BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 16 febbraio 2016

ASTRONEWS 17/2: La newsletter di Media INAF, astronomia e astrofisica.



Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture
COMPLETATO IL PASSAGGIO PIÙ DELICATO
La sonda LISA Pathfinder dell'Agenzia Spaziale Europea, lanciata per dimostrare la fattibilità tecnologica del rilevamento di onde gravitazionali nello spazio, ha rilasciato le sue due masse sperimentali in una posizione di caduta libera mai ottenuta prima d'ora
picture
L'EVENTO RECORD STUDIATO GRAZIE A 960 VIDEO
L'asteroide più "paparazzato" di sempre rimane, per la scienza, un mistero. Studi paralleli ancora non concordano sulla velocità d'impatto con la nostra atmosfera, e calcolare la traiettoria esatta del bolide spaziale non permette di escludere alcuna ipotesi. Compresa la curiosa coincidenza temporale che ha visto transitare l'asteroide Duende appena 16 ore dopo lo schianto di Chelyabinsk, in Russia
picture
IDROGENO, ELIO E ACIDO CIANIDRICO
Un team di scienziati dello University College London (tre dei quali italiani) ha scoperto che l'atmosfera del pianeta 'e' in orbita attorno alla stella 55 Cancri, a differenza dell'atmosfera terrestre, non si è evoluta significativamente dalla sua formazione
picture
LAWRENCE KRAUSS A MEDIA INAF: «SÌ, LO RIFAREI»
Dopo l'atteso annuncio della rivelazione da parte di LIGO delle onde gravitazionali, ci si interroga su come stia cambiando il modo di fare comunicazione scientifica nell'era dei social. Media INAF lo ha chiesto direttamente allo scienziato che, con il suo celebre cinguettio, tanto clamore ha sollevato su quella che potrebbe essere la scoperta del secolo
picture
È ITALIANO L'ASTROFILO CHE "PHOTOSHOPPA" 67P
Si chiama Giuseppe Conzo, vive a Fiumicino, e fa parte di PACA_Rosetta67P: un gruppo d'appassionati da tutto il mondo che, partendo dalle immagini dell'ESA, rielabora la cometa di Rosetta in falsi colori. Per mostrarcela in tutto il suo splendore e per aiutarci a cogliere dettagli altrimenti pressoché invisibili
picture
LO STUDIO GRAZIE ALLO SPETTROGRAFO HARPS
Un nuovo studio guidato da astronomi dell'INAF con telescopi da terra conferma le indicazioni fornite dalle riprese super dettagliate della sonda Dawn: ovvero, che il pianeta nano sembra mostrare una propria attività interna. Attività che si manifesta attraverso la variazione di luminosità delle sue enigmatiche macchie brillanti
picture
IMMAGINI AD ALTA RISOLUZIONE DI HD 142527
Al meeting annuale dell'American Association for the Advancement of Science, Andrea Isella della Rice University ha presentato le nuove immagini raccolte da ALMA del sistema binario HD 142527, che è circondato da un anello di gas e polveri da cui potrà formarsi un sistema planetario
picture
UN ASTROFISICO TRA LA BRIANZA E IL WEB
Un post su Facebook che diventa virale in poche ore, fino a diventare la spiegazione della scoperta delle onde gravitazionali più apprezzata e condivisa in rete. Luca Perri, dottorando in fisica e astrofisica presso l'INAF di Milano, ci spiega in un'intervista come il post sia nato quasi per caso
picture
AVVENTURE COSMICHE DEL PASSATO E DEL FUTURO
Venerdì 19 febbraio, alle ore 20, presso l'Osservatorio astronomico dell'INAF di Napoli si terrà la presentazione del restauro del primo telescopio di Capodimonte. Un evento aperto al pubblico, con l'esposizione di tavole dell'artista napoletano Christian Leperino e il racconto delle scoperte scientifiche del passato e del futuro al cospetto del Vesuvio
picture
MARTEDÌ 16 FEBBRAIO A ROMA TRE
"Occhi sulla Luna", un evento aperto al pubblico dell'Università Roma Tre dedicato al nostro satellite naturale. Studenti e ricercatori guideranno i visitatori alla scoperta dell'astronomia. Con la partecipazione dell'INAF-IAPS, che presenta il progetto divulgativo "Pianeti in una stanza"
picture
LA FISICA SCRIVE UNA NUOVA PAGINA
"Il segnale di settembre è uno splendido inizio per l'astronomia gravitazionale. Dopo 1,3 miliardi di anni è arrivato al momento giusto. Con pochi giorni di anticipo avrebbe trovato LIGO ancora spento". Sul Sole 24 Ore di oggi, il commento di Patrizia Caraveo
picture
MICRO-LANDER ALL'ARREMBAGGIO
Sentite già la mancanza del lander Philae, quello sulla cometa Rosetta? Coraggio: nei prossimi anni un paio di suoi cuginetti dovrebbero sbarcare su altrettanti asteroidi. Questi corpi celesti sono da conoscere meglio, anche per saperli deviare nel caso si dirigano verso la Terra. A proposito: l'asteroide del prossimo 5 marzo non è pericoloso, parola di Giovanni Valsecchi dell'INAF
picture
UN COLOSSO DA 21 MILIARDI DI SOLI
La galassia NGC 4889 è apparentemente tranquilla, ma nel suo cuore si nasconde un vero e proprio gigante cosmico: un buco nero supermassiccio che contiene al suo interno la bellezza di 21 miliardi di volte la massa del Sole. La sua esistenza ci permette di capire meglio come e dove si sono formati i quasar
picture
NON SI FERMA LA RICERCA DEL LANDER
La sonda dell'ESA Rosetta non perde le speranze di ritrovare il piccolo lander sulla cometa Chury. Dopo aver analizzato i dati ricevuti nel corso degli 8 contatti, i tecnici hanno formulato tre possibili scenari che spiegherebbero le difficoltà di stabilire un contatto con Philae


Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

16.02.2016
15.02.2016
11.02.2016
15.02.2016
15.02.2016

Inoltre, sempre su Media Inaf, puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Flickr e iTunes.
E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.
È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!