BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

lunedì 28 novembre 2016

MOVIMENTO PER COREGLIA, ARTICOLO PER IL GIORNALE DEL COMUNE. di Poggi e Frati.



Post di novembre 2016 :

  Ricordando che nel numero scorso di questo  giornalino per un disguido materiale la redazione pubblicò nuovamente il nostro articolo già apparso nella edizione dello scorso giugno, in apertura di questo pezzo, nonostante siano passati un paio di mesi ma considerando ancora valide le argomentazioni  allora affrontate, riteniamo opportuno riproporvi quanto   scritto in quella occasione,  nella sua versione integrale:
"In questo articolo di fine estate dobbiamo purtroppo evidenziare ancora una volta il comportamento negativo della maggioranza nei nostri confronti. Rifacendoci all'ultima uscita del giornalino oggi le cose,"se sono cambiate",sono cambiate in peggio; difatti , oltre che presentare una seconda interpellanza in merito al fatto che reiteratamente la maggioranza  risponde con grave ritardo o  addirittura non risponde affatto alle nostre richieste di chiarimenti sui temi più scottanti , questa volta  abbiamo voluto rendere partecipe delle nostre difficoltà  anche il Prefetto di Lucca dottoressa Cagliostro, trasmettendogli per conoscenza l'ultima  interpellanza.  Ricordando che il testo di quest'ultima  potrete trovarlo sulla nostra pagina :
 https://www.facebook.com/Movimento-per-Coreglia-328268457635/
e considerata la esiguità dello spazio a nostra disposizione, vorremmo concentrarci  sui fatti avvenuti nell'ultima seduta del consiglio comunale avvenuta venerdì 29 luglio 2016.
Pur non essendo il tema della costruzione del nuovo stadio di Ghivizzano  all'ordine del giorno di quella seduta, l'assessore Bigiarini infierì contro, a suo dire, il comportamento ambiguo delle opposizioni dichiarando che per quanto riguarda il nostro gruppo,  nel nostro programma elettorale  avevamo previsto la realizzazione di questa opera e  che, addirittura anche le nostre espressioni di voto in aula consiliare sarebbero state ambivalenti e contraddittorie.
Il nostro capogruppo Pietro Frati in realtà in occasione della campagna elettorale, rispondendo ad una domanda  del giornalista di"Noi Tv" che chiedeva se si era favorevoli o meno alla realizzazione di tale struttura,  semplicemente rispose che per quanto ci riguardava avremmo visto positivamente ogni finanziamento regionale indirizzato al mondo dello sport  , considerando che nel nostro Comune  in questo ambito molte sarebbero ancora gli interventi da realizzare ,vedi, ad esempio, anche la costruzione di una piscina pubblica , considerato che siamo l'unico comune della Mediavalle a non averla.
Onde troncare sul nascere ulteriori ambiguità , teniamo a precisare  da queste pagine  che su questa questione siamo stati fin da subito chiari e cristallini ( vedi interventi in aula, articoli di stampa ecc…), anche e soprattutto in occasione delle espressioni di voto  sui provvedimenti  inerenti il bilancio comunale che a nostro carico hanno sempre registrato un voto contrario.
Concludendo chiariamo,e speriamo una volta per tutte,  la nostra posizione su questa che oramai può essere definita una delle opere più discusse e discutibili  e cioè che  non siamo  contrari alla costruzione di una struttura adibita allo sport con finanziamenti percepiti dalla Regione, anzi ben vengano, ma riteniamo che essendo stato ottenuto  uno stanziamento pari ad € 1.200.000,00  ,perché, nonostante le dichiarazioni della maggioranza, non si è cercato di predisporre un progetto  dai costi più contenuti, evitando di dover attingere  per la cifra mancante dalle casse del bilancio comunale?
Inizialmente si prevedeva  di accendere un mutuo pari ad € 400.000,00 ,poi in un secondo momento si è detto, appunto, che non sarebbe stato più necessario intraprendere quella strada e che  i costi sarebbero stati affrontati senza appesantire le casse comunali. Poi si è detto che a quel fine sarebbe stata usata la cifra destinata inizialmente alla costruzione delle nuove scuole ed infine, oggi , per far fronte agli impegni assunti ( che sembrano lievitati dagli iniziali € 400.000,00 ad € 600.000,00) si ipotizza di andare a pescare anche nei fondi che il Comune realizzerà dalla vendita di immobili e da un maggiore previsto ( ma ancora non realizzato) afflusso finanziario derivante dagli oneri di urbanizzazione ( ricordiamo che il costo degli oneri di urbanizzazione è stato ritoccato al rialzo in occasione dell'approvazione del bilancio di previsione 2016).  Dunque: questi non sono soldi  dei cittadini di Coreglia ?
