BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

mercoledì 7 settembre 2016

ASTRONEWS 7/9: La newsletter di Media INAF , post e video


Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture

VINCE IL GIGS 2016. MA PER MERCURIO

Premio per Valentina, geologa extraterrestre

Ricercatrice all'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell'INAF Roma, 

originaria di Siena, Valentina Galluzzi sarà premiata domani a Napoli, nel 

corso dell'88esimo Congresso della Società Geologica Italiana, per una tesi 

di dottorato sull'assetto tettonico di Mercurio

picture

DATI INTRIGANTI RACCOLTI DA XMM-NEWTON

Materia oscura? Forse era solo zolfo

Alcune osservazioni relative a una riga spettrale non identificata proveniente 

da vari ammassi di galassie ha fatto parlare la comunità scientifica. Sembrava 

plausibile che provenisse da particelle di materia oscura. Ma ora uno studio 

dimostra che l'emissione osservata può essere spiegata dalla cattura di un

 elettrone da parte di un atomo di zolfo

picture

LA STORIA DELLA VIA LATTEA IN UNA MAPPA

Stelle vecchie al centro

Analizzando i colori di oltre 130 mila stelle, un team internazionale di astronomi 

guidato da Daniela Carollo, ricercatrice alla University of Notre Dame (USA) e 

associata all'INAF di Torino, è riuscito a risalire alle loro età. E a ricostruire così 

il quadro più chiaro mai ottenuto della storia della nostra galassia. Lo studio 

è pubblicato oggi su Nature Physics

picture

SIMULAZIONI AD ALTE PRESSIONI E TEMPERATURE

Carbonio che viene da lontano

Uno studio apparso sull'ultimo numero di Nature Geoscience dimostra che 

l'abbondanza di elementi volatili nel mantello terrestre potrebbe essere spiegata

 da una collisione, avvenuta dopo 100 milioni di anni dalla formazione del Sistema

 solare, tra la Terra e un pianeta simile a Mercurio. L'impatto avrebbe permesso ai 

due nuclei e ai due mantelli di fondersi

picture

GAMBE ALL'ARIA IN UN ANFRATTO NELLA ROCCIA

Rosetta ha ritrovato Philae

Il piccolo lander atterrato sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko il

 12 novembre 2014, del quale non si aveva più notizia da oltre un anno, è stato

 individuato per la prima volta ieri attraverso le immagini scattate venerdì 2 settembre 

dalla camera OSIRIS. Un ritrovamento con importanti implicazioni anche dal

 punto di vista scientifico

picture

A SEGUITO DELLE SCOSSE DEL 24 AGOSTO

Sisma, danni all'Osservatorio di Teramo

Ordinato lo sgombero del Centro di calcolo dell'Osservatorio astronomico di Teramo 

dell'INAF, che si trova a soli 30 km di distanza dall'epicentro del terremoto. 

Nessun danno, invece, per i due edifici che erano stati messi in sicurezza 

dopo il sisma del 6 aprile 2009

 


Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

06.09.2016

Goodbye from Comet 67P: il video DLR dei saluti a Philae

05.09.2016

Ecco Philae che giace sulla cometa nelle immagini di OSIRIS

02.09.2016

Cerere conquista Science. Gli ultimi risultati della missione Dawn

02.09.2016

Così appare Giove all'infrarosso: le prime immagini di JIRAM

02.09.2016

La Sarabanda di Bach alla Specola dell'Università di Bologna

Astrochannel, la TV via rete a loop continuo


Inoltre, sempre su Media Inaf, puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e iTunes.

E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.

È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!



La redazione di Media Inaf invia la propria newsletter a CAPITAN FUTURO BLOG™