ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

lunedì 29 maggio 2017

QUANTO VALE UNA VITA? SALUTE NEGATA - la nuova sanità Toscana:interesse pubblico o privato?


La domanda del titolo ce l'ho in testa fin da quando ad una assemblea pubblica locale, arrivati a ragionare dell'ospedale Pacini ( San Marcello Piteglio), un membro del PD tra il pubblico nel tentativo di aiutare un suo esponente messo in difficoltà dalle domande, chiese se una determinata operazione sanitaria ci era convenuta.
In quel momento mi passò come un lampo,la domanda del titolo ovvero “quanto costa una vita umana?” A prescindere che i conti vanno tenuti a posto, non si può dare un prezzo alla salute di ogni singola persona.
Sono anni che partecipo a incontri e convegni sulla sanità, mi informo,leggo libri e in passato ho sia collaborato con comitati, sia organizzato eventi di questo genere. E siccome mi piace farmi un idea a 360 gradi, ho partecipato anche ad eventi organizzati da chi la pensa in maniera contraria a me, anche se nessuno di questi, mi ha mai fatto cambiare idea.
E naturalmente ho incontrato molte persone nel corso degli anni,tra queste Daniele Rovai che ormai conosco da molto tempo. Lessi la sua opera prima La nuova sanità toscana ( ed.Andromeda) e devo dire che era un libro ben scritto e che spiegava in maniera esauriente cosa c'era dietro la costruzione dei 4 nuovi ospedali in Toscana ( Pistoia, Prato,Lucca e Massa). Però faceva male leggerlo. Descriveva situazioni conosciute, approfondendole e aggiungendo notizie che non erano note. E non erano luoghi lontani da noi,ma ospedali capoluogo di provincia,con cui tutti più o meno avevamo avuto/avevamo/avremmo avuto a che fare.
Il primo libro di Rovai e il secondo scritto insieme alla Salerno
Oggi Daniele Rovai torna con un nuovo libro Salute negata(ed Ab edizioni). Scritto a 4 mani con Maria Salerno (che non ho ancora avuto il piacere di conoscere) , giornalista del Tirreno e convinta sostenitrice del potere dell'informazione, quella che non è in mano al potere costituito ( così è descritta in 4° di copertina).
Anche questo libro è ben scritto,interessante e molto informativo, consiglierei a tutti di leggerlo. Però anche questo libro fa male, anche più del precedente. Perchè se nel primo libro si toccava solo i 4 nuovi ospedali e la truffa del project financing, in questo si tocca anche realtà ancora più vicino a noi.
Figline Valdarno,Cecina, l'isola d'Elba,Barga e poi si va sull'ospedale del mio comune, il Pacini di San Marcello Piteglio.E nelle 10 pagine ad esso dedicato è riassunta perfettamente la storia che per essere raccontata nei minimi particolari, meriterebbe un libro a se. Leggendo il libro ci si accorge che sono tantissimi gli ospedali in Toscana smantellati o in fase di smantellamento,per una precisa volontà politica. Il tutto indirizzato ad una privatizzazione della sanità.
Nel libro oltre a reportage di (mala)sanità e dei piccoli ospedali, troverete la storia del Crest,i 4 nuovi ospedali,la sanità toscana,il buco di Massa e molto altro.
Un libro che consiglio a tutti di leggere,ma come vi ho detto fa male leggerlo per il racconto che ci narra. Un racconto di ingiustizie e giochi politici,per lucrare sulla salute delle persone.
Ma la consapevolezza e l'acquisizione del sapere passano anche da dolorose necessarie prese di coscienza quali sono questo libro.
Chiudo l'articolo col video della presentazione del libro ,svoltasi nella Pubblica assistenza di Aulla organizzata da SOS SALUTE con il presidente Dott Luigi Filippi (Video interviste curate da www.ilbinocolo.net ). Nella speranza che Daniele insieme a Maria Salerno ne venga a fare una anche in montagna pistoiese.
Nel frattempo per chi volesse presenziare alle presentazioni,vi consiglio di seguire la pagina facebook Salute negata segui qui.




Distinti saluti