ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

domenica 13 agosto 2017

CARLO VIVARELLI COMUNICATO STAMPA PRESIDIO EX VIVAVIO DI MARESCA


Presidio del 19 Agosto 2017 all’ex Vivaio Forestale del Teso di Maresca per chiedere l’assegnazione del bene a ditte toscane.

Il Partito Indipendentista Toscano organizza, per Sabato 19 Agosto 2017, dalle ore 10.30 alle ore 12.00, un presidio di fronte all’ex Vivaio Forestale del Teso di Maresca (Pt), per chiedere che questo bene pubblico sia affidato, tramite il bando pubblico che scade il 25 Agosto 2017, ad aziende toscane che lavorano nel mondo economico reale, e non a cooperative che trattano soldi provenienti dall’affare dei presunti profughi, e che vincerebbero il bando coi soldi del popolo toscano a scapito della nostra occupazione. Riteniamo una vergogna assoluta il fatto che le leggi italiane non prevedano che il solo obiettivo di qualsiasi bando messo in opera in Toscana sia favorire l’attività delle aziende toscane e la piena occupazione degli appartenenti al nostro popolo. Riteniamo una vergogna che il bando riguardo all’ex Vivaio Forestale di Maresca, bene pubblico che appartiene al nostro popolo, sia stato fatto nel silenzio più assoluto, dopo quasi 15 anni di silenzio, nel periodo nel quali 4 ex Comuni erano retti dai commissari prefettizi, che riteniamo un rimasuglio colonialista, da un ente, l’Unione dei Comuni, non votato da nessuno. Riteniamo irricevibili e vergognose le parole del Sindaco Marmo che ha dichiarato in Consiglio Comunale che non ci troverebbe nulla di scandaloso se nel Vivaio lavorassero i presunti profughi. Lo sfido a dichiararlo non in deserti Consigli Comunali, ma in pubblico di fronte ad un’assemblea di disoccupati toscani e toscane. Siamo pronti ad ogni iniziativa legale presso la magistratura italiana se il Vivaio venisse assegnato a cooperative che facessero lavorare, con 1700 disoccupati presenti nella Montagna Pistoiese, persone la cui identità è in realtà del tutto sconosciuta e le cui intenzioni anche: ricordo che mentre i nostri disoccupati crepano di fame lo Stato italiano dava accoglienza e soldi a diversi terroristi passati nei barconi: uno di essi il protagonista della strage di Berlino.

Carlo Vivarelli
Consigliere comunale di San Marcello Piteglio
 del Partito indipendentista Toscano