ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

giovedì 31 agosto 2017

VIAREGGIO : commissione sociale su EMERGENZA IMMIGRAZIONE i commenti di PACCHINI e BALDINI.

 
 
DA MARIA D. PACCHINI:
Nella preannunciata Commissione sociale, in cui il velato tentativo di chiudere il sipario in sordina, sull'accoglienza in generale e in Via Sauro in particolare, sminuendo le iniziative dei cittadini e dei Consiglieri di opposizione e i momenti di meno velata mancanza di democrazia quando è stata fatta valere la regola, scarsamente in uso in Commissione a Viareggio , di non permettere l'intervento di Consiglieri Capogruppo, ma non membri della Commissione in oggetto, la Consigliera Pacchini membro di diritto della Commissione stessa e che esprime la propria solidarietà al Consigliere Baldini e alla Consigliera Pacilio, ha posto l'accento oltre che sulla mancanza di "condivisione" da parte dell'Amministrazione versoi propri cittadini sulle tematiche sociali volte all'accoglienza, così come ripetutamente denunciato anche in Consiglio Comunale, anche sulla scarsa disponibilità a rispondere alle interrogagazioni e alle richieste atti nei tempi previsti. L'Assessore di riferimento, che avrebbe dovuto rispondere ai sensi degli artt. 28 e 29 del Regolamento del Consiglio , ha dichiarato di non averne ancora avuto visone, probabilmente perchè "protocollata intorno a Ferragosto". Lo stesso ha inoltre sommariamente risposto su quanto intercorso tra Prefettura, Comune e Croce Rossa, sminuendo la responsabilità del Comune ma, la Capogruppo della Lega, disponendo di un documento datato 7 luglio (in allegati alla richiesta atti protocollata il 16 agosto) in cui la Croce Rossa forniva la propria "disponibilità" a collaborare con Prefettura e Amministrazione Comunale, lasciando a quest'ultima le considerazioni generali e specifiche sull'accoglienza, vista la "particolare" localizzazione della struttura in sua disponibilità, ne ha chiesto riscontro. A tale richiesta, per ammissione stessa dell'Assessore, veniva dato con soddisfazione l'assenso.


DA MASSIMILIANO BALDINI:

ANCHE TOMEI PRENDE ATTO DELLA REVOCATA DISPONIBILITA' DA PARTE DELLA CROCE ROSSA IN VIA SAURO. LIPPI NON MI HA DATO LA PAROLA.
Questa mattina ho partecipato alla Commissione Economia Solidale presieduta dal Presidente Lippi come da convocazione inviata non solo ai membri facenti parte di diritto ma, altresi', ai Capigruppo Consiliari.
Il Presidente Lippi, contravvenendo ad una prassi costante in voga sin dall'inizio della Consiliatura, non mi ha concesso di intervenire, non permettendomi di interloquire sull'argomento del Centro di Accoglienza in via Sauro.
Cio', anche contravvenendo agli accordi presi nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale dove era stata proposta proprio una Commissione aperta sull'argomento per favorire la maggiore trasparenza ed il miglior confronto possibile.
Sono rimasto basito che il Presidente della Commissione possa aver assunto una tale decisione che frustra il contraddittorio ed il confronto proprio in merito ad un tema tanto sentito dalla citta' e di fronte ad una riunione tanto partecipata da cittadini ed interessati.
Detto questo, ascoltando l'Assessore Tomei, ho preso atto che anche l'Amministrazione Comunale ha interpretato la lettera del 10 agosto inviata dalla Croce Rossa alla Prefettura, al Sindaco ed a quant'altri, come una revoca della disponibilita' dell'immobile di via Sauro all'accoglienza dei migranti.
Pertanto, almeno fino a prova contraria, parrebbe che su via Sauro la vicenda sia chiusa. Ovviamente grazie alle iniziative dei cittadini e della nostra parte politica.
Ho altresi' preso atto che lo stesso Assessore ha voluto precisare di non aver letto la lettera del 10 agosto della CRI se non dopo il Consiglio Comunale dell'11 agosto, invitandolo pero' a prestare maggiore attenzione prima di ogni Consiglio Comunale al fine di rendere tali consessi nella pienezza delle informazioni utili al dibattito.
La prossima volta Assessore Tomei apra la posta elettronica prima del Consiglio e non dopo.
Infine, torno a ribadire che, visto lo stato di dissesto del Comune di Viareggio ed il livello di insicurezza raggiunto come dimostrato dal susseguirsi di episodi costanti di violenza "Far West", non vi sono i presupposti per ulteriore accoglienza sia a Viareggio che a Torre del Lago Puccini.
Ne prenda atto anche l'Amministrazione Comunale.


Francesco Speroni INTERVISTA in esclusiva per CAPITAN FUTURO BLOG Salvino Paternò colonello dei Carabinieri.



Intervista esclusiva al colonnello dei Carabinieri Salvino Paternò 
di Francesco Speroni
-
Il Colonnello dei Carabinieri Salvino Paternò, nato a Roma il 1° aprile 1961, vanta una carriera di tutto rispetto che vale davvero la pena ricordare.
Ha comandato il Plotone d'Intervento al 10° Battaglione Campania a Napoli; il Nucleo Operativo della Compagnia di Torre Annunziata; la Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania (SA); la Compagnia Carabinieri di Policoro (MT); il Reparto Operativo di Potenza; il Reparto Operativo di Rieti.
Dal 29 ottobre 2013 è stato posto in congedo su sua richiesta.
Attualmente ricopre questi incarichi: docente di criminalistica nei corsi di Scienze Criminologiche Forensi – Master di I e II livello – presso l'Università "La Sapienza" di Roma; docente di criminalistica nei corsi presso l'Università Telematica di Roma e l'UNINT (Università degli studi Internazionali di Roma); è Direttore Generale della Formazione presso la GM Accademy (convenzionata con UNITELMA Sapienza) relativamente ai corsi di Investigatori Privati, Guardia Giurata, vigilanza armata e non, agente di polizia locale, ausiliario del traffico e dei corsi di perfezionamento per comandanti ed ufficiali della Polizia Locale, nonché svolge il ruolo di docente nell'ambito dei suddetti corsi;
Precedentemente ha svolto l'incarico di docente di Criminalistica e Tecniche Investigative presso la Scuola Marescialli di Velletri, per conto delle Università di Firenze, Bologna e Forlì; ha la qualifica di Istruttore di Tecniche di Intervento Operativo conseguito presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri ed ha anche la qualifica operatore di Analisi Criminale, conseguito presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia;
La mattina dello scorso 25 agosto, il colonnello Salvino Paternò ha deciso di scrivere un post sulla sua pagina Facebook in merito ai fatti di piazza Indipendenza a Roma, con specifico riferimento alla nota frase del funzionario di polizia "se tirano qualcosa spaccategli un braccio". Il post ha preso subito a circolare in rete, sui blog, ed è anche finito sulle pagine di alcuni quotidiani nazionali.
In questa sua analisi Paternò ha offerto – in punta di diritto, riferendosi agli articoli 52 e 53 del Codice Penale – la spiegazione del perché quell'ordine fosse legittimo. Naturalmente ha scritto a titolo personale, non in veste di rappresentante dell'Arma dei Carabinieri.
Passiamo dunque all'intervista.
_____________________________________________

