BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

giovedì 23 febbraio 2017

AMBIENTE INFORMA: 23/2/17 - Strategia marina: un nuovo modo per monitorare i nostri mari - Il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente aderisce a M’illumino di meno




Notiziario settimanale - n.36 del 23 febbraio 2017
 


ATTUALITA'

Il Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente aderisce a M'illumino di meno
Il Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente aderisce alla XIII edizione della festa energetica M'illumino di meno che, quest'anno, oltre agli "spegnimenti" propone di compiere anche gesti di condivisione contro lo spreco di risorse, in tutti gli ambiti (consumi alimentari, mobilità, comunicazione…) e a beneficio della "socialità" (condiVivere). Leggi il resto >





Strategia marina: un nuovo modo per monitorare i nostri mari

Strategia marina, importante proseguire e sviluppare il lavoro del Snpa
"Istituzionalizzare la Strategia marina": è questa la pressante richiesta di tutto il Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente (Snpa) che, per bocca dei tre capofila Calabria, Emilia-Romagna e Liguria, arriva compatta al ministero dell'Ambiente. Alla soglia del terzo e – per il momento – ultimo anno di convenzione, dopo che sono stati investiti denari e risorse per potenziare ed estendere il sistema pubblico di monitoraggio del mare, è indispensabile avere la garanzia di poter proseguire nel lavoro così capillarmente messo in piedi. Leggi il resto >

Marine strategy, il punto di vista del sottosegretario Silvia Velo
Al sottosegretario Silvia Velo, che fra le altre deleghe ha quella a coordinare le politiche di tutela del mare e le connesse strategie di crescita economica sostenibile (cc.dd. blue economy e blue growth strategy), abbiamo posto alcune domande sulla direttiva europea relativa alla Marine strategy. Vai all'intervista >


Il ruolo di Ispra nell'attuazione della direttiva quadro sulla Strategia marina
A partire dal 2010, anno di recepimento della direttiva quadro sulla Strategia marina (MSFD) nell'ordinamento nazionale, Ispra ha fornito supporto tecnico-scientifico al Mattm per la produzione degli elaborati relativi alla valutazione dello stato dell'ambiente marino, alla definizione del buono stato ambientale (GES) e dei traguardi ambientali (target) finalizzati al suo raggiungimento e/o mantenimento e alla redazione dei programmi di monitoraggio e del programma di misure. Leggi il resto >

Strategia marina, le attività delle Agenzie ambientali

Le attività di monitoraggio negli ambienti marini legate all'applicazione della direttiva europea sulla strategia marina coinvolgono in primo luogo le Agenzie ambientali nell'ambito del Sistema nazionale di protezione ambientale (Snpa). Sotto esame molti aspetti, dalla costa al confine delle acque territoriali. Arpae Emilia-Romagna è capofila per la sottoregione mare Adriatico. Leggi il resto >
Marine strategy, al via in Calabria l'elaborazione dati sulle microplastiche

E' iniziata da pochi giorni l'elaborazione dei dati raccolti in oltre due anni di campionamenti, sulla concentrazione di microplastiche nel mare Jonio e Tirreno calabrese da parte dell'Unità organizzativa Marine strategy dell'Arpacal. Questi dati elaborati saranno poi trasmessi al ministero dell'Ambiente per la valutazione dello stato di qualità dell'ambiente marino-costiero della regione Calabria. Leggi il resto >

Coralligeno, rifiuti e specie aliene nel Mar Ligure

La Strategia marina ha permesso alle Arpa di approfondire le attività sul mare: in Liguria importanti scoperte sul coralligeno, problematiche sul legno come rifiuto e avvistamento di un mollusco raro all'interno dell'area portuale. Leggi il resto >


Abruzzo: rifiuti spiaggiati e analisi delle microplastiche

Le attività svolte da Arta Abruzzo in attuazione della Strategia marina. nell'articolo le metodologie utilizzate e alcuni dei risultati emersi riguardo ai rifiuti spiaggiati e alle analisi delle microplastiche rilevate in mare. Leggi il resto >

Molise: il controllo di piattaforme petrolifere offshore

Nell'ambito delle attività di competenza di Arpa Molise per l'applicazione della Strategia Marina, il campo petrolifero Rospo Mare è stato inserito come sito di indagine per le attività finalizzate a misurare eventuali impatti nel comparto mare dall'attività di estrazione. Leggi il resto >



Descrittori, GES e traguardi ambientali per la strategia marina in Sicilia

La Struttura Area Mare di ARPA Sicilia con una equipe multidisciplinare costituita da biologi marini, geologi, chimici e naturalisti e da personale che garantisce la conduzione in conto proprio delle due imbarcazioni oceanografiche, Galatea e Teti, di proprietà dell'Agenzia ha effettuato, nell'ambito del programma di monitoraggio del mare in Sicilia (POA-Strategia Marina), tra l'altro, attività di campionamento, misure e prelievi in 10 diverse aree relative ai moduli 7, 8 e 9 (Habitat coralligeno, Habitat fondi a maërl e Habitat di fondo marino sottoposti a danno fisico). Leggi il resto >

