BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

lunedì 19 giugno 2017

RASSEGNA COMUNICATI (FDI): Alberghiero Viareggio , Pizza e Tambellini, La triste parabola della Buonriposi....


FRATELLI D'ITALIA NEWS:

Pizza in appoggio a Tambellini da Capannori....
 
"Non facciamo in tempo a notare quanto alcuni personaggi politici dei Comuni limitrofi sembrino mettere le mani sulla città di Lucca che all'allegra combriccola si aggiunge Lara Pizza da Capannori" lo scrivono congiuntamente i Circoli di Fratelli d'Italia di Lucca e Capannori.
 
 "Pizza, dopo aver ammesso di non averlo votato al primo turno, ha dichiarato che al ballottaggio sceglierà Tambellini. L'ex vicesindaco capannorese si è recentemente dimessa, ufficialmente per motivi personali, e ora pare che si stia guardando intorno perché, probabilmente, avrà riscontrato di essere incompatibile con Menesini – prosegue Fratelli d'Italia – Ricordiamo che Menisini stesso ha prestato l'assessore Bove per la causa elettorale a Tambellini. Oggi arriva invece l'endorsement del capannorese naturalizzato viareggino Giorgio Del Ghingaro che in questi giochi di potere si dimostra sempre un campione, a quanto sappiamo il sindaco di Viareggio è vicino a Pizza e le loro uscite pubbliche sono probabilmente collegate. Ricordiamo che Bove e Pizza sono stati gli unici due assessori che Menesini ha 'ereditato' da Del Ghingaro, che Del Ghingaro stesso caldeggiò a Capannori una sfida alle primarie tra Menesini e Pizza e che l'ex assessora svolge il proprio mestiere di insegnante a Viareggio".

"Il centrosinistra – chiude FdI – ragiona sempre non calcolando i rischi e le variabili; Tambellini può perdere e far cadere questi giochi d'equilibrio, cosa che non ci dispiacerebbe affatto perché Lucca riconquisterebbe la propria autonomia e sarebbe guidata da una figura di spessore come Remo Santini che già ha dimostrato (non cercando apparentamenti, ad esempio) la propria coerenza e i propri valori lontani anni luce da quelli del PD".
____________________________________________________________________

ALBERGHIERO DI VIAREGGIO .....

"L'Istituto Alberghiero di Viareggio chiude l'anno scolastico con i problemi cronici d'incuria e insicurezza dovuti ad anni di negligenza da parte della politica. Responsabili principali la Provincia di Lucca (sempre guidata da amministrazioni di centrosinistra), che ha responsabilità dirette sugli istituti superiori, non ha fatto il proprio dovere, la rossa Regione Toscana che si è sempre disinteressata delle ripetute segnalazioni della scuola e infine il Comune di Viareggio che tra un sindaco, un commissario e il dissesto non ha potuto fare altro che specchiarsi in questa decadenza" lo dichiara il Segretario Provinciale di Fratelli d'Italia Riccardo Zucconi.
 
 "Un istituto che dovrebbe essere tenuto in forte considerazione in un Comune e in una Versilia a vocazione turistica, cade invece letteralmente a pezzi: le cucine quando piove sono inagibili e gli standard di sicurezza non sono rispettati – prosegue Zucconi – I docenti sono esasperati e non sanno a chi rivolgersi e abbiamo il timore che in questi tre mesi di vacanza scolastica nessun lavoro sarà effettuato nel plesso. Si continua a non capire che una buona offerta turistica si costruisce proprio facendo di realtà come l'Alberghiero delle eccellenze. Una discriminazione classista e ottusa quindi quella perpetrata ai danni dell'alberghiero che colpisce gli studenti, considerati evidentemente di serie B rispetto ad altri, colpisce il modo del lavoro, a cui più difficilmente gli stessi potranno accostarsi, ed infine una chiara dimostrazione che dei primi e del secondo poco importa alle amministrazioni pubbliche".

"La politica deve prendersi finalmente e urgentemente la responsabilità della situazione e intervenire per consentire una efficienza dell'istituto – chiude Zucconi – perché il Marconi non continui a rappresentare una vergogna alla faccia della tanto sbandierata 'buona scuola' di Renzi".
____________________________________________________________________
 
 
“La triste parabola di Donatella Buonriposi”
    
Fratelli d’Italia “La triste parabola di Donatella Buonriposi”
Il commento di Fratelli d’Italia all’arrivo di Sgarbi a Lucca per parlare con la Buonriposi.
“Premesso che, dopo la figuraccia delle urne e l’indignazione delle persone che hanno condiviso il suo percorso elettorale, sapere chi sostiene Donatella Buonriposi diventa irrilevante ai fini della vittoria al ballottaggio di Remo Santini, vogliamo fare riflettere sul suo opportunismo.
Una triste parabola la sua, legata a precisi calcoli su quale posizione prendere per agevolare la sua carriera scolastica. Quindi quando al governo c’era Berlusconi era berlusconiana, poi è diventata civica quando ha visto che al ministero c’erano altri.

Prima delle elezioni sembrava la candidata di Marcello Pera, che poi l’ha scaricata. Ha scelto di candidarsi in proprio, dicendo pubblicamente mai con Tambellini,salvo cambiare idea giustificandosi che di la, con Santini , ci sono vecchi amministratori. Peccato che l’unica ex-assessore di Favilla candidata era proprio lei. Della Buonriposi assessore si ricordano le continue liti, l’aumento di buoni pasto e tariffe trasporti e pochi risultati centrati.

Ora vira a sinistra perché, come dice Angelini, le è stato promesso un posto al ministero? Come tanti dicono, fa il gioco della famiglia Marcucci?
Insomma tutto appare chiaro e si trova l’escamotage dell’arrivo di Sgarbi che, per sua pubblica ammissione, sa poco o nulla, per uscire dall’angolo, Che figuretta, Donatella Buonriposi…