Colonnello Paternò, perché ha deciso di scrivere quel post?
-
Quando è cominciata l'ennesima "caccia allo sbirro" orchestrata dai soliti intellettualoidi i quali, ignorando norme giuridiche e tecniche di intervento operativo e avendo vissuto quale unica esperienza rischiosa il gioco a nascondino che facevano da piccoli, hanno avviato l'opera di denigrazione. A quel punto, codice alla mano, ho tentato di spiegare per quale motivo quell'ordine, seppur "colorito" era di fatto legittimo.
_____________________________________________

Franco Gabrielli, il capo della Polizia, sembra in disaccordo con lei. Ha detto infatti che un ordine del genere un funzionario di Pubblica Sicurezza non solo non deve darlo, ma nemmeno pensarlo.
-
Penso che il divario tra le forze dell'ordine "vere" e le forze dell'ordine "che contano", si stia facendo sempre più profondo. Nella prima categoria inquadro tutti quegli uomini e donne in divisa che ogni giorno battono le strade per prevenire e reprimere reati, passano intere giornate a pedinare sospettati o con le cuffie in testa per intercettare mafiosi e trafficanti, la domenica invece di trascorrere la festività con i propri figli si ritrovano con un casco in testa a prendersi sputi e insulti da ultras tanto feroci quanto stupidi. Mi riferisco a quei fantastici guerrieri che rischiano la vita e sacrificano gli affetti, quegli eroi silenziosi che il cittadino onesto conosce e ama e il disonesto teme e odia. Nella seconda categoria, invece, inserisco i vertici, chiusi nei loro prestigiosi uffici, vicino ai palazzi del potere, la cui nomina è di natura politica e non sempre espressione di meritocrazia, termine quest'ultimo che ha ormai perso qualsiasi significato.
Con questo voglio dire che la frase di quel funzionario, di cui ne ribadisco la legittimità, è l'espressione di un poliziotto "vero", uno di quelli che vivono le emozioni nel campo di battaglia (tra cui l'umanissima paura), quelle stesse emozioni che forse chi ricopre ruoli direttivi di alto livello ha scordato… o mai provato.
Non so quanto tale deficit mnemonico sia fisiologico o quanto invece funzionale a tacitare giornalisti e politici che, ignari di leggi e procedure operative, si stracciano le vesti urlando allo scandalo. Penso però che i poliziotti, quelli "veri", debbano essere maggiormente difesi e tutelati dinanzi ad un'opinione pubblica sempre più confusa dalla disinformazione.
_____________________________________________

Secondo lei, qual è lo stato d'animo delle forze di Pubblica Sicurezza alle quali oggi viene ordinato di effettuare operazioni come quello sgombero di Roma?
-
Dato che Robocop rimane ancora un film di fantascienza (non so quanto auspicabile), le forze di Polizia sono composte da persone che, per quanto addestrate, provano emozioni umane, compassione, paura, rabbia. Sono soldati a cui vengono impartiti ordini che non possono (e non devono) sindacare, tranne che non siano palesemente illegittimi. Se, per esempio, gli viene ordinato che nessuno può oltrepassare un determinato limite, non possono far altro che bloccare chiunque tenti di farlo, siano essi ultras, o manifestanti di destra, o di sinistra, o addirittura frati francescani. Non spetta a loro il compito di mediare, trovare soluzioni alternative, sentire e accogliere le ragioni dei contestatori. Loro arrivano sul luogo dell'intervento quando le Autorità competenti hanno già espletato le loro funzioni di mediazione (o avrebbero dovuto farlo). L'addestramento e l'esperienza consentono ai reparti in servizio di Ordine Pubblico non tanto di effettuare interventi operativi risolutivi, ma soprattutto di riuscire a non accettare le continue provocazioni a cui vengono sottoposti per ore e ore. È ovvio, però, che nel momento in cui scoppia una violenta guerriglia urbana, quando ci si proietta nel caos avvolti dalla nebbia dei fumogeni correndo contro un nemico che si mischia e si nasconde tra passanti e giornalisti, lo spazio per il "bon ton" si riduce drasticamente, l'adrenalina e la paura giocano inevitabilmente il loro ruolo e può capitare di sbagliare. Errare humanum est e finché questo delicato compito sarà svolto da uomini e non da androidi, sarà impossibile evitare errori. Se poi qualche solone salottiero sempre pronto criticare quello spezzone di immagine dove vola una manganellata di troppo, ignorando beatamente cosa è avvenuto prima e dopo, pensa di fare meglio, è ufficialmente invitato ad inquadrarsi con casco, scudo e manganello in un qualunque reparto antisommossa che deve fronteggiare un disordine… allora sì che ci faremmo tutti delle grasse risate.
_____________________________________________

