo a scoprire, misurare, e poi segnalare la cometa, consentendo così di utilizzare il suo nome al posto del nome della Survey. 
Mentre i 2 componenti A e B sono definiti come prima, ma gli elementi orbitali e le effemeridi, si riferiscono solo al componente A.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, Kazuo Kinoshita & Syuichi Nakano):
Componente A: _ 28 febbraio 2005 - _ 4 agosto 2027 - _ 21 aprile 2050 - ecc.
Componente B: _ 1 marzo 2005 - _ 6 agosto 2027 - ecc.  - NK 1247b .

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida dalla MPC 53465:

* Componente A
Epoca 2005 Marzo 11.0 TT = JDT 2453440.5
T 2005 Febbraio 28.7449 TT                        da MPC
q   4.410856 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0439630      Peri.   87.6904      -0.6719679      -0.6986046
a   7.950805 UA    Nodo    47.8590      +0.4759874      -0.6616648  
e   0.445231       Incl.   19.3582      +0.5673580      -0.2723073
P  22.4 anni 
da 244 osservazioni 2003 Dic 17 - 2005 Gen 16, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 1346:
T     = 2027 Aug.  4.38499 TT       Epoch =  2027 Aug. 23.0 TT
Peri. =  87.15660                       e =    0.4532249
Node  =  47.64377    (2000.0)           a =    8.1080051 AU
Inc.  =  19.31306                       n'=    0.04269068
    q =   4.4332551 AU                  P =   23.087 years

* Componente B
T 2005 Febbraio 28.5281 TT                        da MPC 
q   4.411779 UA            (2000.0)           P               Q 
n   0.0438886      Peri.   87.6115      -0.6712682      -0.6992357 
a   7.959791 UA    Nodo    47.8825      +0.4766240      -0.6612729  
e   0.445742       Incl.   19.3603      +0.5676518      -0.2716387 
P  22.5 anni 
da 118 osservazioni del 2004, dal 10 Novembre al 16 Dicembre.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 1247b:
T     = 2027 Aug.  6.93943 TT       Epoch =  2027 Aug. 23.0 TT
Peri. =  87.27640                       e =    0.4532393
Node  =  47.64074    (2000.0)           a =    8.1081016 AU
Inc.  =  19.31304                       n'=    0.04268992
    q =   4.4331912 AU                  P =   23.088 years
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/RANKIN 5

La P/Rankin 5, denominata anche P/2024 L4, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla gruppo di comete di tipo Encke (ETC).
Possiede piccole MOID con Marte, Venere e con la Terra di 0,0636194 UA.
David Rankin (Lunar and Planetary Laboratory), Università dell'Arizona, ha segnalato la scoperta di questa cometa sulle immagini scattate il 15,42 giugno 2024 UT, con il riflettore da 1,5m della Mt. Lemmon Survey, notando che l'oggetto aveva una chioma apparente di 6", ed è stata pubblicata sulla PCCP come CAPN0N2. Gregory J. Leonard ha riferito che le immagini CCD ottenute con il riflettore da 1m dell'osservatorio Steward sempre al Mt. Lemmon il 16 giugno, ha mostrato una chioma condensata di circa 8" ma senza coda.
Confermata anche da John J. Maikner nella foto allegata.
Secondo Daniel W.E. Green i calcoli indicano che si tratta di una cometa molto piccola, e probabilmente c'è stata un'esplosione intorno al momento della scoperta. 


Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 14 aprile 2024 - _ metà agosto 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI di Nakano, dalla CBET 5409:

I seguenti elementi orbitali a due corpi di S. Nakano provengono 
da 67 osservazioni (15 giugno - 8 luglio) 2024, residuo medio 0".3. 
 T(per)= 2024 Aprile 14.28890 TT      Peri. =  53.70583
  ecc. = 0.6987753                    Nodo  = 139.77119 (2000.0)
     q = 0.6719164 UA                 Incl. =  10.05830
     a = 2.2306151 UA  n = 0.29584697     P =   3.33 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/ATLAS 16

La P/ATLAS 16, denominata anche P/2021 Q5, è una cometa periodica di cui è stato osservato un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, con un'orbita caotica.
La cometa, mentre era di 17a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini scattate dal team di ATLAS (Asteroid Terrestrial-impact Last Alert System) con lo Schmidt da 0,5m ad Haleakala, il 29,61 agosto 2021. 
È stata poi pubblicata sul PCCP come A10ACD6

Evoluzioni orbitali:
L'orbita inizialmente era un po' incerta, ma suggeriva che la cometa fosse al perielio a 1,2 UA alla fine del mese di agosto del 2012, e si trovasse in un'orbita periodica di 6 anni, e ciò suggeriva che la cometa avesse fatto un passaggio ravvicinato a Giove nel febbraio 2019. Sam Deen ha quindi calcolato una nuova orbita utilizzando un'astrometria aggiuntiva, che suggerisce che la cometa sia passata a 0,036 UA (JPL) da Giove il 4 gennaio 2019 UT, prima di questo avvicinamento, secondo Syuichi Nakano, la cometa aveva un'orbita con: 
T(per)= 11 febbraio 2010, q= 3,194 AU - eccentricità= 0.372 - Arg.Perielio= 122,5° - Long.Nodo= 246,2° - i= 11,5° - a= 5,088 UA - P= 11,5 anni. 
La cometa incontrerà nuovamente Giove il 19 settembre 2030 a sole 0,028 UA che modificherà drasticamente l'orbita attuale, con i seguenti parametri, sempre calcolati da Nakano:
T(per)= 5 giugno 2036 - q= 2.292 UA - eccentricità= 0.448 - Arg.Perielio= 19,5° - Long.Nodo= 70,8° - i= 5,6° - a= 4,154 UA - P= 8,47 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 11 febbraio 2010 - _ 30 agosto 2021 - _ 8 agosto 2027 - _ 5 giugno 2036 - ecc.

Parametri orbitali:
La cometa presenta un arco osservativo di 55 giorni, quindi, seppur piccole, permangono alcune incertezze nei suoi parametri il JPL sul periodo di rivoluzione fornisce un errore di +/- 2,53 giorni.

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2022 gennaio 21.0 TT = JDT 2459600.5
T 2021 Agosto 30.43472 TT                        da Rudenko
q   1.2345426 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.16547367     Peri.  180.89709     +0.49007630     -0.85669562
a   3.2858681 UA   Nodo   239.77287     +0.80090580     +0.51541546  
e   0.6242872      Incl.   10.73410     +0.34405684     +0.02048205
P   5.96 anni 
da 265 osservazioni 2021 Ago 29 - 2022 Gen 25, residuo medio 0".7.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 4548:
T     = 2027 Agosto 8.40071 TT      Epoca = 2027 Agosto 23.0 TT
Peri. = 180.98499                       e =    0.6232916
Nodo  = 239.70493    (2000.0)           a =    3.2770288 UA
Incl. =  10.73485                       n'=    0.16614363
    q =   1.2344844 UA                  P =    5.932 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 112

La P/PanSTARRS 112, denominata anche P/2020 T3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
La cometa nel 2047 si calcola che farà un passaggio estremamente ravvicinato a Marte, a sole 0,09652 UA, mentre passera nei pressi di Giove già nel febbraio 2031 a 0,24497 UA, e poi nel 2078 si prevede un passaggio ancora più ravvicinato, questi eventi contribuiranno a cambiare gli attuali parametri orbitali.
Il team di PanSTARRS 1 (Haleakala), ha scoperto una cometa di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 10,37 ottobre 2020, con immagini di pre-scoperta sempre da PanSTARRS di settembre e del Mt Lemmon Survey di settembre e ottobre. È stata inserita nel PCCP come P117ymK
La cometa era al perielio a circa 1,4 UA nel gennaio 2021, ed ha un periodo di circa 6,6 anni.
CBET 4872 🔐 - MPEC 2020-U197 - AVB-2020T3 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2021 luglio 5.0 TT = JDT 2459400.5
T 2021 gennaio 20.46691 TT                       da Rudenko
q   1.4365615 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.14940056     Peri.  357.04052     +0.32421356     -0.93807430
a   3.5175037 UA   Nodo    74.01721     +0.87051029     +0.24534286  
e   0.5915963      Incl.    7.29529     +0.37026665     +0.24458840
P   6.60 anni 
da 187 osservazioni 2020 Set 9 - 2021 Mar 10, residuo medio 0".7.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 4429:
T     = 2027 Agosto 27.88871 TT     Epoca =  2027 Agosto 23.0 TT
Peri. = 357.13464                       e =    0.5921376
Nodo  =  73.96280    (2000.0)           a =    3.5142123 UA
Incl. =   7.29879                       n'=    0.14961051
    q =   1.4333151 UA                  P =    6.588 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/BOATTINI 8

La P/Boattini 8, denominata anche P/2011 Y2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
La cometa il 2 febbraio del 1950 passò a soli 0,28389 UA da Giove, che ne modifico radicalmente la precedente orbita in quella attuale, il prossimo passaggio avverrà il 19 giugno 2029 a circa 0,73 UA dal pianeta gigante, poi altri successivi passaggi, porteranno progressivamente ad aumentarne il perielio.

L'astronomo italiano Andrea Boattini ha scoperto la cometa, mentre era di 19a magnitudine, nelle immagini del Mt. Lemmon Survey scattate il 24,13 dicembre 2011, in seguito è stato in grado di trovare immagini pre-scoperta dal 30 ottobre. Ulteriori immagini da Spacewatch il 16 ottobre e da PanSTARRS il 4 settembre hanno consentito di calcolare una buona orbita preliminare. La cometa era al perielio nel marzo 2012 a circa 1,8 UA, con un periodo di circa 16 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2012 Marzo 14.0 TT = JDT 2456000.5
T 2012 Marzo 21.69081 TT                          da MPC
q   1.7871809 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06350694     Peri.  131.19270     +0.14941549     -0.98513686
a   6.2218841 UA   Nodo   310.00918     +0.87084680     +0.17169925  
e   0.7127589      Incl.    6.35171     +0.46829570     -0.00497343
P  15.5 anni 
da 91 osservazioni 2011 Set 4 - 2012 Apr 11, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2027 da Syuichi Nakano, nota NK 2260:
T     = 2027 Ottobre 2.56995 TT     Epoca =  2027 Ottobre 2.0 TT
Peri. = 132.18185                       e =    0.7107825
Nodo  = 309.26499    (2000.0)           a =    6.2166377 UA
Incl. =   6.39372                       n'=    0.06358735
    q =   1.7979606 UA                  P =   15.500 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 136

La P/PanSTARRS 136, denominata anche P/2022 R5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene al gruppo delle comete della Fascia Principale (MBC).
Il team di PanSTARRS 2 guidato da Yudish Ramanjooloo, ha scoperto la cometa mentre era di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m l'8,60 settembre 2022, ed è stata inserita nel PCCP come P21xDaC. La cometa era al perielio a circa 2,5 UA nel mese di maggio del 2022, e ha un periodo di circa 5,4 anni. Ha avuto un arco osservativo di 77 giorni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 28 maggio 2022 - _ 11 ottobre 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Syuichi Nakano, nota NK 4895:

     Epoca =  2022 Maggio 21.0 TT
     T     =  2022 Maggio 28.29438  +/- 0.01994 (m.e.) TT 
     Peri. =  240.77478             +/- 0.00729
     Nodo  =  115.09523             +/- 0.00087   (2000.0)   
     Incl. =   15.29401             +/- 0.00010
        q  =    2.4699937           +/- 0.0000536 UA
        e  =    0.1960141           +/- 0.0000278
        a  =    3.0721852           +/- 0.0001255 UA
        n' =    0.18303451          +/- 0.00001121
        P  =    5.385               +/- 0.0003299 anni
                                   (+/- 0.12 giorni)

                    Previsione per il 2027:

 T     = 2027 Ottobre 11.55550 TT    Epoca = 2027 Ottobre 2.0 TT  
 Peri. = 240.37327                       e =    0.1943257
 Nodo  = 115.03707    (2000.0)           a =    3.0716678 UA
 Incl. =  15.29121                       n'=    0.18308076
     q =   2.4747638 UA                  P =    5.383 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 25

La P/PanSTARRS 25, denominata anche P/2013 T1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
La Cometa nel XX secolo e nel XXI secolo, non ha effettuato e non effettuerà, passaggi particolarmente ravvicinati ne a Giove, ne a Saturno.
Richard Wainscoat, Larry Denneau, Peter Veres, Bryce Bolin, e Marco Micheli, del team di Pan-STARRS hanno scoperto la cometa, mentre era di 21a magnitudine, il 5,37 ottobre 2013. Sono poi state trovate immagini pre-scoperta dalla Mt. Lemmon Survey, scattate il 13,4 settembre 2013. Era al perielio a circa 2,2 UA nel luglio 2013, ed aveva un periodo di circa 14 anni. L'arco osservativo è stato di soli 52 giorni, quindi permangono alcune incertezze, difatti l'errore sul periodo di rivoluzione è di circa +/- 3,5 giorni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 Agosto 16.0 TT = JDT 2456520.5
T 2013 luglio 31.25248 TT                         da MPC
q   2.2103921 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06935379     Peri.  345.83434     +0.99386308     +0.08293263
a   5.8670876 UA   Nodo    10.28312     -0.00277752     +0.68024909  
e   0.6232557      Incl.   24.20860     -0.11058235     +0.72827423
P  14.2 anni
da 41 osservazioni del 2013 (13 Set - 4 Nov), residuo medio 0".3.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 32

La P/PanSTARRS 32, denominata anche P/2014 V1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Questa cometa di 20a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 9,21 novembre 2014. La cometa era al perielio a circa 2,6 UA nel gennaio 2015, ed ha un incerto periodo di circa 12,6 +/- 1,82 anni, dovuto ad un ridotto arco osservativo di soli 8 giorni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida ed altri):
_ 21 gennaio 2015 (+/- 3,3 giorni) _ 27 novembre 2027 (+/- 1,82 anni) - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2015 gennaio 18.0 TT = JDT 2457040.5
T 2015 gennaio 20.62444 TT                        da MPCW
q   2.5687019 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07642548     Peri.  177.72742     +0.96192580     +0.25779866
a   5.4993402 UA   Nodo   166.26201     -0.25640049     +0.96619504  
e   0.5329073      Incl.   22.47030     -0.09464436     +0.00264472
P  12.6 anni
da 40 osservazioni nel 2014 (9-17 Nov), residuo medio 0".5.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/VAISALA 2

La P/Väisälä 2, denominata formalmente C/1942 EA, ma anche 1942c, oppure 1942 II, è una cometa di tipo Halleide, con un periodo di circa 85,4 anni.
La cometa è stata scoperta l'11 marzo 1942 dall'astronomo finlandese Yrjö Väisälä ed è stata osservata solo fino al 17 aprile dello stesso anno.
L'osservazione della cometa ha avuto una storia travagliata, difatti al momento della scoperta fu ritenuta un asteroide e conseguentemente denominata 1942 EA, ma quando ci si accorse della sua natura cometaria, la sua denominazione fu modificata in 1942c e 1942 II. Ulteriori osservazioni permisero di calcolare una prima stima dell'orbita, che si rivelò essere periodica, ma gli eventi della Seconda guerra mondiale non permisero di seguirla per un adeguato periodo di tempo. La cometa dovrebbe tornare al perielio nel 2027, allora dovrebbe ricevere la sua denominazione definitiva. ma permangono elevate incertezze sui suoi parametri orbitali.
[Gary W. Kronk, Cometography: A Catalog of Comets, Volume 4: 1933–1959 - p.167-169].

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 15 febbraio 1942 - _ 6 dicembre 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2430406.3195 (1942-Feb-15.8) TDB
                      da Oterma
ecc.	0.933639	
a	19.3951116    UA
q	1.287079      UA
incl.	37.9961	      deg
nodo	172.2906      deg
peri	335.2229      deg
M	0.0	      deg
T(per)	2430406.3195 - 1942-Feb-15.8195 TDB  
periodo	31192.35 giorni - 85.3999999999999 anni  
n	0.0115389     deg/d
Q	37.5031442    UA
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________

Oltre a quelle sopra citate, ci sono pure le seguenti comete che non sono stata osservate in 1 o 2 precedenti passaggi al perielio:
P/2014 U4 (PanSTARRS 31) - P/2013 W1 (PanSTARRS 26) -
P/2004 FY140 (LINEAR 48) - P/2017 S8 (PanSTARRS 70)
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2028:
_____________________________________

P/ASH 1

La P/ASH 1, denominata anche P/2011 N1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, con la particolarità di avere un'elevata inclinazione del suo piano orbitale, rispetto all'eclittica. La cometa, come successo nel XX secolo, anche nel XXI e XXII secolo non effettuerà passaggi particolarmente ravvicinati ne a Giove, ne a Saturno.
Ignacio de la Cueva (Ibiza, Spagna), del team ASH, ha riportato la scoperta di un oggetto asteroidale su esposizioni scattate da J.L. Ortiz, P. Santos-Sanz, N. Morales e lui stesso con un riflettore da 0,40m-f/3,7 a San Pedro de Atacama (Cile), il 1,36 luglio 2011. Le immagini di conferma scattate il 3,4 e il 4,4 luglio UT, da de la Cueva, Morales e Ortiz con un riflettore da 0,45m a Cerro Burek (Cile) hanno mostrato una coda che si estendeva per circa 10" e una di 55" nella direzione anti-solare. In seguito alla pubblicazione sul NEOCP altri osservatori hanno confermato la sua natura cometaria. La cometa si trova in un'orbita di breve periodo di circa 16 anni, e ha raggiunto il perielio a circa 2,9 UA nel mese di maggio del 2012.
MPEC 2011-N29 - NK 2177 - IAUC 9219 🔐 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, Syuichi Nakano & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2012 giugno 2.0 TT = JDT 2456080.5
T 2012 Maggio 31.10234 TT                          da MPC
q   2.8578789 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06228820     Peri.  331.02429     +0.57116854     -0.59086505
a   6.3027808 UA   Nodo    77.67629     +0.81946658     +0.37043039  
e   0.5465686      Incl.   35.67699     +0.04733944     +0.71670065
P  15.8 anni 
da 259 osservazioni 2011 Lug 1 - 2014 Mar 21, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 2414:
T     = 2028 gennaio 1.33502 TT     Epoca = 2027 Dicembre 21.0 TT
Peri. = 330.61540                       e =    0.5447676
Nodo  =  77.54867    (2000.0)           a =    6.2251523 UA
Incl. =  35.79341                       n'=    0.06345694
    q =   2.8338911 UA                  P =   15.532 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/HILL 14

La P/Hill 14, denominata anche P/2014 A2, è una cometa periodica che è stata osservata in un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Richard Erik Hill (membro BAA), ha scoperto una cometa di magnitudine +19 durante il Catalina Sky Survey con lo Schmidt da 0,68m il 9,43 gennaio 2014. Le immagini di pre-scoperta del novembre 2013 sono state trovate nei dati del Mt Lemmon Survey. La cometa era al perielio a circa 2,1 UA nell'ottobre 2013, con un periodo di circa 14 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 Novembre 4.0 TT = JDT 2456600.5
T 2013 Ottobre 28.36321 TT                        da MPC
q   2.0747052 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06831020     Peri.  356.23660     -0.22906104     -0.88856854
a   5.9266916 UA   Nodo   106.67183     +0.90357113     -0.34596936  
e   0.6499387      Incl.   24.51329     +0.36206388     +0.30124932
P  14.4 anni 
da 107 osservazioni 2013 Nov 9 - 2014 Mar 7, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 2644:
T     = 2028 Marzo 14.78851 TT      Epoca =  2028 Marzo 10.0 TT
Peri. = 356.33401                       e =    0.6463515
Nodo  = 106.62328    (2000.0)           a =    5.9100692 UA
Incl. =  24.56299                       n'=    0.06859860
    q =   2.0900870 UA                  P =   14.368 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 115

La P/PanSTARRS 115, denominata anche P/2020 U2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Il team di PanSTARRS 1 ha scoperto la cometa, mentre era di 22a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 20,39 ottobre 2020, con immagini di pre-scoperta da PanSTARRS 1 e 2, e anche del Mt. Lemmon Survey di settembre e ottobre 2020. È stata poi collocata sul PCCP come P118urO, con una data di prima osservazione del 13,3 ottobre 2020, che corrisponde alle immagini del Mt. Lemmon Survey. La cometa era al perielio a circa 1,8 UA nel dicembre 2020, con un periodo di circa 7,3 anni.
CBET 4878 🔐 - MPEC 2020-U252 - NK 4431 - AVB-2020U2 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 25 dicembre 2020 - _ 1/2 maggio 2028 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2020 Dicembre 17.0 TT = JDT 2459200.5 
T 2020 Dicembre 25.70042 TT                      da Rudenko
q   1.8488302 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.13428283     Peri.   84.64528     +0.38008866     -0.92436546
a   3.7767862 UA   Nodo   342.90175     +0.79816331     +0.34574455  
e   0.5104753      Incl.    6.42100     +0.46740555     +0.16127369
P   7.34 anni
da 306 osservazioni 2020 Set 17 - 2021 Apr 11, residuo medio 0".7.
Epoca 2028 Aprile 19.0 TT = JDT 2461880.5 
T 2028 Maggio 2.89441 TT                         da Rudenko 
q   1.8476794 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.13427526     Peri.   84.83395     +0.37922162     -0.92471270 
a   3.7769281 UA   Nodo   342.76596     +0.79848605     +0.34512712  
e   0.5107984      Incl.    6.41974     +0.46755855     +0.16060418 
P   7.34 anni 
da 43 osservazioni nel 2020 (17 Set - 26 Ott), residuo medio 0".3.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SPACEWATCH 5

