ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

venerdì 26 maggio 2017

RUGGINE SULLE STRADE


Essendo dentro i meccanismi della politica e della pubblica amministrazione capisco come funzionano le leggi e come mai avvengono delle cose che appaiano incomprensibili alle persone che non se ne interessano.
Capisco che i soldi erogati dai vari enti (comune, provincia, regione, governo, Europa, ecc..) abbiano destinazione d'uso. Per spiegarlo in parole semplici, se io ti do dei soldi per l'arte te non li puoi spendere nella medicina, e o ci fai quello che ti ho detto o me li riprendo.
Questo risponde alla domanda che molti si ponevano quando poco più di una anno, sulla strada SR66 che va da Pistoia all'Abetone (collegandosi alla SS12 ), stavano ricoprendo in alcuni punti io muri ai lati di essa. La maggior parte della gente si chiedeva come mai si tirasse su quelle pietre (un discorso ornamentale e basta) quando era senz'altro più urgente rimettere a posto la regionale, e la risposta è appunto quella data poco sopra. I soldi erano stati stanziati per quello e non si potevano usare da un altra parte. Ok questo lo capisco, poi c'è da dire che comunque è un bel miglioramento che siano stati fatti quei muri, certo stanno su una strada che sta crollando, ma son dettagli.
Il punto che non capisco è un altro. Stamani tornando in su ho visto la targa commemorativa per la Pistoia-Abetone messa recentemente e in sé non c'è nulla di male in questo. Però mentre percorrevo quella strada con sempre più buche, mi domandavo... ma c'era proprio bisogno di questa targa?
Intendiamoci non è che ce l'ho con la targa in sé o cosa rappresenta, ma l'ennesimo abbellimento estetico di una strada che per essere percorsa in tranquillità, avrebbe bisogno di un SUV mi sembra l'ennesima presa per i fondelli.
E la SR66 non è neanche messa malissimo se vediamo la strada provinciale 18 che da San Marcello va a Spignana in condizioni pietose.O la SP 21 che da Prunetta va a Le Piastre, strada interessata da una lenta ma progressiva strana frana, che senza un drastico intervento sul lungo andare difficilmente sarà percorribile. Questa poi è stata chiusa un mese dalle 8 alle 18 (dovrebbe riaprire giusto in questi giorni) per riparare il ponte quasi alla fine di essa. Una riparazione troppo a lungo rimandata a cui si è posto rimedio solo quando stava quasi per crollare.
Non trovare risorse non solo per risistemare le strade a modo, ma neanche per rifare lo strisce o i catarinfragenti ai lati di esse, e poi mettere una targa per la Pistoia-Abetone sembra una presa in giro bella e buona.
Almeno hanno scelto un tipo di arte consona alla situazione. Una targa arrugginita che ben si adegua ad un strada fatiscente, che ben simboleggia la decadenza della montagna.


Distinti saluti