Figure istituzionali dello Stato ed esponenti del Governo sostengono che grazie allo "ius soli" si otterrà più integrazione e quindi meno pericoli sociali. Cosa ne pensa?
-
Non si può rispondere a questa domanda senza analizzare il pericolo del terrorismo islamico. Io ritengo che, per colpa dei soliti opinionisti da strapazzo, questi tagliagole stanno perdendo la guerra sul campo di battaglia, ma stanno vincendo quella mediatica. E così, questo manipolo di improvvisati ed improbabili jihadisti dell'Isis che, incapaci di manipolare esplosivi si fanno saltare in aria da soli, e che, non riuscendo neanche a procurarsi un'arma da fuoco ricorrono ai coltelli da cucina, vengono fatti passare come diabolici agenti dello Spectre. Seppur continueremo ancora per molto a piangere i nostri morti, la situazione va analizzata nel suo insieme, scevri da ideologie, perché solo così si potrà prendere atto che, malgrado le stragi, la loro strategia è perdente. Gli islamici occidentalizzati, su cui puntano i capi dell'Isis cercando di coinvolgerli nella guerra contro gli infedeli, sostanzialmente gli rispondono picche. La propaganda allucinogena degli imam del terrore fa presa solo sulle menti deboli di disadattati che non si sono integrati nei paesi europei che li ospitano. Ritengo quindi che l'integrazione sia l'arma vincente, purtroppo, però, allo stato attuale è solo un'utopia. È vero che l'immigrazione clandestina non è direttamente la causa del terrorismo (il jihadista non viaggia sul barcone), è però vero che permettere l'ingresso indiscriminato di maree di immigrati, fa sì che costoro siano costretti a vivere una vita di stenti ai margini di una società che inevitabilmente odieranno e che i loro figli odieranno ancora di più, rendendoli così facili prede del richiamo integralista.
Io credo che l'unica legge che ci consente di attuare un'efficace lotta al terrorismo è l'espulsione per motivi di prevenzione del terrorismo (legge 31/7/2005, n. 155), anche perché taglia fuori la magistratura, spesso eccessivamente interpretativa e garantista. In base a tale normativa, quando le forze dell'ordine individuano fondati motivi per ritenere che la permanenza nel territorio dello Stato possa, "in qualsiasi modo", agevolare organizzazioni o attività terroristiche internazionali, il Prefetto (e non certo il magistrato) emette un immediato decreto di espulsione. Tale decreto, a differenza dei decreti inutilmente emessi nei confronti dei clandestini, è subito esecutivo. Basta quindi che uno straniero si pavoneggi su Facebook inneggiando alla lotta armata, o che un iman faccia proselitismo, per piombargli in casa, dargli il tempo di fare le valige e spedirlo nel suo paese di origine. E dato che, come è noto, queste persone non sono delle cime di arguzia, scoprirli, anche grazie alla collaborazione dei tanti islamici integrati, non è per nulla difficile. Piaccia o meno, questa è la norma che ci invidia l'Europa e che finora ha sventato assalti nel nostro paese.
E chiaro, però, che tale legge vale solo per gli stranieri e non per i cittadini italiani, per cui lo "ius soli", che concederebbe automaticamente la cittadinanza a tutti i figli di immigrati, renderebbe vana l'unica arma che abbiamo.
___________________________________________

Lei parla di integrazione, di "islamici occidentalizzati" e anche della "collaborazione dei tanti islamici integrati". Come ha recentemente ricordato il generale Mario Mori – ex direttore del Sisde – i terroristi che hanno insanguinato l'Europa in questi ultimi anni non sono beduini piombati da noi sui loro cammelli. Si tratta in larga parte di cittadini europei – in qualche caso da più generazioni – che avevano la cittadinanza ed il passaporto britannico, francese o spagnolo. Frequentavano le nostre scuole, vestivano come noi, vivevano e lavoravano in mezzo a noi nelle nostre città, non erano disperati né reietti. Eppure questo non ha impedito di far scattare in loro la molla anti-infedeli, prescritta dal Corano, trasformandoli come da un giorno all'altro in terroristi sanguinari. Se davvero esiste una distinzione tra mussulmani pacifici e mussulmani fanatici, chi ha il compito di far le pulizie in casa Islam? Mi permetto di ricordare che il presidente americano Donald Trump, nel suo ultimo viaggio in Arabia Saudita, ha detto a chiare lettere che non può essere l'occidente a rimettere ordine in casa d'altri, sferzando i sauditi – e tutti gli arabi mussulmani – ad impegnarsi affinché siano proprio loro a farsi carico di questo.

Beh, eviterei di inoltrarci nelle complesse, intrigate e dissennate vicende internazionali che ci hanno portato a questa tragica situazione. È innegabile che le responsabilità dell'Occidente siano evidenti, prima fra tutte l'incestuosa amicizia tra Usa e Arabia Saudita, per poi passare alla destituzione improvvida di dittatori ed al miraggio delle utopiche primavere arabe che hanno aperto un vaso di Pandora ingestibile. Fatto sta che oramai siamo di fatto in guerra contro questo autoproclamato "stato islamico" e bisogna prenderne atto evitando ulteriori errori.
È ovvio che "le pulizie in casa Islam" debbano farle gli stessi islamici, ma è nostro compito, se vogliamo vincere la guerra, favorirne l'integrazione e, conseguentemente, la "rieducazione", perché solo in tal modo avremo un fronte compatto che dice "no" al radicalismo religioso di stampo medievale. È altrettanto ovvio che non può essere solo l'Italia a sobbarcarsi questo arduo compito nel totale disinteresse europeo. Ma l'integrazione non è solo una parola al vento o un facile slogan, bensì l'insieme di complessi processi sociali e culturali che rendono l'individuo membro di una società di cui ne rispetta leggi, principi e valori. Ebbene, per prima cosa è materialmente impossibile integrare masse infinite di immigrati islamici senza avere la disponibilità di offrirgli un'autonoma esistenza nella collettività, per cui se non si pone un freno all'accoglienza indiscriminata e senza limiti non si potrà avviare alcuna integrazione. Inoltre, se continuiamo a far svolgere questo delicatissimo compito ad associazioni prive di requisiti e capacità, e nominiamo "mediatori culturali" squallidi personaggi che fanno l'elegiaco dello stupro, è finita prima di iniziare. L'integrazione deve essere un processo a cui devono partecipare convintamente tutti i cittadini italiani, ma come si fa ad essere tolleranti e collaborativi se la Presidente della Camera dei deputati afferma che "i migranti sono l'avanguardia del nostro futuro stile di vita"? È palese che simili atteggiamenti squilibrati creino intolleranza, tensioni e in ultimo anche forme di razzismo.
Infine, secondo me, non è tanto su presepi e crocifissi in aula che questa "battaglia culturale" va condotta, ma su valori quali la democrazia, l'uguaglianza, la libertà e soprattutto la LAICITÀ. È proprio la "laicità" l'arma vincente in chi professa la guerra agli infedeli, è su quello che bisogna maggiormente lavorare nei processi integrativi. È vero che spesso i terroristi islamici erano persone che "frequentavano le nostre scuole, vestivano come noi, vivevano e lavoravano in mezzo a noi nelle nostre città", ma erano figli di immigrati che rimproveravano ai loro genitori di aver tradito la religione, la motivazione religiosa ha acceso la miccia nei loro cervelli. Se riuscissimo a far rifiutare qualunque forma di teocrazia ed a far apprezzare l'indipendenza dell'individuo dall'autorità religiosa depositaria del diritto divino, la guerra sarebbe vinta.
______________________________________________

