ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

sabato 19 marzo 2016

SOVRANITA': Raccolta firme contro immigrazione clandestina, degrado e per una maggiore sicurezza

Riceviamo e diffondiamo il comunicato di Sovranità Lucca:
 
Sovranità presenta la raccolta firme per contrastare l'immigrazione clandestina, il degrado e chiedere maggiore sicurezza.

Lucca, 18 marzo – “Provvedimenti urgenti in materia di immigrazione clandestina, sicurezza e degrado”. Parte domani sabato 19 marzo, da Corso Garibaldi, la raccolta firme di Sovranità per presentare all'Amministrazione Comunale una petizione per contrastare immigrazione clandestina, business dell'accoglienza, degrado, abusivismo e chiedere maggiore sicurezza nei quartieri. Barsanti: “non possiamo più aspettare”.

“La situazione di insicurezza e degrado raggiunta dal comune di Lucca e le ultime assurde dichiarazioni dell'assessore Sichi in tema di accoglienza – dichiara Fabio Barsanti in conferenza stampa – ci impongono una nuova e determinata presa di posizione contro le politiche dell'amministrazione Tambellini. Abbiamo quindi deciso di passare all'azione concreta, non solo proseguendo per tutta la primavera i nostri gazebo sul territorio, ma chiamando a raccolta i cittadini e offrire loro uno strumento di partecipazione come la sottoscrizione di una petizione, la quale costituisce un 'atto di indirizzo politico' rivolto direttamente all'Amministrazione Comunale.”

“I quattro punti del testo – prosegue il responsabile di Sovranità – chiedono al Comune interventi per sospendere la disponibilità all'accoglienza di nuovi clandestini (l'80% dei quali non profughi) e seguire l'esempio di Altopascio e Montecarlo; obbligare cooperative, associazioni di volontariato e privati alla pubblicazione del bilancio e della rendicontazione dettagliata delle spese per l'accoglienza, gestita con soldi pubblici; l'emanazione di un'ordinanza che contrasti accattonaggio e abusivismo, prevedendo una sanzione economica per il cittadino che si trovi ad elargire somme di denaro a chi chiede l'elemosina (ordinanza emanata dai comuni di Verona e Bordighera) e la destinazione del ricavato alle voci di bilancio relative ai servizi sociali e di contrasto alla povertà; l'istituzione di uno sportello comunale di ascolto e coordinamento con i comitati di quartiere, per contrastare il degrado nelle periferie e tutelare la sicurezza dei residenti.
“Riteniamo questi quattro punti un indirizzo politico fondamentale per dare una risposta concreta ai cittadini e al loro bisogno di tutela e sicurezza – conclude andrea De Luca, resp. organizzazione di Sovranità – e per contrastare le principali cause dell'attuale caotica situazione. Una volta raggiunto un numero soddisfacente di sottoscrizioni, presenteremo la petizione al Sindaco e al Consiglio Comunale, verificando quanto sia nell'interesse delle istituzioni tutelare il presente e il futuro dei lucchesi.”

Sovranità informa che sarà possibile firmare la petizione c/o i gazebo che verranno allestiti per tutto il mese di marzo e di aprile sia in centro storico che nei quartieri periferici, e c/o la propria sede di via Michele Rosi 76 nei giorni di apertura.


Per informazioni: sovranitalucca@gmail.com3463205032.