Veneto: censimento dei rifiuti spiaggiati e ricerca delle microplastiche in mare

L' attuazione della Marine Strategy da parte di Arpa Veneto, con le nuove tipologie di indagine. Il censimento dei rifiuti spiaggiati interessa spiagge rappresentative di area urbanizzata (Chioggia-Sottomarina), area portuale (Cavallino Treporti), area remota (Caorle-Brussa) e area fluviale (Porto Tolle-Barricata). Leggi il resto >
 

Una prima valutazione delle microplastiche lungo le coste pugliesi

I risultati che emergono dalla campagna di monitoraggio effettuata in Puglia fanno emergere l'elevata concentrazione media di microplastiche rinvenute ( anche in confronto ad altri mari) e una distribuzione eterogenea, che sembra determinata più da fattori idrologici su ampia scala che da fattori locali. Leggi il resto >

Microplastiche e fondali marini impattati dalla pesca: il monitoraggio di Arpa Toscana

Nell'ambito dell'attuazione della Strategia per l'ambiente marino (Marine Strategy), nel 2016 Arpat ha condotto campagne di monitoraggio da una parte per studiare le microplastiche disperse in mare e dall'altra per indagare il fondale marino e valutare gli effetti esercitati dalla pesca a strascico. Leggi il resto >
Il contributo alla strategia marina dell'Arpa Basilicata nella sotto regione Ionio Mediterraneo centrale

La Basilicata è compresa nella sottoregione Ionio-Mediterraneo Centrale insieme a Calabria e Sicilia e partecipa al piano operativo di strategia  marina in linea col POA. Relativamente ai campionamenti 2016,  le indagini non hanno evidenziato situazioni di attenzione e di criticità. Leggi il resto >

Friuli Venezia Giulia: il censimento visuale dei fondali con il ROV
rov
L'Arpa FVG, per l'attuazione dei Programmi di monitoraggio della Strategia marina, e nello specifico per le attività previste nei moduli 8 e 9, si è dotata del ROV (Remotely operated vehicle), strumento che per le sue caratteristiche risulta fondamentale per il visual censis (censimento visuale) dei fondali. È stato possibile così rilevare la presenza/assenza di letti ad alghe rosse calcaree (Maerl/Rodoliti) e di zone sottoposte a danno fisico (connesso a particolari opere antropiche o attività di pesca). Leggi l'articolo >
L'avvistamento: esemplari di sule a largo del litorale domizio

L'Arpa Campania svolge, a partire dal 2015, le attività di monitoraggio marino in attuazione della direttiva europea 2008/56/CE (la cosiddetta Marine Strategy recepita in Italia con il Dlgs n. 190/10). Lo scorso 25 gennaio, durante i campionamenti al largo di Castelvolturno, nel Casertano, i tecnici dell'Agenzia hanno assistito a un raro spettacolo. Leggi il resto >

MICRON – Uno sguardo sui mari

Dalla tutela delle grandi profondità marine agli ultimi studi sulla presenza di inquinanti tossici, dal tema delle microplastiche fino agli effetti dei cambiamenti climatici: una breve rassegna degli ultimi articoli della rivista Micron dedicati al mare. Leggi il resto >





Altre notizie


Sardegna, avviato il progetto Radon 2017-2018
Con il progetto Radon 2017-2018 s'intende approfondire le conoscenze sulla distribuzione della concentrazione di radon negli edifici della Sardegna attraverso un'indagine finalizzata alla classificazione del territorio e all'individuazione delle aree a rischio.Il radon è un gas radioattivo naturale, presente nel suolo e nei materiali da costruzione. Può accumularsi negli edifici ed essere inalato. L'Organizzazione mondiale della sanità ha classificato il radon come agente cancerogeno. Leggi il resto >
Radioattività artificiale nelle acque
La metodologia messa a punto da Arpa Lombardia per le determinazioni di radiocesio in acqua è stata presentata all'incontro internazionale Data evaluation workshop on determination of low activity radiocaesium in freshwater  che si è svolto a Vienna a inizio febbraio. Leggi il resto >

Illuminazione urbana e inquinamento luminoso, Arpa Veneto ha partecipato al light talk di APIL
L'Associazione dei professionisti dell'illuminazione (APIL) ha organizzato il 21 febbraio a Milano un incontro di approfondimento su illuminazione nelle città e inquinamento luminoso, a seguito della puntata di Presa diretta in cui si è parlato di questo problema. Andrea Bertolo dell'Osservatorio permanente di Arpav sull'inquinamento luminoso era tra gli esperti invitati a "chiacchierare" sull'argomento. Leggi il resto >
EVENTO – A Roma il 35° Congresso nazionale Unidea
L'Unione italiana degli esperti ambientali celebrerà il suo 35° Congresso nazionale a Roma il 12-13 giugno 2017 dopo l'approvazione sofferta della legge 132/2016 e a distanza di cinque mesi dalla sua entrata in vigore. Gli argomenti proposti rappresentano un tentativo di stimolare le componenti del Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente, ma anche tutto il mondo circostante, comunque interessato alla conservazione dell'ambiente, a una riflessione sulla necessità per accelerare i molteplici adempimenti ed eliminare le perduranti differenze strutturali, operative e procedurali per rafforzare la credibilità e l'immagine del Sistema in tutto il Paese. Vai al programma >