Davvero ritiene che quelli che sbarcano in Italia siano costretti a vivere una vita di stenti?
A tutt'oggi sembra che il business dell'accoglienza, almeno sotto questo aspetto, risparmi temporaneamente un destino simile a chi sbarca da noi. Certo, i migranti non si arricchiscono, ma almeno hanno un tetto sulla testa e tre pasti al giorno garantiti – un privilegio che purtroppo non tutte le famiglie italiane hanno. Altri invece si arricchiscono: Ong, Onlus, Cooperative etc sembrano fare affari d'oro, tra l'altro con denaro pubblico.

  Sull'arricchimento delle Cooperative non c'è il minimo dubbio, non si tratta di buoni samaritani ma di affaristi che spesso operano in maniera bieca e senza scrupolo. Dei 35 euro giornalieri pagati dal ministero dell'interno per ogni richiedente asilo, solo 2,5 euro finiscono nelle tasche del migrante. I rimanenti li intasca la cooperativa con l'impegno, spesso disatteso e incontrollato, di provvedere a vitto, alloggio, pulizia, nonché fantomatici progetti di inserimento lavorativo. Ma pur presupponendo che tali impegni di spesa siano regolarmente assolti, il guadagno quotidiano è di almeno 10 euro al giorno per ogni migrante. Basta sommare tale cifra per tutti i migranti ospitati e i conti sono presto fatti.
Per quanto riguarda invece la "vita di stenti", è necessario fare delle precisioni. Iniziamo con il dire che alla stragrande maggioranza degli immigrati che sbarcano sulle nostre coste, NON viene riconosciuto lo status di rifugiati o asilanti e conseguentemente classificati come "clandestini". Non avendo quindi diritto di soggiornare nel nostro territorio, a tutta questa massa di persone viene notificato un decreto di espulsione, subito stracciato e buttato nel cestino dell'immondizia. Tali decreti infatti non sono esecutivi, nessuno prende i clandestini e li imbarca per i propri paesi di origine. Per cui questi esseri umani diventano "fantasmi" che girovagano in Italia vivendo nell'illegalità. Spacciano droga, si prostituiscono e, se gli va bene, vengono assunti al nero e sfruttati come schiavi.
Per quanto riguarda invece i rifugiati e i richiedenti Asilo, dopo la fase della prima accoglienza gestita dalle prefetture locali (tramite le suddette cooperative), i soggetti vengono presi in carico dallo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Qui dovrebbero seguire un percorso individualizzato di circa 6 mesi che li porti a conquistare la propria autonomia lavorativa e abitativa. Ma non è così! Non può mai essere così! A causa dell'intensificazione dei flussi migratori e della crisi che attanaglia il nostro paese, diviene pressoché impossibile conseguire quegli obiettivi. E così l'intero sistema si ingolfa e collassa su sé stesso. Il risultato finale è sotto gli occhi di tutti e la vicenda dello sgombero di Roma ne è la prova. Quasi nessuno diviene "autonomo" e molti finiscono in sacche di marginalità, costretti ad occupare palazzi fatiscenti o in disuso.
Alla luce di ciò qualcuno mi spieghi che senso ha continuare a proclamare l'accoglienza indiscriminata, sapendo poi che fine faranno. Mi si spieghi perché sono considerati "buoni" gli operatori delle ONG che se li vanno a prendere direttamente dalle mani dei mafiosi libici per poi consegnarli in quelle dei mafiosi nostrani. Chi declama "accogliamogli tutti!" è uguale a chi auspica l'uso del lanciafiamme, è altrettanto stupido e parimenti criminale.
______________________________________________

Per concludere, vorrei farle una domanda che esula dall'argomento affrontato finora, ma sulla quale desidero avere la sua opinione: in Italia, mentre vengono giustamente ricordate stragi come quella di piazza Fontana o della stazione di Bologna, abbiamo invece cancellato dalla memoria collettiva almeno tre attacchi terroristici - fatti dai palestinesi - costati la vita a circa cinquanta persone. Parlo degli attentati all'aeroporto di Fiumicino del 1973 e del 1985, oltre all'attacco alla Sinagoga di Roma del 1982. Quando nel 2007 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha indetto la giornata della memoria per le vittime del terrorismo, nell'elenco non figurava nessuno dei morti in quegli attentati. Anche il finanziere Antonio Zara, ucciso nel 1973 dai terroristi a Fiumicino perché cercò di opporre resistenza, è caduto nell'oblio. Né a Fiumicino né in altre sedi più o meno istituzionali vi è anche solo una targa che ricordi quegli attentati compiuti dai terroristi palestinesi. Come è possibile dimenticare dei fatti del genere?
-
Infatti non è possibile. Avendo vissuto per questioni, ahimè, anagrafiche gli anni di piombo, ritengo che l'interesse sullo stragismo terrorista dell'epoca sia ancora alto poiché, malgrado le numerose indagini e gli infiniti processi, le nebbie che hanno avvolto il nostro paese in quegli anni non si sono per nulla diradate.
Per quanto attiene, invece, alle amnesie sulle stragi palestinesi, senza avventurarmi in dietrologie che non mi sono consone, dico solo che spesso questioni ideologiche non ci permettono ancora di avere una memoria storica condivisa.
Voglio invece rispondere chiaramente sull'oblio nel quale è caduta la memoria del finanziere citato. Purtroppo non è l'unico caso; componenti delle forze dell'ordine che perdono la vita in servizio se ne annoverano un'infinità e costoro vengono regolarmente dimenticati. Raramente piazze, vie, edifici pubblici (che non siano caserme) portano il loro glorioso nome. Ma questo non scoraggia affatto la nostra polizia poiché è il sostegno della gente la maggior gratificazione e non le pompose celebrazioni. Malgrado lo sforzo profuso da politici e intellettuali radical chic nell'affossare l'impegno quotidiano dei tanti cittadini in divisa, nei sondaggi sulla fiducia data alle istituzioni, le forze dell'ordine rimangono indissolubilmente in pole position… con buona pace dei detrattori in servizio permanente.
E poi sa cosa le dico? Se fossi quel finanziere preferirei essere dimenticato piuttosto che il mio nome fosse usato per intitolare una stanza della camera dei deputati. Lascino pure che in parlamento su quelle targhe campeggino altri nomi… ognuno ha gli eroi che si merita.
______________________________________________


