ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

mercoledì 4 aprile 2018

VIAREGGIO: GIORNATA EUROPEA E MONDIALE CONTRO LA COMMERCIALIZZAZIONE DELLA SALUTE il 07/04 ore 17:00



VIAREGGIO — Piazzale  Margherita, 07 Aprile 2018, alle ore 17.00,
GIORNATA EUROPEA E MONDIALE CONTRO
LA COMMERCIALIZZAZIONE DELLA SALUTE

Saremo qui in piazza per partecipare attivamente a questo appuntamento mondiale al fine di sostenere e difendere la Sanità Pubblica. Le nostre vite valgono di più dei profitti.

Come Comitati, siamo da tempo impegnati contro lo smantellamento dell'ospedale Versilia e in difesa della sanità pubblica. Da circa due anni siamo attivi per monitorare l'andamento del Servizio Sanitario Toscano e denunciare le criticità e le mancanze che purtroppo si sono registrate per i tagli ai finanziamenti e per la strisciante volontà di consegnare la Sanità in mano ai privati.
Questa tendenza va contro il diritto universale alla salute sancito dalla nostra Costituzione, rischiando di portare l'Italia verso quei sistemi assicurativi e privati che la legge 833/78 aveva voluto superare.
La salute non può essere merce di scambio finalizzata al profitto. E' e deve rimanere un diritto inalienabile.
Molti studi condotti negli ultimi anni mostrano inoltre che una sanità pubblica risulta al tempo stesso più efficace ed economica, rispetto a quella di tipo mutualistico che l'Europa del Capitale e della Finanza vorrebbe reintrodurre nei propri confini.
Proprio per questo, riuniti in Comitati in difesa della sanità pubblica, ci siamo presi l'impegno di affermare decisamente il diritto universale alla salute sempre e comunque attivandoci per documentare, contro informare e denunciare.
Abbiamo quindi portato avanti attività di denuncia di disservizi, dialogo con le istituzioni, attività di controinformazione rispetto a certe derive della propaganda partitica. Il nostro scopo è informare il cittadino e renderlo di nuovo protagonista nell'organizzazione del Servizio Sanitario, di fronte alla tendenza politica di questi anni spesso orientata ad escluderlo dalle scelte che lo riguardano.
Riportiamo di seguito alcune delle attività svolte fino ad oggi:
-abbiamo promosso incontri pubblici con la cittadinanza, in cui abbiamo relazionato sull'evoluzione normativa-organizzativa sanitaria degli ultimi anni e mostrato le criticità emergenti;
-abbiamo richiesto e ottenuto un percorso di incontri con i vertici della Asl Nordovest, nel corso dei quali abbiamo discusso problemi specifici: la 1^ riunione, il 29/11/17, si è incentrata sul problema generale delle liste di attesa, sullo slittamento in corso della domanda sanitaria verso il privato; la 2^ il15/12/17, ha affrontato più specificamente il problema delle liste di attesa sulle prime visite e sulla diagnostica per immagini (radiografie, ecografie, risonanze); la 3^ il 15/02/18, ha riguardato il depauperamento progressivo del territorio Versiliese e l'insufficienza delle Case della Salute rispetto ai bisogni dei cittadini;
-abbiamo condotto attività di denuncia e informazione sulle "riforme" sanitarie in atto e sui disservizi di cui siamo venuti a conoscenza, sia a mezzo stampa, sia con attività di volantinaggio;
-abbiamo rivendicato e ottenuto il confronto diretto dei Comitati con le istituzioni cittadine, culminato con un consiglio comunale congiunto, il 1° febbraio 2018, e con l'incontro con la Conferenza zonale dei Sindaci, svoltosi il 13 marzo 2018.
I Comitati sotto indicati si prefiggono di proseguire il percorso intrapreso, portandolo in tutte le sedi istituzionali e fondendo la loro azione, nata nel contesto locale, alle altre realtà spontanee di cittadini costituitesi in difesa della sanità pubblica sul territorio toscano e nazionale.

Comitato Sanità Pubblica Versilia contro lo smantellamento dell'Ospedale Unico e dei servizi territoriali ;
E Comitato Sanità della Versilia Storica.
Condividiamo in pieno il volantino, come Comitati Sanità Lucca che lottano per la questione dell'Ospedale Campo di Marte a rischio chiusura e perché resti destinato alla sanità pubblica

Valentina Mozzoni

Nessun commento:

Posta un commento