ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

domenica 26 febbraio 2017

PRIMARIE DEL PD: CONFRONTO MARMO-CORMIO


Venerdì c'è stato il primo confronto,nel contesto delle primarie del PD di San Marcello Piteglio, tra Luca Marmo e Silvia Cormio. Per una cronaca dell'incontro consiglio la lettura dell'articolo della Voce della montagna Una poltrona per due. Cormio-Marmo, in scena la prima sfida pubblica” al link:


Consiglio inoltre la lettura dell'articolo di Marco Ferrari su Linea Libera “san marcello. PRIMARIE PD E PRONTO SOCCORSO” al link:


Nella scena politica della montagna tengono banco le primarie del PD , perchè al momento tutto sembra tacere e non si vedono altre liste all'orizzonte...o meglio non se ne vedono valide (non nominatemi Carlo Vivarelli). Spero vivamente che dall'altra parte si organizzino con una lista valida perchè non si può lasciare campo libero a chi ha distrutto la montagna in questi anni.
Detto questo ritengo che si sia arrivate alle primarie a San Marcello Piteglio,non per spirito di democrazia,ma per una lotta tutta interna nel PD montano. Lungi dal farmi gli affari interni loro, quelle che andrò a dire sono mie personali opinioni, di cui posso liberamente parlare perchè sancito dall'Art. 21 della costituzione.Bene ricordarlo a chi vorrebbe togliere la parola a chi non la pensa in maniera uguale.
Secondo me nel PD montano c'è stata ( e c'è!) una bella discussione interna e questo è evidente, altrimenti non si sarebbe arrivati alle primarie e sarebbe stato imposto un candidato come successe già 5 anni fa con la Cormio. L'impressione che ne deriva all'esterno è che si penda verso Marmo,che sicuramente è più educato e aperto al dialogo della Cormio. Non che ci voglia tanto,in quanto le sclerate (anche pubbliche) dell' ex-primo cittadino di San Marcello sono leggendarie. Però questa andava “premiata” in qualche modo per l'ottimo lavoro svolto (dal lato del Partito) sopratutto sull'ospedale Pacini. Se uniamo a queste considerazioni il fatto che nell'assemblea dell'altro giorno sia venuto fuori che non è stato ancora deciso cosa ne sarà del perdente, se sarà comunque in giunta o si ritirerà, ma ci si penserà “dopo” ne deduco che probabilmente si spera in un risultato tipo referendum! Un 60 a 40 per Marmo contro la Cormio, un risultato netto a favore per l'ex-sindaco di Piteglio per avere la scusa di levarsi l'altra candidata dalle scatole. Comunque non piangete troppo, se queste mie personali opinioni si avvereranno alla Cormio sarà comunque trovato un posto da qualche parte.
Questo mia idea, che ripeto è del tutto personale,spiegherebbe anche tutto lo spiegamento di mezzi che sta mettendo il PD montano per queste primarie,troppo a mio dire per una zona da sempre dimenticata dalla maggioranza politica, se non per tagliare servizi.
Del confronto di venerdì scorso vorrei solo fare poche considerazioni personali. La Cormio conferma la sua arroganza, basti vedere il mini dibattito sull'ospedale,ha si detto di si al fatto che accompagnerà in regione le firme raccolte in questi giorni dai vari comitati per il pronto soccorso, però ha anche detto alla persona che gliel'ha chiesto che sull'ospedale la pensa diversamente! Tradotto è ancora convinta che l'ospedale non sia depotenziato.Poi da molti suo discorsi non ragiona ancora come comune unico,ma parla ancora se ci fosse solo San Marcello,un grave errore che secondo me sarà punito anche dagli elettori.
Marmo invece non si sbilanciava mai più di tanto,ma credo che oltre alla modestia,ci sia la consapevolezza che comunque non potrà mai andare contro decisioni prese dal partito. Quindi per quanto lo possa apprezzare, perchè comunque non si è mai negato al dialogo,abbia sempre risposto alle domande scritte (anche se non sai mai state quelle che volevo), che pur avendoci avuto dialoghi duri,ma non mi hai tolto il saluto,la mia paura è che sarà sempre “incatenato”ai voleri del partito.
In definitiva, un confronto che lascia ben poche prospettive, anche perchè aldilà dei candidati c'è alle spalle un Partito che fa mettere le mani nei capelli ogni volta che fa qualcosa.
Continuo a sperare che venga fuori una lista valida alternativa al PD, sennò mi sa che faremo bene tutti a trasferirsi in città.

Distinti saluti