La P/Spacewatch 5, denominata anche P/2010 UH55, è una cometa periodica della quale si è osservato un unico passaggio al perielio, essa appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno, dal quale il 5 gennaio 2017 è passata a 0,76434 UA, che ha causato un leggero aumento del perielio da 2,77 a 2,89 UA, e del periodo da 16,63 a 17,07 anni. Inoltre Syuichi Nakano ha calcolato che la cometa è passata a 0,58 UA da Giove il 5 giugno 1946, e a 0,42 UA da Saturno il 1 gennaio 1900 UT. 
Il team di Spacewatch ha scoperto l'asteroide 2010 UH55 il 29 ottobre 2010, e Hirohisa Sato ha suggerito che mostrasse una chioma il mese successivo. Ciò è rimasto non confermato fino al novembre 2011, quando ha nuovamente notato una chioma, e questa volta le successive osservazioni hanno confermato una chioma e una coda, e quindi gli è stata data una designazione cometaria. La cometa era al perielio a circa 2,8 UA nel maggio 2011, ed aveva un periodo di 16,6 anni. 
IAUC 9250 🔐 - CBET 2926 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 10 maggio 2011 - _ 2 giugno 2028 - _ 7 agosto 2045 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2011 Aprile 29.0 TT = JDT 2455680.5
T 2011 Maggio 10.36257 TT                          da MPC
q   2.7679684 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05926966     Peri.  221.61818     -0.11361336     -0.98578497
a   6.5150004 UA   Nodo   235.26467     +0.94670003     -0.06962013  
e   0.5751392      Incl.    8.66255     +0.30141508     -0.15290858
P  16.63 anni 
da 158 osservazioni 2010 Set 12 - 2012 Mar 23, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 2185:
T     = 2028 giugno 2.49170 TT      Epoca = 2028 Maggio 29.0 TT
Peri. = 225.54050                       e =    0.5638196
Nodo  = 232.72875    (2000.0)           a =    6.6291791 UA
Incl. =   8.04380                       n'=    0.05774501
    q =   2.8915180 UA                  P =   17.068 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/2021 PE20 (ATLAS)

La P/2021 PE20 (ATLAS), è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Si calcola che la cometa farà un passaggio estremamente ravvicinato a Giove il 4 settembre 2037, quando passerà a sole 0,15888 UA, che ne modificherà i suoi parametri orbitali.
Inizialmente fu ritenuta un asteroide di magnitudine +19,07, scoperto dal programma ATLAS-HKO (Haleakala, Hawaii), in seguito H. Sato ed altri astrometristi ne hanno determinato la natura cometaria che però è stata annunciata solo il 10 febbraio 2023. La cometa era al perielio i primi di giugno del 2021, con un periodo di circa 7,2 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida & dal CBET):
_ 7 giugno 2021 - _ 1 settembre 2028 - _ 30 novembre 2035 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e	0.6703934622585002
a	3.745557186222825     UA
q	1.2345601360637       UA
i	20.01123837632156     deg
nodo	99.63146921052925     deg
peri	210.4641049255773     deg
M	85.38258799177072     deg
T(per)	2459372.528565592906 - 2021-Jun-07.02856559 TDB  
periodo	2647.726213315796 giorni 7.249079297236950 anni  
n	0.1359657196388011    deg/d
Q	6.256554236381951     UA
Previsioni dal Central Bureau Electronic Telegrams:
                    Epoca = 2028 Agosto 17.0 TT
     T = 2028 Settembre 1.86341 TT    Peri. = 210.93534
     e = 0.6726777                    Nodo  =  99.31678 (2000.0)     
     q = 1.2226477 UA                 Incl. =  19.95288
     a = 3.7353027 UA  n = 0.13652600     P =   7.22 anni

                    Epoca = 2035 Novembre 9.0 TT
     T = 2035 Novembre 21.62134 TT    Peri. = 211.02040
     e = 0.6735465                    Nodo  =  99.24001 (2000.0)
     q = 1.2177488 UA                 Incl. =  19.95745
     a = 3.7302362 UA  n = 0.13680425     P =   7.20 anni
da 101 osservazioni nel 2021 (9 ago - 12 nov) residuo medio 0".5 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 122

La P/PanSTARRS 122, denominata anche P/2021 R3, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
È passata a 0,3616 UA da Giove nel settembre 2002.
Il team di PanSTARRS 1 scoprì un oggetto asteroidale di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 5,32 settembre 2021, poi è stato posizionato sul NEOCP come P11kcfu, ma Michael Jaeger ha riportato che mostrava un'attività cometaria ed è stato quindi spostato sul PCCP. In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta da parte di PanSTARRS 1 di luglio e agosto del 2021, e con osservazioni da parte di PanSTARRS 2 dell'Agosto 2021. La cometa era al perielio a circa 2,5 UA nel maggio 2021, ed aveva un periodo di circa 7,3 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida ed altri siti):
_ 27 maggio 2021 - _ 15/16 settembre 2028 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Minor Planet Center:

Epoca 2021 Maggio 26.0 TT = JDT 2459360.5 
T 2021 Maggio 27.33684 TT                        da Rudenko 
q   2.5255661 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.13412967     Peri.    3.06429     +0.60360647     +0.74581168 
a   3.7796607 UA   Nodo   304.25486     -0.73855135     +0.38989027  
e   0.3318008      Incl.   19.93575     -0.30033504     +0.54013935 
P   7.35 anni 
da 60 osservazioni nel 2021 (9 Lug - 10 Set), residuo medio 0".4.
 
Epoca 2028 Settembre 26.0 TT = JDT 2462040.5 
T 2028 Settembre 15.85367 TT                     da Rudenko 
q   2.5102447 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.13486039     Peri.    2.69940     +0.59791289     +0.75026833 
a   3.7659954 UA   Nodo   304.18832     -0.74165972     +0.38431995  
e   0.3334446      Incl.   19.94201     -0.30404117     +0.53795502 
P   7.31 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SCOTTI 4

La P/Scotti 4, denominata anche P/2010 C1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, ed attualmente si trova nel ''Gateway'' tra Centauri e Comete, con un perielio prossimo all'orbita di Giove a 5,2 UA, ma in futuro tra il 2085 e il 2097 ripetuti passaggi ravvicinati abbasseranno il perielio a circa 4,8 UA, ed il periodo da 19 a 13 anni circa.

Scoperta e osservazioni:
James Vernon Scotti (LPL - Arizona University) ha scoperto questa cometa di 20a magnitudine, durante le osservazioni fatte nell'ambito di Spacewatch con il riflettore da 0,9m-f/3 a Kitt Peak il 9,21 febbraio 2010.
In seguito è stata poi localizzata anche nelle immagini del Mt. Lemmon Survey dell'inverno 2008/9, e in altre recenti immagini, sempre di Spacewatch. 
La cometa ha un periodo di circa 19 anni, con il perielio a circa 5,2 UA nel dicembre 2009. l'arco osservativo si è esteso fino al 3 maggio 2011, fornendoci parametri orbitali con piccole incertezze.
MPEC 2010-C26 - MPEC 2010-G64 - IAUC 9116 🔐 .

Studi scientifici:
Sulla base delle osservazioni raccolte presso il Telescopio Nazionale Galileo (TNG), sull'isola di La Palma gestito dal Centro Galileo Galilei dell'INAF, presso l'Osservatorio spagnolo del Roque de los Muchachos dell'Instituto de Astrofísica de Canarie, risulta che la cometa P/2010 C1 (Scotti) ha un nucleo di taglia media per essere una cometa e piccola per essere un centauro (<9.6 km di diametro), con colore visivo V-R= 0.49±0.03 tipico dei nuclei delle comete della famiglia di Giove, ma con una chioma di polvere molto più rossa (B-I= 2,37±0,13) rispetto sia al Sole che al tipico modello cometario. Ha una magnitudine R integrata di mR= 21,41±0,02 e R-Afρ= 34±2 cm (tutti misurati nell'apertura di riferimento di raggio φ= 2,0''), che è molto inferiore a quello misurato per altri Centauri attivi a distanze eliocentriche simili. Il suo tasso di produzione di polvere, Qd= 0,1-15 kg/s, raffigura P/2010 C1 (Scotti) come una emettitrice di polvere piuttosto debole, con un tasso di perdita di polvere paragonabile a quello delle più deboli comete della famiglia di Giove a una distanza eliocentrica minore e al più debole Centauro attivo individuato fino ad ora.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2009 Novembre 25.0 TT = JDT 2455160.5
T 2009 Dicembre 1.94789 TT                         da MPC
q   5.2349526 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05248661     Peri.    3.69708     -0.82590157     -0.55527596
a   7.0648623 UA   Nodo   142.03417     +0.51312859     -0.81211513  
e   0.2590156      Incl.    9.14275     +0.23363573     -0.17926967
P  18.8 anni
da 90 osservazioni 2008 Dic 30 - 2011 Mag 3, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 1975:
T     = 2028 Settembre 21.15957 TT  Epoca = 2028 Settembre 26.0 TT
Peri. =   2.85402                       e =    0.2672524
Nodo  = 141.72226    (2000.0)           a =    7.1558883 UA
Incl. =   9.11233                       n'=    0.05148832
    q =   5.2434602 UA                  P =   19.142 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SIDING SPRING 3

La P/Siding Spring 3, denominata anche P/2006 HR30, è una cometa periodica di cui è stato osservato un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), che si spinge ben oltre l'orbita di Saturno. Può avvicinarsi entro 0,6 UA da Giove e ad una distanza simile pure dalla Terra.
La cometa ha una MOID abbastanza piccola con Marte da potervi originare un probabile sciame meteorico.
Questo oggetto, di magnitudine +19, è stato scoperto durante il Siding Spring Survey con l'Uppsala Schmidt da 0,5m il 20,78 aprile 2006 dagli astronomi australiani Robert H. McNaught e Gordon J. Garradd. Aveva un periodo di circa 22 anni, e il perielio era a circa 1,23 UA all'inizio del mese di gennaio del 2007, e presenta un'orbita molto inclinata. L'oggetto ha poi raggiunto la magnitudine +14 al perielio, come dimostrano le immagini di Martin Mobberley a dicembre 2006.
Successive osservazioni hanno confermato il suggerimento di Jonathan Shanklin, che si trattasse di un possibile candidato cometario, difatti le osservazioni di S. Lowry e Alan Fitzsimmons con il telescopio NTT da 3,5m dell'ESO, e quelle di M. Hicks e K. Lawrence con il telescopio Palomar da 5m, mostravano entrambe una chioma, ma le caratteristiche cometarie sono state fugaci e l'oggetto è tornato alla sua natura essenzialmente asteroidale. Studi fisici: ''QUI'' .
In seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta da parte di Giuseppe Forti del 5 marzo 1986, relative al precedente passaggio al perielio del 1985.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 2 marzo 1985 - _ 2 gennaio 2007 - _ 9 ottobre 2028 - _ 1 giugno 2050 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Kazuo Kinoshita:

 da 3045 osservazioni 2005 Lug 6 - 2008 Mag 5, residuo medio 0".36.  

  Epoca  = 2007 gennaio 20.0 TT             JDT = 2454120.5
  T(per) = 2007 gennaio 2.2811811184 TT     +/- 0.0000065935 
   Peri. = 117.4138026662                   +/- 0.0000051679 
   Nodo  = 309.9512333476    (2000.0)       +/- 0.0000035700 
   Incl. =  31.8845718290                   +/- 0.0000029085 
      q  =   1.2264313388 UA                +/- 0.0000000522 
      e  =   0.8431428659                   +/- 0.0000002260 
      a  =   7.8187794623 UA                +/- 0.0000014417
      n  =   0.0450812167                   +/- 0.0000000125
      P  =  21.8629340783 anni              +/- 0.0000060469
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 1640:
T     = 2028 Ottobre 9.81516 TT     Epoca = 2028 Settembre 26.0 TT   
Peri. = 117.59520                       e =    0.8431584
Nodo  = 309.65359    (2000.0)           a =    7.7867176 UA
Incl. =  31.95523                       n'=    0.04535994
    q =   1.2212810 UA                  P =   21.729 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 111

La P/PanSTARRS 111, denominata anche P/2020 S5, è una cometa periodica della quale è stato osservato un unico passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Il team di PanSTARRS 1 ha scoperto questa cometa di 20a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 21,56 settembre 2020, e quindi è stata pubblicata sul PCCP come P116Mc6
Anche la Mt Lemmon Survey ha scoperto la cometa nelle immagini scattate il 18,41 settembre 2020, con immagini di pre-scoperta del mese di agosto, ma non ne riportarono la scoperta. La cometa era al perielio a circa 2,7 UA nell'agosto del 2020, ed aveva un periodo di circa 8 anni.
CBET 4864 🔐 - MPEC 2020-S240 - AVB-2020S5 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 8 agosto 2020 - _ 11 ottobre 2028 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2020 Agosto 19.0 TT = JDT 2459080.5
T 2020 Agosto 8.31221 TT                         da Rudenko
q   2.6786431 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.12101273     Peri.   52.99839     +0.97484915     -0.16607108
a   4.0480762 UA   Nodo   315.99904     +0.06331438     +0.84577618  
e   0.3382923      Incl.   12.35400     +0.21368300     +0.50703357
P   8.14 anni 
da 74 osservazioni nel 2020 (26 Ago - 16 Dic), residuo medio 0".4.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 4384:
T     = 2028 Ottobre 11.17454 TT    Epoca = 2028 Settembre 26.0 TT
Peri. =  53.17388                       e =    0.3368145
Nodo  = 315.93604    (2000.0)           a =    4.0636619 UA
Incl. =  12.33437                       n'=    0.12031720
    q =   2.6949617 UA                  P =    8.192 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/GIBBS 18

La P/Gibbs 18, denominata anche P/2016 R4, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Alex R. Gibbs ha scoperto questa cometa di magnitudine +18,9, nelle immagini scattate con il riflettore del Mt. Lemmon Survey da 1.5m il 10,32 settembre 2016. Poi sono state trovate immagini di pre-scoperta da parte di PanSTARRS il 18 luglio e il 14 agosto (Haleakala - Hawaii), dalla Mt. Lemmon Survey il 28 agosto, e dall'osservatorio di Crni Vrh (Slovenia) il 10 settembre del 2016. 
La cometa era al perielio a circa 2,8 UA nel mese di luglio del 2016, ed aveva un periodo di circa 12 anni. 
CBET 4325 🔐 - MPEC 2016-S94 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2016 luglio 31.0 TT = JDT 2457600.5
T 2016 luglio 20.50253 TT                         da MPCW
q   2.8005782 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07998935     Peri.  174.05949     +0.95359920     +0.29866319
a   5.3347566 UA   Nodo   168.34695     -0.28341250     +0.93311145  
e   0.4750317      Incl.   10.86229     -0.10161650     +0.20025814
P  12.32 anni
da 176 osservazioni nel 2016 (18 Lug - 26 Nov), residuo medio 0".5.
Previsione per il 2028 da Syuichi Nakano, nota NK 3337:
T     = 2028 Novembre 19.29308 TT   Epoca = 2028 Novembre 5.0 TT
Peri. = 173.95136                       e =    0.4748446
Nodo  = 168.21282    (2000.0)           a =    5.3498458 UA
Incl. =  10.85784                       n'=    0.07965117
    q =   2.8095005 UA                  P =   12.374 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

P/SPACEWATCH 7

La P/Spacewatch 7, denominata anche P/2013 YG46, è una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane. Si tratta di una cometa difficile da osservare dato che, attualmente quando si trova al perielio è sempre dalla parte opposta al Sole.
Fu scoperta da Terrence H. Bressi con il telescopio Spacewatch a Kitt Peak, il 27 dicembre 2013, con una magnitudine di +19,7 e fu ritenuta un'asteroide visto che era nei pressi dell'afelio, in seguito fu notata un'attività cometaria. Altre osservazioni sono state fatte il 26 maggio 2016 all'osservatorio di Elche in Spagna.
Le osservazioni del 2018 sono ritenute incerte.
Il successivo ritorno doveva iniziare ad essere osservabile da giugno-luglio 2023, fino a che si è trovata alla minima distanza dalla Terra a circa 1,7 UA e a 2,65 UA dal Sole il 1 ottobre 2023, ma la geometria orbitale ha reso estremamente difficili le osservazioni e non è stata recuperata.
Il prossimo ritorno è previsto per la fine del 2028.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e prossimi a breve (Dai siti di Seiichi Yoshida e Kazuo Kinoshita):
_ 9 dicembre 2010 - _ 29 gennaio 2017 - _ 6 gennaio 2023 - _ 23 dicembre 2028 - _ 10 ottobre 2034 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2017 Febbraio 16.0 TT = JDT 2457800.5
T 2017 gennaio 29.50418 TT                       da MPCW
q   1.7876556 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.16625702     Peri.  242.38151     +0.35682137     +0.92847103
a   3.2755386 UA   Nodo    48.90879     -0.80165459     +0.36097219  
e   0.4542407      Incl.    7.85907     -0.47961279     +0.08741070
P   5.93 anni
da 55 osservazioni 2013 Dic 26 - 2014 Feb 20, residuo medio 0".5.
Previsione per il 2023 da Syuichi Nakano, nota NK 3300:
T     = 2023 gennaio 6.44171 TT     Epoca =  2023 gennaio 16.0 TT
Peri. = 242.60922                       e =    0.4545261
Nodo  =  48.83523    (2000.0)           a =    3.2736956 UA
Incl. =   7.85739                       n'=    0.16639744
    q =   1.7857154 UA                  P =    5.923 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________

Oltre a quelle sopra citate, c'è pure la seguente cometa che non è stata osservate in un precedente passaggio al perielio:

P/2014 C1 (TOTAS 1)
La squadra del Teide Observatory Tenerife Asteroid Survey ha scoperto questa cometa di 19a magnitudine, con il riflettore da 1,0m-f4,4 il 1,24 febbraio 2014 UT. La cometa era al perielio a circa 1,7 UA nel dicembre 2013, e inizialmente si riteneva che avesse un periodo di circa 5,4 anni.
Le precedenti previsioni la portavano al perielio durante il 2024, ma nuovi calcoli con nuove osservazioni che ne allungano l'arco osservativo nel 2014, la posizionavano al perielio il 6 luglio 2020, e quindi dovrebbe ritornare verso la fine di giugno del 2028, ma con un perielio incrementato di circa 0,7 UA, per colpa di un passaggio molto ravvicinato a Giove del 23 febbraio 2023 a 0,04411 UA.
_____________________________________
_____________________________________

Ritorni previsti per il 2029:
_____________________________________

P/PANSTARRS 100

La P/PanSTARRS 100, denominata anche P/2019 W1, è una cometa periodica della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Precedentemente al 22 gennaio 1994, quando è passata a 0,3434 UA da Giove, la cometa si trovava su un'orbita con il perielio a 2,6 UA ed un periodo di 8,3 anni.
Questa cometa di 20a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 2 scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m il 29,54 novembre 2019. Ci sono state osservazioni di pre-scoperta da parte di PanSTARRS 1 nell'agosto 2018 e nel gennaio 2019. Le immagini di conferma sono state ottenute anche da Peter Birtwhistle, tra gli altri. È stata inserita nel PCCP come P20VIIH. Sembra che fosse di diverse magnitudini più luminosa dopo il passaggio al perielio, di quanto non fosse prima dello stesso. 
La cometa aveva un periodo di circa 9,7 anni, ed era al perielio a circa 3,3 UA nel maggio 2019.
CBET 4707 🔐 - MPEC 2019-Y37 - AVB-2019W1 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2019 Aprile 27.0 TT = JDT 2458600.5
T 2019 Maggio 8.09358 TT                da G.V. Williams
q   3.3399160 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.10155910     Peri.   18.76415     +0.60048127     -0.76560332
a   4.5497776 UA   Nodo    35.42843     +0.67323512     +0.32828982  
e   0.2659166      Incl.   23.46359     +0.43148200     +0.55324258
P   9.70 anni 
da 65 osservazioni 2018 Ago 8 - 2019 Dic 20, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 3995:
T     = 2029 gennaio 22.81935 TT    Epoca =  2029 gennaio 24.0 TT
Peri. =  18.88841                       e =    0.2662901
Nodo  =  35.30932    (2000.0)           a =    4.5471946 UA
Incl. =  23.46620                       n'=    0.10164564
    q =   3.3363219 UA                  P =    9.697 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SKIFF 4

La P/Skiff 4, denominata anche P/2005 S2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene al gruppo delle comete dei Centauri (CTC).
L'orbita è relativamente circolare con un'eccentricità di 0,197 e si trova appena sotto quella di Saturno, e basta infatti questa eccentricità per renderla quasi tangente a quella del gigante dagli anelli, e non è ancora chiaro se si tratti di un fenomeno di risonanza che permette alla cometa di avere un'orbita stabile o se si trova in una configurazione temporanea, comunque risulta abbastanza stabile nei prossimi 100 anni.

