BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 12 aprile 2016

INTERVENTO DI PIERO TACCINI IN CONS. COMUNALE, SU MOZIONE COPIATA.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 11 APRILE 2016

3) Mozione del gruppo consiliare "Prima Coreglia" prot. Nr. 3182/1 del 06.04.2016

Vorrei, innanzitutto, chiarire la mia presenza in questo Consiglio Comunale. Ho deciso di aderire ad una lista elettorale perché sentivo la necessità di continuare a fare quello che ho fatto per tutta la mia vita lavorativa, ovvero mettermi al servizio del cittadino. Tutto quello che io svolgerò in questo ruolo, sarà solo per cercare di portare più benefici possibili ai cittadini residenti n questo Comune. Probabilmente anche tutti voi in questo momento penserete la stessa cosa ma, da quello che ho potuto constatare dalla mia assidua partecipazione ai consigli comunali di questa nuova amministrazione, non mi sembra proprio così e l'argomento che stiamo trattando da la prova che la mia affermazione ha un senso logico. Infine, e concludo questa premessa, mi rivolgo soprattutto a Lei capogruppo Reali, ma anche a tutti i consiglieri ed assessori di questo Consiglio facendo presente:
1) che io sono abbastanza adulto;
2) che non sono qui per "giocare a palline".

A buon intenditor poche parole.

Adesso passiamo a parlare della mozione da voi proposta. Mi sembra di essere tornato alla sera del 29 Febbraio 2016 quando colui che ho sostituito, Simonetti Mauro, presentò un'analoga mozione, anche se la differenza fra le due è abbastanza consistente e che vado a sintetizzare. Il Baratto Amministrativo consente anche ai cittadini che già hanno un debito con il Comune di poter aderire al progetto e, quindi, poter andare a diminuire il loro debito.
A differenza, Cittadinanza Attiva consente di aderire al progetto solo ai cittadini che non abbiano in atto debiti con il Comune. Questo per far capire in poche parole la differenza sostanziale fra le due mozioni. E, se non fosse così sarebbe giusto smentirmi ma non con articoli di giornale.
Tornando alla presentazione delle due mozioni cosa importante è anche nella definizione del gruppo consiliare che la presenta. Quella presentata dal Simonetti era di un gruppo di minoranza; quella presentata stasera è del gruppo di maggioranza. Quella presentata dal Simonetti è stata bocciata dalla maggioranza, quella presentata stasera verrà approvata dalla maggioranza. Sapete perché è accaduto ed accadrà questo? La risposta la dette il capogruppo Reali sempre nella stessa serata, ovvero, cito le testuali parole "Visto che 9 voti di maggioranza ci permettono di bocciare o approvare QUELLO CHE VOGLIAMO, assumendocene tutte le responsabilità e visto che non è che abbiamo bisogno di voti o di fare captazio benevolentia per proporre o bocciare QUELLO CHE VOGLIAMO". Tradotto: noi della maggioranza facciamo QUELLO CHE VOGLIAMO. Bellissime parole capogruppo Reali, rispettose dei principi di democrazia.

