ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

sabato 20 maggio 2017

ASTRONEWS 20/05 : Buon fine settimana con la newsletter di Media INAF .





Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture
IN ORBITA ATTORNO A UNA STELLA FREDDA
Individuato con la tecnica della velocità radiale un pianeta roccioso al limite della zona abitabile di una nana rossa. Al momento si conoscono solo qualche decina di sistemi planetari di questo tipo. La scoperta è stata possibile grazie allo spettrografo Harps-N installato al Telescopio nazionale Galileo dell'Inaf, situato all'Osservatorio del Roque de Los Muchachos, alle Canarie
picture
INTERVISTA A TOMMASO MACCACARO
Un volume scritto a quattro mani da un astrofisico e uno storico, Tommaso Maccacaro e Claudio Tartari. Un antidoto colto e scorrevole contro la claustrofobia della mente, per scoprire dove sono e come si muovono i confini. Edito da Bollati Boringhieri, è appena giunto in libreria
picture
APRE UNA MOSTRA AL MUSEO EBRAICO DI BOLOGNA
Non solo uno scienziato, ma un intellettuale dai molteplici interessi, a cui va reso il merito di essere stato un assoluto visionario e precursore nella progettazione dei moderni telescopi. A 50 anni dalla scomparsa, un mostra celebra Guido Horn d'Arturo, direttore per lungo tempo della Specola bolognese
picture
OSSERVATO GRAZIE AI DATI DI ALMA
Gli scienziati ci lavorano da anni, e finalmente le antenne dell'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array sono abbastanza potenti per regalarci l'immagine definitiva del disco circumstellare che circonda questo straordinario oggetto
picture
QUATTRO I REQUISITI PER ESSERE TALI
Se siete ancora in lutto per il declassamento di Plutone, consolatevi: più ne sappiamo, più i cosiddetti 'pianeti nani' si dimostrano mondi che, quanto a interesse scientifico, hanno ben poco da invidiare ai loro fratelli maggiori. Come emerge dai recenti risultati delle missioni Dawn e New Horizons su Cerere e Plutone
picture
È IL CACCIATORE DI WIMP PIÙ SENSIBILE AL MONDO
Nonostante la breve durata della prima misura, condotta sotto al Gran Sasso in appena 30 giorni, la sensibilità di Xenon1T ha già superato quella di tutti gli altri esperimenti del settore, permettendo di cercare la materia oscura in regioni ancora inesplorate. «Ed è solo l'inizio», promette Elena Aprile
picture
SCOPERTA ATTORNO AL PIANETA NANO 2007 OR10
Analizzando due immagini di archivio del telescopio spaziale Hubble, risalenti al 2009 e al 2010, un team di astronomi guidato da Csaba Kiss, del Konkoly Observatory di Budapest, ha individuato un satellite da qualche centinaio di km attorno al terzo pianeta nano più grande. Lo studio su ApJ
picture
RETI FLUVIALI A CONFRONTO
Studiando la Terra, il Pianeta rosso e la luna più grande di Saturno, gli scienziati si sono accorti che i fiumi raccontano storie diverse sull'evoluzione topografica di questi tre corpi celesti. Lo studio su Science
picture
SVELATI GLI EFFETTI ANTROPICI SULLO SPACE WEATHER
Uno studio uscito su Space Science Reviews, approfittando della recente desecretazione sui dati dei test nucleari condotti in alta quota a fine anni '50, ripercorre gli effetti dell'attività umana sullo space weather. E suggerisce il potenziale ricorso alle trasmissioni radio Vlf come barriera protettiva artificiale
picture
LA SPETTROPOLARIMETRIA UV PRENDE IL VOLO
Si trasforma in un razzo missile, è un miracolo d'elettronica e ha un cuore giapponese: sarà Goldrake? No, è Clasp, un esperimento su razzo sonda che ha visto per la prima volta la polarizzazione della luce ultravioletta nell'alta atmosfera solare, permettendo di valutare orientamento e intensità dei campi magnetici locali
picture
POTREBBE ESSERE UNA QUESTIONE DI SCALA
Secondo uno studio apparso di recente sulla rivista Physics Review D, l'incompatibilità tra costante cosmologica ed energia del vuoto potrebbe risolversi con uno zoom. «A grandi scale interverrebbero effetti di cancellazione tali da indurre un'espansione accelerata molto più "lenta", come le varie osservazioni ci dicono», spiega Alessandro Gruppuso dell'Inaf di Bologna
picture
RILEVATA L'EMISSIONE DEL MONOSSIDO DI CARBONIO
Un team di ricercatori guidati da Claudia Cicone (dell'Inaf - Osservatorio astronomico di Brera) ha rilevato gli spettri della riga di emissione del monossido di carbonio in un campione di piccole ma vicine galassie, scoprendo che più le galassie sono massicce, formano stelle e sono ricche in metalli e più la riga del monossido di carbonio è brillante
picture
FOTO SPETTACOLARI ANCHE CON RUOTE FUORI USO
Con circa una donna su tre nel team scientifico, la missione Nasa – scrive "Science", e ricorda a Media Inaf Maria Cristina De Sanctis – si aggiudica il primo posto per parità fra quelle dedicate alle scienze planetarie. E intanto invia a terra immagini di Cerere scattate con l'asteroide in opposizione, inondato dalla luce del Sole
picture
VIOLENTI TEMPORALI SUL PIANETA ROSSO
In un recente studio vengono descritte le piogge che hanno modellato e cambiato per sempre la superficie marziana: le gocce potevano misurare anche 7,3 millimetri, tanto pesanti da scavare il terreno formando dei crateri

Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

19.05.2017
18.05.2017
18.05.2017
17.05.2017
18.05.2017

Inoltre, sempre su Media Inaf puoi trovare:

È tempo di dichiarazione dei redditi. Se vuoi destinare il tuo 5x1000 all'INAF, il numero di codice fiscale da indicare è: 972 2021 0583. Grazie!
Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e iTunes.
E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.
È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!


La redazione di Media Inaf invia la propria newsletter anche a CAPITAN FUTURO BLOG.