BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

sabato 9 luglio 2016

COLUCCI: Giacomo Puccini: dai turisti agli studenti lucchesi

 


Ho portato mio nipote, 12 anni, a sentire per la prima volta le arie Pucciniane, in uno dei fantastici concerti di "Puccini e la sua Lucca", in San Giovanni.
E rimasto entusiasta, aveva un libro sulle Opere Pucciniane ed ha seguito estasiato le arie cantate magnificamente da Silvia Pacini, soprano, Marco Mustaro, tenore, Diego Fiorini al pianoforte, molto curioso anche sulla vita di Giacomo e il suo rapporto con Lucca.
Credo che, in inverno, la dott.sa Buonriposi dirigente emerito di quello che una volta si chiamava Provveditorato agli Studi, dovrebbe esortare le scuole lucchesi a dedicare una mattina scolastica all'incontro con Giacomo Puccini: Visita al Museo e Casa Natale, al Caffè De Simo, per concludere in San Giovanni, con l'ascolto di alcune delle più famose arie pucciniane di "Puccini e la sua Lucca".
Dovrebbe essere obbligatorio per le scuole lucchesi imparare ad conoscere ed apprezzare le opere ma anche la lucchesità di uno degli uomini che maggiormente onorano Lucca, nel Mondo.
Tornando al Concerto non finirò mai di stupirmi dell'entusiasmo con cui centinaia di turisti, di ogni nazionalità, ascoltano in religioso silenzio le arie Pucciniane, applaudendo entusiasticamente ad ogni uscita dei cantanti, con una lunghissima ovazione finale, tutti i piedi.
Quello che mi ha stupito di più è vedere, nell'intervallo, questi turisti farsi decine e decine di self con i grandi ritratti di Puccini che adornano il palco, in un balenio di centinaia di flash.
Quando questi turisti torneranno a casa faranno vedere agli amici, le foto delle Mura e del Centro storico ma anche queste foto, ricordando come Lucca, sia la città di Giacomo Puccini e della possibilità avuta, come con Mozart a Salisburgo, di sentire le più belle composizioni del compositore lucchese, dal vivo, in una stupenda Chiesa monumentale.
Il passa parola è la forma più feconda e a costo zero di Promozione turistica e quella data da "Puccini e la sua Lucca" è doppia, perché assembla a Lucca, tutte le sere, le musiche dal vivo di Puccini, facendone realmente e concretamente la città del Maestro, come mai fatto da nessuno.
E' difficile capire come il Sindaco Tambellini  non riesca a capire, forse per odio di parte o per incapacità, i grandi meriti che ha Andrea Colombini, per aver realizzato, concretamente, questa "Lucca Pucciniana", che una Casa natale poco visitata e due o tre concerti al Giglio, in un anno, non potevano certo fare.
I Comics, il Summer e Puccini e la sua Lucca, oltre che eventi di grande valore culturale, sono per la loro pubblicità e fama in tutto il Mondo, il miglior strumento di Promozione della Città.
Ma l'abbinamento di Lucca, con Giacomo Puccini, dal vivo e tutte le sere, è un qualcosa di più.

francesco colucci