BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 1 dicembre 2015

SOTTO L'ALBERO DELLA SAECO QUEST'ANNO CI SONO LETTERE DI LICENZIAMENTO Appennino Bolognese di Marco Poli

La Saeco di Gaggio Montano, storica produttrice di macchine da caffè per famiglie, acquistata nel 2009 dalla multinazionale olandese Philips,ha deciso di fare un bel regalo di Natale ai propri dipendenti.
Siccome il classico cesto natalizio con dolciumi era troppo banale,si è pensato che fosse più d'effetto”regalare”il licenziamento a 243 dei 558 lavoratori dell'azienda;suggerisco per rimanere in tema natalizio una bella lettera di licenziamento con babbo natale sopra.

Ma quali sono i motivi del licenziamento forse la Philips è in crisi?manco per idea il motivo è sempre il solito:il profitto!L'azienda ha deciso che la fabbrica che ha in Romania è più remunerativa.
Ormai il mondo è diventato alla rovescia,una volta il lavoro era lo strumento per vivere delle persone,invece ora le persone sono lo strumento del lavoro sulla logica del guadagno e quindi sacrificabili.
Il territorio montano bolognese(ma anche della montagna pistoiese in quanto diverse persone di questo lavorano alla Saeco)è già fortemente penalizzato da una grave crisi occupazionale,che pur essendo un fenomeno nazionale è particolarmente acuto in questi territori,riceve un ulteriore duro colpo.
È triste che ancora una volta i soldi vadano davanti alle persone
I lavoratori Saeco alla notizia degli esuberi si sono mobilitati organizzando un presidio, esasperati per aver ricevuto questa doccia fredda dopo anni di cassa integrazione.
Inoltre tra ieri e oggi sono state organizzate manifestazioni di solidarietà, particolarmente partecipate per i lavoratori,di cui vi lascio alle immagini.
A presto per nuovi particolari.









Distinti Saluti