ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

sabato 26 marzo 2016

CRONACA Consiglio comunale BORGO A MOZZANO 23/3/16 . by #ANDAREOLTRE


RESOCONTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 23 MARZO

Il Consiglio comunale si è aperto con un minuto di silenzio per ricordare le vittime degli attentati di Bruxelles e quelle della strada in Spagna. -Dopo di che abbiamo risposto al Question Time che Rigione Omar ci ha posto sui costi e ricavi del notiziario Com del 2013, i quali sono stati forniti nei dettagli.
-Hanno fatto seguito tre punti di carattere puramente tecnico: Nomina del Revisore dei Conti per triennio 2016-2018, Approvazione dei verbali e comunicazione su variazione di bilancio mediante prelievo da fondo di riserva. - Risposte interpellanze ed interrogazioni: Avevamo presentato un'interpellanza con la quale chiedevamo notizie riguardo lo stato dell'arte del Fondo di Solidarietà. La vicesindaco Motroni ci ha dato le seguenti informazioni: nel 2015 sono stati attivati 3 tirocini avviati il 2 novembre con termine 1 maggio per 500 € ciascuno. Stranamente la lista di richieste era di 10 persone contro le 19-20 degli anni passati. Nel bilancio 2015 sono stati stanziati allo scopo 12.055€ provenienti da un contributo regionale nell'ambito Progetto GiovaniSi (7.500€), dalla marcia podistica (1355€), da due soggetti privati (200€) e da fondi di bilancio (2.995€). Non sono state invece inserite nel fondo le economie derivanti dalla soppressione del Presidente del Consiglio Comunale (2.163€/anno) e quelle derivanti dallo scioglimento della gestione associata per gli anziani con il comune di Coreglia (8.000€/anno) come da noi richiesto nei precedenti consigli, nè gettoni di presenza dei consiglieri ed assessori (come in passato). Peccato che la nostra proposta non sia stata accolta. - Abbiamo nuovamente sollecitato il Sindaco a rispettare l'impegno che si era assunto riguardo l'impianto di telecamere per la videosorveglianza, rinviato anche stavolta all'approvazione del bilancio. - A questo punto siamo tornati a parlare dell'affidamento della gestione delle Biblioteche ed abbiamo chiesto chiarimenti riguardo al fatto che l'amministrazione non abbia indetto già prima del 31 dicembre, la gara aperta definitiva e come si spiega che ad una gara su piattaforma START possano partecipare due cooperative socie. Sul primo punto non ci è stata fornita una spiegazione plausibile e il Sindaco ha dichiarato che nè lui nè i tecnici fossero a conoscenza del fatto che Nuovi Orizzonti e Art Arte fossero socie.
A questo punto però ci chiediamo (ed abbiamo chiesto) perché l'amministrazione non si sia risentita con le cooperative. L'idea che ci siamo fatti è che l'amministrazione da subito abbia individuato in Art Arte la cooperativa migliore, per meriti e titoli alla gestione di biblioteche, archivi e musei (scelta politica che potrebbe essere anche condivisibile). Avrebbe quindi potuto fare un affidamento diretto ma, per distinguersi da chi ha usato questa pratica in passato, ha preferito ricorrere ad una gara che però per tempi, modalità e partecipanti ci lascia piuttosto perplessi. Non ci è invece sembrato giusto e né veritiero il giudizio negativo che il Sindaco ha espresso sull'opera dell'Associazione San Giovanni Leonardi e sul fatto che gli orari fossero ad personam delle bibliotecarie. In soli due mesi invece il lavoro, l'affluenza e il quoziente di gradimento sembrano essere notevolmente migliorati. Ci dispiace quindi che questa capace e prestigiosa gestione, terminerà il 30 giugno. Il sindaco poi ha manifestato tutto il suo disappunto sugli ultimi articoli che La Gazzetta del Serchio ha pubblicato sul tema. Vorremmo far presente al nostro primo cittadino che in un Paese dove non esiste pluralità di stampa, dove non si leggono articoli "contro" ma solo quelli a favore, dove tutte le testate osannano il politico di turno, in quel Paese non c'è democrazia ma sicuramente un'altra forma di governo. Un giovane e preparato politico come lui, non può meravigliarsi e tanto meno risentirsi se la stampa lo critica o lo attacca, altrimenti c'è da pensare che abbia sbagliato "mestiere"!!
ARRIVANO NUOVI PROFUGHI !!!!!
Il consiglio comunale poteva essere la giusta sede per l'annuncio dell'arrivo di altri 6 profughi, che saranno collocati a Diecimo, ma il sindaco ha preferito darne notizia prima sulla stampa.