BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

domenica 13 novembre 2016

COREGLIA: INTERPELLANZE DI FRATI E POGGI AL SINDACO AMADEI




INTERPELLANZE DEL GRUPPO ''MOVIMENTO PER COREGLIA''
DI PIETRO FRATI, ALLA GIUNTA PD DI AMADEI:
_____________________________________________________________
 
Interpellanza num.1 presentata il 10/11/2016
"Gruppo Movimento per Coreglia"
Coreglia Antelminelli, li 08.11.2016
Al Sig. Sindaco Valerio Amadei
Oggetto: Interpellanza in merito al Contratto di Fiume Serchio
Premessi
la direttiva 2000/60/CE del Parlamento Europeo istituisce un quadro per l'azione comunitaria in materia di acque e fissa per l'anno 2015 il raggiungimento dell'obiettivo definito "buono " stato di qualità ambientale per tutti i corpi idrici della Comunità, attraverso l'integrazione tra le necessità antropiche, il mantenimento degli ecosistemi acquatici e la mitigazione degli effetti delle inondazioni e della siccità. (G.U.C.E. n. L 327 del 22.12.2000). In particolare la direttiva sottolinea la necessità di ricorrere a sistemi di gestione integrata delle acque e dei territori contermini e di prossimità, le cui politiche di governo e di controllo devono essere affiancate alle altre politiche ambientali e di gestione del territorio al fine del perseguimento degli obiettivi di qualità. Tutto quanto sopra anche nella prospettiva di stabilire un quadro comune per la valutazione e la riduzione del rischio di alluvioni. Si indica la necessità di una pianificazione di lungo termine;


il Piano di assetto idrogeologico del fiume Serchio approvato dal Consiglio regionale della Toscana con delibera n. 20 del 1 febbraio 2005 ed il Piano di Bacino, stralcio Assetto Idrogeologico del fiume Serchio. 1° aggiornamento approvato con DPCM 26/07/2013;


il Piano di gestione delle acque del Distretto Idrografico del fiume Serchio, approvato dal Consiglio dei Ministri in data 08.02.2013;
il progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni del Distretto Idrografico del Fiume Serchio, adottato dal Comitato Istituzionale dell'Autorità di Bacino del Serchio con delibera n. 179 del 22 dicembre 2014;
il progetto comunitario denominato WATERINCORE , finanziato dal programma UE-MED, promosso dalla provincia di Lucca che prevede la realizzazione di un progetto pilota sull'area tra il Ponte di Campia ed il ponte di Sant'Ansano ( Deliberazione consiliare n. 121 del 04.06.2015);
l' adesione dell'Amministrazione comunale di Coreglia Antelminelli , con delibera n. 69 del 03.09.2015, al progetto pilota promosso dalla Provincia di Lucca e la relativa sottoscrizione della medesima Amministrazione del protocollo d'intesa per il così detto "contratto di fiume per il Serchio" finalizzato all'attuazione della prima fase inerente il tratto l'area ponte di Campia / ponte Sant'Ansano;
Valutando
la fragile realtà idrogeologica dell'intera valle del Serchio, l'estrema delicatezza della materia trattata e le notevoli ricadute sul territorio
si interpella il Sig. Sindaco
per sapere se dal momento dell'adesione al protocollo d'intesa per la realizzazione del "Contratto di fiume per il Serchio" siano o meno state prese iniziative concrete , quali ed in che misura.

Gruppo Movimento Per Coreglia
Pietro Frati Donatella Poggi
______________________________________________________________

SECONDA INTERPELLANZA:
Interpellanza num. 2 presentata il 10/11/2016
Gruppo "Movimento per Coreglia"
Coreglia Antelminelli, li 08.11.2016
Al Sig. Sindaco Valerio Amadei
Oggetto: Interpellanza in merito al passaggio e stazionamento di greggi in zona limitrofa al centro abitato di Ghivizzano.