Adesso voglio fare un po' di storia della mozione presentata dal Simonetti.
Un giorno imprecisato, prima di portare a protocollo la mozione di cui trattasi, il Simonetti chiese di discutere la proposta con lei Signor Sindaco.
A quell'incontro erano presenti anche Andreotti Roberto, quale altro rappresentante del gruppo "Un futuro x Coreglia" ed il capogruppo di maggioranza Reali. In quell'occasione ci fu già una prima discussione della quale non voglio parlare perché non risulta agli atti mentre invece, quello che risulta è che proprio lei, Signor Sindaco, disse essere giusto che la mozione venisse presentata da Mauro (Simonetti) in quanto era lui che l'aveva studiata. Questo sono certo corrisponda a verità perché risulta da verbale e lei, Signor Sindaco, non ha mai smentito questa affermazione del Simonetti. Già qui sorge spontanea una domanda alla quale non esigo da Lei una risposta perché sarò io a darla al momento opportuno: perché se in quell'occasione era d'accordo affinchè la mozione venisse presentata dal consigliere Simonetti a nome del gruppo di minoranza "un futuro per Coreglia", ha poi votato contro questa mozione?
Veniamo alla riunione dei capigruppo antecedente il consiglio comunale del 29 Febbraio 2016 e per spiegare ciò che è accaduto in quell'occasione. Reali propose a Simonetti alcune modifiche alla mozione di cui trattasi, ovvero propose di fare una mozione congiunta e di modificare il punto 5 nel quale veniva proposta la partecipazione alla commissione, oltre a tecnici e consulenti, anche a persone che avessero esperienza di vario genere nella materia trattata. Sempre il capogruppo Reali disse che avrebbe effettuato le modifiche e le avrebbe trasmesse per posta elettronica agli altri due capigruppo (Frati e Simonetti).
La sera del 29 febbraio, prima dell'inizio del Consiglio Comunale, sia il Frati che il Simonetti riferiscono al Reali di non aver mai ricevuto le modifiche da lui apportate.
In considerazione di ciò il Simonetti presenta la mozione originale nella quale veniva richiesta una commissione per lo studio e l'introduzione del "Baratto Amministrativo".
Concluso l'intervento del Simonetti prese la parola il capogruppo Reali il quale chiese 10 minuti di sospensione del Consiglio comunale onde poter fare una riunione dei capigruppo al fine di accertare se ci fossero state le condizioni per valutare ed approvare un'opzione congiunta Comune ed unitaria sull'argomento specifico.
Ripreso il consiglio, considerando che il Simonetti non aveva accettato la mozione congiunta, il Reali, capogruppo di maggioranza, proferì le frasi già da me citate precedentemente ma che voglio ripetere "Visto che 9 voti di maggioranza ci permettono di bocciare o approvare QUELLO CHE VOGLIAMO, assumendocene tutte le responsabilità e visto che non è che abbiamo bisogno di voti o di fare captazio benevolentia per proporre o bocciare QUELLO CHE VOGLIAMO" inoltre proseguì nel suo intervento spiegando come funziona una mozione congiunta.
Tutto giusto capogruppo Reali; le mozioni congiunte funzionano come ha spiegato Lei ma c'è un piccolo particolare del quale Lei, probabilmente e volontariamente, non ha voluto tenere conto e cioè che in consiglio Comunale si possono portare, oltre alle mozioni congiunte, anche mozioni presentate da un solo gruppo che sia di maggioranza o di minoranza. Lo ripeto: in Consiglio Comunale possono essere presentate sia mozioni congiunte sia mozioni a nome di un solo gruppo consiliare. E se occorre lo ripeto all'infinito, basta che lei mi dica che non ha capito. Era quello che aveva chiesto il Simonetti, cioè che fosse votata la mozione presentata dal gruppo "un futuro per Coreglia". Ed allora, considerato che in tutti i suoi interventi relativi a questa questione ha sempre messo in primo piano il bene dei cittadini, anche per Lei la domanda sorge spontanea ma la risposta, come per il Sindaco, sarò io a darla perché è talmente ovvia che anche tutti i consiglieri di maggioranza lo avranno capito: perché non ha votato a favore della mozione presentata dal Simonetti che era solo ed esclusivamente a misura per le famiglie meno abbienti di questo Comune?
Adesso veniamo alla cosa più simpatica di tutta questa vicenda.
In uno dei suoi ultimi interventi, capogruppo Reali, ha proferito le testuali parole (leggere a pag. 16, del verbale d'assemblea) [VEDI NEI COMMENTI SOTTO IL POST].