L'astronomo Brian A. Skiff ha scoperto questa cometa di 19a magnitudine, durante l'indagine LONEOS il 29,28 settembre 2005. L'orbita iniziale era inizialmente molto indeterminata e suggeriva che la cometa potesse raggiungere il perielio nel febbraio 2010 a circa 3,3 UA. Altre soluzioni suggerivano una distanza del perielio molto più piccola, tuttavia, man mano che le osservazioni si accumulavano, l'orbita è cambiata e adesso mostra che la cometa è periodica, con un'orbita di circa 22 anni, e con un perielio a circa 6,4 UA nel giugno 2006. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, di Kazuo Kinoshita e del JPL):
_ 30 giugno 2006 - _ 24 gennaio 2029 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2005 settembre 5.0 TT = JDT 2453616.5
T 2006 giugno 30.74213507 TT 
q   6.398036826007839 UA               (2000.0)
n   0.04384728345577017     Peri.  229.9331810080294
a   7.964788623849381 UA    Nodo   161.2724047500526  
e   0.1967097774760947      Incl.    3.1410487691308
P  22.4786 anni 
da 90 osservazioni 2004 set 7 - 2005 nov 8 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEMMON 4

La P/Lemmon 4, denominata anche P/2011 FR143, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Tra giugno e luglio 1968 ha avuto un incontro molto ravvicinato a 0,268 UA con il pianeta Saturno.
È stata scoperta il 29,41 marzo 2011 dall'Osservatorio della Mt. Lemmon Survey (G96), situato in Arizona, nel corso del programma di ricerca MLS, uno dei tre sottoprogrammi del Catalina Sky Survey, al momento della scoperta fu ritenuta un asteroide e come tale denominata 2011 FR143. La sua particolare orbita attirò però l'attenzione del team del Programma T3, un programma di ricerca di comete con orbite tipiche degli asteroidi della fascia principale condotto da astrofili e astronomi, e il 29 marzo 2012 due membri del team, Sergio Foglia e Luca Buzzi dell'Osservatorio Astronomico "G.V. Schiaparelli" in Italia, riuscirono ad osservare una chioma attorno all'oggetto dimostrando così la sua natura cometaria, ne frattempo sono state trovate immagini di pre-scoperta risalenti al 5 marzo 2011. La cometa aveva un periodo di quasi 18 anni, ed era al perielio a circa 3,7 UA nel marzo 2011.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2011 Marzo 20.0 TT = JDT 2455640.5
T 2011 Marzo 10.72725 TT                           da MPC
q   3.7355399 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05522922     Peri.  349.93865     -0.99856310     +0.00947222
a   6.8289947 UA   Nodo   191.02267     -0.00232721     -0.99099087  
e   0.4529883      Incl.   16.01362     -0.05353804     -0.13359404
P  17.8 anni 
da 58 osservazioni 2011 Mar 5 - 2012 Giu 10, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 2227:
T     = 2029 gennaio 29.07105 TT    Epoca =  2029 gennaio 24.0 TT
Peri. = 349.33691                       e =    0.4570333
Nodo  = 190.88288    (2000.0)           a =    6.9368671 UA
Incl. =  15.96421                       n'=    0.05394597
    q =   3.7664879 UA                  P =   18.270 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/McNAUGHT 28

La P/McNaught 28, denominata anche P/2013 J2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Robert H. McNaught ha scoperto questa cometa di 18a magnitudine, l'8,75 maggio 2013, durante il Siding Spring Survey con l'Uppsala Schmidt di 0,5m. La cometa ha raggiunto il perielio a circa 2,1 UA nell'agosto 2013, e sebbene la comunicazione della scoperta fornisse un'orbita periodica di circa nove anni (basata su un arco di soli 1,7 giorni), le circolari successive fornirono un'orbita parabolica pur mantenendo la designazione P/, e questa è stata una buona mossa, poiché l'ultima orbita ha fornito un periodo di circa 15,6 anni.
MPEC 2013-J38 - CBET 3510 🔐 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 Agosto 16.0 TT = JDT 2456520.5
T 2013 Agosto 22.99764 TT                         da MPCW
q   2.1478340 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06312570     Peri.   37.88916     +0.82029000     +0.51343712
a   6.2469100 UA   Nodo   289.39343     -0.56796149     +0.67931128  
e   0.6561766      Incl.   15.49557     -0.06740966     +0.52432672
P  15.6 anni
da 1555 osservazioni 2013 Mag 8 - 2014 Dic 29, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 2632:
T     = 2029 Marzo 13.16389 TT      Epoca =  2029 Marzo 5.0 TT
Peri. =  37.84882                       e =    0.6563034
Nodo  = 289.21588    (2000.0)           a =    6.2442889 UA
Incl. =  15.48962                       n'=    0.06316545
    q =   2.1461408 UA                  P =   15.604 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 8

La P/PanSTARRS 8, denominata anche P/2012 F2, è una cometa periodica della quale è stato osservata ad un solo passaggio al perielio, ed appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), nel sottogruppo di Saturno. Dai calcoli effettuati si è scoperto che la cometa è passata a sole 0,01965 UA da Saturno (appena all'interno dell'orbita di Giàpeto), il 31 agosto 1971, che ha comportato una radicale modifica dei suoi parametri orbitali, passando da essere un Centauro con perielio a 8 UA e periodo di circa 43 anni, ad i valori attuali.
Il team di Pan-STARRS ha scoperto questa cometa mentre era di 20a magnitudine, il 16,49 marzo 2012. 
La prima orbita parabolica che è stata pubblicata suggeriva che la cometa fosse al perielio a circa 2,4 UA nel luglio 2011, ma i calcoli di Hirohisa Sato consentivano anche la possibilità che dovesse ancora raggiungere il perielio e che si trovasse in ​​un'orbita periodica, difatti l'ultima orbita calcolata (con un arco osservativo di 511 giorni), ha un periodo di poco meno di 16 anni, con il perielio a circa 2,9 UA nel mese di aprile del 2013.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2013 Aprile 18.0 TT = JDT 2456400.5
T 2013 Aprile 9.98222 TT                           da MPC
q   2.8970922 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06190719     Peri.   33.18511     -0.18132641     +0.96561662
a   6.3286148 UA   Nodo   227.13452     -0.94853723     -0.22173542  
e   0.5422233      Incl.   14.72432     -0.25961097     +0.13571271
P  15.9 anni
da 97 osservazioni 2012 Mar 16 - 2013 Ago 9, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 2667:
T     = 2029 Marzo 17.45944 TT      Epoca =  2029 Marzo 5.0 TT
Peri. =  35.34065                       e =    0.5408777
Nodo  = 225.34061    (2000.0)           a =    6.2913145 UA
Incl. =  14.83493                       n'=    0.06245856
    q =   2.8884831 UA                  P =   15.780 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 30

La P/PanSTARRS 30, denominata anche P/2014 M4, è una cometa periodica della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno. La cometa è stata immessa nell'attuale orbita dopo un passaggio ravvicinato a Giove a sole 0,17160 UA, il 5 gennaio 1985, che insieme ad un precedente passaggio a 0,8828 UA il 28 gennaio 1956, ne ha abbassato il perielio da 2,74 a 2,37 UA ed il periodo da 16,85 a 14,15 UA, mentre per adesso la sua orbita è abbastanza stabile, e solo alla fine del XXII secolo ne sperimenterà un altro inferiore ad 1 UA.
Richard Wainscoat ha scoperto questa cometa di 21a magnitudine, nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 30,57 giugno 2014. La cometa raggiunse il perielio a circa 2,4 UA nel dicembre 2014. con un periodo di circa 14 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2014 Dicembre 9.0 TT = JDT 2457000.5
T 2014 Dicembre 27.64477 TT                       da MPCW
q   2.3511767 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.07033175     Peri.  145.30104     +0.63705219     -0.76862523
a   5.8125729 UA   Nodo   265.05473     +0.69334365     +0.60434325  
e   0.5955016      Incl.    3.34528     +0.33680721     +0.20972482
P  14.0 anni 
da 70 osservazioni nel 2014 (30 Giu - 18 Nov), residuo medio 0".5.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 2966:
T     = 2029 Marzo 19.49347 TT      Epoca =  2029 Marzo 5.0 TT
Peri. = 148.15835                       e =    0.5951798
Nodo  = 263.10571    (2000.0)           a =    5.8620479 UA
Incl. =   3.34637                       n'=    0.06944325
    q =   2.3730756 UA                  P =   14.193 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/CATALINA 11

La P/Catalina 11, denominata anche P/2013 AL76, è una cometa periodica con un'orbita retrograda, che è stata osservata ad un solo passaggio al perielio, se non corresse con un moto contrario alle altre, sarebbe inserita nella famiglia dinamica delle comete gioviane come fa il JPL, ma altri classificano questa manciata di comete retrograde di breve periodo, nel gruppo delle Halleidi.
Inizialmente fu ritenuta un asteroide di 20a magnitudine, scoperto da J.A. Johnson del Catalina Sky Survey il 14,21 gennaio 2013, in seguito si è determinato che era una cometa durante le osservazioni di altri astrometristi, professionisti e dilettanti, tra cui Peter Birtwhistle, Gary Hug e Hidetaka Sato. 
Con un arco osservativo di 47 giorni, si è calcolato che la cometa era al perielio a circa 2,0 UA nel mese di dicembre del 2012, e ha un periodo di circa 16,5 anni con un'incertezza di +/-18 giorni. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 13 dicembre 2012 - _ 9 giugno 2029 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2012 Dicembre 19.0 TT = JDT 2456280.5 
T 2012 Dicembre 13.33440 TT                      da Rudenko 
q   2.0475264 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.05971010     Peri.   27.20518     -0.52740688     +0.78607472 
a   6.4829229 UA   Nodo   145.93870     +0.63649719     +0.11422636  
e   0.6841662      Incl.  144.85863     +0.56277287     +0.60748569 
P  16.5 anni 
da 55 osservazioni 2012 Dic 21 - 2013 Feb 6, residuo medio 0".6.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 4405:
T     = 2029 giugno 9.84666 TT      Epoca =  2029 Maggio 24.0 TT
Peri. =  27.22720                       e =    0.6846401
Nodo  = 146.18457    (2000.0)           a =    6.4837392 UA
Incl. = 144.93303                       n'=    0.05969882
    q =   2.0447111 UA                  P =   16.510 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 96

La P/PanSTARRS 96, denominata anche P/2019 S2, è una cometa periodica della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Questa cometa, mentre era di 22a magnitudine, è stata scoperta dal team di PanSTARRS 1 , nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 28,37 settembre 2019. 
Una volta che l'orbita provvisoria è stata meglio conosciuta, è stato possibile trovare osservazioni, sempre di PanSTARRS 1, di pre-scoperta di luglio e agosto. È poi stata inserita nel PCCP come P10Scgl
La cometa era al perielio a circa 3,8 UA nel febbraio 2019, e ha un periodo di circa 10 anni.
CBET 4673 🔐 - MPEC 2019-T80 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 20 febbraio 2019 - _ 19 giugno 2029 - _ Fine novembre 2039 ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Minor Planet Center:

Epoca 2019 Febbraio 6.0 TT = JDT 2458520.5 
T 2019 Febbraio 20.25584 TT                       da Veres 
q   3.7548341 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.09567505     Peri.  216.65390     +0.62990109     +0.75516942 
a   4.7344578 UA   Nodo    93.12538     -0.66243109     +0.64437341  
e   0.2069136      Incl.   10.47314     -0.40547462     +0.12042447 
P  10.3 anni 
da 29 osservazioni nel 2019 (10 lug - 4 Ott), residuo medio 0".5.
Epoca 2029 luglio 3.0 TT = JDT 2462320.5 
T 2029 giugno 19.27035 TT                         da Veres 
q   3.7742751 UA           (2000.0)            P               Q 
n   0.09512440     Peri.  216.85151     +0.63249919     +0.75304684  
a   4.7527113 UA   Nodo    93.12339     -0.66027556     +0.64656270 
e   0.2058690      Incl.   10.46049     -0.40494564     +0.12197184 
P  10.4 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 82

La P/PanSTARRS 82, denominata anche P/2018 L4, è una cometa periodica, della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane.
Nel prossimo futuro effettuerà 2 passaggi ravvicinati a Giove: Il primo a 0,861 UA ci sarà il 17 giugno 2027, ed il secondo a sole 0,225 UA ci sarà il 4 marzo 2039, entrambi modificheranno l'orbita della cometa che dopo il secondo passaggio vedrà abbassare sia il perielio a circa 1,5 UA, e sia il periodo a circa 10,1 anni.
Questa cometa di 21a magnitudine, è stata scoperta dal team di PanSTARRS 1 nelle immagini scattate con il telescopio Ritchey-Chretien da 1,8m l'8,51 giugno 2018, ed è poi stata inserita nel PCCP come P10HIxG
La cometa ha un periodo di circa 11 anni, ed era al perielio a circa 1,7 UA nel luglio 2018. 
CBET 4527 🔐 - MPEC 2018-M83 - AVB-2018L4 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2018 luglio 21.0 TT = JDT 2458320.5
T 2018 luglio 31.84411 TT                         da MPCW
q   1.6762285 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.08991500     Peri.  140.43355     +0.30791765     +0.91637562
a   4.9345544 UA   Nodo   145.19263     -0.94623724     +0.32297298  
e   0.6603080      Incl.   26.62557     -0.09910503     -0.23652522
P  10.96 anni
da 123 osservazioni 2018 Mag 19 - 2018 Ott 15, residuo medio 0".5.
      Previsioni futuri ritorni, da Kazuo Kinoshita:
     Epoca 2029 luglio 3.0 TT
     T 2029 luglio 22.67530 TT 
     q   1.7509105 UA                (2000.0) 
     P  11.38 anni           Peri.  138.71989 
     a   5.0605316 UA        Nodo   144.95130 
     e   0.6540066           Incl.   26.37532 
     Epoca 2041 gennaio 1.0 TT 
     T 2040 dicembre 13.03914 TT 
     q   1.4956694 UA                (2000.0)   
     P  10.11 anni           Peri.  146.21286 
     a   4.6768470 UA        Nodo   144.31630 
     e   0.6801971           Incl.   25.99091 
da 119 osservazioni 2018 Mag 19 - 2018 Ago 10, residuo medio 0".55.
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEONARD 7

La P/Leonard 7. denominata anche P/2021 L2, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC), ed al sottogruppo delle comete quasi-Hilda (QHC).
Gregory J. Leonard ha scoperto questa cometa di 20a magnitudine, nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m del Mt. Lemmon Survey l'8,40 giugno 2021, ed è quindi stata inserita nel PCCP come C5QPCV2
In seguito sono state trovate osservazioni di pre-scoperta, sia dalle immagini del Mt. Lemmon Survey, e sia in quelle da PanSTARRS, del mese di maggio del 2021.
La cometa era al perielio a circa 1,9 UA nel luglio 2021, e ha un periodo di circa 8,2 anni.
CBET 4984 🔐 - NK 4547 - MPEC 2021-M74 - AVB-2021L2 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2022 gennaio 21.0 TT = JDT 2459600.5 
T 2021 luglio 24.48019 TT                        da Rudenko 
q   1.9384083 UA           (2000.0)           P               Q 
n   0.12086296     Peri.   51.52574     +0.69307546     +0.62518394
a   4.0514198 UA   Nodo   266.66103     -0.72084191     +0.59707593  
e   0.5215484      Incl.   21.06860     -0.00577411     +0.50263842
P   8.15 anni
da 135 osservazioni nel 2021 (11 Mag - 2 Nov), residuo medio 0".5. 
      Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 4563:
T     = 2029 Settembre 8.55415 TT   Epoca = 2029 Settembre 21.0 TT 
Peri. =  52.06530                       e =    0.5239404
Nodo  = 266.18451    (2000.0)           a =    4.0347995 UA
Incl. =  21.06707                       n'=    0.12161052
    q =   1.9208050 UA                  P =    8.105 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/SCOTTI 6

La P/Scotti 6, denominata anche P/2010 H5, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, attualmente si trova nel ''Gateway'' ed orbita tra Giove e Saturno, ma in futuro i passaggi ravvicinati ai pianeti giganti ne modificheranno drasticamente i suoi parametri orbitali.
James Vernon Scotti (LPL), scoprì un oggetto di 21a magnitudine, con un aspetto leggermente cometario nelle immagini ottenute con il riflettore Spacewatch da 0,9m-f/3 a Kitt Peak il 21,15 aprile 2010, poi è stata confermata come cometa in seguito a ulteriori immagini con il riflettore Spacewatch da 1,8m, e con il riflettore di Magdalena Ridge da 2,4m all'inizio di maggio 2010. La cometa aveva un periodo di circa 19 anni, ed era al perielio a circa 6,0 UA ad aprile 2010, con un arco osservativo di 389 giorni.
IAUC 9144 🔐 - MPEC 2010-J45 - MPEC 2010-N12 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida, Syuichi Nakano & Kazuo Kinoshita):
_ 17 aprile 2010 - _ (30 agosto 2029 - 7 settembre 2029) - _ 27 agosto 2051 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2010 Maggio 4.0 TT = JDT 2455320.5
T 2010 Aprile 17.78407 TT                         da MPC
q   6.0259726 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.05161446     Peri.  175.13504     -0.93841125     +0.32997437
a   7.1442247 UA   Nodo    24.89971     -0.32465326     -0.74055807  
e   0.1565253      Incl.   14.08681     -0.11825644     -0.58539786
P  19.1 anni 
da 66 osservazioni 2010 Mar 18 - 2011 Apr 11, residuo medio 0".3.
L'orbita prevista per il ritorno del 2029 è la seguente:
Poiché la cometa passerà a 0,695 UA e 0,757 UA da Giove
il 17,8 marzo e il 12,3 agosto 2029 UT rispettivamente,
la cometa passerà due volte al perielio nel 2029.
Dati da Syuichi Nakano, nota NK 2069:
T     = 2029 Agosto 30.74976 TT     Epoca = 2029 Agosto 12.0 TT
Peri. = 185.37806                       e =    0.2170252
Nodo  =  22.46429    (2000.0)           a =    7.6174481 UA
Incl. =  14.47830                       n'=    0.04688024
    q =   5.9642697 UA                  P =   21.024 anni

T     = 2029 Settembre 7.31844 TT   Epoca = 2029 Settembre 21.0 TT
Peri. = 185.96738                       e =    0.2201304
Nodo  =  22.43986    (2000.0)           a =    7.6477275 UA
Incl. =  14.41496                       n'=    0.04660210
    q =   5.9642305 UA                  P =   21.149 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEMMON-PANSTARRS 8

La P/Lemmon-PanSTARRS 8, denominata anche P/2020 K9, è una cometa periodica della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, la cometa attualmente ha una MOID con il pianeta gigante di sole 0,0417417 UA, ed è passata a sole 0,056 UA da esso il 24 aprile 2016, passaggio che la poi immessa nell'orbita in cui è stata scoperta, mentre prima aveva un perielio a 4,356 UA, un periodo di 15,2 anni, ed un'eccentricità di 0,289.
Il team della Mt Lemmon Survey aveva scoperto un oggetto asteroidale di 21a magnitudine, nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 22,43 maggio 2020, poi il team di PanSTARRS 1 ha scoperto un asteroide di 20a magnitudine, nelle immagini scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m il 26,58 maggio 2020. 
Infine il 16 giugno Gareth Williams ha collegato i due oggetti, insieme a un terzo, che era stato segnalato dal team di ATLAS il 29 maggio 2020, ed è quindi stata posizionata sul PCCP come C2UM9W2 ed in seguito sono state rilevate le sue caratteristiche cometarie. La cometa era al perielio a circa 2,8 UA nel febbraio 2021. ed aveva un periodo di circa 8,6 anni, con un arco osservativo di 206 giorni.
CBET 4797 🔐 - MPEC 2020-M26 - AVB-2020K9 - Sky2020k9 - NK 4222 - NK 4300 .