Francesco Speroni

ANDREOTTI ROBERTO: ULTIME NOTIZIE del 31/08 dai territori di #LUCCA #MASSACARRARA #PRATO #PISTOIA #SARZANA #VIAREGGIO.


CAPITAN FUTURO PRIMA PAGINA:



L'odore di mattatoio colpisce al pari della visione del sangue davanti all'entrata principale della Stazione di Viareggio.

Questa mattina ho provveduto a contattare la Prefettura di Lucca al fine di conoscere quale posizione intendessero tenere riguardo il centro di accoglienza di migranti in via Sauro......

Da, per ora sommari accertamenti, sembrerebbero violate alcune norme di legge e regolamenti che potrebbero avere conseguenze penali.......

Ieri sera ho partecipato alla riunione indetta dalla giunta PD di Bagni di Lucca, alla scuola di LA SCESTA a Palleggio, riguardate le gravi problematiche riscontrate che hanno portato il Sindaco Michelini a deciderne la CHIUSURA .
 Paolo Michelini.

 
spiega Stefano Nicolai, dirigente del Settore gestione, rendicontazione e controlli per gli …


CON VIDEO !!! previsioni aggiornate in tempo reale...
___________________________________________________

___________________________________________________

MASSA - CARRARA :

Altri 1.181 edifici rurali irregolari sono stati individuati nel comune di Carrara e 267 sono quelli di Montignoso. 2.887 in tutto. In queste settimane stanno arrivando lettere ai proprietari di …

Riapre dopo la paura di sabato per le fiamme e il fumo, il celebre rifugio Conti sulle Apuane. Ecco le foto del rifugio meta di tanti scalatori e turisti, scattata questa mattina e diffusa dalla

Grazie a questo risultato, il Comitato Salviamo le Apuane – che si è occupato della raccolta dei voti – ha potuto presentare un progetto di intervento e ottenere un contributo di 10.000 euro …

Buongiorno a tutti! Sono Giacomo e possiedo una Ducati Multistrada 620 del 2005. Sono un appassionato di moto fin da quando avevo 16 anni e finalmente sono riuscito a prenderne una il mese scorso. Nel mio gruppo di amici siamo circa in 10 ad avere una …

MASSA. Sono oltre 3.000 le firme di cittadini e turisti raccolte (fra petizione online su change.org e cartacea) in pochi giorni per scongiurare la chiusura del Parco dei Conigli, uno …

E' stato arrestato dalla polizia di Imperia un 73enne originario della provincia di Massa Carrara, autore di atti osceni ed adescamento di minori. L'uomo già noto alle forze dell'ordine per …

IMPERIA - Un uomo di 73 anni originario della provincia di Massa Carrara ma da tempo …

Massa-Carrara - Primi giorni di riprese a Carrara per "Michelangelo Infinito" la quinta produzione cinematografica dedicata alla grande arte italiana che vede ancora una volta …

Massa Carrara, 30 agosto 2017 - A DUE SETTIMANE dalla apertura della scuola uno degli …

Questa barca da sogno sarà consegnata nel maggio del 2019, la sua realizzazione è stata affidata agli stabilimenti di Massa Carrara di Persico Marine, e anche in questo caso …

MA PERCHE' CRISTO ERA COMUNISTA ???
A 80 anni è salito a 1700 metri di altezza, sul monte Sagro, sulle Alpi Apuane, per intonare …

CARRARA. L'appuntamento è fissato per venerdì 1° settembre alle ore 15 nella palazzina della Pubblica Assistenza di Bergiola, proprio dove ieri l'altro, i bergiolesi si erano riuniti per …

CARRARA. Per alcuni è la "Casa delle cento finestre", per altri è "Villa della contessa"; altri ancora, invece, l'hanno sempre vista passando, fin da ragazzini, senza conoscere la storia …

Carrara, 30 agosto 2017 - Reti tecnologiche e reti umane. Sarà il grande Marco Giallini a introdurre a Con–Vivere «Perfetti sconosciuti», il film sulle nuove relazioni social che ha
___________________________________________________


www.bidiba.it
___________________________________________________

MONTAGNA PISTOIESE :

Banca Alta Toscana Credito Cooperativo, l'istituto di credito nato dalla fusione di Bcc Vignole e Montagna Pistoiese e Banca di Masiano, ha rinnovato anche per quest'anno la campagna …

Molto più limitati gli altri roghi tra cui che si è sviluppato nella notte a Marliana, sulla montagna pistoiese, ma che è stato prontamente spento. Giulio Grossi, presidente di Confindustria …

Il 2 e il 17 settembre un treno storico speciale collegherà Firenze e Bologna a Porretta Terme attraversando boschi e borghi di montagna fino ad arrivare ... nelle stazioni di Prato …

I RIMEDI DI RIMEDIOTTI ....

