ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

martedì 6 giugno 2017

GIOVANNI BALDACCI: LE MIE IDEE PER LUCCA ......



"Possiamo cambiare la scuola?
Immaginare, creare, raccogliere, riciclare, dipingere, scartavetrare, spazzare, coinvolgere, catalogare, aprire, raccontare, incontrare… Il recupero dei verbi sembra essere il denominatore comune di molte iniziative che nascono ai piani bassi della società.
 
Caffè letterario aperto al territorio
Il Caffè Letterario nell'immaginario di molti è uno spazio che sembra poter vivere esclusivamente in luoghi d'élite e di ricchezza. Non sempre è così. Con le poche risorse finanziarie a disposizione e utilizzando le ore di potenziamento,  creare uno spazio aperto dove raccontare storie di parole, immagini, musica per affermare un modo diverso di "essere scuola", non chiusa all'interno delle proprie mura, ma aperta alla sperimentazione di nuovi orizzonti e allargata al territorio in una prospettiva di incontro, di confronto e condivisione .
 
La dimensione quotidiana della nostra vita si svolge tra la casa e il posto di lavoro; tra la scuola dei figli, il supermercato dove facciamo la spesa, il bar dove ci fermiamo per un cappuccino, la piazza dove compriamo i giornali.
 
Questa dimensione fisica della quotidianità è fatta di relazioni (buone o cattive) con i vicini, i colleghi, gli insegnanti, i negozi del quartiere, gli amici.
Nonostante le vacuità che ogni giorno si scrivono sui "mondi virtuali", sono le relazioni e i servizi disponibili in città (trasporti, piazze, asili e scuole, musei, cinema e teatri) a determinare la nostra qualità della vita.
luoghi di conoscenza, luoghi di eguaglianza, luoghi di socialità, luoghi di sviluppo.
Il  rilancio della micro agricoltura e del nostro immenso patrimonio agroalimentare, (riporto le parole di Papa Francesco )  : 
 PERDITA DI BIODIVERSITÀ
 Anche le risorse della terra vengono depredate a causa di modi di intendere l'economia e l'attività commerciale e produttiva troppo legati al risultato immediato. La perdita di foreste e boschi implica allo stesso tempo la perdita di specie che potrebbero costituire nel futuro risorse estremamente importanti, non solo per l'alimentazione, ma anche per la cura di malattie e per molteplici servizi. Le diverse specie contengono geni che possono essere risorse-chiave per rispondere in futuro a qualche necessità umana o per risolvere qualche problema ambientale.
 L'ambiente umano e l'ambiente naturale si degradano insieme, e non potremo affrontare adeguatamente il degrado ambientale, se non prestiamo attenzione alle cause che hanno attinenza con il degrado umano e sociale.
Salvaguardare l'ambiente e creare economia vera, sana, duratura tutela degli agricoltori di un territorio unico al  Mondo.
Ambientalismo è rigenerazione urbana. Intere aree del nostro territorio  sono sfregiate da insediamenti industriali ormai dismessi frutto di logiche di crescita sbagliate.
Spesso queste immagini stridono con la bellezza estrema del paesaggio in cui sono inserite. Rigenerare queste aree, nel pieno rispetto dell'ambiente e del territorio, è un dovere ed un'opportunità unica per creare lavoro vero e stabile e per esaltare l'unicità del nostro territorio Lucchese, valorizzandolo in chiave culturale e turistica.
L'ambientalismo mette in moto il turismo, la cultura, le tradizioni, la bellezza. Non una voce di spesa ma un volano di ricchezza materiale e spirituale che può e deve azionare per rimettersi in cammino.