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Syuichi Nakano):
_ 11 febbraio 2021 - _ 28 settembre 2029 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2021 gennaio 26.0 TT = JDT 2459240.5
T 2021 Febbraio 11.80879 TT                      da Rudenko
q   2.8494218 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.11449428     Peri.  196.87496     +0.99293515     -0.07275178
a   4.2002988 UA   Nodo   166.23952     +0.07441777     +0.99712323  
e   0.3216145      Incl.   23.20900     -0.09242173     +0.02127091
P   8.61 anni 
da 125 osservazioni nel 2020 (22 Mag - 13 Dic) residuo medio 0".6.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 4353:
T     =2029 Settembre 28.61320 TT   Epoca = 2029 Settembre 21.0 TT
Peri. = 196.91073                       e =    0.3200182
Nodo  = 166.23182    (2000.0)           a =    4.2154500 UA
Incl. =  23.17779                       n'=    0.11387756
    q =   2.8664292 UA                  P =    8.655 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/PANSTARRS 46

La P/PanSTARRS 46, denominata anche P/2015 R1, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Questa cometa di 19a magnitudine, è stata scoperta nelle immagini di PanSTARRS 1 scattate con il Ritchey-Chretien da 1,8m l'8,57 settembre 2015. La cometa era al perielio a circa 2,2 UA nel giugno 2015, ed aveva un periodo di circa 14 anni.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):
_ 25 giugno 2015 - _ 8 ottobre 2029 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2015 giugno 27.0 TT = JDT 2457200.5
T 2015 giugno 25.77704 TT                         da MPCW
q   2.1654651 UA           (2000.0)           P               Q
n   0.06880158     Peri.  300.54030     +0.93197346     +0.21926304
a   5.8984394 UA   Nodo    48.51515     -0.00172923     +0.79904238  
e   0.6328749      Incl.   22.66755     -0.36252240     +0.55987052
P  14.3 anni 
da 244 osservazioni 2015 Set 8 - 2016 Gen 13, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 3150:
T     = 2029 Ottobre 8.24406 TT     Epoca = 2029 Settembre 21.0 TT
Peri. = 300.44019                       e =    0.6329740
Nodo  =  48.35257    (2000.0)           a =    5.9003975 UA
Incl. =  22.67579                       n'=    0.06876733
    q =   2.1655992 UA                  P =   14.332 anni
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/LEMMON 16

La P/Lemmon 16, denominata anche P/2022 BV9, è una cometa periodica con un solo passaggio al perielio osservato, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Un oggetto apparentemente asteroidale di 21a magnitudine che era stato scoperto dalla Mt Lemmon Survey nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 30,13 gennaio 2022, con osservazioni ZTF di pre-scoperta del 6, 7, 8 e 11 febbraio 2021. Era stato classificato come un asteroide della fascia principale con un periodo di circa 9,1 anni, ed era al perielio a circa 3,3 UA nell'ottobre 2020. Ha effettuato un paio di recenti avvicinamenti a 0,5 UA da Giove nell'agosto 2010 e nel gennaio 2016, il secondo dei quali ha ridotto la distanza del perielio da 4,5 UA al valore odierno.
H. Sato riporta l'osservazione di attività cometaria in 2022 BV9 nelle immagini scattate dal iTelescope Observatory (U94) l'11 aprile 2023 UT, notando una chioma condensata di 10''.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dalla CBET 5251):
_ 20 ottobre 2002 - _ 22 ottobre 2020 - _ 4 dicembre 2029 - _ 4 febbraio 2039 - _ 22 Marzo 2048 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dalla CBET 5251:

                    Epoca = 2002 Ottobre 13.0 TT
     T = 2002 ottobre 20.50428 TT     Peri. =  73.38914
     e = 0.1107492                    Nodo  =   1.05265 (2000.0)    
     q = 3.9915121 UA                 Incl. =  14.42155
     a = 4.4886238 UA  n = 0.10364164     P =   9.51 anni

                    Epoca = 2020 Novembre 7.0 TT
     T = 2020 Ottobre 22.78897 TT     Peri. =  15.96186
     e = 0.2352810                    Nodo  = 337.29074 (2000.0)
     q = 3.3328512 UA                 Incl. =  11.93459
     a = 4.3582691 UA  n = 0.10832608     P =   9.10 anni

                    Epoca = 2029 Dicembre 10.0 TT
     T = 2029 Dicembre 4.09896 TT     Peri. =  15.94423
     e = 0.2337429                    Nodo  = 337.30177 (2000.0)
     q = 3.3521504 UA                 Incl. =  11.91799
     a = 4.3747071 UA  n = 0.10771609     P =   9.15 anni

                    Epoca = 2039 Febbraio 21.0 TT
     T = 2039 Febbraio 4.79946 TT     Peri. =  16.15019
     e = 0.2338751                    Nodo  = 337.16575 (2000.0)    
     q = 3.3543008 UA                 Incl. =  11.91542
     a = 4.3782686 UA  n = 0.10758469     P =   9.16 anni

                    Epoca = 2048 Marzo 25.0 TT
     T = 2048 Marzo 22.42255 TT       Peri. =  16.20206
     e = 0.2351634                    Nodo  = 337.11559 (2000.0)
     q = 3.3327220 UA                 Incl. =  11.93029
     a = 4.3574302 UA  n = 0.10835736     P =   9.10 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/McNAUGHT 15

La P/McNaught 15, denominata anche P/2009 Q5, è una cometa periodica della quale è stato osservato un solo passaggio al perielio, e che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno. La cometa presenta una notevole inclinazione di circa 41° rispetto al piano dell'eclittica, e nei prossimi 150 anni non effettuerà passaggi ravvicinati ai pianeti giganti.
Robert H. McNaught ha scoperto questa cometa di 17a magnitudine, nelle immagini scattate durante il Siding Spring Survey con l'Uppsala Schmidt da 0,5m il 31,63 agosto 2009. La cometa era al perielio a circa 2,9 UA, ed aveva un periodo di circa 20,4 anni. 
MPEC: 2009-R02 - 2009-R22 - 2009-R31 - 2009-R47 - 2009-S21 - 2009-S84 - 2009-S150 - 2009-T19 -

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida & Kazuo Kinoshita):

Parametri orbitali:

DATI da Seiichi Yoshida:

Epoca 2009 Settembre 6.0 TT = JDT 2455080.5
T 2009 Settembre 8.5758 TT             dalla MPC 68902
q   2.918507 UA            (2000.0)           P               Q
n   0.0483010      Peri.  209.2749      +0.9459633      -0.2359373
a   7.467334 UA    Nodo   160.1393      +0.1743991      +0.9485162  
e   0.609163       Incl.   40.9042      -0.2733832      -0.2113068
P  20.4 anni 
da 320 osservazioni 2009 Ago 31 - 2010 Feb 18, residuo medio 0".4.
Previsione per il 2029 da Syuichi Nakano, nota NK 1897:
T     = 2029 Dicembre 18.05883 TT   Epoca = 2029 Dicembre 10.0 TT
Peri. = 209.06601                       e =    0.6094383
Nodo  = 160.11522    (2000.0)           a =    7.4510342 UA
Incl. =  40.91931                       n'=    0.04845953
    q =   2.9100884 UA                  P =   20.339 anni 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________

Oltre a quelle sopra citate, ci sono pure le seguenti comete che non sono stata osservate in 1 o 2 precedenti passaggi al perielio:
P/2005 L1 (McNaught 5) - P/2012 G1 (PanSTARRS 9) -
A/2017 BQ100 (PanSTARRS)
_____________________________________
_____________________________________

Comete periodiche incerte:
( Si tratta di 14 oggetti asteroidali, alcuni dei quali già numerati, in cui si è poi notata una debole attività cometaria, oppure hanno subito eventi transitori come impatti con altri oggetti, o hanno una rapida rotazione per effetto YORP che ne disperde le parti più superficiali ).
_____________________________________

A/2017 DJ (PANSTARRS)

La A/2017 DJ (PanSTARRS), è un oggetto che si riteneva essere una cometa periodica gioviana, oppure un asteroide attivo della Fascia Principale, ma per dirla breve, questa non è una cometa. 
Le prove dell'attività erano sospette, ma sembravano abbastanza solide da includerle comunque. 
2017 DJ è stato scoperto il 17 febbraio 2017 da parte del team di PANSTARRS ed è stato osservato per soli 2 giorni senza recupero. In seguito si è esteso l'arco di osservazione fino a 21 giorni, sufficienti per calcolare un'orbita rudimentale con P=5.84 anni e q=1.76 UA. Sebbene non ci siano osservazioni accessibili vicino al suo perielio (l'ultima osservazione di alta qualità è del 21 febbraio 2017 (r = 1,84)), le osservazioni mostrano che l'immagine appariva visibilmente più nebulosa delle stelle circostanti, ma fortunatamente non è rimasto ambiguo per troppo tempo, poiché 2017 DJ è tornato al perielio all'inizio del 2023 con una geometria leggermente più favorevole per permetterci di osservarlo meglio, e non ha mostrato alcun segno di attività cometaria, le osservazioni ''nebulose'' precedenti forse erano dovute ad un evento di impatto che ha sollevato del pulviscolo.
Attenderemo il prossimo passaggio al perielio per togliere ogni dubbio.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida & altri):
_ 22 aprile 2017 - _ 23 febbraio 2023 - _ 1 gennaio 2029 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca (2023-Settembre-13.0) TDB   

e	0.4562083455062484
a	3.247332024738179    UA
q	1.765872054422918    UA
i	22.93487310180358    deg
nodo	240.4733475683737    deg
peri	303.4747861639477    deg
M	33.98595340764378    deg
T(per)	2023-Feb-23.21660393 TDB
periodo	5.851918182974040 anni  
n	0.16842789877602925  deg/d   
Q	4.728791995053439    UA
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

A/2017 MC9 (PANSTARRS)

La A/2017 MC9 (PanSTARRS), è un oggetto che potrebbe essere una cometa periodica gioviana, oppure un asteroide attivo della Fascia Principale.
L'oggetto 2017 MC9 è stato scoperto il 22 giugno 2017 dal team di PANSTARRS ed è stato osservato per 11 giorni senza poi essere recuperato. In seguito si è trovato una serie molto ampia di osservazioni della Dark Energie Camera - DECam a Cerro Tololo, riprese a settembre 2017, che danno un'orbita robusta con P=6.23 anni e q=1.61 UA, in queste immagini appare sfocato con una coda che punta a ovest e poi a nord-ovest il 2017/07/02 (r=1.61), 2017/07/03 (r=1.61), 2017/07/17 (r=1.61) e 2017/08 /25 (r=1,67), ma non in quelle del 02/09/2017 (r=1,69). 
La simulazione della sua orbita all'indietro mostra che aveva una distanza del perielio molto più elevata di circa 2,1 UA fino all'inizio del 1800, e poi circa 1,85 UA fino agli anni '40 del XX secolo. Il suo perielio del 2017 era in realtà il più vicino al Sole, e sembra il più vicino possibile per un po' mentre oscillerà tra 1,6 e 1,7 UA per i prossimi due secoli.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 11 luglio 2017 - _ 8 ottobre 2023 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e	0.5248587644950029
a	3.386054082923116   UA
q	1.60885392044683    UA
i	15.60060884911381   deg
nodo	80.12712729740549   deg
peri	222.2392464636978   deg
M	324.5810909804742   deg
T(per)	2460224.409201752503 - 2023-Oct-06.90920175 TDB 
periodo	2275.827089605267 giorni - 6.230874988652339 anni  
n	0.158184249429266   deg/d
Q	5.163254245399403   UA
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

P/2000 XO8 (LINEAR)

La P/2000 XO8 (LINEAR), è un oggetto che potrebbe essere una cometa periodica gioviana, oppure un asteroide attivo della Fascia Principale.
È stato osservato nel 2017, che un asteroide scoperto da LINEAR l'1,38 dicembre 2000, mostrava una chioma e una coda nelle immagini scattate dal team Deep Ecliptic Patrol of the Southern Sky (DEEP-South), nelle immagini CCD scattate con il Korea Microlensing Telescope Network (KMTNet) 1,6m-f/3.22 al Siding Spring Observatory (SSO) in Australia in ottobre e lo stesso tipo di telescopio installato al Cerro Tololo Interamerican Observatory (CTIO) in Cile a novembre. [CBET 4460 🔐13 dicembre 2017]. 
La cometa era al perielio a circa 1,5 UA nell'ottobre 2017 ed era stata precedentemente classificata come un asteroide della fascia principale esterna. Ha una MOID con Giove di 0,016 UA e passerà a 0,23 UA dal pianeta gigante nel 2042, che poi sarà seguito da un avvicinamento alla Terra a 0,33 UA nel 2051.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):
_ 21 agosto 2000 - _ 15 gennaio 2009 - _ 12 ottobre 2017 - _ 12 luglio 2026 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoch 2460000.5 (2023-Feb-25.0) TDB

e	0.653475977129317
a	4.24134091471001    UA
q	1.469726516131335   UA
i	12.21784524819845   deg
nodo	57.68896095238081   deg
peri	323.413791920006    deg
M	220.9436672697145   deg
T(per)	2461232.871002480821 - 2026-Jul-11.37100248 TDB  
periodo	3190.459234629815 giorni - 8.735001326844120 anni  
n	0.1128364205668249  deg/d
Q	7.012955313288685   UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2004 CV50 (NEAT)

La A/2004 CV50 (NEAT), è un asteroide attivo della fascia principale, che può essere catalogato come cometa periodica del gruppo di quelle della fascia principale (MBC), nel sottogruppo delle comete Quasi-Hilda (QHC).
Segnaliamo che il pianeta minore 2004 CV50 (scoperto dal team NEAT del JPL), in osservazioni d'archivio, mostrava attività cometaria sotto forma di una coda corta e diffusa, identificata per la prima volta dai volontari del programma ''Citizen Science Active Asteroids'', un programma partner della NASA ospitato sulla piattaforma online Zooniverse . L'attività è presente in tre immagini, dal 15 febbraio al 14 marzo 2020 UT, che erano state acquisite con la ''Dark Energy Camera'' sul telescopio Blanco da 4m presso l'Osservatorio interamericano di Cerro-Tololo in Cile. Troviamo che 2004 CV 50 è molto probabilmente una cometa Quasi-Hilda (QHC).

LINK - (IOP) - "New Active Quasi-Hilda Asteroid 2004 CV50: A Citizen Science Discovery"https://iopscience.iop.org/article/10.3847/2515-5172/ad09c1

Il prossimo passaggio al perielio avrà una geometria osservativa molto sfavorevole con la cometa dalla parte opposta del Sole rispetto al nostro pianeta, mentre il successivo vedrà la cometa al perielio quando sarà all'incirca in opposizione alla Terra, quindi con condizioni osservative molto favorevoli.

Dati fisici:
L'oggetto, secondo il JPL, ha una magnitudine assoluta (H) di +17,67 e quindi, ipotizzando un albedo tra 0,05 e 0,10 , ne risulta una dimensione con un diametro medio compreso tra 1 e 2 km.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 2004 - _ 2009 - _ 2014 - _ 4 marzo 2020 - _ 31 agosto 2025 - _ inizio 2031 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460200.5 (2023-Sep-13.0) TDB

ecc.	0.4383926840055913
a	3.1129673629493   	UA
q	1.748265245484149	UA
inclin.	1.413317845806391	deg
L.nodo	179.0802095629882	deg
periel.	356.5747980547575	deg
M	231.0073607661114	deg
T(per)	2025-Aug-31.82422695    TDB
periodo	5.492499846592310	anni
n	0.1794494876461517	deg/d   
Q	4.477669480414452	UA
da 198 osservazioni in 5984 giorni (16.38 anni).  
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

A/2000 AZ93 (LINEAR)

La A/2000 AZ93 (LINEAR), è un oggetto che potrebbe essere una cometa con un periodo inferiore a quello terrestre, oppure un asteroide attivo del gruppo Aten.
Questo asteroide di tipo Aten è stato scoperto da LINEAR nelle immagini scattate il 7,08 gennaio 2000. 
Al passaggio ravvicinato del dicembre 2019, le misurazioni radar hanno mostrato che stava sperimentando forze non gravitazionali. [CBET 4787 🔐30 maggio 2020]. 
L'asteroide è un NEO e PHO. Il perielio più recente era a circa 0,5 UA nel maggio 2020, ed aveva un periodo eccezionalmente breve di circa 0,65 anni. L'orbita ha una MOID terrestre di 0,022 UA e l'oggetto effettua frequenti passaggi ravvicinati alla Terra, Venere e Mercurio. L'ultimo passaggio ravvicinato alla Terra è stato di 0,0057 UA il 16 dicembre 2019, e quello a Mercurio è stato di 0,07 UA il 15 febbraio 2017.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoch 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e	0.3599526744453597
a	0.7468830005145823   UA
q	0.4780404669815835   UA
i	8.585700840871862    deg
nodo	277.3338355467295    deg
peri	8.158922294904452    deg
M	114.8832522601613    deg
T(per)	2459925.262993121363 - 2022-Dec-11.76299312 TDB  
periodo	235.7638902402634 giorni - 0.6454863524716316 anni  
n	1.526951390364018    deg/d
Q	1.015725534047581    UA
Diagramma orbitale - JPL ).
_________________________________________
_________________________________________

A/2015 EG (LEMMON)

La A/2015 EG (Lemmon), è un oggetto che potrebbe essere una cometa con un periodo inferiore a quello terrestre, oppure un asteroide attivo del gruppo Aten.
Questo asteroide di tipo Aten è stato scoperto dalla Mt Lemmon Survey nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 9,33 marzo 2015. Al passaggio ravvicinato alla Terra del marzo 2019, le misurazioni radar hanno mostrato che stava sperimentando forze non gravitazionali. [CBET 4786 🔐30 maggio 2020]. L'asteroide è un NEO e PHO. Il perielio è a circa 0,6 UA, e ha un periodo eccezionalmente breve di circa 0,8 anni. L'orbita ha una MOID terrestre di 0,003 UA e l'oggetto effettua frequenti passaggi ravvicinati sia alla Terra che a Venere. Il più recente passaggio ravvicinato alla Terra è stato di 0,0030 UA il 4 marzo 2019, quando è passato anche a 0,0031 UA dalla Luna, e quello a Venere è stato di 0,05 UA il 21 gennaio 2018. Il prossimo avvicinamento alla Terra sarà a 0,036 UA il 4 marzo 2023.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e	0.356388166066418
a	0.8627760644911002   UA
q	0.5552928851411154   UA
i	2.494256938459943    deg
nodo	167.6321489723788    deg
peri	223.5643267440509    deg
M	83.91954771864997    deg
T(per)	2459932.265157570413 - 2022-Dec-18.76515757 TDB  
periodo	292.7153916153954 giorni - 0.8014110653398916 anni  
n	1.229863581867985    deg/d
Q	1.170259243841085    UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2005 YB210 (LINEAR)

La A/2005 YB210 (LINEAR), è un asteroide che però potrebbe essere una cometa periodica, che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, e per adesso la sua natura resta incerta.

Questo asteroide è stato scoperto a dicembre 2005 dal team di LINEAR circa due anni dopo il perielio, con osservazioni di pre-scoperta del 2004. È stato recuperato nell'agosto 2019 dal team di PanSTARRS intorno alla 22a magnitudine, e si è illuminato a magnitudine +21 poche settimane dopo, ed infine è stato visto ancora una volta nel novembre 2020 dal Mt. Lemmon Survey alla magnitudine di +21. Sam Deen ha poi trovato altre immagini del 2013 con una magnitudine di circa +20,5 , e dei mesi di agosto e settembre del 2019 che mostrano un oggetto sempre più debole ma inesorabilmente puntiforme con una magnitudine di +22,1. 
La magnitudine dell'oggetto è abbastanza variabile tra +19 e +23, ed è indicativa di esplosioni cometarie, sebbene in nessuna delle immagini mostri coda o chioma.
È importante sottolineare, tuttavia, che 2005 YB210 ha raggiunto il perielio solo a metà del 2019 e ha mostrato chiaramente esplosioni imprevedibili molto irregolari che di solito durano da uno a due mesi e possono raggiungere almeno 3 magnitudini, o forse di più.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e	0.4148409145938805	
a	3.994041293445735     UA
q	2.337149550346981     UA
i	9.077586466166107     deg
nodo	2.93673202772165      deg
peri	320.3991875945725     deg
M	158.9541324745725     deg
T(per)	2458713.179826250982 - 2019-Aug-17.67982625  TDB
periodo	2915.528242864532 giorni - 7.982281294632531 anni  
n	0.1234767664765603    deg/d
Q	5.650933036544489     UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2017 GZ8 (LEMMON)

La A/2017 GZ8 (Lemmon), era ritenuto un asteroide insolito, ma potrebbe anche essere considerato una cometa periodica che appartiene alla famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
La Mt Lemmon Survey ha scoperto questo asteroide di 19a magnitudine, nelle immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 3,41 aprile 2017. L'asteroide è stato classificato come un Centauro dal JPL e come Inusuale dall'MPC, ma mostra segni di una certa attività. Con un'orbita molto ben conosciuta (arco osservativo di 855), era al perielio a circa 3,94 UA nel febbraio 2017, ed aveva un periodo di circa 20,72 anni. L'orbita ha una MOID con il pianeta Giove di 0,03 UA, e un'invariante di Tisserand di 2,79. È stata inserita nel PCCP come YGAC510. L'unica attività che Sam Deen ha registrato è stata l'1 aprile 2017 (r=3.98) con un'altra osservazione del 5 maggio (r=4. 00) che invece mostra l'oggetto come completamente puntiforme. In quella del 1 aprile 2017, anche se non c'era nessuna chioma apparente, presentava una coda molto debole e tozza lunga almeno 5" (forse fino a 20") in PA 290° (Il seeing era di circa 1,4 secondi d'arco).

La sua orbita giace all'incirca sul piano dei pianeti ed incrocia entrambe le orbite di Giove e Saturno in 2 punti, in modo che in futuro possa sperimentare con essi passaggi molto ravvicinati che ne altereranno drasticamente i suoi attuali parametri orbitali, ma per il momento nonostante la sua piccola MOID con Giove, questo oggetto si trova con esso in risonanza 4:7, anche se tuttavia, non è sempre stato così, difatti faceva passaggi ravvicinati a Giove fino al 1700, in particolare un avvicinamento di 0,154 +/- 0,118 UA nel 1777 che ha abbassato periodo e perielio da circa 32 anni (q = 4,3 UA) a soli ~18-21 anni (q = oscilla tra 3,75 e 3,95 UA) L'attività piuttosto bassa della cometa può essere attribuita al fatto che il suo perielio è attualmente alto come lo è stato per diversi secoli, ma sembra essere comunque attivo. 

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dal sito di Seiichi Yoshida):

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023 Feb 25.0)  TDB

e	0.4779492604238026	
a	7.542882195501138        UA
q	3.9377672286975	         UA
i	5.506092097948614        deg
nodo	118.1088442676889        deg
peri	75.72196951370074        deg
M	105.1794082398108        deg
T(per)	2457789.785617873495 - 2017-Feb-05.28561787  TDB
periodo	7566.663388626164 giorni - 20.71639531451380 anni  
n	0.04757711312242782      deg/d
Q	11.14799716230478        UA
da 233 osservazioni nell'arco di 855 giorni (2.34 anni)
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/2000 SY178 (62412) LINEAR

La P/2000 SY178 (62412) LINEAR, era ritenuta un asteroide della famiglia di Igea, e come tale è stata numerata ufficialmente, ma potrebbe essere anche considerata una cometa periodica che appartiene al gruppo delle comete della fascia principale (MBC). 

Scoperta:
L'asteroide che è stato scoperto dal team di LINEAR (Lincoln Near-Earth Asteroid Research) il 28 settembre 2000 a Socorro (NM, USA), ha un periodo di circa 5,6 anni, con il perielio a circa 2,9 UA.