Premesso che da notizie acquisite sembra che nei pressi del centro abitato di Ghivizzano – zona lungo fiume ( vecchia discarica – attualmente pista da Motocross)- si rilevi frequentemente la presenza ,sia in passaggio che in stazionamento, di un gregge di pecore composto da numerose entità;


​foto: INGENTI SCAVI HANNO PURE RIMOSSO LA SCOGLIERA
AFFINCHE' POSSANO PASSARE LE GREGGI, SONO AUTORIZZATI ??
 
considerate le conseguenze principalmente di ordine sanitario che sia il passaggio ma in modo particolare lo stazionamento di un gregge, inevitabilmente possono produrre nell'ambiente circostante;
pur comprendendo le oggettive esigenze del proprietario del medesimo gregge e considerato che la materia non risulta regolamentata da norme specifiche o da regolamenti se non , appunto, sul versante della salvaguardia non solo della salute dei cittadini ma anche e soprattutto in relazione alla prevenzione/qualità dei prodotti derivanti dall'allevamento degli ovini destinati al consumo;


rilevato quindi, come l'ambiente in cui staziona il suddetto gregge non risulti completamente privo di rischi sotto il profilo della qualità del pascolo
si interpella il Sig. Sindaco
-per sapere quali eventuali azioni intenda assumere in proposito , se pur con attenzione alle eventuali legittime necessità del proprietario del gregge, per salvaguardare sia la salute dei cittadini , visto che numerosi tra questi frequentano l'area interessata, che la qualità degli alimenti prodotti e ovviamente destinati al consumo;
- se non ritenga opportuno investire di quanto sopra il Dipartimento prevenzione della USL ed esattamente l'Unità Funzionale Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare.

Gruppo Movimento Per Coreglia
Pietro Frati Donatella Poggi
______________________________________________________________

TERZA INTERPELLANZA:

Interpellanza num.3 presentata il 10/11/2016
Gruppo "Movimento per Coreglia"
Coreglia Antelminelli, li 08.11.2016
...
Al Sig. Sindaco Valerio Amadei
Oggetto: Interpellanza in merito all'adesione del Comune di Coreglia Antelminelli alla gestione del Centro per l'Impiego di Fornaci di Barga
Premesso che
.
con delibera 61 del 30.07.2015 questa Amministrazione decise di partecipare, unitamente agli altri Comuni dell'ambito territoriale di Barga, alle spese di utilizzo dei locali destinati a Centro per l'impiego, ubicati in Fornaci di Barga e di proprietà dell'Amministrazione comunale di Barga, approvando anche la quota di compartecipazione fissata, con atto della Giunta comunale di Barga n. 94 del 27.04.2004 in € 125,34 mensili e conseguentemente, aderendo alla richiesta pervenuta al prot. n. 4770 del 22.05.2015, con la quale veniva quantificata in € 1.727,07 la quota di compartecipazione per l'anno 2015 a carico di questo Comune;



con delibera n. 63 del 04.08.2015 questa Amministrazione in sede di autotutela provvide ad annullare le deliberazioni n. 61 e n. 62 approvate nella seduta del 30.07.2015 sopra ricordata, con la motivazione che la convocazione per quest'ultima seduta non aveva raggiunto tutti i componenti della stessa ;

considerato comunque che alla seduta del giorno 30.07.2015 -erano comunque presenti n. 4 Assessori su 5 e che quindi il numero legale risultava rispettato ( aspetto bizzarro);
sottolineato che a seguito dell'annullamento delle delibere approvate nella seduta del giorno 30.07.2015, i contenuti della delibera n. 62 "legge regionale 31/2015 – Contributi straordinari a favore delle popolazioni dei Comuni colpiti dagli eventi meteorologici del 5 marzo 2015: approvazione criteri" sono stati poi riproposti ed approvati con delibera n. 64 del 14.08.2015, mentre, almeno per quanto , forse erroneamente, risulti a questo gruppo, mai sono stati riproposti i contenuti della delibera annullata n. 61 "Centro per l'impiego dell'ambito territoriale di Barga: determinazioni";
Si interpella il Sig. Sindaco
per conoscere ad oggi in che termini stia il rapporto tra questa Amministrazione ed il Comune di Barga in merito all'adesione alla gestione del Centro per l'impiego di Fornaci di Barga e gli eventuali motivi per i quali, come sembra, non si sia più provveduto ad aderire alla gestione del suddetto Centro per l'impiego .

Gruppo "Movimento Per Coreglia"
Pietro Frati Donatella Poggi