BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 1 marzo 2016

SUPPONIAMO BLOGGER NON E' GIORNALISTA

SEMPLICE OPINIONE


Per alcuni, sembra che il futuro del giornalista debba volgere al termine, invece no!
Avremo sempre bisogno del giornalista in quanto tale e cioè, colui che cattura le notizie e senza manipolazioni le trascrive sul giornale o giornali per cui lavora.
E' un mestiere difficile, (parlo di giornalisti con la G maiuscola), e nessuna testata a mio parere potrà mai farne a meno.
Un giornalista deve sempre seguire un'etica professionale, è passabile di radiazione e ritiro del tesserino da parte dell'ordine.
Non dovrebbe mai, esprimere la propria opinione a meno che non venga espressamente richiesta, solitamente sui giornali televisivi, spesso su testate giornalistiche.
Un giornalista non dovrebbe dietro compenso, determinare successi o insuccessi di vita politica e sociale.
Però, da profani a volte qualche dubbio sorge. Accade in pratica che molti giornalisti vengano assunti dalla politica per comunicare notizie e nasconderne altre, spesso notizie fuorvianti o di distrazione di massa.
Ciò avviene anche con i blogger al servizio di questo o quel partito, con mansioni spesso di disturbo o di disinformazione.

Alcuni giovani che intendono avvicinarsi alla vita non facile di giornalista, iniziano il loro tirocinio col scrivere sui blog e farsi conoscere dalle testate; la gavetta è lunga, mai farsi prendere dalla bramosia di pubblicare per primi e commettere errori di valutazione, l'era degli sccop giornalistici non è più di moda. Saranno possibili solo su notizie locali e circoscritte.
Niente a che fare con il blogger attivista, opinionista amatoriale che scrive notizie di interesse minore, oppure scrive il commento su notizie apparse in tv, lette su giornali oppure su blog online,. In questo caso il blogger amatoriale, può esprimere la sua opinione, commentando questa o quella notizia sapendo già che chi legge deve avere la consapevolezza e la finezza di codificare la notizia tra vera e falsa.
Capita sovente di leggere articoli scritti con provocazione canzonatoria,per attirare maggiormente attenzione e visibilità.

Insomma sta a chi legge, scremare il più possibile con intelligenza e capire la finalità di un articolo e quanta informazione contenuta possa arricchire la conoscenza personale.