ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

lunedì 28 marzo 2016

FRANCESCO COLUCCI, LUCCA: Ben tornato "Tobagi"


 

Quando quasi quarant'anni fa un gruppo di giovani intellettuali, operatori economici, professori, fondarono il Circolo Culturale "Walter Tobagi" crearono assai subbuglio nella saporosa e ingessata, Lucca di allora. 

Io stesso giovane Segretario Provinciale dei Socialisti vidi con sospetto il sorgere di questo club di uomini di pensiero e d'azione, dato che si richiamavano espressamente alla tradizione socialista con legami con la Milano Craxiana e quindi temevo venissero a pascolare nel mio orticello. 

Feci presto a convincermi del contrario e di quanto di positivo vi potesse essere per Lucca dall'attività di questo Circolo.

Il "Tobagi" ci convinse tutti per una sua azione culturale di avanguardia e di spessore, dando luogo ad un dibattito di alto livello sulla città e non solo.

Dal Tobagi sono emersi valenti donne e uomini che si sono affermati nella società civile e anche nella politica, attraverso un percorso culturale partecipativo che ruppe gli antiquati schemi di allora.

Il fatto che i fondatori di allora, con molti capelli bianchi e qualche "pancetta" in più, abbiamo deciso di ridere vita al Tobagi è senz'altro un fatto eclatante e positivo e mi sembra anche ben centrato.

Ora come allora Lucca ha bisogno di persone che stimolino la riflessione su cosa siamo e cosa vogliamo essere, riportando al centro del dibattito anche politico, le idee, i progetti, i programmi, volando alto e uscendo dai personalismi di bassa lega e dalle improvvisazioni, che guidano la città ora.

Quella della superiorità delle idee e dei progetti sugli odi personalistici su cui è ingessata la politica e anche la cultura lucchese, è una battaglia che faccio da solo, da anni. 

Ora il Tobagi ha forze intellettuali e sociali che potranno fare questa battaglia per Lucca, più e meglio di me e spero.... anche insieme a me...senza timori che voglia mettere ....il cappello.

Walter Tobagi fu assassinato da sicari pseudo marxisti-leninisti i cui mandanti erano certamente diversi per censo e posizione sociale, mandanti sempre intravisti nel torbido della situazione politica italiana di allora, sotto scacco del terrorismo delle Brigate Rosse. 

Bettino Craxi e Socialisti Riformisti iniziavano allora quel percorso che li portò ad essere primi attori della politica italiana  e con Bettino, Capo del Governo, l'Italia torno ad essere uno Stato autorevole, forte economicamente, stimato e temuto nel consesso Mondiale.

Walter Tobagi era uno dei più autorevoli intellettuali socialisti cresciuti nella Milano Riformista e fu ucciso per le sue idee, per quello che rappresentava. 

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Lo storico e giornalista Giampaolo Pansa ha scritto di Lui:

« Tobagi sul tema del terrorismo non ha mai strillato. Però, pur nello sforzo di capire le retrovie e di non confondere i capi con i gregari era un avversario rigoroso. Il terrorismo era tutto il contrario della sua cristianità e del suo socialismo. Aveva capito che si trattava del tarlo più pericoloso per questo paese. E aveva capito che i terroristi giocavano per il re di Prussia. Tobagi sapeva che il terrorismo poteva annientare la nostra democrazia. Dunque, egli aveva capito più degli altri: era divenuto un obiettivo, soprattutto perché era stato capace di mettere la mano nella nuvola nera »


Con le dovute proporzioni....tutto attuale.......ben tornato Circolo Tobagi di Lucca


francesco colucci by Riformisti Lucca