Osservazioni:
Scott S. Sheppard (Carnegie Institution for Science, Washington), e Chadwick A. Trujillo (Gemini Observatory), hanno riportato il rilevamento di una debole coda all'asteroide della fascia principale (62412) 2000 SY178 in tre Esposizioni CCD in banda VR scattate con la DECam al telescopio Blanco da 4m a Cerro Tololo il 28 marzo 2014. La debole coda è stata osservata con un angolo di posizione di circa 295 gradi ed estesa a circa 1' dal nucleo, e le osservazioni di conferma fatte al telescopio Magellano l'1 e il 2 maggio hanno confermato l'attività di (62412). 
IAUC 9272 🔐 - arXiv:1410.1528v2 (PDF) - INAF-2014/11/11 - IAU MPC 62412 .


L'ENB SPA ha fornito ulteriori informazioni:
 - '' Un nuovo asteroide attivo, numerato 62412, è stato scoperto nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove. È il primo oggetto simile a una cometa visto nella famiglia di asteroidi Igea. Gli asteroidi attivi sono un fenomeno recentemente riconosciuto e 62412 è solo il tredicesimo asteroide attivo noto nella fascia principale degli asteroidi. Si stima che ce ne possano essere circa 100 nella fascia principale degli asteroidi. Gli asteroidi attivi hanno orbite stabili tra Marte e Giove come altri asteroidi; a differenza di altri asteroidi, però, a volte hanno l'aspetto di comete, quando polvere o gas vengono espulsi dalla loro superficie, creando uno sporadico effetto coda. Gli astronomi hanno recentemente scoperto una coda su 62412, un oggetto conosciuto come un normale asteroide da oltre un decennio. Le ragioni della perdita di materiale e della formazione di una coda negli asteroidi attivi sono sconosciute, sebbene ci siano diverse teorie come impatti recenti o sublimazione da solido a gas di ghiacci esposti ''.
 - '' In passato si pensava che gli asteroidi fossero per lo più oggetti immutabili, ma una migliore capacità di osservarli ha permesso agli scienziati di scoprire code e chiome, queste ultime come i sottili involucri dell'atmosfera che circondano i nuclei delle comete. Scoperte come questa possono aiutare i ricercatori a determinare i processi che causano l'attivazione di alcuni asteroidi. Hanno scoperto che 62412 ha una rotazione molto veloce che può spostare il materiale superficiale, alcuni dei quali possono lasciare la superficie e formare l'aspetto simile a una cometa. La coda può essere creata direttamente dal materiale espulso dal corpo in rapida rotazione, o dal ghiaccio al suo interno che sublima in vapore acqueo dopo essere stato appena esposto in superficie. La densità di 62412 è risultata essere tipica degli asteroidi primitivi e non coerente con le comete di densità molto inferiori ''.

Curva di luce intorno al passaggio al perielio del 2013, da Seiichi Yoshida ).

Dati fisici:
L'oggetto, con una magnitudine assoluta (H) di +13,88 (MPO719978), ed un albedo geometrico di 0,065 +/- 0,010 si calcola che abbia un diametro medio di circa 10,347 +/- 0,341 km (dati NEOWISE), e le curve di luce osservate, con aggiornamento al febbraio 2023, danno un periodo di rotazione di sole 3,33h, quindi è un rotatore rapido in modo che la sua coesione superficiale potrebbe esserne compromessa esponendo materiali ghiacciati che sublimando potrebbero giustificarne l'attività rilevata.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (Dai siti di Seiichi Yoshida ed altri):
_ 16 gennaio 2002 - _ 17 agosto 2007 - _ 20 marzo 2013 - _ 28 novembre 2018 - _ 9 luglio 2024 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023 Febbraio 25.0) TDB
e	0.07600899121578979
a	3.157321667532554          UA
q	2.91733683263965           UA
incl.	4.706596578628593          deg
nodo	328.899269886097           deg
peri	168.3614570926997          deg
M	272.1529985284118          deg
T(per)	2460500.535816689822 JD  - 2024 luglio 09.03581669 TDB
periodo	2049.163784680303 giorni - 5.610304680849563       anni
n	0.1756814182894437         deg/d
Q	3.397306502425459          UA
da 1759 osservazioni 1999 Ago 13 - 2023 Gen 19, residuo medio 0".5.  
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2010 LH15 (WISE)

La A/2010 LH15 (WISE), denominata anche 2010 TJ175, è un oggetto osservato in più di un passaggio al perielio, e potrebbe essere considerato un asteroide attivo oppure una cometa periodica del gruppo delle comete della fascia principale degli asteroidi.
La navicella spaziale WISE ha scoperto questo oggetto il 3,50 giugno 2010 e lo ha seguito fino al 9 giugno. Il Catalina Sky Survey ha poi scoperto un oggetto il 28,22 ottobre 2010, che ha ricevuto una designazione, nonostante che era stato precedentemente pubblicato, inoltre ci sono osservazioni di pre-scoperta del programma NEAT dal 2001 e successive osservazioni di questo oggetto, fino al 2019. 
È classificato come un asteroide della fascia principale, con un periodo di circa 4,5 anni ed è prossimo al perielio a circa 1,8 UA nel marzo 2024. 
Un articolo di Colin Chandler ed altri, ha annunciato di aver osservato un'attività cometaria il 30 settembre 2019 in un'immagine DECam, ed ulteriori indagini hanno mostrato che l'attività cometaria era già presente nel 2010, quando era vicino al perielio, e quindi queste osservazioni suggeriscono che potrebbe mostrare nuovamente un'attività cometaria dalla fine del 2023.

Dati fisici:
Dal sito del JPL si evince che l'oggetto abbia una magnitudine assoluta (H) di +17,32, con un albedo 0,243 +/- 0,101, dati che ci permettono di stimare il suo diametro medio in 1,483 +/- 0.306 km.

Passaggi al perielio:
Prossimo passaggio al perielio:
_ 26 marzo 2024 .

Parametri orbitali:

DATI dal sito del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Feb-25.0) TDB
e	0.3548955081598602
a	2.743509091699789       UA
q	1.769850038459796       UA
i	10.9062686778315	deg
nodo	53.70149888167136	deg
peri	290.470083659002	deg
M	274.179736696458	deg
T(per)	2460396.181161953451 - 2024-Mar-26.68116195 TDB  
periodo	1659.808684103199 giorni - 4.544308512260641 anni  
n	0.2168924668534973	deg/d
Q	3.717168144939782	UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2010 DJ10 (LEMMON)

La A/2010 DJ10 (Lemmon), è un asteroide attivo che potrebbe essere una cometa periodica della famiglia dinamica delle comete gioviane, nel sottogruppo di Saturno.
Questo asteroide è stato scoperto dal Mt Lemmon Survey in immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 16,39 febbraio 2010, ma fino a quando Sam Deen non ha eseguito ulteriori osservazioni, era considerato un asteroide Mars-crossing della fascia principale, ma infine le osservazioni aggiuntive mostrano che si trova in un'orbita che incrocia sia quella di Giove e sia quella di Saturno con perielio a circa 2,8 UA, e con un periodo di circa 17 anni.

Passaggi al perielio:
Prossimo passaggio al perielio:
_ febbraio 2010 - _ 16 marzo 2027 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Febbraio-25.0) TDB

e      0.5814730190352734
a      6.647966751570445            UA
q      2.782353454088659            UA
i      27.16004902973481            deg
nodo         134.3536959842638            deg
peri      15.17810044657669            deg
M      274.8706723145535            deg
T(per)       2461480.999918306948 - 2027 Mar 16.4999180     TDB  
periodo      6260.826733647727 giorni - 17.14120940081513   ann1   
n      0.05750039336901666    deg/d
Q      10.51358004905223            UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2018 BJ11 (PANSTARRS)

La A/2018 BJ11 (PanSTARRS), è un asteroide attivo, che potrebbe essere catalogato come una cometa periodica, appartenente al gruppo delle comete della fascia principale (MBC).
Questo asteroide è stato scoperto dal team del sondaggio PanSTARRS il 20,33 gennaio 2018, mentre era di 22a magnitudine, inoltre sono poi state trovate altre immagini PanSTARRS di pre-scoperta del 20 novembre 2017 e dell'11 gennaio 2018. L'oggetto è stato seguito fino al 9 febbraio 2018. 
Era al perielio nel novembre 2015 a circa 3,2 UA, ed ha un periodo di circa 8,5 anni. 
Nel giugno 2023 K. Ly ha trovato un'immagine DECam dell'8 marzo 2018 che mostra una chioma diffusa. Può avvicinarsi a Giove entro 0,4 UA.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 27 novembre 2015 - _ 24 maggio 2024 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Feb-25.0) TDB

e	0.2221646346734293
a	4.163141674599552	UA
q	3.238238825368414	UA
incl.	3.429701137311267	deg
nodo	358.6996182129335	deg
peri.	1.071329920431784	deg
M	307.2778500137708	deg
T(per)	2460454.881691685481 - 2024-May-24.38169169 TDB
periodo	3102.63160833727 giorni - 8.494542391067132 anni   
n	0.1160305332520374	deg/d
Q	5.08804452383069	UA
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

A/2023 JN16 (LEMMON)

La A/2023 JN16 (Lemmon), è un asteroide attivo che potrebbe essere considerato anche come una cometa periodica, e che quindi apparterrebbe al gruppo delle comete della Fascia Principale (MBC).
Questo asteroide è stato scoperto mentre era di 19a magnitudine dalla Mt Lemmon Survey in immagini scattate con il riflettore da 1,5m il 10,23 maggio 2023. 
La luminosità e la mancanza di osservazioni precedenti alla scoperta hanno fatto ipotizzare a Peter VanWylen che potrebbe essere una possibile cometa della fascia principale. Sam Deen, Arndt Schnabel e K. Ly hanno quindi effettuato osservazioni di follow-up e rilevato chiari segni di attività cometaria il 16 giugno 2023. 
Era al perielio il 18 luglio 2020 a circa 2,3 UA, ed ha un periodo di circa 4,4 anni in un'orbita a bassa eccentricità, che non dà passaggi planetari particolarmente ravvicinati.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri:
_ 18 luglio 2020 - _ 24 dicembre 2024 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI del Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460000.5 (2023-Feb-25.0) TDB

e	0.1474832442742253	
a	2.69940555183636	UA
q	2.301288463439678	UA
i	3.695926077930248	deg
nodo	11.84094383288052	deg
peri	351.9215508461816	deg
M	211.4145456997996	deg
T(per)	2460669.112401542119 - 2024-Dec-24.61240154 TDB
periodo	1619.946351335671 giorni - 4.435171393116142 anni    
n	0.2222295816791552	deg/d
Q	3.097522640233042	UA
da 28 osservazioni dal 10 maggio all'8 giugno del 2023
Diagramma orbitale - JPL ).
______________________________________
______________________________________

P/2024 FG9 (LEMMON)

La P/2024 FG9 (Lemmon), denominata anche come asteroide 2024 FG9, è una possibile cometa periodica con 2 passaggi al perielio osservati, che quindi apparterrebbe alla famiglia dinamica delle comete gioviane (JFC).
Questo oggetto, scoperto inizialmente dalla Mt. Lemmon Survey il 21 marzo 2024, è stato segnalato come una possibile cometa da Alan Hale a causa della sua particolare orbita il 16 aprile 2024. 
Le immagini di conferma di Sam Deen hanno suggerito una possibile chioma e coda, ma hanno anche perfezionato la sua orbita come una cometa di breve periodo di circa 6 anni, ed in seguito sono state trovate immagini di pre-scoperta, da vari osservatori, fino a quelle ZTF del 29 marzo 2018 e cioè prima del precedente passaggio al perielio. 
Maik Meyer nota che dal 1999 in poi, ha subito una serie di incontri con Giove che hanno progressivamente ridotto la sua distanza del perielio rendendola più attiva, come quello del 17 settembre 2009 a 0,4213 UA e quello del 30 aprile 2021 a 0,20261 UA.

Passaggi al perielio:
Passaggi al perielio effettuati e futuri (MPC e JPL):
_ 5 luglio 2018 - _ 20 maggio 2024 - ecc.

Parametri orbitali:

DATI dal Jet Propulsion Laboratory:

Epoca 2460400.5 (2024-Marzo-31.0) TDB   

ecc.	0.5097507260161704	
a	3.256245663474572	UA
q	1.596372072431403	UA
inclin.	1.731121978424584	deg
nodo	253.0445745603907	deg
periel.	245.9054877509097	deg
M	351.5566915077586	deg
T(per)	2024-May-20.33665206	TDB
periodo	5.876029205243825	anni
n	0.1677367911119254	deg/d
Q	4.916119254517742	UA
da 71 osservazioni nell'arco di 6,08 anni, residuo medio 0,7". 
Diagramma orbitale - JPL ).
_____________________________________
_____________________________________

Comete con più passaggi storici, non-numerate:
( Si tratta di 6 comete di cui è stato possibile riconoscere più di un passaggio tra i resoconti storici, ma che non hanno ricevuto una denominazione ufficiale ).
_____________________________________

LA GRANDE COMETA 
PERIODICA TEBBUTT 1

Introduzione:
Si tratta di una Grande Cometa Periodica Storica, anche chiamata Cometa Tebbutt 1.
A causa della sua straordinaria luminosità e della coda larga ed estremamente ampia, è una delle più spettacolari "Grandi Comete" nella storia dell'astronomia ed è la grande cometa con un orbita più breve di circa 400 anni, escludendo la conosciutissima cometa di Halley.
Almeno altri 2 passaggi storici nel passato, sono stati registrati nel 1500 e nel 1110, oltre ad un percorso ricostruito nei suoi passaggi al perielio fino ad almeno il 142 a.C.
Il passaggio al perielio più recente è stato particolarmente spettacolare, in quanto la cometa è passata molto più vicina alla Terra rispetto ai precedenti passaggi.

Determinazione dell'orbita:
Dopo il primo calcolo di un'orbita parabolica da parte di Tebbutt poco dopo la scoperta, numerosi ulteriori tentativi di determinare gli elementi orbitali della cometa furono effettuati poco dopo con la presenza di ulteriori dati di osservazione , tra cui quelli di Maurice Loewy , John Russell Hind, Asaph Hall e Horace Parnell Tuttle . Questi calcoli hanno determinato orbite paraboliche, in un caso anche un'orbita iperbolica .
Nel settembre 1861, la vera orbita della cometa fu determinata per la prima volta da Arthur von Auwers come ellittica .
Quando la cometa era già scomparsa, si potevano calcolare gli elementi dell'orbita che coprivano tutto il tempo della sua visibilità. Heinrich Kreutz alla fine determinò, nel 1880 da 1159 osservazioni in un periodo di 339 giorni, i parametri orbitali della cometa, che indicavano un periodo di 409 anni. 
La cometa ha quindi il periodo orbitale più breve di tutte le grandi comete dopo la cometa di Halley.
Kreutz calcolò questi valori prima dell'avvento dei computer moderni e poteva solo prendere in considerazione l'interferenza più importante di quattro pianeti.
Richard L. Branham calcolò nuovi elementi orbitali per la cometa nel 2013 usando 2362 dati di osservazione tra maggio 1861 e marzo 1862, tenendo conto dell'interferenza di tutti i pianeti e di altri metodi matematici.

Disegno della cometa Tebbutt, fatto il 19 giugno 1861 ).

Parametri orbitali:
Un'orbita ellittica è stata determinata per la cometa , che è inclinata di quasi 90° rispetto al piano dell'eclittica . L'orbita della cometa è quindi quasi perpendicolare al piano orbitale terrestre.
Nel punto dell'orbita più vicina al sole ( Perielio ), che la cometa passò il 12 giugno 1861, si trovava nell'area tra le orbite di Venere e della Terra con una distanza di circa 123,0 milioni di km dal sole.
Il 30 giugno ha raggiunto il punto più vicino alla Terra a 0,13 UA / 19,8 milioni di km.
Questa stretta vicinanza alla terra era anche la ragione della sua grande luminosità osservata.
La cometa si muove su un'orbita ellittica allungata attorno al sole, che è quasi esattamente perpendicolare alle orbite di tutti i pianeti. 
Un'orbita del genere è relativamente stabile per molto tempo perché non ci sono approcci con i grandi pianeti. Secondo gli elementi dell'orbita calcolati da Kreutz, sarebbe potuta apparire prima del 1499. Non ci sono notizie di una cometa sorprendente in quest'anno, ma dal lontano oriente , tuttavia, ci sono rapporti dall'anno 1500, circa l'avvistamento di una cometa.
Gli elementi orbitali di questa cometa C/1500 H1, derivati da 10 osservazioni, indicano con un alto grado di probabilità che la cometa potrebbe essere stata la stessa di quella del 1861 e che l'orbita avrebbe un periodo di rivoluzione di circa 361 anni prima dell'ultimo passaggio del perielio, precedentemente anche la cometa C/1110 K1 ha parametri orbitali simili, con un periodo di 390 anni.
Durante l'ultimo passaggio attraverso il sistema solare interno nel 1861, l'eccentricità dell'orbita è stata aumentata di circa 0,001 e il semiasse-maggiore dell'orbita da circa 50,8 UA a circa 54,8 UA, in modo che il periodo orbitale della cometa aumentasse. Raggiungerà il punto più distante ( afelio ) della sua orbita nel 2063 , sarà a circa 16,3 miliardi di km dal sole, quasi 109 volte della Terra.
La sua velocità orbitale all'afelio è solo di circa 0,35 km/s. Il prossimo passaggio al perielio della cometa potrebbe essere intorno al 2267.
Proprietà dell'orbita 
Epoca:  25 maggio 1861
Tipo di orbitaPeriodica
Eccentricità0,9851
Perielio0.822 UA
Afelio109.3 UA
semiasse-maggiore55.1 UA
Periodo orbitale attuale404,5 anni
(min 361.3)
(max 435,75)
Inclinazione85,4 °
Passaggio perielico12 giugno 1861
Velocità orbitale al perielio
Velocità orbitale all'afelio
46,3 km/s
0,35 km/s
Diagramma dell'orbita al passaggio vicino alla Terra ).

LINK :
The Gallery of Natural Phenomena:
Almanacco Italiano 1861 :
______________________________________

I passaggi storici registrati:
( Clicca sulla tabella per ingrandire ).
_______________________

P/1861 J1 (Tebbutt 1)
Passaggio al perielio il 12 giugno
La grande cometa del 1861.
Il passaggio registrato come P/1861 J1 era una grande cometa spettacolare che poteva essere vista ad occhio nudo durante l'estate del 1861, con una coda enorme, ritenuta da alcuni la più spettacolare di quelle finora ben documentate.


La scoperta del 1861:
La sera del 13 maggio 1861, a Windsor, nel Nuovo Galles del Sud , in Australia , John Tebbutt scrutò il cielo occidentale alla ricerca di comete con un piccolo telescopio quando trovò un debole oggetto nebbioso la cui luminosità stimava essere di circa 5 mag . Non sapeva se fosse una cometa e decise di continuare a guardarla per le notti successive. All'inizio, tuttavia, non mostrò alcun movimento evidente, quindi già dubitava che fosse una cometa.
Fu solo il 21 maggio, otto giorni dopo la sua scoperta, che fu in grado di rilevare per la prima volta il movimento sullo sfondo delle stelle e di inviare un messaggio all'Osservatorio di Sydney , dove William Scott ha potuto comfermarlo.

Dal suo diario:
'' ... La sera del 13 maggio 1861, mentre cercavo le comete nel cielo occidentale, vidi un debole oggetto nebuloso vicino alla stella Lacaille 1316 nella costellazione di Eridano . 
Nel mio telescopio marino l'oggetto sembrava molto diffuso, ed è stato con la massima difficoltà che ho stimato la sua distanza da tre stelle fisse ben note. 
L'oggetto era appena distinguibile nel piccolo telescopio attaccato al sestante, e trovai necessario impiegare un vetro colorato tra l'indice e i vetri dell'orizzonte, per la brillantezza superiore delle stelle di riferimento Procione , Sirio e Canopo , quando furono portate nel campo visivo, ha completamente spento la sua luce debole. Le misure hanno dato a R.A. = 3 h. 54 m. 12 s. Declin. = -30 ° 44 ′ come luogo dell'oggetto a 6h. 57m. ora media locale. Ogni cacciatore di comete sa quanto sia necessario per svolgere il suo lavoro avere a portata di mano un copioso catalogo di nebulose, ma sfortunatamente questo prezioso complemento che non possedevo. Tuttavia, non sono riuscito a trovare l'oggetto nei cataloghi limitati al mio comando. Di conseguenza, ho deciso di guardarlo, ed è bene che l'ho fatto, altrimenti avrei perso una delle migliori opportunità per presentarmi al mondo astronomico. ... ''

Il 27 maggio è riuscito per la prima volta a osservare la cometa ad occhio nudo.
Tebbutt vide dalle sue osservazioni che la cometa si stava avvicinando alla Terra .
Era in grado di calcolare una "ruvida orbita approssimativa" della cometa pubblicata nel Sydney Morning Herald , nonché la previsione che la cometa si sarebbe avvicinata alla Terra intorno al 29 giugno e che la Terra non avrebbe superato la coda della cometa non molto lontano .
Tebbutt sospettava anche che in quel momento la cometa potesse essere visibile nel cielo diurno . Tuttavia, queste previsioni apparentemente non causarono sgomento per i lettori, in contrasto con l'effetto di previsioni simili 50 anni dopo, quando la Terra passò attraverso la coda quando la cometa Halley tornò.

