BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

domenica 3 aprile 2016

MONTAGNA PISTOIESE DATI (DIS)OCCUPAZIONALI 2016 Appennino pistoiese di Marco Poli

Come ogni anno eccoci al momento in cui mi occupo di dati(dis)occupazionali.Il 2015 ha confermato il trend negativo degli ultimi anni,con un aumento di 161 disoccupati nell'unione dei comuni rispetto all'anno scorso,di 632 negli ultimi 3 anni.
Nel mio comune di residenza(San Marcello P.se)il periodo coincide con quello dell'insediamento della giunta Cormio,che ha visto perdere 304 posti di lavoro,chissà se si vanteranno di questo risultato?ho i miei dubbi.
A questi dati c'è da aggiungere due cose:prima di tutto mancano i NEET(persone non impegnate nello studio, nel lavoro e nella formazione),fenomeno che non sembra ma è molto diffuso anche in montagna,che non sono presenti nelle liste dei centri per l'impiego.Secondo,col giòbact di Renzi,per avere la disoccupazione non è più obbligatorio iscriversi nei centri per l'impiego.Cosa voglio dire con questo?che alla fine i senza lavoro potrebbero essere molti di più.

Concludo con un altra tabella,anch'essa diventata un mio classico ormai.La tabella,dove ho raffrontato tutti i dati elencati nella tabella sopra riportata ,e confrontandola con il dato demografico. Producendo così un ulteriore dato,quello del rapporto,in percentuale,tra aumento dei disoccupati e calo demografico.Mi rendo conto che è una forzatura,perchè bisognerebbe togliere i deceduti,ma anche immettere i nuovi nati,e comunque il calo non può essere additato solo alla disoccupazione,ma anche ad un sempre più alto calo dei servizi:poste, banche,sanità,autobus,ecc...

Secondo questa tabella si vede che nella montagna negli ultimi 3 anni.quasi metà di quelli che hanno perso lavoro si sono trasferiti in altri posti,con punte critiche come il comune di Piteglio dove si sono trasferiti il 100% dei nuovi disoccupati.
Infine l'ultima tabella che ho fatto fà il confronto tra la percentuale della disoccupati nei vari comuni e il dato Istat regionale e nazionale.



In media in montagna siamo un 3,8% in più rispetto al dato nazionale e un 4,63% rispetto al regionale.Stranamente il comune montano a cui arrivano più soldi dalla regione,ovvero l'Abetone,ha anche la percentuale più alta di disoccupati x abitanti(23,3%),come dire...soldi spesi oculatamente.Secondo questa tabella il comune meno messo male della montagna è Piteglio,ma c'è da dire(anche vedendo la tabella prima di questa)che è anche il comune che si è più spopolato negli ultimi 3 anni.
Questo tabelle sono l'inizio di uno studio più grande che porterò a termine tra qualche tempo.
Il lavoro è vita,dignità e contributo alla società,se non c'è questo come pretendiamo di rivitalizzare la montagna?Riflettete gente,riflettete...

Distinti Saluti