ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

venerdì 11 dicembre 2015

ASTROFISICA: Newsletter Media INAF del 11/12 . (LEGGI, CLICCA QUI) .


Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture

SYMPOSIUM ON SPACE EDUCATIONAL ACTIVITIES

Largo ai giovani

Si è conclusa a Padova la prima edizione del Symposium on Space Educational Activities. La conferenza di tre giorni ha avuto come tema centrale le attività spaziali condotte da studenti e giovani laureati nell'ambito d'iniziative di alta formazione. Tra i numerosi ospiti internazionali, a suggellare l'altissimo livello dell'appuntamento, anche l'astronauta Samantha Cristoforetti.

picture

IL CONVEGNO PER I 50 ANNI DI AIPRESS

Decollo italiano per la space economy

All'evento il ministro della Difesa Roberta Pinotti: «Investire nella Difesa non è un costo, bensì una risorsa. Tagli in questo settore renderebbero impossibile lo sviluppo di nuove tecnologie che possono poi trasformarsi in servizi per tutti, non solo per la sicurezza».

picture

UNA PULSAR IN ACCRESCIMENTO

Segnali pulsanti da Andromeda

Dopo quasi 30 anni di ricerche senza successo, l'europea XMM-Newton è la prima missione in grado di rivelare la rotazione di una stella di neutroni in accrescimento nella galassia di Andromeda. Lo studio a guida INAF in pubblicazione su MNRAS

picture

IL CASO DELL'AMMASSO GLOBULARE E 3

Testimoni di una giovane Via Lattea

Gli astronomi hanno studiato in dettaglio l'ammasso globulare E 3, una sorta di testimone del periodo primordiale della nostra galassia. I risultati di questo studio, pubblicati su Astronomy & Astrophysics, hanno fornito una serie di sorprese e suggeriscono che l'oggetto potrebbe essere correlato con altri ammassi vecchi implicando che sia stato catturato dalla Via Lattea in un passato remoto

picture

CHANDRA CI RACCONTA IC 443

E dopo la Nebulosa Medusa?

L'esplosione che ha creato la nebulosa potrebbe avere generato un oggetto particolare che si trova sul bordo meridionale del residuo, denominato CXOU J061705.3 + 222127, o J0617: si tratterebbe di stella di neutroni in rapida rotazione, o pulsar

picture

LO STUDIO PUBBLICATO SU SCIENCE

Catturato il segnale nel pagliaio

Un team di ricercatori dell'Università della California ha sviluppato una nuova tecnica di estrazione di segnali rapidi e casuali, immersi in un forte rumore di fondo, che si è dimostrata in grado di ottenere risultati superiori ai rilevatori attualmente a nostra disposizione. Le ricadute riguardano numerose discipline scientifiche e tecnologiche: dall'astronomia alla biologia, passando per il telerilevamento

picture

PRIME PUBBLICAZIONI PER SPHERE

Nuovi orizzonti per SPHERE

Usciti su Astronomy & Astrophysics quattro articoli che vedono protagonisti i dati raccolti con la prima luce del cercatore di esopianeti montato al Very Large Telescope di ESO, SPHERE

picture

FIRMATO OGGI IL CONTRATTO TRA INAF E ESO

MAORY: una commessa da 18.5 milioni di euro

La realizzazione di MAORY, un modulo cruciale del telescopio europeo da 39 metri ELT, è stata affidata oggi a un consorzio internazionale guidato dall'Istituto Nazionale di Astrofisica. Nicolò D'Amico (Presidente INAF): «Il fatto che l'Italia sia in prima linea nell'ottica adattiva è motivo di orgoglio»

picture

5 ANNI DOPO IL RITORNO DELLA SONDA GIAPPONESE

AKATSUKI: finalmente Venere

Questa volta non ha mancato il bersaglio: Akatsuki, il Venus Climate Orbiter dell'agenzia spaziale giapponese, si è correttamente inserito in un'orbita ellittica attorno al secondo pianeta del Sistema Solare. Nel 2010 aveva fallito l'impresa finendo alla deriva per cinque lunghi anni. Oggi, a un anno dallo spegnimento della sonda europea Venus Express, ecco riapre una finestra sul cielo venusiano