Noi li avremmo investiti diversamente: la viabilità necessita di parecchie manutenzioni, infatti molte strade sono prive di parapetti e quindi pericolose per chi le percorre,senza pensare agli interventi nel sociale  che non riesce per mancanza di fondi ad essere efficiente al 100%.
Ci sarebbero molte altre cose da affrontare e sicuramente lo continueremo a fare tramite la stampa,la nostra  pagina facebook  "Movimento per Coreglia" e, ovviamente, nei limiti concessi,  utilizzando ancora questo giornale."
Ed eccoci ad oggi e nel riprendere il discorso interrotto  a causa del sopra citato disguido,  non  possiamo che registrare, senza sorprenderci più di tanto, una novità : a seguito dei ritardi nella consegna del progetto esecutivo   e delle gravi inadempienze da parte della ditta appaltatrice dei lavori di realizzazione del nuovo campo sportivo "GhiviBorgo", la Giunta comunale ha deciso di procedere alla rescissione del contratto con la medesima. La ditta  avrebbe presentato un progetto esecutivo  per un costo complessivo  che, rispetto all'importo contrattuale iniziale pari ad € 1.390.800,00, è lievitato sino a raggiungere la cifra  di €  2.431.518,05, ossia  con una maggiorazione pari ad €  1.040.718,05. A dimostrazione quindi che i dubbi più volte espressi in merito ai già esosi costi previsti inizialmente  per la realizzazione di questa opera, sembrerebbero trovare conferme nel fatto che, appunto, un opera di queste dimensioni  potrebbe rischiare concretamente  di dissanguare le già magre casse comunali ……………….Certamente alla luce di quanto da noi sempre sostenuto, non possiamo che plaudire alla decisione della Giunta nella speranza che , pur nell'intento di proseguire sulla strada intrapresa, voglia almeno ripensare al progetto nel suo complesso, rivederne la portata  anche rispetto al progetto iniziale  e quindi rimodularne al ribasso i  costi.
Cambiando argomento e ripercorrendo  la nostra attività svolta negli ultimi due mesi, ricordiamo alcune interpellanze presentate, quali ad esempio:  l'adesione del Comune ad alcune manifestazioni di promozione dell'immagine del territorio che, pur essendo iniziative  positive nel loro intento, sono state attivate da società che benché famose e di sicura  chiara fama, a nostro avviso già immaginavamo che non avrebbero provocato positivi e quantificati ritorni, previsione poi puntualmente verificatasi. Ricordiamo la più famosa: l'adesione alla manifestazione " I Borghi più belli d'Italia " ispirata dal famoso marchio "EatalY 2016", fondata  dall'imprenditore Oscar Farinetti, famoso anche per la sua amicizia col Premier Matteo Renzi.
Ma sicuramente riteniamo opportuno   soffermarci su di un fatto che reputiamo abbastanza grave e sul quale abbiamo  chiesto spiegazioni al Sindaco : da un verbale sindacale dei dipendenti del Comune del 14.10.2016  abbiamo appreso che, contrariamente a quanto da noi immaginato, all'interno delle mura  del Municipio  si respira un'aria pesante nei rapporti tra la Giunta ed il personale .Citiamo testuali frasi inserite nel suddetto verbale:  "  non sono infrequenti verso alcuni colleghi, episodi di pressione psicologica  e relazionale", oppure che "quando il pressing si fa insistente, quando gli aggettivi sprezzanti non si risparmiano e i ruoli si sopraffanno………siamo di fronte ad un comportamento inaccettabile". Potremmo continuare nel citare altre frasi ….. ma riteniamo che quanto riportato sia già sufficiente a definire un quadro relazionale del tutto inaspettato e certamente da sindacare con forza. Il Sindaco ci ha pubblicamente risposto che dal momento dell'insediamento di questa Amministrazione nessun dipendente  si è mai presentato da lui per esporre  quanto sopra, lasciando ad intendere quindi  che i fatti palesati nel verbale , siccome non circostanziati,potrebbero anche essere il frutto di una errata interpretazione. Non riteniamo credibile che tutto quanto riportato sia solamente frutto di  sbagliate interpretazioni. Il verbale è sottoscritto, quindi , non soddisfati della risposta, abbiamo consigliato al Sindaco di attivarsi al fine di giungere ad una chiarimento su questo fatto  che non getta una buona luce sull' Amministrazione.

  Per concludere, avendo già approfittato dello spazio concesso,esprimiamo a tutti voi gli auguri per un sereno Natale ed un ancor più sereno 2017.

Pietro Frati    Donatella Poggi