Relazioni scritte:
30 giugno 1861 
Raphael Semmes, comandante del CSS Sumter scrisse della fuga del 30 giugno della sua nave da New Orleans:
La sera della fuga del Sumter è stata una di quelle sere del Golfo, che può solo essere sentita e non descritta. Il vento si spense dolcemente, mentre il sole calava, lasciando un mare calmo e addormentato, per riflettere una miriade di stelle. Il sole era tramontato dietro uno schermo di viola e oro, e per aggiungere alla bellezza della scena, al calar della notte, una cometa ardente, la cui coda si estendeva per quasi un quarto dei cieli, si specchiava a cento piedi da la nostra piccola corteccia, mentre apriva la sua strada silenziosa attraverso le acque.
Samuel Elliott Hoskins , un medico di Guernsey , osservò:
Alle 21:00 un grande disco luminoso circondato da una nebulosa foschia divenne visibile nell'orizzonte nord-occidentale. Alle 9.40 assunse inequivocabilmente la forma, a occhio nudo, di una cometa, con un grande nucleo e una coda a ventaglio che sporgeva verticalmente verso lo zenit. È stato permanentemente brillante fino all'alba del mattino successivo - viaggiando con apparente rapidità, ma leggera declinazione, da NW a NE.


La prima persona in Inghilterra a vederlo potrebbe essere stata William C. Burder, di Clifton, Bristol, che ha lanciato una lettera al Times domenica 30 giugno:
"Signore - Oggi alle 2.40 ho rilevato una brillante cometa vicino all'orizzonte nord-ovest. Era visibile fino alle 3.20 del mattino ... appariva luminosa come Capella ed era posizionata favorevolmente per il confronto. Era circondata da una foschia nebulosa, ma Non vidi la coda ... La luce del giorno spense sia la cometa che Capella quasi nello stesso momento; i tuoi lettori considereranno quindi questa una prova che è un oggetto brillante. "

Un'impressione della grande cometa del 1861 vista dal Kent la sera del 30 giugno ).

Mentre la lunga domenica di mezza estate volgeva al termine, si notò uno strano aspetto nel cielo. EJ Lowe, a Beaston, disse: 
"Il cielo aveva un aspetto giallo, aurorale, simile a un bagliore, e il sole, sebbene splendente, dava solo una debole luce ... nella nostra chiesa parrocchiale il vicario aveva acceso le candele del pulpito alle sette ' orologio, una prova che una sensazione di oscurità è stata avvertita anche con il sole splendente ". 
JR Hind, a Londra, disse al Times: 
"c'era una peculiare fosforescenza o illuminazione del cielo, che all'epoca attribuivo a un bagliore aurorale; fu notato da altre persone come qualcosa di insolito".

1 luglio 1861 
Granville Stuart notò l'osservazione di questa cometa in un diario il 1 ° luglio 1861 mentre viveva nel Montana occidentale:
Ho visto un'enorme cometa ieri sera nel nord-ovest. La sua coda raggiunse la metà attraverso il cielo. Probabilmente è stato visibile per qualche tempo, ma dato che recentemente è stato nuvoloso, non l'avevo mai osservato prima. 
Sarah R. Espy , dell'Alabama , nel suo diario privato:
Pioggia leggera stamattina, sono andato con la signora Brewer, a visitare la signora Hampton. 
O. impegnato, sta preparando C. a partecipare a un seminario di alcune settimane qui sopra. Una cometa brillante e bella è apparsa stasera nella stessa parte del cielo di quella di qualche anno fa, la coda di questa è la più lunga che abbia mai visto, puntando direttamente verso l'alto.
Emily Holder, moglie di Joseph Bassett Holder , di stanza a Fort Jefferson, in Florida:
Il suo aspetto era sublime, poiché si estendeva su quasi la metà dei cieli ... molti si chiedevano se il mondo non sarebbe finito. 
Martin Bienvenu , un ufficiale su una nave a Bangkok , nel suo diario inedito:
Una cometa molto brillante era stata visibile nel cielo del Nord durante la settimana precedente. Ho misurato la sua coda con un quadrante, la cui lunghezza estrema era di 93 gradi e 50 minuti.

LA GRANDE COMETA DEL 30 GIUGNO 1861: LETTERA DI CATERINA SCARPELLINI

Al Direttore Dell'Album Di ROMA

vedi disegno a lato ).

L'immensa coda di questa Cometa si estendeva dalla parte opposta al Sole, e si prolungava a circa 120 gradi, traversando nientemanco la stella polare, il Cigno, e fra le stelle dell'Aquila e del Delfino, e là nel chiarore della Via Lattea si perdeva. 
Nelle estremità si vedeva alquanto più rara e sfumata, ma nel mezzo appariva un tratto più denso in forma di cono colla base rivolta al corpo. 
Questa Cometa aveva il suo nucleo ben deciso, immerso però in ammasso di nebbia fluttuante, e di una luce uguale a quella del pianeta Saturno, e della grandezza di Giove. 
La natura di questa Cometa ci rivela eziandio l'assenza della facoltà di rifrangere e di riflettere la luce, poichè se fosse costituita da materia addensata, da un corpo solido, passando innanzi a molte stelle dovrebbe a noi ecclissarle, ma invece apparivano risplendenti, come fu verificato e nel 1855 e nel 1857, e neanco i suoi raggi deviavano tanto dalla direzione rettilinea. (Campidoglio, 1 luglio 1861).

2 luglio 1861 
Raphael Semmes, comandante del CSS Sumter:
Il giorno passò nella notte e con la notte venne di nuovo la brillante cometa, che ci illuminava sulla strada per lo spreco delle acque. La mattina del secondo luglio, il nostro secondo giorno fuori, spuntò chiaro e bello, il Sumter ancora fumava in un mare quasi calmo, senza nulla che potesse ostacolare i suoi progressi. 

5 luglio 1861 
James Riley Robinson , sulla goletta Conchita , nel porto messicano di Agiabampo:
Mi sono svegliato di notte all'una, quando ho avuto una gloriosa vista della più grande cometa che abbia mai visto. La testa, o nucleo, era grande come Venere, e molto luminosa e ardente, e circa 20 gradi sopra l'orizzonte, puntava verso nord, mentre la coda lunga e luminosa raggiunse l'intera metà del cielo. Fu uno spettacolo meraviglioso.

6 luglio 1861
Alcuni hanno contestato l'accuratezza di questo quadro, ma il 6 luglio JR Hind ha detto al Times: 
"Consentitemi di attirare l'attenzione su una circostanza relativa all'attuale cometa ... Sembra non solo possibile, ma anche probabile, che nel corso della domenica infine, la terra passava attraverso la coda a una distanza di forse due terzi della sua lunghezza dal nucleo ".

Osservazioni:
Il 3 giugno la cometa è stata vista all'alba a Cape Town con una luminosità da 2 a 3 magntudini e una lunghezza della coda di 3° . Solo due settimane dopo, la coda era "più lunga di qualsiasi altra cometa vista nell'emisfero [meridionale] dal memorabile del 1843" , scrisse un corrispondente dell'Herald il 19 giugno.
Emmanuel Liais (Rio de Janeiro) vide la cometa il 12 giugno e disse che il nucleo eguagliava una stella di magnitudo 2 o 3, mentre la coda era lunga 40°.

Il 20 Edward John White (Williamstown, Victoria, Australia) disse che il nucleo era uguale a una stella di magnitudo 2 ed era distintamente a forma di ventaglio in un telescopio. Ha aggiunto che la coda era doppia, con la coda occidentale o principale che si estendeva per oltre 40° e la coda orientale che si estendeva per circa 5° e separate da un angolo di 34°. Anche la coda orientale era leggermente curva verso est.
La cometa raggiunse una luminosità di 0 mag il 27 giugno 1861 .

(a lato la pagina di Edmund Weiss).

Il 30 giugno, la cometa è stata osservata prima del tramonto e la luminosità che emanava dalla coda di notte era così forte che proiettava ombre su un muro bianco, come riportato da Johann Friedrich Julius Schmidt ad Atene .
La cometa è stata ben osservata mentre passava più vicino alla Terra il 30 giugno. La luminosità totale è stata stimata come "non brillante come Giove" (più debole della magnitudo -2) da Johann Friedrich Julius Schmidt, mentre la grandezza nucleare era stimato come 1 da T. Brorsen (Senftenberg), ma "intermedio" tra Venere e Giove secondo il reverendo Thomas William Webb ed ha aggiunto che la cometa aveva una tonalità dorata.
Hermann Goldschmidt (Parigi, Francia) ha stimato il diametro del nucleo vicino a 4", mentre G. Schweizer (Mosca, Russia) lo ha misurato con precisione come 3,07".

Webb osservò con un rifrattore da 5,5 pollici e lo stimò come 2", ma ammise che probabilmente lo sottovalutò. Aggiunse che era un bel disco luminoso con un arto molto mal terminato, ma ancora definito. Webb osservò anche la cometa a 27x e disse che la cometa appariva "come se un numero di luce, nuvole nebulose fluttuassero attorno a una luna piena in miniatura". Descriveva sei veli luminosi situati all'interno del coma, il più luminoso dei quali era il più vicino al nucleo, mentre il più debole era il più lontano.

( Disegno della chioma di Thomas William Webb ).

Johann Gottfried Galle (Wroclaw (ex Breslau), Polonia) affermava che il nucleo era "estremamente luminoso e distinto". mentre il reverendo R. Main (Osservatorio di Radcliffe, Oxford) disse che un telescopio mostrava che era ellittico, con l'asse maggiore diretto quasi verso il Sole. Main aggiunse, "Un flusso di luce si spense dalla parte apparente superiore del nucleo, e si voltò verso l'apparente ovest a forma di falce. Un altro ma più debole flusso fu visto sul lato est apparente del primo flusso, anche voltandosi verso ovest. "
La chioma fu descritta come una curva parabolica da Galle, con Schmidt che stimava il suo diametro come 60-70'. La coda era molto impressionante e conteneva una serie di raggi. Sebbene Galle abbia stimato la lunghezza da 30° a 40° e Goldschmidt ha affermato che era lunga 35° e larga da 3° a 4°, altri osservatori hanno notato una lunghezza molto più lunga. Schmidt ha detto che la coda era lunga 120°, Brorsen la stimava lunga 90°, Webb ha detto che era lunga almeno 90° e Main ha indicato che era "considerevolmente più lunga" di 43°. George Williams (Liverpool) ha osservato un raggio di coda che si estende attraverso Bootes in Ursa Major, nonché un raggio leggermente più luminoso che si estende in Cassiopea. Sospettava che potessero essere nuvole, ma notò che entrambi puntavano verso il nucleo della cometa.
La ragione della insolita luminosità superficiale della coda è stata causata dalla dispersione in avanti della luce solare da particelle di polvere nel coma , poiché la cometa è tra il sole e la terra si alzò e la sua coda quasi puntò verso la terra.
La cometa potrebbe aver interagito con la Terra in un modo quasi senza precedenti. Per due giorni, quando la cometa era nel suo punto più vicino, la Terra era effettivamente all'interno della coda della cometa, e si potevano vedere flussi di materiale cometario che converge verso il nucleo distante, di giorno anche il Sole si oscurava mentre la Terra passava attraverso il gas e la polvere della cometa.  Quindi c'erano molti sorprendenti effetti di luce nell'atmosfera , come riportato da John Russell Hind in Inghilterra e Tebbutt in Australia. Anche le osservazioni telescopiche del nucleo della cometa hanno mostrato strani effetti come barriere fotoelettriche e raggi.

Il grafico di Flammarion che descrive il passaggio della Terra nella coda della cometa ).

Dopo questo grande spettacolo all'inizio di luglio, la luminosità della cometa è diminuita di nuovo notevolmente. Mentre inizialmente sono state osservate lunghezze di coda da 90 a 120°, il 5 luglio sono stati anche segnalati circa 85° di lunghezza della coda principale e 30° di coda secondaria. David Livingstone ha osservato la cometa il 6 luglio mentre viaggiava sul fiume Shire vicino all'attuale Blantyre, Malawi, in Africa. Notò "una grande cometa nell'Orsa Maggiore" e stimò la lunghezza della coda di 23 gradi.
L'ultimo grande giorno di osservazioni per questa cometa è arrivato il 7 luglio. John Kirk, che viaggiava in modo indipendente da Livingston lungo il fiume Shire, in Africa scrisse: "Questa notte abbiamo visto una splendida cometa nell'Orsa Maggiore che si muoveva rapidamente dal sole."
Heis ha affermato che la luminosità eguagliava Gamma Ursae Majoris (magnitudo 2.44). Dembowski stimò la lunghezza della coda di 30 gradi, mentre Gilliss disse che non era più lunga di 25 gradi e larga 3 gradi. Peters concordò sul fatto che la coda sembrava essere diminuita di luminosità alla sua estremità, ma era più larga e ancora visibile oltre i 30 gradi. Dembowski ha detto che il ventaglio che si estende dal nucleo era meno definita rispetto a prima. Gilliss ha commentato che il settore luminoso era "molto più piccolo e più debole
L'8 luglio, la coda secondaria sembrava essere scomparsa, mentre la coda principale era ancora lunga 30°. Con l'aumentare della distanza dal sole e dalla terra, la luminosità della cometa diminuì rapidamente.
Il 12 luglio erano 3 mag con una lunghezza della coda da 20 a 30° e a metà agosto 5 mag con una lunghezza della coda di 2,5°.
Il 16 Heis disse che la luminosità era quasi uguale a quella di Iota Draconis (magnitudo 3.29), mentre Quirling stimava la lunghezza della coda da 12 a 13 gradi.
Il 17, sempre Heis, disse che la luminosità era tra quelle di Iota Draconis (magnitudo 3.29) e Alpha Draconis (magnitudo 3.65). Mentre la cometa sbiadiva, anche il nucleo stava cominciando a cambiare.
Il 10 agosto, Heis ha affermato che la cometa era tre passi più debole di Iota Boötis (magnitudo 4,76). Il 12 agosto, Peters osservò con un rifrattore da 13,5 pollici e scrisse: "Il nucleo è diventato piccolo ed è piuttosto debole ..."
Il 13 agosto Schönfeld disse che la chioma era lunga 5 arcmin e conteneva un nucleo che non era posizionato centralmente.
Il 14 agosto Schönfeld disse che la chioma era lunga 4 minuti.
Il 15 agosto Heis disse che la cometa era ancora un oggetto ad occhio nudo.
Il 2 settembre Schönfeld disse che la chioma era lunga 5 minuti.
Il 3 settembre, Schönfeld disse che la grandezza nucleare era di 9.
Il 12 settembre Schönfeld disse che la chioma era di circa 2,5 arcmin al chiaro di luna.
Il 16 settembre, Peters disse che i cieli erano nuvolosi e colpiti dalla luce della luna, ma riuscì a scorgere la cometa con il rifrattore da 13,5 pollici. Notò che la debolezza della cometa consentiva solo una debole illuminazione dei fili usati per misurare la sua posizione.
Il 1° ottobre, C. Bruhns (Lipsia) ha dichiarato che la cometa è apparsa piuttosto debole nel rifrattore della lunghezza focale di 6 piedi.
Il 4 ottobre Schönfeld disse che il nucleo era ancora visibile. Bruhns disse che la cometa appariva piuttosto debole.
Il 5 ottobre Schönfeld disse che il nucleo era di magnitudo 11.
L'11 ottobre Peters osservò con un rifrattore da 13,5 pollici e descrisse la cometa come "noiosa".
Il 13 ottobre Schönfeld disse che il coma era rotondo e 2 arcmin di fronte, con un nucleo di magnitudo 11.
Il 19 ottobre Peters osservò con il rifrattore da 13,5 pollici e notò che il nucleo "è più concentrato fino a un certo punto".
Il 25 ottobre Schönfeld disse che la chioma era lunga 3 arcmin, con un nucleo debole situato eccentricamente.
Il 4 novembre Schönfeld dichiarò che la chioma era piuttosto debole, con un nucleo indistinto di magnitudo 11-12 circa.
Il 5 novembre Schönfeld dichiarò che la chioma era di 1,3 arcmin.
Il 21 novembre Schönfeld dichiarò che era lunga 1,5 arcmin.
Il 25 novembre Schönfeld disse che la cometa conteneva una condensazione di magnitudo 12-13.
Il 28 novembre Schönfeld ha dichiarato che la chioma diffusa era piuttosto debole e di 0,7 arcmin e c'era anche una debole condensazione.
Schönfeld osservò il 22 e il 23 dicembre e disse che la cometa era abbastanza luminosa, con una chioma di 20 arcsec di diametro e ben condensata.
Il 26 dicembre Peters osservò la cometa con un rifrattore da 13,5 pollici, che si ripetè il 3 gennaio 1862, il 5 gennaio Peters la osservò sempre con uil rifrattore da 13,5 pollici al chiaro di luna, con forti venti e una temperatura di -4° F, e notò che la cometa era difficile da vedere. Schmidt osservò la cometa con difficoltà usando la visione periferica sia il 3 che il 6 febbraio.
O. Struve (Pulkovo) vide la cometa il 16 aprile e disse che la chioma era larga 40".
Notò: " La sua luce è, anche nella sua debolezza attuale stato, non del tutto uniforme, ma mostra distintamente tracce di concentrazione. "
Le osservazioni telescopiche potrebbero continuare fino al 30 aprile da parte di Friedrich August Theodor Winnecke e Otto Wilhelm von Struve in Russia , quando la luminosità della cometa scese sotto le 14 mag.
La cometa è stata rilevata l'ultima volta il 1 maggio.

Da padre Angelo Secchi:
OSSERVAZIONI E RICERCHE ASTRONOMICHE SULLA GRANDE COMETA DEL GIUGNO 1861 (estratto del discorso letto dal Padre Angelo Secchi alla Pontificia Accademia Tiberina il 12 Agosto 1861) Storia delle apparenze della Cometa:
La cometa ( come è noto ) apparve nel nostro emisfero la prima volta a tutti improvvisa la sera del 30 giugno pp. e la festa corrente diede occasione di distinguerla col nome di cometa di S. Pietro.
Gli astronomi non furono in vederla prima punto più privilegiati degli altri. Anzi con non piccolo dispiacere io non me ne accorsi quella sera se non tardi, poichè occupato nella osservazione del minutissimo pianetino novello Esperia, soltanto dopo finita questa affacciatomi alle ore 9 e un quarto al cielo aperto, restai sorpreso alla vista della immensa colonna di luce argentea che sorgeva al Nordovest, si vasta ed alta che la presi da prima come fumo di qualche fuoco artificiale, di cui non molto dianzi facevansi sentire le esplosioni in città. Ma dopo un istante di attenzione non tardai a riconoscere l'astro novello.
L'immenso strascico di luce si estendeva allora fin oltre la stella polare, e la sua larghezza era almeno quanto la massima nella Via Lattea, ma di essa era assai più vivo.
Molti ha sorpreso la sua repentina apparizione, ma la cosa facilmente si spiega trovando con calcolo retrogrado il luogo che la cometa dovea avere la sera innanzi: rilevasi in fatti che per Roma essa dovea tramontare 40TM circa dopo il sole, e che la sua coda restava distesa assai presso dell'orizzonte, onde quella sera dovea essere immersa nella nebbia per la massima parte e solo potevasi un poco meglio distinguere alla mattina; e infatti non è mancato chi quella notte ne vedesse traccia. (Fra gli altri il sig. cav. Giachetti capitano del porto di Civitavecchia, il quale non me ne diede avviso credendola un getto di aurora boreale, come già altra volta gli era avvenuto per le aurore del settembre 1859.); ma prima essa era invisibile affatto, stando sull'orizzonte insieme col sole e tramontando prima di esso.
Il suo capo presentava un nucleo ben distinto e terminato di color gialletto, da cui uscivano getti di luce o razzi disposti a ventaglio di color rosato, e tutto attorno avvolti da una densa nebbia bianca che era più viva e lucida nella direzione de' raggi. Il nucleo non era rotondo, ma sensibilmente schiacciato; il suo diametro maggiore era diretto trasversalmente alla coda , e fu trovato 10",05 da 3 misure molto accurate al micrometro filare.
Il ventaglio de' getti luminosi dalla parte del sole aveva una apertura di circa 90, e la lunghezza de' getti era 1' 55". Tutto questo era involto da un arco parabolico di nebbia sensibilmente più lucida dal fondo, e distante dal nucleo 3'11". Talora un altro arco più debole e più lontano pareva includere il primo, ma era difficile l'afferrarne la separazione perchè una nebbia confusa e di limite incertissimo si estendeva per tutto un raggio di oltre 15', i cui limiti, trovaronsi grandemente diversi secondo la forza del cannocchiale.


( Sopra e sotto, disegni della chioma di padre Angelo Secchi del 30/06 e 01/07 del 1861 ).


Relazione di Camille Flammarion:
"La cometa del 1861 comparsa improvvisamente davanti a gli occhi dell'intera Europa domenica 30 giugno sopra il punto dove il Sole stava per tramontare aveva una coda che raggiungeva 118°. Essa si era già allontanata dalla Terra, e la sua reale lunghezza non era che di 17 milioni di leghe (1 lega = 4 km circa). La sua testa mutò meravigliosamente d'aspetto, il suo studio ha permesso di penetrare un po' più a fondo nell'esame fisico di questi astri vagabondi.
Si avrà un'idea della potenza trasformatrice esercitata dal Sole sulle comete esaminando le figure che rappresentano i getti luminosi lanciati dalla testa della cometa del 1861 osservata a Roma da Secchi (vedi sopra), a 24 ore soltanto di intervallo, il 30 giugno e il 1 luglio . A una certa altezza questi getti formavano un alone o un arco brillante, che si prolungava all'indietro fino alla coda.
D'altra parte, la cometa del 1861 è passata a 110.000 leghe da noi, il 30 giugno, ed è quasi certo, dopo i calcoli più precisi e le osservazioni di M. Liais, (astronomo francese), che la Terra e la Luna hanno attraversato la sua coda alle 6 del mattino. Nei fatti, nè la Terra nè la Luna se ne sono accorte: non si è vista che una leggera aurora boreale, come se la coda fosse stata essa stessa un'aurora: l'incontro non è stato realmente conosciuto e calcolato che dopo il passaggio...''

