ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

mercoledì 1 marzo 2017

VIAREGGIO: MASSIMILIANO BALDINI RISPONDE ALLA PROPOSTA DI DEL GHINGARO




Caro Sindaco,

ho letto con attenzione la tua nota e condivido con te, non certo da oggi, la necessità che, stante lo stato di dissesto comunale, tutte le forze della città possano favorire un dialogo, un confronto sui temi più importanti e più urgenti, il più disteso possibile.
A nome del Gruppo Consiliare che rappresento, il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, proprio in questi giorni, credo di averne dato anche dimostrazione nel sollecitare in positivo i temi del porto e della nautica, facendo convocare urgentemente la Commissione Attività Produttive e mettendo a disposizione la mia esperienza per far sì che un evento importantissimo per la città come il Versilia Yachting Rendez Vous possa giungere al traguardo ed avere il miglior successo possibile.
Questo, a mio modo di vedere, è la modalità più adeguata attraverso la quale esercitare una forma di collaborazione nell'interesse di Viareggio.
Una modalità dove, a prescindere da quanto sopra, i ruoli di maggioranza e minoranza rimangono ben distinti e ben chiari nel rispetto delle differenti posizioni politiche, delle differenti posizioni ideologiche e, ancor di più, del voto distinto degli elettori.
A maggior ragione, per come intendiamo noi la politica, meno che mai sarebbe accettabile alcun incarico che riterremmo e riteniamo apertamente in contrasto con il ruolo politico - sempre totalmente indipendente - che un Consigliere Comunale di minoranza è chiamato a svolgere nel controllo di chi amministra.
Pertanto, nel respingere, con cortesia ma con altrettanta fermezza l'offerta da te proposta, ti sollecito semmai a mettere in atto lo spirito della tua lettera garantendoci sin da subito, in vista degli adempimenti economici e di bilancio che siamo chiamati a votare a breve ma anche più in generale in ordine ad ogni necessità riguardante la vita generale dell'Ente sulla quale i Consiglieri di minoranza hanno il dovere di esercitare il più attento controllo possibile, la più ampia e celere trasparenza degli atti che sovrintendono le delibere consiliari e le stesse decisioni che l'Amministrazione Comunale, in ogni suo organo, è chiamata ad assumere.
Ne approfitto per dirti altresì che, alla luce dei numerosi cambiamenti politici avvenuti ed in atto, sia a livello comunale che nazionale, ritengo opportuno che in Consiglio Comunale sia esplicitata con chiarezza la maggioranza che sostiene il Sindaco e la Giunta di governo cittadino
Cordialità


Avv. Massimiliano Baldini
Capogruppo
Movimento dei Cittadini per
Viareggio e Torre del Lago Puccini