Allora capogruppo Reali stasera lei ha dimostrato che ha fatto letteralmente quello che aveva detto, ovvero: ha bocciato la mozione, ha avuto il tempo per copiarla e per farne una che sembra quasi identica ma, come spiegato precedentemente, assai diversa nella sostanza, e l'ha presentata come gruppo "Prima Coreglia". Allora questa è una tesi da ricollegare alle prime frasi di questo triste racconto che torno a sintetizzare per l'ennesima volta: NOI MAGGIORANZA FACCIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO. Complimenti per la vostra democrazia.
Adesso vorrei fare la stessa domanda che ho fatto al Sindaco ed al capogruppo Reali, rivolgendomi esclusivamente a tutti gli altri consiglieri del gruppo "Prima Coreglia". So che almeno alcuni di voi, durante la campagna elettorale, hanno fatto  la raccolta "porta a porta" e non di immondizia ma di voti, ovvero siete andati a casa dei cittadini a chiedere il voto promettendo loro che se foste stati eletti, vi sareste interessati esclusivamente delle loro problematiche. Questa la sintesi dei vostri comizi. Adesso a voi faccio una domanda diversa da quella rivolta al Sindaco ed al vostro capogruppo Reali: pensate proprio di aver rispettato le promesse fatte ai cittadini, in campagna elettorale, votando contro la mozione presentata dall'ex consigliere Simonetti che portava solo ed esclusivamente ad un beneficio per le persone meno abbienti di questo territorio, comprese, senza alcun dubbio, anche quelle che hanno votato per voi? Permettete che sia sempre io a dare la risposta perché anche questa è ovvia; no, non lo pensate affatto. Sapete di aver calpestato la fiducia di tutti quei cittadini che vi hanno eletti. Sono convinto che x un po' di tempo avete dovuto fare a cazzotti con la vostra coscienza. Allora, ed è questo un appello che faccio a voi nuovi consiglieri della maggioranza, quando ci saranno altre mozioni da votare, non guardate la manina del vostro capogruppo imitandolo; votate come la vostra coscienza vi suggerisce e vedrete che i cittadini ve ne renderanno sempre merito.
Per quanto riguarda la risposta che devo dare al Sindaco ed al capogruppo Reali in relazione alla domanda che sopra avevo loro rivolto, ovvero: perché non avete votato a favore della mozione presentata dal Simonetti che era solo ed esclusivamente a misura delle le famiglie meno abbienti di questo Comune?
La risposta è: per una mera questione politica. Siccome possiamo fare tutto QUELLO CHE VOGLIAMO, allora dobbiamo portare a casa più risultati positivi possibili e, soprattutto, non dare ai gruppi di minoranza la possibilità di fregarci sui risultati.
E su questa mozione avete giocato veramente sporco perché, pur essendo nei vostri "pensieri", ma non nei vostri programmi, avete aspettato che fosse un gruppo di minoranza a farvela tornare in mente in modo, poi, di fare la figuraccia che avete fatto per porre rimedio, almeno agli occhi del vostro partito ma, vi assicuro, non certo alle attenzioni dei cittadini con i quali, anche noi della minoranza, faremo una pubblicità porta a porta x fargli capire a chi hanno dato la loro fiducia.
Tanto per pensare un po' male mi sa che questa vostra idea di portare avanti questo "progetto" X IL BENEFICIO DEI CITTADINI, fin dalla precedente Amministrazione, come da ammissione del capogruppo Reali, lo avete messo in un cassetto perché, probabilmente, vi erano cose più importanti a cui pensare. Magari, e continuo a pensare male, il progetto per un nuovo campo sportivo nel comune di Coreglia e, magari nella frazione di Ghivizzano. E poco importa se questo progetto interessa solo a pochi, anzi, pochissimi cittadini "CHE CONTANO", mentre il progetto x far risparmiare i cittadini interessa TUTTI i cittadini "ANCHE SE NON CONTANO". L'importante è "FIAT VOLUNTAS TUA"…….Cmq, come si sul dire……. chi vivrà vedrà.
Sono convintissimo che durante le vostre repliche farete di tutto per dare risposte diverse ma, purtroppo, la realtà dei fatti è evidentissima, e di questo, ne sono certo, se ne sono accorti anche i consiglieri della vostra maggioranza che, in altre occasioni, sono rimasti un po' delusi dell'operato del Sindaco. Anche di questo avremo modo di riparlare con apposito argomento all'ordine del giorno.
Io, personalmente, comprendo il vostro operato, e mi rivolgo a lei Signor Sindaco ed a lei capogruppo Reali, perché, in più di un'occasione, avete dimostrato di voler proseguire e migliorare la vostra carriera politica e, pertanto, è giusto dare un resoconto che il vostro partito di appartenenza vi chiede.
Anch'io vi chiedo una cosa quale rappresentante di una parte, anche se minoritaria, di cittadini di questo Comune: ogni tanto fatevi guidare anche voi dalla vostra coscienza.
Grazie.