picture

DALLO STUDIO DEL SETI OTTICO

KIC 8462852? Nessuna megastruttura aliena

Una campagna di osservazioni ottiche dell'oggetto KIC 8462852, condotte al Boquete Optical SETI Observatory a Panama, non ha dato risultati positivi sulla eventuale presenza di megastrutture in orbita attorno alla stella. I risultati, pubblicati su ApJ Letters, suggeriscono che l'anomalia della curva di luce può essere dovuta a frammenti di una cometa che si trovano in un'orbita estremamente ellittica

picture

IMPREVEDIBILITÀ DI SEMI E SUPERCONDUTTORI

Se il problema quantistico è irrisolvibile

Primo problema matematico non risolvibile per una delle questioni fondamentali della fisica particellare e quantistica, quello dello "spectral gap". Anche una descrizione perfetta e completa delle proprietà microscopiche di un materiale potrebbe essere insufficiente a determinare semiconduttori e superconduttori

picture

LA SCOPERTA GRAZIE ALLO STRUMENTO VIR

C'è ammoniaca su Cerere

È quanto rilevato dallo strumento VIR a bordo della sonda Dawn sulla superficie del pianeta nano Cerere. La presenza di ammoniaca è un dato di fondamentale importanza per lo studio della storia evolutiva di Cerere. «La scoperta potrebbe confermare alcune teorie sulla migrazione dei pianeti nelle fasi primordiali del sistema solare», secondo Maria Cristina De Sanctis, INAF – IAPS, primo autore dell'articolo pubblicato da Nature

picture

LO STUDIO SU NATURE PHYSICS

L'origine degli elementi pesanti

Numerosi dati mostrano che la quantità osservata in natura di plutonio-244 è molto superiore a quanto atteso dai modelli. Un team di ricercatori dell'Università Ebraica di Gerusalemme ha proposto che questo eccesso sia prodotto dalla fusione di stelle di neutroni in sistemi binari

picture

SVELATO DAL TELESCOPIO SPAZIALE HUBBLE

Il segreto delle stelle rinate

Osservazioni dell'ammasso stellare aperto NGC 188 hanno permesso ad un gruppo di astronomi dell'Università del Texas di studiare in dettaglio la particolare evoluzione di una classe di oggetti stellari noti come blu-straggler. I risultati di questo studio, pubblicato su ApJ, pongono dei limiti alla percentuale di blu-straggler che si sono formate attraverso il meccanismo del trasferimento di massa

picture

DALLO SCONTRO E' NATA NGC 5291

Collisione cosmica in differita

Questo oggetto fornisce agli astronomi un'eccellente opportunità di capire meglio questo tipo di galassie, che ci si aspetta siano comuni nell'Universo primordiale ma troppo deboli e distanti per essere osservate con gli odierni telescopi

picture

LANCIATA LA NAVETTA CARGO PER LA ISS

Cygnus è in viaggio

Lanciato con il vettore Atlas V, la navetta Cygnus è in viaggio per la Stazione Spaziale Internazionale. A bordo la 3D On Board Portable Printer, la stampante tridimensionale di realizzazione italiana come la componente pressurizzata della navetta

picture

SU PLUTONE E DINTORNI

La vista acuta di New Horizons

Mentre ci regala il panorama più nitido di Plutone, composto con immagini riprese lo scorso 14 luglio e arrivate ora a Terra, la sonda New Horizons guarda avanti, avvistando un ulteriore oggetto nella glaciale Fascia di Kuiper

picture

LO STUDIO GRAZIE AD ALMA

Baby galassie nella materia oscura

Un nido di mostruose baby galassie agli albori dell'Universo, a 11,5 miliardi di anni luce di distanza. Queste mostruose giovani galassie sembrano risiedere al bivio di giganteschi filamenti in una rete di materia oscura

 


Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

11.12.2015

Cerere, il vagabondo

10.12.2015

Firmato a ESO l'accordo con INAF per MAORY, modulo per E-ELT

09.12.2015

Collisione cosmica in differita

07.12.2015

La cavalcata dei robot spaziali

04.12.2015

Cygnus parla piemontese

Gli approfondimenti di INAF-TV

Astrochannel, la TV via rete a loop continuo


Inoltre, sempre su Media Inaf, puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Flickr e iTunes.

E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.

È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!.

newsletter