ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

LETTORI SINGOLI

martedì 18 giugno 2019

(130) ELEKTRA un grande asteroide triplo della fascia principale. by Andreotti Roberto - INSA.

________________________________________________
________________________________________________
Aggiornato il 18/06/2019

130 Elektra
  
                                                     
 
Introduzione:
 
Elektra, fluttua all’interno della fascia principale di asteroidi, la regione del Sistema solare situata grossomodo tra le orbite di Marte e di Giove e occupata da numerosi corpi di forma irregolare, ed appartiene alla categoria degli asteroidi tripli.
Già perché attorno al corpo principale orbitano due piccole lune, due sassi irregolari che brillano come diamanti nella bellissima immagine pubblicata dallo European Southern Observatory. 
Il gruppo di ricerca, guidato da Bin Yang del centro Eso di Santiago, si è servito delle potenti ottiche dello strumento SPHERE (Spectro-Polarimetric High-contrast Exoplanet REsearch instrument), montato sulla Unit Telescope 3 del Very Large Telescope sul Cerro Paranal, in Cile.
Utilizzando i dati raccolti con lo strumento SPHERE, Yang e colleghi hanno potuto scoprire, per esempio, che Elektra è stata creata in seguito di un impatto erosivo.
Blocchi di materiale possono dunque staccarsi dal corpo principale e formare piccoli satelliti partendo dal materiale fornito dal corpo principale.
 

 
Scoperta e nome:
130 Elektra è un asteroide abbastanza grande della fascia principale esterna.
Fu scoperto il 17 febbraio 1873 dall'astronomo Christian Peters presso l'Osservatorio di Litchfield, New York, e prende il nome da Electra, una vendicatrice della mitologia greca.
 
Parametri orbitali:
Orbita con un semiasse maggiore di 3,12892 UA, e spazia da un perielio di 2.47815 UA, fino ad un afelio di 3.77969 UA, quindi presenta un'eccentricità orbitale di 0.20799 , ed un inclinazione di 22.8461° rispetto all'eclittica.
Il suo periodo di rivoluzione intorno al Sole è di 5,53 anni - ( 2021.6 giorni ).
 
  ( Grafico dell'orbita dal sito del JPL ).
 
Superficie e forma:
 
Il suo spettro è di tipo G, quindi probabilmente ha una composizione simile a Cerere. Le firme spettrali di composti organici sono state osservate sulla superficie di Elektra e mostra prove di alterazioni acquose.
Alla fine degli anni novanta, una rete di astronomi in tutto il mondo raccolse dati sulla sua curva di luce che alla fine fu utilizzata per ricavare il periodo di rotazione ed i modelli di forma di Elektra.
La curva di luce di (130) Elektra forma un doppio sinusoide mentre il modello di forma è allungato e l'asse di rotazione derivato è perpendicolare al piano dell'eclittica.
Sulla sua superficie, mediamente si toccano temperature di -120°c , che possono pure toccare dei picchi massimi di -23°c.
 
 
 

 
Dati fisici:
Osservazioni ottiche hanno trovato due satelliti di questo asteroide.
Una volta che le orbite sono note, la massa di Elektra può essere trovata in modo affidabile.
Il valore di 6,6-10E18 kg indica una densità di 1,3 ± 0,3 g/cm3. Le osservazioni ottiche hanno anche determinato che la forma di Elektra è piuttosto irregolare, oltre a fornire indicazioni di differenze di albedo del 5-15% sulla sua superficie, in media di 0.0755±0.011.
La sua dimensione è di 215×155 ± 12 km, con un inclinazione dell'asse di rotazione di 157°.
Con un periodo di rotazione di 0.230103 giorni - ( 5.52247 h ) .
La sua magnitudine assoluta (H) è di +7,12.
 

( Elektra è stato osservato passare davanti a una dozzina di stelle dal 2007, in particolare il 21 aprile 2018, quando oltre 30 astronomi per lo più cittadini sparsi in cinque paesi europei hanno registrato l'improvviso calo di luce di una stella di undicesima magnitudine. La trama delle linee di corda , rivela un corpo con forma allungata, forse il risultato di una fusione tra due corpi all'inizio della storia del Sistema Solare ).
 

( In grafica le tracce rilevate dagli osservatori : - 104 San Marcello Pistoiese, Pian de Termini - K63 Castelvecchio Pascoli - A29 Santa Maria a Monte, Tavolaia ).
 
LINK: http://www.gamp-pt.net/index.php?option=com_content&view=article&id=261:asteroide-310-occultazione-positiva&catid=62:asteroidi&Itemid=138
 
Satelliti:

 
S/2003 (130) 1Nel 2003, una piccola luna di Elektra è stata scoperta utilizzando il telescopio Keck II.
Il diametro del satellite è di 7 ± 3 km o 6 km, e orbita ad una distanza di circa 1318 ± 25 km, con un'eccentricità orbitale di 0.13 ± 0.03 , ed un periodo di rotazione di 5.258 ± 0.0053 giorni, con un orbita inclinata di 3° rispetto al piano equatoriale di Elektra.
Il satellite ha ricevuto la designazione provvisoria S/2003 (130) 1.
 
S/2014 (130) 1
Nel dicembre 2014 una luna leggermente più piccola, di circa 5,2 km, ed orbitante intorno a Elektra circa tre volte più vicina di S/2003 (130) 1, è stata scoperta usando lo strumento SPHERE sul telescopio Melipal del VLT. Questo secondo satellite è stato provvisoriamente chiamato S/2014 (130) 1.
Orbita a 460 km da Elektra con un'eccentricità di 0,10 , ed un periodo di 1,100 giorni.
L'inclinazione orbitale è di 46° rispetto all'equatore di Elektra.
 
Link:
(EN) Elektra - Dati riportati nel database dell'IAU, Minor Planet Center.
(EN) Elektra - Dati riportati nello Small-Body Database, Jet Propulsion Laboratory.
Dati dal Johnston's Archive, su johnstonsarchive.net.
__________________________________________________
__________________________________________________

Collegato a :
LA FASCIA PRINCIPALE DEGLI ASTEROIDI. by Andreotti Roberto.

Leggi anche ENCICLOPEDIA DEL SISTEMA SOLARE
IL SISTEMA SOLARE ELENCO POST di Andreotti Roberto - INSA
__________________________________________________

Nessun commento:

Posta un commento