In una nota Flammarion, dopo aver ricordato la felice espressione di sir John Herschel e Babinet riguardante la tenue consistenza della massa cometaria -  un "rien visible" un niente visibile -  ipotizza che qualche cometa possa avere un nucleo solido e in quel caso il suo incontro con la Terra potrebbe avere delle conseguenze. Dipende dalla massa, dalla densità, e dalla sostanza da cui fosse costituito.
Questo evento è molto improbabile, secondo Flammarion che precisa:
"A memoria d'uomo un tale evento non è mai accaduto ma una cometa ci ha già toccato con la sua coda passandoci vicino, senza contare la pioggia di meteore della cometa Biela. Abbiamo visto in effetti che il 30 giugno 1861 la grande cometa di quell'anno ci ha probabilmente sfiorato con la sua coda la cui lunghezza superava allora un milione di leghe. Da quello che abbiamo detto della coda delle grandi comete non ci sorprende che gli abitanti della Terra abbiano dormito quella notte come il solito e che non abbiano notato nulla di strano al risveglio. Soltanto un astronomo inglese, svegliandosi di buon'ora e osservando il cielo, scriveva nel suo registro: - Luce strana, gialla, fosforescente; io pensai che fosse un'aurora boreale se non fosse che ormai era arrivato il giorno -''.

Curiosità:
L'arrivo della cometa coincise con lo scoppio della guerra civile americana .
Ci sono state diverse caricature in questa occasione in cui la cometa è stata rappresentata con i capi di vari politici contemporanei o personale militare, come Abraham Lincoln o il generale Winfield Scott.

__________________________

P/1500 H1 (Tebbutt 1)
Passaggio al perielio il 20 aprile
Questo evento, registrato in vari resoconti, è stato associato, con la certezza data da vari studi, alla Grande Cometa Tebbutt del 1861.
I parametri orbitali delle due comete sono molto simili come potete vedere nella tabella riportata qui sotto, tratta dagli studi di Nakano ed Hasegawa (1995).


Resoconti osservativi:
Le cronache imperiali cinesi riportano quanto segue:
'' Nel tredicesimo anno dell'epoca di Hung-Ce, durante la quarta luna, il giorno di Kea-Woo (8 maggio 1500), una cometa fu vista in Luy-Peih-Chin. È entrato nello spazio tra Shih e Peih. Si allungò gradualmente, fino a raggiungere una lunghezza di circa 3 cubiti. Puntava verso Le Kung e spazzò via Tsaou Foo. Ha superato Tae-Wei-Yuen. Gradualmente diminuì, ed entrando in Tsze-Wei-Yuen si avvicinò vicino a New-She. È passato attraverso Shang-Shoo. Nella sesta luna, il giorno Ting-Yew (10 luglio 1500), scomparve ''.

ELENCO DEGLI ASTERISMI:
Shih è determinato da Alfa e ß Pegasi, ecc.
Peih è determinato da Gamma Pegasi e Alfa Andromedæ.
Tae Wei Yuen, è lo spazio tra le stelle del Leone e della Vergine.
Tsze Wei Yuen, è il circolo delle apparizioni perpetue. 
Luy Peih Chin, sono delle piccole stelle in Acquario e Pesci.
Le Kung, sono tre gruppi di due stelle ciascuno in Shih (Pegaso).
Tsaou Foo, sono Delta, Epsilon, Zeta Cephei.
Neu She, è Psi Draconis.
Shang Shoo, è A3687 Draconis.

(Nello schema sopra, la ricostruzione del percorso sulla volta celeste durante il 1500).

Dal resoconto riportato qua sopra sono stati rilevati gli elementi orbitali della Grande Cometa Periodica Tebbutt, durante questo suo passaggio al perielio.

Tabella delle posizioni rilevate dalla cronaca imperiale cinese ).

Dai resoconti e dalla durata del suo periodo di visibilità, confrontati con quelli del passaggio al perielio del 1861, hanno permesso di valutare la sua magnitudine assoluta come riportato nella tabella qui sotto.

Valutazioni delle magnitudini della Grande Cometa Tebbutt ).

Lo studio di Richard L. Branham, Jr. :
L'orbita della Grande cometa del 1861 è stata calcolata utilizzando 1.198 osservazioni in AR
e 1.164 in δ effettuate tra il maggio 1861 e il marzo 1862. 
Nessuna prova di osservazioni astrometriche dopo il 22 marzo 1862 può essere trovata in letteratura. Sono state prese in considerazione le perturbazioni di nove pianeti. 
I residui post-adattamento sono relativamente casuali, sebbene la possibilità di forze non gravitazionali che agiscono dopo il passaggio al perielio, o un errore sistematico, non può essere escluso definitivamente. Sebbene questa nuova orbita calcoli un periodo di 364,96 ± 0,51 anni, collegando questa orbita con l'orbita di Hasegawa e Nakano per 10 osservazioni fatte nel 1500 , fornisce i mezzi per vincolare le due orbite che concordano a JD 2335120,5 (29 marzo 1681) ed indicano un periodo di 361,3 anni.
Il periodo calcolato da Kreutz di 409 anni, quindi, sembra essere insostenibile. 
È inoltre molto probabile che le osservazioni fatte nell'Estremo Oriente nell'anno 1500 riguardano infatti la Grande cometa Tebbutt del 1861, che risulta quindi periodica.

__________________________

P/1110 K1 (Tebbutt 1)
Passaggio al perielio il 4 giugno
Questo evento è stato correlato ad un passaggio della cometa Tebbutt che le simulazioni hanno collocato contemporaneamente nella solita parte del cielo nel mese di Giugno del 1110.
Prima osservazione il 28 maggio, mentre si trovava a 0,72 UA dalla Terra, e a 0,85 UA dal Sole, con un'elongazione di 56°.
Passaggio ravvicinato alla Terra l'11 giugno ad una distanza di 0,4807 UA.

Precedentemente, in modo errato si riteneva che fosse un passaggio della cometa perduta Pons-Gambart, poi con il passaggio di quest'ultima al perielio nel 2012, è stato evidente con i nuovi calcoli, che non vi corrispondeva in alcun modo.

SOPRA una ricostruzione di un possibile percorso sulla volta celeste di questo evento ).

Resoconti osservativi:
Il passaggio è stato registrato nelle cronache redatte da Cinesi, Coreani e Giapponesi per l'estremo oriente, poi ci sono resoconti musulmani ed europei:

1) - Le cronache imperiali cinesi Ma-Twan-Lin, riportano quanto segue:
'' Nel quarto anno dell'epoca Ta-Kwan, durante la quinta luna, il giorno di Ting-Wei (29 maggio 1110), una cometa apparve in Kwei e Lew. Il suo involucro luminoso era lungo 6 cubiti. È andata poi a nord ed è entrata in Tsze-Wei-Yuen. Quando a nord-ovest è entrata nelle nuvole e non è stata più vista ''.
ELENCO DEGLI ASTERISMI:
Kwei è determinato da Beta, Delta, Epsilon Andromedæ e da altre stelle dei Pesci.
Lew è determinato da Alfa, Beta, Gamma Arietis.
Tsze Wei Yuen, è il circolo delle apparizioni perpetue.
[Williams (1861) p.60].

2) - Le cronache coreane Koryo-Sa, riportano quanto segue:
'' Il giorno di Chi-Yu (46esimo di 60), durante il quinto mese lunare del quinto anno dello Yejong (31 maggio), una cometa entrò a Tze-Wei. Il giorno di I-Mao (52esimo di 60) (6 giugno), alla seconda guardia della notte (tra le 8 e le 11 di sera), è apparso tra Thien-Chiang-Chun e Ko-Tao, ed è scomparso al mattino. L'8 giugno è apparsa in Fu-Lu e Tshe-Hsing. Il 9 giugno è apparsa a sud-est di Wang-Liang. Il giorno di Chi-Wei (56esimo di 60) (10 giugno) è apparso in Hua-Kai. Il giorno di Hsin-Yu (58esimo di 60) (12 giugno) era sotto Hua-Kai e a nord di Lu-Chia. Nel giorno di Kuei-Kai (60esimo) (14 giugno), di notte è andato nelle stelle di Nu-Yu-Kung ''.
ELENCO DEGLI ASTERISMI:
Thien-Chiang-Chun, è rappresentato da Gamma Andromedae, Phi Persei, Beta e Gamma Trianguli.
Ko-Tao, sono Epsilon, Theta, Iota, Phi, Chi Cassiopeiae.
Fu-Lu, è Zeta Cassiopeiae.
Tshe-Hsing, è Alfa Cassiopeiae.
Wang-Liang, sono le principali stelle di Cassiopea.
Hua-Kai, sono stelle minori in Cassiopea.
Lu-Chia, è lo spazio tra la Giraffa e Cefeo.
Nu-Yu-Kung, è determinato da Tau, Chi, 35, 58, Draconis.
[Sekiguchi (1917) p.188].

3) - La cronaca giapponese Dai-Nihon-Shi (del 1715), riporta che la prima osservazione della cometa è del 1° giugno, la cometa misurava circa 5° in lunghezza, ed è apparsa a est per circa 28 giorni prima di scomparire.
Questa relazione ci fa comprendere che le osservazioni sono state fatte nel cielo del mattino.
[Kanda (1935) p.505].

4) - I testi musulmani, Mir'at al-zaman fi al-ta'rikh al-a'yan (1186) e Al-kamil fi al-ta'rikh (1233), indicano che questa cometa è stata vista un giorno prima dei resoconti cinesi:
'' nell'ottavo giorno di Dhu al-Qa'da (30 maggio), è apparsa in cielo una stella in oriente con una lunga coda che puntava verso sud e continuò a salire fino alla fine di Dhu al-Hijja (metà luglio) ''.
Questo resoconto fornisce il più lungo intervallo osservativo.

5) - In Europa molte cronache riportano lo spettacolare evento, ma si limitano ad indicarne la presenza senza fornire particolari indicazioni osservative utili al contrario di quelle dell'estremo oriente.
Dettagli di quest'evento si leggono in testi che provengono da Belgio, Germania, Italia, Inghilterra, Scozia e Francia.
Nel testi Italiani, Annales Beneventani (1130) si annuncia che la cometa è restata visibile per 30 giorni, mentre nel Chronicon (1178) si menziona una Cometa vista durante l'intero mese di Giugno a settentrione.

Valutazione scientifica:
Il percorso descritto da sud verso nord è compatibile con l'orbita della cometa Tebbutt che ha un'inclinazione del piano orbitale di circa 85°, cioè quasi perpendicolare alle orbite dei pianeti.
Dalle incerte osservazioni dell'epoca nel 1979 Hasegawa aveva ottenuto un'orbita leggermente differente (vedi tabella qui sotto), ma va detto che ha dovuto tirare ad ipotizzare in maniera elevata.

Parametri orbitali preliminari ipotizzati da Hasegawa ).
__________________________

Ricostruzione dei passaggi storici precedenti:
Gli studi fatti da Ichiro Hasegawa e Syuichi Nakano, hanno permesso grazie a simulazioni orbitali di ricostruire indietro nel tempo i passaggi storici di questa cometa al perielio, tale ricostruzione ha permesso di individuare i due passaggi presentati qua sopra, ed ha permesso di calcolarne i precedenti fino al 142 aC con sufficiente accuratezza ed uno più incerto intorno alla seconda metà del 6° secolo a.C. con maggiore probabilità intorno alla primavera del 525 aC.

I PASSAGGI AL PERIELIO CALCOLATI SONO I SEGUENTI:

695 dC
Passaggio al perielio il 16 ottobre 695.
Osservazione non favorevole, non esistono resoconti storici del passaggio di questa cometa.
________________________

260 dC
Passaggio al perielio l'8 gennaio 260.
Osservazione non favorevole, non esistono resoconti storici del passaggio di questa cometa.
Una cometa è stata osservata in questo anno, ma il suo resoconto osservativo è incompatibile con i parametri orbitali della Grande Cometa Periodica Tebbutt.
________________________

142 aC
Passaggio al perielio il 5 gennaio -141.
Osservazione non favorevole, non esistono resoconti storici del passaggio di questa cometa.
________________________

Ipotesi:
Esiste una cometa osservata in Cina da Confucio, e riportata nei suoi commentari delle cronache di Lu, che potrebbe corrispondere ad un precedente passaggio della Grande Cometa Periodica Tebbutt, nell'anno 525 aC , ma non essendo giunto fino a noi nessun riferimento osservativo è impossibile affermarlo con certezza, resta quindi solo l'ipotesi speculativa.
__________________________

Previsione del prossimo passaggio al perielio:

2265
Passaggio al perielio il 6 dicembre
Le simulazioni orbitali ci permettono di prevedere che il suo prossimo passaggio al perielio, possa avvenire verso la fine del 2265.
Questa osservazione sarà molto sfavorevole, con la Terra opposta al Sole rispetto al punto del perielio della cometa, che quindi non sarà visibile ad occhio nudo.
_____________________________________
_____________________________________

LA COMETA DI LUNGO PERIODO
McNAUGHT-RUSSELL 2

La cometa McNaught–Russell 2 è una cometa di lungo periodo di cui si conoscono 2 passaggi storici negli anni 574 e 1994, nel primo caso era ben visibile ad occhio nudo, nel secondo è arrivata alla magnitudine di +6,6 cioè appena sotto al limite di visibilità dell'occhio umano con cieli molto scuri.

Collegamenti con comete del passato:
È stato notato da Francois Colas (osservatorio di Parigi) e da Ichiro Hasegawa, che il percorso della cometa coincideva con la cometa C/574 G1 registrata nel 574 d.C. nel periodo dal 4 aprile al 23 maggio, che si trova registrata sulle cronache astronomiche cinesi. IAUC 5943 .
Ciò darebbe alla cometa un periodo di circa 1420 anni, rendendola così la cometa con il periodo più lungo che si è vista su due ritorni separati.
Poiché è stato osservato che la cometa non si è avvicinata a nessun pianeta, la sua orbita dovrebbe rimanere sostanzialmente invariata fino al suo prossimo ritorno, e ciò collocherebbe il suo prossimo approccio al Sistema Solare interno all'incirca nel 3414.
_____________________________________

Elenco passaggi storici:
_____________________________________

955 aC
Negli anni intorno a questa data ci dovrebbe essere stato il passaggio al perielio precedente a quello del 574 dC, non esistono resoconti storici dell'evento, anche se va detto che la cometa si rende visibile ad occhio nudo solo in particolari circostanze.
_____________________________________

574 dC
La C/574 G1 non è una grande cometa, ma è stata osservata per un lungo periodo di 93 giorni, con osservazioni abbastanza precise e dettagliate che hanno potuto permetterci di calcolarne i parametri orbitali.
E' stata scoperta solo dopo il suo perielio quando la sua orbita l'ha portata al disopra dell'eclittica, prima era osservabile solo dall'emisfero sud, forse anche più spettacolare di come è stata vista dai cronisti cinesi. Non si hanno resoconti Europei, o non sono stati redatti, oppure sono andati perduti.

Osservazioni:
Il testo cinese Sui-Shu (636 d.C.) dice che una cometa è stata vista il 4 aprile 574. 
Apparve a sud-est di Wu-Chhe [Alfa, Beta, Theta, Iota Aurigae e Beta Tauri] a una distanza di circa 3°. La data e la posizione indicano che la cometa è stata vista nel cielo serale, ed è stata descritta come bianca-bluastra e come una grande pesca. 
Il testo continuava notando che l'oggetto si spostava gradualmente verso est, mentre la sua lunghezza aumentava di circa 2°. L'8 maggio è entrato in Wen-Chhang [Theta, Tau, Nu, 18 Ursae Majoris], e il 23 maggio è entrato nel quadrato di Pei-Tou [il Gran Carro]. Il testo poi rileva che in seguito ha lasciato il quadrato di Pei-Tou e si è ridotto. I cinesi hanno detto che la cometa è rimasta visibile per 93 giorni, il che indica una data finale del 5 luglio. 

Altre osservazioni:
Pingrè (1783) scrive. ''Troisième année Kien-te de Vou-ty , prince des Tcheou ; quatrième Lune , jour Y-mao , 31 Mai , on observa une Comète dans le Tse - ouey , hors des murailles de ce palais : elle étoit grosse comme le poing , de couleur rouge pâle ; elle indiquoit Ou-ti-tso ( Beta du Lion ) ; elle alloit à petits pas vers le sud - est : la longueur étoit d'un tchang et cinq ché . Au jour Kia-tse de la cinquième Lune , 9 Juin , elle s'arrêta au nord de Chang-tay ( Iota, Chi, de la grande Ourse ) , & elle disparut ''.
(Questo riferimento non sappiamo se indica la solita cometa in quanto alcune osservazioni differiscono, ma i periodi e la zona di cielo collimano, fornisce però il dato sulla lunghezza della coda di 15 cubiti).
Altre cronache, tra cui Ma-Twan-Lin, riportano che la coda puntava verso alcune stelle del Leone, indicate con l'asterismo cinese Wu-Ti-Tso [Beta Leonis e dintorni], quindi non la testa della cometa che poteva essere sul percorso descritto sopra che la indicava in questo periodo nell'Orsa Maggiore.
'' In the same year , the 4th moon , day Yih Maou , there was a comet just without the boundary of Tsze Kung . It was large , like a man ' s fist : colour , reddish white . It pointed to Woo Te Tso . It went slowly to the south - east . Its length was 15 cubits . In the 5th moon , day Kea Tsze , it went to the north of Shang Tae and disappeared ''.

Cronologia:
PASSAGGIO AL PERIELIO (prima della scoperta): il 25 marzo 574, ad una distanza calcolata di circa 0.73 UA dal Sole.
SCOPERTA: il 4,5 aprile 574 UT, mentre si trovava a 0,89 UA dalla Terra, e ad una distanza di 0,76 UA dal Sole, con un'elongazione di 47°.
PASSAGGIO RAVVICINATO: è stato effettuato il 5 aprile, ad una minima distanza dalla Terra di 0,893 UA, quindi non particolarmente vicino, il che fa pensare che la cometa fosse un oggetto di dimensioni maggiori della media, con una magnitudine assoluta (H10) di +2,8 mag.
ULTIMO AVVISTAMENTO: il 5 luglio, mentre si trovava a 1,96 UA dalla Terra, e a 1,94 UA dal Sole, con un'elongazione di 74°.
PASSAGGI NELLE COSTELLAZIONI: TAU 4 aprile - AUR 5 aprile - LYN 19 aprile - UMa 2 maggio - CVn 15 giugno - UMa 23 giugno - CVn 27 giugno - BOO 3 luglio .

Orbita:
Hind (1844) e Hasegawa (1979) hanno calcolato orbite paraboliche prograde, in qualche modo simili, con date del perielio che variano di circa due settimane. L'orbita di Hasegawa è indicata nei parametri qua sotto, e indica che la cometa ha raggiunto la sua maggiore declinazione settentrionale apparente di circa +66° il 21 maggio.
PARAMETRI ORBITALI (2000.0):
Argomento del perielio 342°.
Longitudine del nodo ascendente 155°.
Inclinazione dell'orbita di 54° rispetto all'eclittica.

Diagramma dell'orbita - JPL ).
_____________________________________

1994
La cometa C/1993 Y1 (McNaught–Russell 2) è una cometa di lungo periodo che ha raggiunto una magnitudine massima di +6,6 (appena sotto il livello dell'occhio nudo) all'inizio del 1994. IAUC 5956


Scoperta:
Per questo passaggio nel sistema solare interno, è stata scoperta il 17 dicembre 1993 da Robert H. McNaught e Kenneth S. Russell utilizzando il telescopio Schmidt del Regno Unito, a Siding Spring in Australia. IAUC 5910 .

Parametri orbitali:
L'orbita di C/1993 Y1 (McNaught-Russell 2) ha la forma di un'ellisse molto allungata con un'eccentricità di 0,9936. Il suo perielio era 0,87 UA e il suo afelio era 268,7 UA dal Sole. L'inclinazione della sua orbita rispetto al piano dell'eclittica è di 51,6°. 
La cometa ha superato il suo ultimo perielio il 31 marzo 1994, ed il periodo della sua orbita attorno al sole è stato calcolato in circa 1430 ± 30 anni. IAUC 5926 .

Diagramma dell'orbita - JPL ).
_____________________________________

3414
Secondo le previsioni, la cometa dovrebbe tornare al perielio negli anni intorno a questa data.
_____________________________________
_____________________________________

LA COMETA C/1854 L1 
(KLINKERFUES 2)

La C/1854 L1 (Klinkerfues 2) è una cometa osservata tra giugno e luglio 1854, e potrebbe essere un ritorno della cometa C/962 B1.

Scoperta:
La cometa è stata scoperta il 6 giugno 1854 dall'astronomo tedesco Ernst Friedrich Wilhelm Klinkerfues.

Meteore:
Questa cometa è indicata come il corpo d'origine di un sciame meteorico, le Epsilon Eridanidi, la cometa dà origine anche ad uno sciame meteorico sul pianeta Marte.