CIREGLIO (PISTOIA) – Sarà un "Apericena solidale" su prenotazione, con musica latina, esibizioni di kizomba e ballo con il gruppo e gli insegnanti della scuola Centro Arte Danza di Pistoia, quello organizzato per il 2 settembre alle 20, a Cireglio.
___________________________________________________


___________________________________________________

PRATO e PROVINCIA :

CITTA':
 
29-8-2017
Modifica alla circolazione in varie vie per interventi urgenti alla rete idrica fino al 3 settembre

30-8-2017

30-8-2017
Camera di Commercio di Prato - Storie di alternanza: premio per i migliori racconti multimediali sul progetto di alternanza scuola-lavoro

30-8-2017

30-8-2017
Modifica temporanea alla circolazione di varie vie per interventi urgenti alla rete idrica fino al 4 settembre

30-8-2017
Modifica temporanea alla circolazione di via delle Colombaie per la posa di tubazioni della rete idrica, dal 31 agosto al 14 settembre

SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PRATO
La prossima seduta del Consiglio Comunale si terrà il 05.09.2017 alle ore 15 : 00 nel salone consiliare del Palazzo Comunale.
 L'ordine del Giorno prevede la discussione di:
- 4 proposte di delibera
- 31 comunicazioni

 *** Proposte di Delibera ***
* Piano di Recupero n. 294 depositato con istanza P.G. n. 136565 del 06.11.2012 dai signori Rocchini, Monzali, Rizzuto, Lungano, Marinelli, Grazzini, Lascialfari e dalle societ? "Gegei Immobiliare S.N.C. di Shan Shouxiang e Du Jinliang" e "Immobiliare Filippo S.N.C. di Simone Fornaciari e Fabiana Lascialfari", per Intervento di Piano di recupero per sistemazione urbanistica di un'area posta in Prato Via Bologna - Diniego approvazione.
* Piano Attuativo n. 308 depositato con istanza PG n. 49543 del 30.04.2013 dai signori Borsini Maria Carmela - Borsini Silvia - Cipriani Carla - Borsini Stefano per il cambio di destinazione d'uso da agricolo ad impianti sportivi all'aperto in via delle Risaie, localit? Tavola - 59100 Prato - Diniego approvazione.
* Piano Attuativo n. 314, depositato con  Istanza PG 71901  del 21/06/2013 dal Sig. Becherini Franco, per la costruzione di edifici residenziali in Via Menotti, Prato  - Diniego approvazione.
* Regolamento Canone di Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche - modifiche

Sul sito http://odg.comune.prato.it/ troverai l'Ordine del Giorno integrale e, fra qualche giorno, l'esito delle proposte presentate.


PRATO. Sono tante le iniziative che precedono la marcia della pace di mercoledì 6 settembre, anniversario della Liberazione di Prato. Che partendo alle 21 da via VII marzo arriverà in …

PRATO. L'edizione attuale di "Settembre. Prato è spettacolo" è quella che il sindaco Matteo Biffoni definisce consolidata e che fa entrare la nostra città nel sistema toscano e italiano …

L'8 settembre, in concomitanza con l'antica fiera e il Corteggio Storico, a Prato si inaugura, nelle sale del Museo di Palazzo Pretorio, la mostra Legati da una Cintola. L'Assunta di …

In merito ai fatti accaduti presso la Casa Circondariale di Prato lo scorso 21 agosto e di cui …

PROVINCIA:
 
PRATO, 29 AGO - L'incendio nel quale il 26 agosto sono morti due cinesi in una casa di Vaiano (Prato) trasformata in laboratorio è "una tragedia annunciata". A dirlo è il …

PRATO. Nel primo pomeriggio di mercoledì 30 agosto, intorno alle 13.30 circa, un equipaggio delle Volanti notava in via Pistoiese un'auto sospetta, condotta da un nordafricano che, alla vista della pattuglia della polizia, accelerava dirigendosi fino in ...

A Lorenzini fa eco Marco Martini, sindaco di Poggio a Caiano. Qui qualche mese fa sono scattati i sigilli nel garage di un'abitazione adibito a laboratorio di confezione. «I controlli …

E' l'appello del presidente Rossi dopo il tragico rogo in un appartamento adibito abusivamente a dormitorio e laboratorio, dove sono morte due persone VAIANO — Cordoglio per le due …

VERNIO. Serata di dolcezze venerdì 25 a Vernio con la quarta edizione della gara fra pasticceri amatoriali Dolce Chiostro a palazzo Bardi. Quest'anno a portarsi a casa il primo …

Mario Di Carlo rifiutò la reggenza al Sandro Pertini di Vernio. Sono stati assegnati ieri dall'Ufficio scolastico regionale i posti vacanti per le scuole col dirigente in comproprietà: …

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, coordinate dal pm Laura Canovai, l'uomo avrebbe …
___________________________________________________


___________________________________________________

VALLE DEL SERCHIO :

VAL DI LIMA:
L'itinerario che proponiamo oggi, ottimo per la mezza stagione poiché raggiunge quote non molto elevate (seppur in ambiente di notevole interesse floro-faunistico), parte da Vico Pancellorum...

INUTILITA'.....
Se dovesse essere approvato, porterebbe ben 3 milioni di euro di finanziamenti nel …

Rientrati a valle sono stati affidati alle cure del personale dell'ambulanza che li ha trasferiti all'ospedale di Castelnuovo Garfagnana. Un'avventura da dimenticare che per il Soccorso …

Semaforo rosso per Jasmine Paolini nel secondo turno del 60mila dollari di Dunakeszi, in Ungheria: la 21enne di Castelnuovo Garfagnana, terza testa di serie, è stata sconfitta per …

Elicotteri ancora in azione nel comune di Pieve Fosciana, dove l'incendio da avanti da giorni. La zona interessata non è raggiungibile da terra PIEVE FOSCIANA — Da tre giorni fiamme …

ESTINTORE MA RESTA INTOSSICATO.

MALTEMPO:

BAGNI DI LUCCA:

I soldi risparmiati dal consiglio regionale alle famiglie toscane in difficoltà - "Grazie alla Lega Nord i soldi risparmiati dal Consiglio regionale saranno destinati alle famiglie toscane in difficoltà economiche".

UNA CACATA PAZZESCA !!!
Francolino Bondi ha la sua ricetta di fusione: "Maxi fusione tra Castelnuovo, Camporgiano, Vagli, Careggine, Piazza al Serchio" - Essere in tanti per contare tanto: questa è la sostanziale ricetta di Francolino Bondi, presidente del consiglio comunale di Castelnuovo....

