ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

martedì 16 febbraio 2016

SANITA' UN ANNO DOPO E..............NON FINISCE QUI





Si susseguono le inchieste giornalistiche, le denunce del CREST e degli attivisti  e non,  sullo sfascio della sanita' della regione Toscana e non solo. Dopo anni che denunciamo la situazione insostenibile dei nuovi  ospedali pubblicidi Prato, Pistoia, Lucca Massa. Il degrado delle strutture ospedaliere in tutta Italia e' divenuto intollerabile per tutti coloro che ne usufruiscono e per i contribuenti che pagano le tasse. Paragonando il problema degli inceneritori "vedi Montale",  potremmo dire che esiste una emergenza sanitaria Nazionale.
 Questo governo, oltre ad aver disatteso le promesse, esternate ad arte, ad aver distrutto il lavoro, l'avvenire di credeva in certi attori della politica; ha rovinato l'esistenza degli italiani, sì, l'esistenza e la dignità ad essere curati, come conviene ad un essere umano.
Tranquilli "Loro" hanno la sanità da parlamentari, quella non si tocca .................guardando il seguente video, si capisce che il tempo a disposizione è finito.
Il 12 Marzo a Volterra, Si riuniurà l'Italia intera per dire basta alla decimazione dei nostri diritti in fatto di sanità nazionale.
Basta la nostra sanità in mano ad incompetenze palesi, difendiamo il mnostro diritto a curarci.

http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2016/02/12/news/trenta-casi-di-scabbia-in-40-giorni-colpiti-anche-bimbi-di-empoli-e-santa-croce-1.12941213

http://www.ilquotidianoweb.it/news/cronache/738346/Non-ci-sono-posti-per-il.html
Gli infermierei costretti ad assisterla in casa, in ospedale mancano i letti.

12 Marzo 2016



Questa la data da segnare sul calendario.
La città di Volterra, su iniziativa dell'Associazione Comuni Dimenticati
diventa per un giorno teatro d'orgoglio dei Comuni d'Italia, con le loro comunità locali.
Mortificate dai tagli e dalla deleteria volontà di accentrare ed accorpare sempre e solo sulla base dei numeri.
Sanità pubblica, identità e territorio non possono e non debbono finire nel tritacarne dei numeri, in funzione di interessi che niente hanno a che fare con il bene comune e con la necessità di garantire il diritto alla salute e la volontà di esistere, e di essere artefici del loro destino, da parte dei territori e delle comunità locali.




 https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=d5fKiFGwNxM