Valutazioni scientifiche:
Peter Jenniskens e Jérémie Vaubaillon hanno suggerito che la cometa C/1854 L1 possa essere il ritorno della cometa medievale C/962 B1:
 - '' Negli ultimi anni, per le grandi piogge di meteoriti si è notevolmente aumentata la probabilità di rilevamento per gli spettrografi di meteoriti con un piccolo campo visivo. 
La riuscita previsione delle tempeste Leonidi ha reso possibile l'impiego di nuove tecniche spettrografiche. Quindi applicando un modello di previsione sviluppato per le tempeste delle Leonidi all'evoluzione della polvere espulsa dalla cometa C/1854 L1 (Klinkerfues), nel tentativo di determinare se l'esplosione di ε-Eridanidi del 1981 possa essere stata causata da questa cometa, e se quindi per prevedere i ritorni futuri. Abbiamo anche studiato il possibile collegamento con la cometa C/962 B1. Scoprendo che l'esplosione del 1981 può essere spiegata come una componente del filamento (10–100 anni delle scie di polvere) dalla cometa C/1854 L1, se questa cometa avesse un periodo orbitale (P∼127 anni) ''.

Parametri orbitali:
Partendo da 227 osservazioni nell'arco di 54 giorni, fu possibile determinare un'orbita parabolica retrograda, che risunta inclinata di 108,7032° rispetto al piano dell'eclittica, con un argomento del perielio di 74,5689°, e con una longitudine del nodo ascendente di 349,6985°.
Il passaggio al perielio avvenne il 22,497 giugno 1854, ad una distanza di 0,648092 UA.
Questi dati risultarono molto simili a quelli della cometa C/962 B1, ma anche al percorso delle meteore delle Epsilon Eridanidi, e messi questi tre fattori in correlazione si è ipotizzato un'orbita ellittica con un periodo di rivoluzione di circa 127 anni, che avrebbe portato di nuovo la cometa nel sistema solare interno nel 1981, ma essa non fu vista, ma si potè assistere ad una forte esplosione delle meteore.

Diagramma dell'orbita al passaggio al perielio - JPL ).
_____________________________________

LA COMETA del 962
La cometa C/962 B1 era una anonima cometa non periodica del periodo medioevale, osservata per 64 giorni, scoperta il 28 gennaio ben un mese dopo il suo passaggio al perielio, mentre l'ultima osservazione riportata è del 2 aprile 962.

Cronologia:
Passaggio al perielio : il 28 dicembre 961, non ancora scoperta.
Prima osservazione: in Ofiuco, il 27,9 gennaio 962, mentre si trovava a circa 0,85 UA dalla Terra e a circa 0,90 UA dal Sole, con un'elongazione di circa 58°.
Il 14 febbraio passa nel Serpente, il 19 febbraio passa nella Bilancia ed il 21 febbraio è entrata nella Vergine.
Passaggio ravvicinato: il 24 febbraio 962, mentre si trova nella costellazione della Vergine, passa a 0,3591 UA dalla Terra.
Il 4 marzo entra nel Leone, l'8 marzo passa nel Sestante, ed infine il 22 marzo entrà nell'Idra dove poi scompare dalla vista.
[Kronk (1999) p.157].

Resoconti osservativi:
Dalle cronache imperiali cinesi, troviamo nota di questo evento nei testi Wen-Hsien-T'ung-Kao (1308) e Sung-Shih (1345), che riportano quanto segue:
'' Una cometa è stata vista il (28 gennaio 962), apparve nel recinto di T'ien-Shih (oppure Teen-She - Ercole, Serpente, Ofiuco, Aquila) a est di Jen-Hsing (1, 2, 9, 12, 13 Pegasi). L'astro aveva una coda e si diceva che emettesse dei deboli raggi. Poi si è mossa verso sud-ovest entrando in Ti (α, β, γ, ι Librae). Andando fuori dalla vista mentre si avvicinava a Chhi-Hsing (α, ι, τ1, τ2, 26, 27 Hydrae) ''.
[Kronk (1999) p.158].
Edouard C. Biot, sempre dalle cronache imperiali cinesi, cita una cometa straordinaria vista in gennaio e febbraio dell'anno 962, e riteneva che fosse identica alla tredicesima cometa di cui era stata calcolata un'orbita, e cioè la Klinkerfues del 1854.
[Chambers (1889) p.572].

Correlazioni:
E' stata poco studiata, fino a quando nel 2007 due ricercatori specializzati in orbite meteoriche, Peter Jenniskens e Jérémie Vaubaillon, nel corso di uno studio sull'origine dell'outburst del 1981 dello sciame meteorico Epsilon Eridanidi collegarono lo sciame alla cometa C/1854 L1 (Klinkerfues) ed ipotizzarono che questa cometa non abbia un'orbita parabolica ma sia un ritorno di una precedente cometa, la C/962 B1 , la cometa dà origine anche ad uno sciame meteorico sul pianeta Marte.
Non è classificata come una grande cometa, seppur sia stata visibile ad occhio nudo.

La cometa è stata pure presa in considerazione come una delle possibili fonti del metano che occasionalmente viene identificato su Marte a cadenza regolare che coincide con la pioggia di meteore che questa cometa causa sul pianeta rosso.

Gli studi di Hind:
'' Il Dr. J.R. Hind ha pubblicato gli elementi parabolici di una cometa vista nell'anno 962. Non vi è alcun riferimento ai dati fondamentali del calcolo tranne la menzione del fatto che era basato su osservazioni cinesi. Il Prof. Oudemans di Leida, nel 1854, mentre era impegnato in alcune ricerche relative alla cometa di quell'anno, ebbe occasione di discutere le osservazioni della cometa del 962, al fine di stabilire se le due comete fossero identiche o meno. I suoi risultati sono interessanti soprattutto per l'affermazione che non poteva conciliare l'orbita calcolata da Hind con le osservazioni registrate dai cinesi. A causa di questo risultato, l'orbita del signor Hind è sempre stata offuscata dal sospetto, e sono molto lieto di affermare che una recente discussione completa ed esauriente delle osservazioni cinesi e un nuovo calcolo del percorso della cometa hanno portato a stabilire l'accuratezza generale dell'orbita come trovato dal Sig. Hind ''.
( G. Ravene', Letter to " The Observatory ". Turin Italy , 1897 feb.13 ).

Orbita:
La determinazione dell'orbita per questa cometa presenta elevate incertezze, per ora partendo da tre osservazioni, si può ricavare solo un'orbita parabolica, comunque nei grafici del Jet Propulsional Laboratory, si può notare le molte somiglianze con la cometa Klinkerfues del 1854.

Parametri orbitali
(all'epoca del perielio 28 dicembre 961)
Perielio0,63 UA
Inclinazione orbitale119°
Eccentricità1,0
Longitudine del
nodo ascendente
Argomento del perielio85°
La cometa avrebbe un periodo di circa 127,5 anni e con lo stesso periodo si manifesterebbero gli outburst delle Epsilon Eridanidi.

Grafico dell'orbita della cometa del 962 - JPL ).

Grafico dell'orbita della cometa Klinkerfues del 1854 - JPL ).
______________________________________
______________________________________

LA COMETA C/1963 A1 (IKEYA 1)

La C/1963 A1 (Ikeya) è la prima cometa che poteva essere osservata ad occhio nudo nel 1963 .
La cometa ha raggiunto una luminosità massima di +3 mag.
Si ritiene che precedentemente sia passata al perielio nel 1141.

Scoperta:
L' astronomo dilettante di 19 anni Kaoru Ikeya ha scoperto questa cometa la mattina del 3 gennaio 1963 ( ora locale ) con un telescopio da 20 cm autocostruito a Maisaka, Shizuoka . 
Era la sua prima scoperta di una cometa e molte altre ne sarebbero seguite. Egli stimò che la luminosità della cometa fosse di +12 mag e fu in grado di confermare la sua scoperta con una nuova osservazione il giorno seguente. Ha informato l'Osservatorio Astronomico di Tokyo, dove la cometa è stata fotografata per la prima volta il 4 gennaio con una luminosità di +10 mag. 
Al momento della sua scoperta, la cometa distava 1,6  AU dal Sole e 1,7 AU dalla Terra.

Osservazioni:
La cometa è aumentata di luminosità durante il mese e ha raggiunto circa +6 magnitudini entro la fine di gennaio. Fin dalla sua scoperta, la cometa era migrata verso sud nel cielo ed era quindi inizialmente preferita per essere osservata dall'emisfero australe . 
La prima osservazione ad occhio nudo è stata probabilmente fatta da John Caister Bennett in Sud Africa il 9 febbraio ad una luminosità di circa +4 mag. Il 13 febbraio la cometa ha superato il polo celeste meridionale a una distanza di poco inferiore ai 3°. 
Sebbene volasse più lontano verso il Sole, si è allontanata di nuovo dalla Terra da metà febbraio, quindi la sua luminosità è diminuita da +3 mag a metà febbraio a +4 mag entro la fine del mese. 
La coda si poteva vedere lunga fino a 10° ma era generalmente pallida.

A marzo la cometa è stata osservata di nuovo anche nell'emisfero settentrionale , fino a quando non è stata vista l'ultima volta al tramonto del 25 marzo, poco prima della sua congiunzione con il Sole . 
A causa della sua maggiore vicinanza al Sole, la sua luminosità è aumentata di nuovo a circa +3 mag e poi è scesa di nuovo sotto i +5 mag alla fine di marzo. 
Una coda fino a 20° di lunghezza poteva essere catturata fotograficamente.
La cometa è stata ritrovata all'alba di metà maggio. George Alcock dall'Inghilterra ha segnalato la scoperta di una "nuova cometa" con una magnitudo di +9 mag il 19 giugno, ma era la cometa Ikeya. 
A metà luglio, la luminosità della cometa era ancora di circa +10 mag e poi è scesa rapidamente. L'ultima osservazione è stata fatta il 12 ottobre da Elizabeth Roemer in Arizona con una luminosità di +19 mag.

Analisi scientifiche:
Il 5 e 6 marzo 1963, alcuni spettrogrammi della cometa sono stati registrati al Monte Palomar in California , e hanno mostrato le righe di emissione di CN, C2 e C3 . 
Il rapporto degli isotopi 12C / 13C è stato determinato dalle intensità, ed il valore era in un intervallo paragonabile al valore presente sulla Terra, il che ha permesso di trarre alcune conclusioni sulla natura della composizione delle comete.
In ulteriori spettrogrammi ottenuti dalla cometa nel marzo 1963, si sono trovate anche righe di emissione che all'epoca non potevano essere identificate.

Passaggi ravvicinati:
Il 30 gennaio aveva superato Venere a una distanza di 92,0 milioni di km e il 13 febbraio era ad una distanza di 128,5 milioni di km da Marte . 
La distanza più vicina alla Terra è stata raggiunta il 15 febbraio, a circa 48,9 milioni di km (0,33 AU). Il 4 aprile la cometa si è avvicinata a Mercurio fino a 57,4 milioni di km e il 10 maggio c'è stato un secondo avvicinamento a Venere fino a 91,2 milioni di km.

Parametri orbitali:
Per la cometa, un'orbita ellittica è stata determinata da 76 dati di osservazione su un periodo di 281 giorni, e risulta che è inclinata di circa 160,648837° rispetto all'eclittica, con un Argomento del perielio di 336,302578°, ed una Longitudine del nodo ascendente di 53,219498°.
L'orbita della cometa è quindi leggermente inclinata rispetto al piano dell'orbita dei pianeti, ma percorre la sua orbita in senso opposto ( retrogrado ) ad essi. 
Nel punto più vicino al Sole ( perielio ), attraversato dalla cometa il 21,475 marzo 1963, si trovava a 0,63214 UA / 94,6 milioni di km dal Sole ed era quindi appena entro il raggio dell'orbita di Venere. 

Diagramma orbitale al perielio - JPL ).

Evoluzione dell'orbita:
Gli elementi orbitali, così come sono riportati nel JPL Small-Body Database e che non tengono conto delle forze non gravitazionali sulla cometa, provengono da Marsden dal 1971. 
Marsden, Sekanina ed Everhart li usarono successivamente come base per calcolare l'orbita originale e futura della cometa. Secondo questo calcolo, molto prima del suo passaggio attraverso il sistema solare interno nel 1963, la sua orbita aveva ancora un'eccentricità di circa 0,99276 e un semiasse maggiore di circa 87,8 UA, così che il suo periodo orbitale era di circa 822 anni. Quindi, il precedente passaggio del perielio potrebbe aver avuto luogo all'inizio del 1141 con un'incertezza ± 0,4 anni.
Nella sua Cometografia, Pingré (1783, p.393) menzionò una cometa per l'anno 1141 senza ulteriori informazioni, se non un riferimento all'opera di Hevelius e Lubienietzki.

A causa dell'attrazione gravitazionale dei pianeti, in particolare attraverso l'avvicinamento a Giove l'8 giugno 1963 fino a 3 AU, a Saturno il 21 marzo 1964 a circa 6 ½ AU e a Nettuno il 29 novembre 1979 a circa 8 AU , la sua eccentricità orbitale è stata aumentata a circa 0,99339 e il suo semiasse maggiore a circa 95,3 AU, così che il suo periodo orbitale è aumentato a circa 930 anni. Quando l'astro raggiungerà il punto più lontano dal Sole ( afelio), sarà a circa 28,4 miliardi di km dal Sole, 190 volte la Terra e oltre 6 volte Nettuno. La sua velocità orbitale nell'afelio sarà quindi solo di circa 0,18 km/s. Il prossimo perielio della cometa avverrà probabilmente nella prima metà dell'anno 2893, con un'incertezza di ± 0,5 anni.
_____________________________________

LA COMETA del 1141
La X/1141 (1) è una ipotetica cometa che è stata osservata ad occhio nudo in un periodo imprecisato durante l'anno 1141, che riportiamo in quanto precisi calcoli orbitali ci dicono che in questo anno ci fu il precedente passaggio al perielio della cometa C/1963 A1 (Ikeya), e che presumibilmente doveva essere ben visibile, e quindi è probabile che sia stata vista.

Resoconti osservativi:
Di questa cometa si ha notizia dagli scritti di Hevelius e Lubienietzki, che semplicemente scrivono:
'' Una Cometa è stata vista ''.
[Pingrè vol.1 (1783) p.393].
__________________________________________
__________________________________________

LA COMETA GRIGG-MELLISH

La Cometa Grigg-Mellish, formalmente C/1907 G1 (Grigg-Mellish), è una cometa che alcuni ipotizzano che sia periodica di circa 165 anni, con un precedente passaggio collegato alla cometa C/1742 C1[Link] .
La relativamente piccola MOID con l'orbita della Terra fa sì che la cometa sia all'origine dello sciame meteorico delle Delta Pavonidi.

Scoperta:
[1] - (1742) - La cometa C/1742 C1 è stata osservata la prima volta il 5 febbraio 1742 dall'Emisfero australe mentre la scoperta ufficiale porta la data del 5 marzo 1742 sulla base di osservazioni compiute dall'emisfero boreale.
[2] - (1907) - La cometa C/1907 G1 Grigg-Mellish è stata scoperta il 14 aprile 1907 da John Edward Mellish dal Washburn Observatory situato a Madison (Wisconsin, Usa), in effetti la cometa era stata già fotografata il 13 aprile da Edward Emerson Barnard che ha quindi effettuato una pre-scoperta. 
In realtà la cometa era stata osservata ancora prima, l'8 aprile da John Grigg che la osservò da Thames in Nuova Zelanda, e per via di problemi di comunicazione la notizia della scoperta da parte di Grigg fu conosciuta dagli astronomi solo parecchio tempo dopo, tuttavia alla cometa fu assegnato anche il suo nome.
_________________________________________

C/1742 C1

La C/1742 C1 è una cometa osservabile ad occhio nudo nell'anno 1742.
L'abbiamo annoverata tra le ''Grandi Comete'' per la sua brillantezza.

Da Zurigo ).

Osservazioni:
INDIA:
C'è traccia di una cometa negli scritti di uno storico indiano del XVIII secolo, Sayyid Muhammad 'Alī al-Ḥusaini che egli dice apparve nel 1154 AH (1741-42). Non viene fornito nessun dettaglio astronomico dell'osservazione. Sayyid al-Ḥusaini era uno studioso, politico persiano e storico. 
Nel 1759-60 scrisse una storia della dinastia Timur, Tārīkh -i Rāḥat Afzā, coprendo il periodo 1359-1759 (Khan 1948). In esso, menziona una palla di fuoco che esplode nell'anno 1155 A.H. (1742-43) e un terremoto nel 1171 A.H. (1757-58). 
Ancora più importante, registra la presenza di una cometa:
Nell'anno 1154 A.H., una stella con la coda apparve di sera in Occidente, durante i mesi di Shawwāl, Dhu-al-Qa'dah e Dhu-al-Ḥajjah. Successivamente ha fatto la sua comparsa in Oriente, durante la prima mattina, per alcuni giorni nel mese di Muḥarram 1155 A.H. ”.
[le date citate si riferiscono alla datazione Islamica].
Nelle cometografie di Vsekhsvyatskii (1964) e Kronk (1999), non ci sono registrazioni di una cometa nel 1741. L'unica cometa che può corrispondere alla descrizione sopra è quella che è apparsa all'inizio del 1742. La sua esatta scoperta come commenta Kronk (1999, pp. 403-5) "è in qualche modo aperta a
discussione''. 
Le circostanze suggeriscono che Muhammad 'Alī sia uno scopritore indipendente della cometa luminosa del 1742, ora designata C / 1742 C1:
 - Dobbiamo prendere come primo avvistamento della cometa da parte di Muhammad 'Alī in una data nell'anno 1742, è probabile che lo abbia fatto all'epoca in cui fu registrato per la prima volta, cioè il 5 febbraio 1742 contemporaneamente alle osservazioni fatte al Capo di Buona Speranza.
Ciò rende Muḥammad 'Alī uno scopritore indipendente della cometa (Kapoor 2015b). 
Il successivo avvistamento della cometa riportato a febbraio è solo del 27 e 28, da due navigatori olandesi su una nave nell'Oceano Indiano. 
Sarebbe stato più facile se Muhammad 'Alī avesse fatto menzione anche della costellazione o qualsiasi stella luminosa nelle vicinanze.

SUD AFRICA:
Fu notata per primo nei cieli meridionali dal Capo di Buona Speranza (Hind 1852, p. 147) dove le prime registrazioni risalgono al 5 febbraio 1742 che riportano anche che la cometa era stata vista diverse notti prima (Kronk 1999). 

EUROPA:
La cometa si stava muovendo verso nord ed entro marzo è diventata visibile nei cieli settentrionali quando è stata ampiamente osservata.
In Europa, la cometa è stata vista per la prima volta da William Whiston, il successore di Isaac Newton come professore di matematica lucasiano, in Inghilterra l'1 e 2 marzo. Entro l'8 marzo, aveva sviluppato una coda di 8° -9° di lunghezza con la testa a circa 2 mag. 
La cometa è diventata circumpolare entro l'11 marzo quando poteva essere vista per tutta la notte. Nell'aprile 1742 divenne faticoso vedere la cometa senza assistenza. 
La cometa è stata osservata per ultima, telescopicamente, il 7 maggio (Kronk 1999).

Atlante di Mattheu Seutter ).

Orbita:
La cometa C / 1742 C1 era luminosa, ma avendo avuto un breve periodo osservativo abbiamo solo potuto calcolare un'orbita parabolica retrograda con un'inclinazione di 112,948° rispetto al piano dell'eclittica.
Ha superato il suo perielio l'8,696 febbraio 1742 a 0,76577 UA dal Sole, ed ha passato il punto più vicino alla Terra a 0,3334 UA, il 7 marzo.

Parametri orbitali parabolici
(all'epoca 2357351,196
8 febbraio 1742)
Perielio0,76577 UA
Inclinazione orbitale112,948°
Eccentricità1,0
Longitudine del
nodo ascendente
189,201°
Argomento del perielio328,043°
Ultimo perielio8 febbraio 1742
Diagramma dell'orbita, al momento del passaggio al perielio del 08/02/1742 - JPL ).
__________________________________________

C/1907 G1

Osservazioni:
Una nuova COMETA (1907b) — Un telegramma dal Kiel Centralstelle annuncia la scoperta della seconda cometa dell'anno in corso dal signor Mellish, a Madison, il 14 aprile. La magnitudine dell'oggetto è data come +11,0, e la sua posizione alle 10h 20m (orario di Madison) il giorno di scoperta era AR=6h 40m - dec=+8° 0' .
Un secondo telegramma da Kiel afferma che la cometa è stata osservata da Bianchi a Roma il 16 aprile. 
La sua posizione alle ore 8h 22' 06''. (orario di Roma), era AR=7h 0m 17,5s - dec=+17° 19' 14'' .
Era all'incirca a sud di Zeta Geminorum, ed ha attraversa il meridiano verso le 17:00.
John Tebbutt, fece la sua relazione sul ''The Observatory'' (vol. 30, n. 385, pag. 285-286, luglio 1907), di quella che lui chiama cometa Grigg dell'aprile 1907. [Link] .

Parametri orbitali:
Parametri orbitali parabolici
(all'epoca 2417662,5 - 28 marzo 1907)
Perielio0,92386 UA
Inclinazione orbitale110,0572°
Eccentricità1,0
Longitudine del
nodo ascendente
190,417°
Argomento del perielio328,7561°
Ultimo perielio28 marzo 1907
MOID da Terracirca 11.150.000 km
Diagramma orbitale - JPL ).
__________________________________________

2069
Il prossimo ritorno al perielio è previsto per il 22 agosto 2069.
Questo passaggio, viste le incertezze dei calcoli, confermerà o meno le diverse teorie che riguardano questo astro chiomato.
_____________________________________
_____________________________________

A cura di Andreotti Roberto.


Nessun commento:

Posta un commento