BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

mercoledì 22 marzo 2017

ASTRONEWS 22/03: La newsletter di Media INAF





Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture
FUOCHI D'ARTIFICIO MULTIBANDA
Grazie a osservazioni in ottico, ultravioletto e X compiute con il telescopio spaziale Swift, un team di astrofisici è riuscito a ricostruire la dinamica e le regioni di provenienza delle emissioni generate dall'evento di distruzione mareale Asassn-14li. Lo studio su ApJ Letters
picture
DUE STUDI SU SCIENCE E NATURE ASTRONOMY
Un panorama sorprendente e in continuo cambiamento: così è apparsa la superficie del nucleo della cometa 67P Churyumov-Gerasimenko nelle riprese della camera Osiris a bordo della missione Rosetta tra il 2014 e il 2016. Ad analizzare e interpretare le immagini sono stati due team internazionali a cui hanno partecipato scienziati di varie università e istituti di ricerca italiani, fra i quali gli astronomi dell'Inaf Gabriele Cremonese e Marco Fulle
picture
L'IMMAGINE DELLO STRUMENTO WFC3
Si chiama Ngc 1448 e si trova a 50 milioni di anni luce dalla Terra, nella costellazione dell'Orologio. È la galassia a spirale catturata nel nuovo affascinante scatto del telescopio spaziale Hubble
picture
LO STUDIO SU ARSIA MONS
I dinosauri sulla Terra si sono estinti circa 65 milioni di anni fa, più o meno la stessa epoca in cui si sono messi a tacere anche molti vulcani marziani. Come Arsia Mons, uno dei più famosi sul Pianeta Rosso
picture
LO STUDIO SU NATURE GEOSCIENCE
Stando a uno studio teorico, Marte potrebbe aver avuto in passato degli anelli, e potrebbe tornare ad averli in un futuro non troppo remoto. Secondo i due ricercatori statunitensi che hanno condotto l'analisi, Phobos e Deimos sarebbero il risultato dell'addensamento di materiali espulsi dal pianeta dopo un grosso impatto avvenuto oltre 4 miliardi di anni fa, che si sono ciclicamente riaddensati e disgregati da tre a sette volte
picture
INTERVISTA A DANIELE FANELLI
Tremila metanalisi e un totale di 50mila articoli passati al setaccio per capire quali sono i bias – i punti deboli – più ricorrenti nella letteratura scientifica di ben 22 ambiti disciplinari. I risultati sono pubblicati oggi su Pnas. Come ne esce l'astrofisica? Media Inaf lo ha chiesto allo scienziato alla guida della ricerca, Daniele Fanelli, del Metrics di Stanford
picture
UN SISTEMA MULTIPLO IN FRANTUMI
Individuato, grazie alla vista infrarossa del telescopio spaziale Hubble, il terzo membro di una band giovanile stellare che si è disgregata 540 anni fa nella Nebulosa di Orione. Appena nate, queste promesse cosmiche hanno ingaggiato una lotta gravitazionale che la ha proiettate a velocità folle in direzioni opposte
picture
IMMORTALATO IL SALUTO FINALE DI UNA STELLA
Grazie a uno studio approfondito realizzato con Alma è stato possibile vedere in dettaglio le fasi finali di una gigante rossa che sta espellendo gas. Il sistema osservato si chiama LL Pegasi, e contiene due stelle. L'orbita ellittica della compagna attorno alla gigante ha causato la formazione di una struttura a spirale del gas espulso

Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

21.03.2017
21.03.2017
20.03.2017
17.03.2017
16.03.2017

Inoltre, sempre su Media Inaf puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e iTunes.
E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.
È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!


La redazione di Media Inaf invia la propria newsletter a CAPITAN FUTURO BLOG.