ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

martedì 18 ottobre 2016

G. BERTOLA: risposta al Sindaco Del Dotto circa sua nota su Ospedale Unico Versilia, da parte Associazione Culturale "La Rondine"

CAMAIORE -"Attenzione per l'Ospedale Versilia: la demagogia del Sindaco Del Dotto"

La nota stampa arriva da "La Rondine", l'associazione culturale che fa capo a Giampaolo Bertola:

"Siamo rimasti basiti nel leggere le dichiarazioni del Sindaco Del Dotto (che ci auguriamo rimanga Primo Cittadino di Camaiore ancora per poco), riguardo alla sua preoccupazione per i disagi quotidiani sofferti all'Ospedale Versilia dai propri concittadini e non solo. Casualmente si accorge di questa situazione solamente a pochi mesi dalle elezioni amministrative: fino a oggi era forse "assopito" sotto qualche cavolo dei nostri splendidi orti? È stata forse la festa "Pic" che lo ha svegliato? Del Dotto ci ha ormai abituato alla demagogia, ma riteniamo che sia veramente riprovevole cercare di fare propaganda sulla sanità e la salute dei cittadini. Tanto più se si considera che il PD, ossia il partito a cui Del Dotto appartiene, proprio in queste ultime ore ha approvato tagli ulteriori alla sanità nazionale.

Il Primo Cittadino, in cerca di gradimento, parla di incremento di posti letto e assunzioni, ma sa benissimo che ormai la sanità Toscana è stata accorpata attraverso la famigerata "Aslona", voluta dal suo partito.

Forse dopo il "lungo sonno" degli ultimi quattro anni e mezzo Del Dotto non riesce a capire cosa sia successo nel frattempo o forse è frastornato dalle troppe buche che deve "tappare", per citare una sua dichiarazione televisiva. O più probabilmente tenta disperatamente di recuperare i consensi dei cittadini, che si sono oramai resi conto della sua incapacità amministrativa e politica.

Un'ultima nota: quando si parla di rondini è più corretto usare il verbo "garrire" anziché "cinguettare" come fa il Sindaco Del Dotto ogni volta che si riferisce alla nostra Associazione, dando un'ulteriore prova di incompetenza, questa volta linguistica"

Inviato da GIAMPAOLO BERTOLA.