Questo, in sintesi, il programma dell'attività organizzata da Centro Provinciale Libertas di Lucca nell'ambito del progetto "SportAperto - Salta su. Sport, ambiente, natura in libertà" …
___________________________________________________

 www.ulivigarden.it
___________________________________________________

PISTOIA e PIANA PISTOIESE :

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 30 agosto 2017 - Continua l'azione di spegnimento dell'incendio di bosco a Serravalle Pistoiese (Pistoia) da parte dei vigili del fuoco di Pistoia. Sul posto …

L'ultimo dei quattro concerti serali gratuiti all'aperto alla Rocca di Castruccio, preceduto dai i …

Denunciata con l'accusa di aver appiccato una serie di incendi. E' un'imprenditrice nel settore vivaistico, di 50 anni, la donna denunciata per incendio boschivo aggravato e continuato dai …

LA PARTITA. A San Romano finisce 1-0 per la Pistoiese che riesce ad avere la meglio del Tuttocuoio: il gran caldo si è fatto sentire pesantemente ed infatti nel primo tempo …

Padovagoal news: Caio De Cenco alla Pistoiese, adesso è veramente fatta. In questi minuti …

Il compositore pistoiese, che nel 1978 abbandonò gli studi di psicologia all'università per analizzare i bottoni dell'organetto e diventare un performer professionista, si è innamorato …

PISTOIA. Ladri ancora in azione ancora una volta sulla Pistoia-Riola. Dopo il furto di tre clarinetti professionali avvenuto un paio di settimane fa ai danni del musicista della Banda …

Arrivata la risposta della giunta regionale all'interrogazione del Movimento 5 Stelle sui …

LA SQUADRA - Un Caffè (Valiani) tutti insieme. Il Gisinti Pistoia si è presentato in città, in vista di una nuova stagione nel futsal nazionale La squadra toscana è inserita nel girone C …

Pistoia, 31 agosto 2017 - Anche a Pistoia si potrà pagare il parcheggio con bancomat e carta di credito. A fine settembre, infatti, il Comune terminerà l'aggiornamento degli 87 parcometri …

Pistoia, 29 agosto 2017 - Onorare il ripescaggio. Obiettivo chiaro, chiarissimo per il Pistoia Volley La Fenice, che ha ripreso l'attività da una settimana – in anticipo sugli avversari – per

QUARRATA. Mentre la situazione sta lentamente tornando sotto controllo a Casalguidi, oggi, mertadì 29 agotso, intorno alle 15 sono scoppiati altri tre focolai nel Quarratino: in via San …

Pistoia, 30 agosto 2017 - Gionata di grave difficoltà tra Agliana e Quarrata per una nuova rottura del 'tubone', la principale conduttura idrica dell'area. Gli operai di Publiacqua si sono …

Intanto la dirigenza, capeggiata dal presidente Luciano Bonacchi, ha definito gli ultimi arrivi: con il Pistoia Volley La Fenice ha perfezionato la trattativa che ha portato il libero Chiara …
___________________________________________________


___________________________________________________
 
VIAREGGIO e VERSILIA:

Viareggio – Una scena da film d'azione ieri sera alla stazione di Viareggio, con i tassisti a fare da spettatori. Un uomo, di origini marocchine, ha accoltellato un connazionale lasciandolo in …

L'accoglienza dello staff, l' atmosfera elegante ma informale del locale e, soprattutto, la …

VIAREGGIO. «Adesso noi siamo molto arrabbiati perché la vostra amministrazione ci ha …

Viareggio, 31 agosto 2017 - LA RUGGINE come le rughe; Anna come la Magnani: «Ci ho …

IL COMUNE DEI BACCHETTONI....
La dirigente scolastica di Massarosa Primetta Bertolozzi in merito all'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione all'anno scolastico 2017.2018 dichiara che a seguito dell'accordo siglato un …

A Massarosa è un problema anche solo iscriversi a scuola. Nel 21 secolo, nell'epoca dei social, dei software opensource dei metodi di iscrizione on line e pagamenti "one touch", …

Sono in arrivo i lavori di asfaltatura in Via Canipaletti in località Pieve a Elici a Massarosa. A darne notizia sono il sindaco di Massarosa Franco Mungai e il presidente di GAIA S.p.A. Vincenzo Colle Dopo la conclusione dei lavori sulla fognatura, il ...

Sta per prendere vita "Alla scoperta di Camaiore Medievale e della Via Francigena", un weekend dedicato a spettacoli, mostre-mercato e visite guidate nel comune di Camaiore. …

Il Camaiore Film Festival chiude la sua lunga estate di cinema, arte e spettacolo con l'ultimo appuntamento della rassegna Il Festival in Collina. Tutto pronto quindi alla Badia, da …

CAMAIORE. Annus horribilis per le colline camaioresi. Gli ettari andati in fumo per colpa di irresponsabili piromani sono cresciuti rispetto all'anno scorso di ben sei volte. Quest'anno a …

E ripercorrere il caso del trasferimento – novità nella storia amministrativa italiana – di Gianni Lemmetti, 48 anni, dottore commercialista da Pietrasanta con un passato senza sussulti da …

Per i dipendenti comunali di Seravezza, è arrivata l'archiviazione che li aveva visti indagati …

SERAVEZZA. Pause caffè troppo lunghe, tempo perso in chiacchiere, addirittura veri e propri festini durante l'orario di lavoro. Accuse vaghe ma comunque velenose, contenute in un …

Aveva raccontato alla polizia di essere stato colpito alle spalle con un estintoreda due …

Il S. Ermete anche quest'anno ha fatto centro e attirato tantissime presenze a Forte dei Marmi. Migliaia di persone lunedì sera 28 agosto hanno assistito lungo il litorale allo spettacolo …
___________________________________________________

___________________________________________________

SARZANA e VAL di MAGRA :

gli incendi continuano a divampare con una successione molto pesante e senza alcuna …

... alle prime luci dell'alba nel raccordo autostradale della A12 tra Santo Stefano Magra e La Spezia. Nello scontro tra due veicoli a perdere la vita è stato un giovane di 26 anni …

Due roghi in provincia della Spezia. I focolai sono scoppiati nella tarda mattinata lungo il fiume Magra: in località Corea tra i comuni di Santo Stefano Magra e Vezzano Ligure, e a Santo

Sarzana - "Una stanza divisa in due in via Mascardi, un vecchio trasmettitore militare, due giradischi, un mixer, un registratore ed un microfono. Sarzana Radio Sound era tutta lì con …

