BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

mercoledì 7 giugno 2017

DEGRADO A LUCCA ........ (TUTTE LE FOTO)

FOTO 1
 

FOTO 2

FOTO 3
 
FOTO 4
FOTO 5
 
 
"Ci troviamo ancora una volta a raccontare episodi di degrado presenti sul nostro territorio comunale" lo scrive il Circolo Fratelli d'Italia Lucca in una nota-reportage che vuole denunciare per l'ennesima volta lo stato d'incuria della Lucca amministrata da Tambellini.

"Iniziamo col denunciare (foto 1 e 2) il degrado e la discarica a cielo aperto lasciata a se stessa all'interno di una proprietà comunale formata da capannoni – scrive FdI – Assistiamo a un tale spettacolo e ancora sentiamo l'attuale amministrazione, tra una multa e un'ordinanza, parlare di pulizia e ambiente; un modo veramente ipocrita di rapportarsi ai cittadini".

"La terza foto illustra il degrado e l'abbandono nelle vicinanze della scuola Leonardo da Vinci a San Concordio, segnalato coraggiosamente dai residenti – prosegue Fratelli d'Italia – Si vede una montagna di rifiuto verde da potatura abbandonata senza essere stata smaltita nelle corrette modalità da chi avrebbe dovuto. Non si può insegnare nelle scuole il senso civico se dalle finestre delle classi si vede una simile incuria".

"Per finire ci siamo recati, sempre a stretto contatto con alcuni cittadini lucchesi esasperati, nella zona del Parco Fluviale ex Nencini – chiude il partito della Meloni – Basterebbe far notare la presenza di eternit (che richiede di essere smaltito immediatamente). Ma a ciò si aggiunge che, a causa della recinzione gravemente danneggiata in alcuni punti, la struttura rimane di facile accesso rappresentando un pericolo reale per i giovani o curiosi in genere che potrebbero entrare e rischiare di farsi male, in quanto il complesso appare instabile e nell'area vi sono tettoie cadute e vetri rotti".

"Noi di Fratelli d'Italia abbiamo a cuore il nostro territorio e non vorremmo mai vedere nel Comune di Lucca degrado e incuria – chiude la nota – Ma un parco fluviale bonificato e rivalutato, doveva essere un punto primario per l'amministrazione uscente, invece ciò che rimane dopo 5 anni è ben visibile a tutti".