ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

venerdì 12 febbraio 2016

ELEZIONI COMUNALI: Lucca, è l'ora del coraggio ! di Francesco Colucci


Sui mass media si è acceso il dibattito sulle prossime elezioni comunali, con una situazione divenuta incandescente.
Il Sindaco Tambellini ha deluso tutti, anche il suo stesso partito, fuorchè i suoi quattro insegnanti di complemento. Ha un asso nella manica, che ha ben chiaro. Se rifiuta le Primarie del PD, che per Statuto possono essere legalmente chieste dal 15% degli iscritti e dichiara di presentarsi da solo, "rischia" di essere Sindaco nuovamente, di minoranza nel partito e nella città, ma Sindaco.
Scendendo in campo, rifiutando le Primarie, mette il PD di fronte alla scelta drammatica: rispettare lo Statuto e rischiare di perdere il Comune o subire "il ricatto" e lasciare la città nella mani di un amministratore incapace. 
Il centro-destra continua ad essere fuori gioco, diviso in gruppi e gruppetti, ove nessuno parla di Programmi e rischiando di battere il record dell'ultima volta con più di cinque candidati a Sindaco.
Il centro destra dovrebbe scegliere subito, ora, un Programma e un Candidato unitario, altrimenti sarà chiaro a tutti coloro che ritengono una catastrofe per Lucca, un Tambellini bis, che le uniche possibilità per evitarlo, sono nel PD. 
Di fronte alla inesistenza del centro destra, l'unica alternativa è di schierarsi a favore di un candidato PD diverso da Tambellini, sia esso il giovane rampante, ma bravo Presidente del Consiglio Comunale, Matteo Garzella o l'esperto e autorevole amministratore, Stefano Baccelli.
Le scadenze che sembravano lontane sono divenute improvvisamente attuali e urgenti, solo scelte coraggiose nel PD o nel Centro-destra, ci possono scansare la disgrazia di un Tambellini bis.  

francesco colucci, per Riformisti Lucca.