Lavagna - Zuffa allo stadio, denunciato per lesioni personali un cittadino di Sarzana. I carabinieri di Lavagna, al termine di una serie di accertamenti, hanno denunciato un uomo …

Val di Magra - "Nonostante le nostre ripetute segnalazioni, l'amministrazione non ha fatto nulla per evitare la più spiacevole delle situazioni: l'esaurimento dei loculi di un cimitero. Si tratta …

De Ranieri: "A Montemarcello ce ne sono più 250, una cinquantina sono stati censiti qui vicino al Comune. Ho scritto anche all'ambito caccia, bisogna porre rimedio". Val di Magra - A …

La Spezia - A seguito dell'ordinanza emanata dal Comune di Castelnuovo Magra, verrà chiusa via della Pace tra Molicciara e via Canale per lavori di asfaltatura dal 29 Agosto sino …

Sono tre le tappe per complessivi 321,200 chilometri. Venerdì partenza da Castelnuovo Magra a Marina di Massa di km. 100,050 (nel finale un breve circuito da ripetere quattro …

Val di Magra, 30 agosto 2017 - UNA notte da incubo per molti in ... Come Sonia Mascardi che stava dormendo nella sua casa di via Gragnola a Castelnuovo, quando verso l'una di notte …
___________________________________________________


___________________________________________________

VALDINIEVOLE :

Un'altra breve di cronaca. Una donna di 83 anni è stata investita in Valdinievole, in via Pirandello a Massa e Cozzile, nella mattina di oggi, giovedì 31 agosto. I mezzi inviati dal …

Diciassette poltrone per otto presidi. E' la paradossale situazione, tutta italiana, nella quale si trova la Valdinievole a causa della graduatoria ormai esaurita da tempo dei dirigenti …

Incidente stradale a Pescia, in via Squarciabocconi. Un pedone è stato investito da un'auto ed è ricoverato in gravi condizioni PESCIA — Incidente stradale con un pedone investito, a …

Un segnale incoraggiante, anche se è sempre possibile che emergano complicazioni. Riccardo Magrini è conosciutissimo in Valdinievole. Nato a Montecatini il 26 dicembre 1954, il suo …

PESCIA. La cartiera chiuderà domani. Definitivamente. Dal primo settembre 42 lavoratori – in gran parte operai tra i 40 e i 50 anni, con molti anni trascorsi nella fabbrica di San Felice – …

MONTECATINI. Nona edizione di Miss Montecatini al via nel decimo anniversario della manifestazione, alle Terme Tettuccio con servizio di apericena, grazie all'associazione …
___________________________________________________


___________________________________________________

LUCCA e LUCCHESIA :

Partenza per la "Festa del Vino" che celebra la sua 50ª edizione aprendo i battenti da domani giovedì 31 agosto a domenica 10 settembre. Appuntamento per tutta la cittadinanza domani …

Pianali lanciati a bordo strada. È quanto hanno ripreso le telecamere del sistema di videosorveglianza ambientale "No Dumping" in via Capocavallo, dove a distanza di pochi …

Francesco Fagni di Insieme per Altopascio, stigmatizza il comportamento del sindaco …

Francesco Fagni e Maurizio Marchetti, dell'opposizione comunale ad Altopascio, attaccano …

L'estate 2017 è stata sicuramente una delle più torride degli ultimi anni. Se la siccità è stato un pericolo da scongiurare, a Porcari ha invece fornito anche un'ottima opportunità per …

Un peluche, una macchinina o una bambola che da tempo sono sepolti in un cassetto oppure stanno per essere gettati possono essere scambiati con delle carte da gioco, una palla …

Lavoro vero! Non finto. Non di propaganda. L'unica attività imprenditoriale made in " risorse della Boldrini" che oggi costatiamo a Capannori è l'accattonaggio fuori da negozi e …

Foto dalla pagina Facebook di CasaPound Lucca «Certo che li ho votati! No, macché, non

Modifiche alla viabilità e al trasporto pubblico, treni speciali, 6 mila posti auto creati ad hoc, scuole chiuse in tutto il territorio comunale, montaggio e smontaggio delle strutture. Questi a …

Dieci anni fa, il 31 agosto 2007, scompariva Giuseppe Pera, nato il 9 dicembre 1928 a …

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza all'associazione Anffas onlus di Lucca. Per …

LUCCA. Impiega tre anni l'autorità giudiziaria croata a inoltrare, dopo la richiesta del Ministero di Giustizia italiano, il fascicolo processuale sulla morte di una studentessa rimasta vittima …

Sarà un settembre da ricordare per Lucca. La città indosserà il suo abito più bello, che la presenterà alla corte delle altre città internazionali come la regina degli eventi. A cominciare …
___________________________________________________


___________________________________________________

LUNIGIANA :

Hanno da poco preso avvio i lavori per la valorizzazione dell'area di Pizzo d'Uccello a …

Lunigiana - In piazza Pantani, ad Aulla, domenica 3 settembre si terrà la manifestazione dedicata allo sport a tutto tondo. Alla sua prima edizione, la giornata sportiva è organizzata …

testaroli della Lunigiana con farro, gnocchi di patata Cetica, polpa di pomodoro Riccio di Parma, pasta fresca all'uovo di gallina Romagnola, Tortél Dóls con mostarda, torta di patata …

Lunigiana - La scorsa settimana l'amministrazione comunale di Aulla, in seguito all'iniziativa dell'assessore con delega ai Servizi e alle Politiche Sociali Tania Brunetti, ha scelto di …

Questa mattina Graziella Cultraro, madre e lavoratrice di Terrarossa ha segnalato al …

La squadra allenata da mister Massimo Plicanti batte una folta concorrenza e si assicura un centrocampista ex Seravezza. Pontremoli - Bel colpo di mercato per la Pontremolese di …

Lunigiana - Il team fivizzanese composto da Federico Santini e Andrea Gabelloni si è aggiudicano la classe s2000 al 53esimo rally del Friuli Venezia Giulia a bordo della Fiat …

È questo uno dei punti di forza dell'Agriturismo Montagna verde di Apella di Licciana Nardi, terra di antico dominio dei Malaspina. A oltre seicento metri di altitudine sorge l'agriturismo di Mario Maffei, all'interno dell'Appennino Tosco Emiliano ...
___________________________________________________


..........