ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

sabato 29 aprile 2017

BALDINI: RENDICONTO 2016, UN PARERE DI PROGNOSI NEGATIVA ! CONCORDATO FALLIMENTARE VIAREGGIO PATRIMONIO SU QUALI PRESUPPOSTI ?




RENDICONTO 2016, UN PARERE DI PROGNOSI NEGATIVA.
CONCORDATO FALLIMENTARE VIAREGGIO PATRIMONIO SU QUALI PRESUPPOSTI ?

Le conclusioni dell'organo di revisione contabile del Comune di Viareggio sono chiare "si esprime parere favorevole con rilievi . . . . si invita l'Ente a porre rimedio ai rilievi evidenziati nel corpo della presente relazione".
Rilievi fra i quali c'è anche quello per cui "il disavanzo di amministrazione di € 36.948.429,44= dovrebbe essere applicato al bilancio per l'esercizio 2017 e potrebbe anche essere ripianato negli esercizi successivi . . . . in ogni caso non oltre la durata della consiliatura".
E, tenuto conto delle dichiarazioni del Ragioniere Capo in Commissione - "il disavanzo è enorme ed è tale che non permette un riassorbimento" perchè "non siamo in grado di stabilire quando potremo porre rimedio a questa situazione" essendo il termine di fine consiliatura "per noi impossibile" - è chiaro che siamo di fronte ad un parere di prognosi negativa !
Del resto, a dispetto delle dichiarazioni nervose ed imbarazzate dell'Assessore al Bilancio Laura Servetti, i Revisori hanno messo in evidenza che nulla è cambiato anche rispetto all'efficacia del controllo analogo sulle partecipate quando affermano che "preliminarmente si rileva che solo alcune società partecipate hanno risposto alla richiesta della Presidente del Collegio di asseverazione dei crediti", fra le quali Mover Spa, Sea Ambiente Spa, Sea Risorse Spa, e sancendo come "in assenza delle numerose attestazioni e delle discordanze riscontrate dei crediti e dei debiti delle partecipate nei confronti dell'Ente si evidenzia il rischio che potrebbe derivare da maggiori debiti o minori crediti che potrebbero essere riconosciuti all'Ente".
Un quadro che si fa ancora più negativo alla luce delle osservazioni del Collegio riguardo il fondo contenziosi perchè "non è stata accantonata alcuna somma per il pagamento di potenziali oneri derivanti da sentenze", fra le quali "la sentenza n. 67/2017 della Commissione Tributaria Provinciale di Lucca che ha visto soccombere in primo grado l'Ente, relativamente all'attività svolta dalla partecipata Viareggio Patrimonio".
Una situaazione di evidente preoccupazione al quale si aggiunge anche la poca chiarezza che sempre l'Assessore Servetti ha fatto riguardo la supposta proposta di concordato fallimentare per la Viareggio Patrimonio e rispetto alla quale non solo vogliamo che i cittadini - visto che sono in ballo soldi pubblici e non risorse private - siano a conoscenza di quali siano i professionisti che ci stanno lavorando e sulla base di quale incarico ufficiale, ma altresì su quali basi sia possibile una tale soluzione alla luce dell'art. 14 del T.U. sulle partecipate che recita che "le società a partecipazione pubblica sono soggette alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo, nonchè, ove ne ricorrano i presupposti, a quelle in materia di amministrazione straordinaria delle grandi imprese insolventi", non ricomprendendo espressamente il concordato fallimentare.
Per questi motivi - se posso permettermi politicamente - invito la Presidente della Commissione di Controllo della Viareggio Patrimonio a mettere in atto ogni strumento utile a difendere le proprie prerogative e quelle dell'organo che presiede al fine di garantire che le decisioni che verranno assunte siano fatte nel rispetto della normativa di legge e riservandosi l'impugnazione di ogni atto che si ritenesse pregiudizievole dell'interesse dei cittadini di Viareggio e Torre del Lago i quali attendono ancora di conoscere le responsabilità politiche (quelle giuridiche ci penseranno gli organi giudiziari) del fallimento della Viareggio Patrimonio.

Avv. Massimiliano Baldini
Capogruppo
Movimento dei Cittadini per
Viareggio e Torre del Lago Puccini