ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

sabato 30 luglio 2016

ASTRONEWS 30/7: La newsletter di Media INAF



Anche nel mese di agosto Media INAF continuerà a tenervi aggiornate e aggiornati su tutte le novità più interessanti in ambito astrofisico. La newsletter verrà però inviata solo al venerdì, e i video del giorno avranno una programmazione differente: ci saranno alcuni "ripescaggi" fra i prodotti migliori dell'anno trascorso, ma anche videointerviste inedite raccolte in questi giorni allo Euro Science Open Forum di Manchester e un assaggio di videoclip musicali realizzati in alcuni osservatori astronomici. Da settembre riprenderà tutto come prima. E ora…
 
Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF
picture
LO STUDIO SU ASTROPHYSICAL JOURNAL
Grazie al potere risolutivo del telescopio spaziale per raggi X NuSTAR della NASA, un team internazionale di astrofisici, fra i quali Andrea Comastri e Luca Zappacosta dell'INAF, è riuscito a risolvere circa il 35 percento del fondo cosmico di raggi X ad alta energia
picture
MASSA, FORZA E VELOCITÀ: LA FISICA DELLO SPORT
Al via AstrOlympics, un'iniziativa didattica ideata dal team di comunicazione del telescopio spaziale Chandra per mettere a confronto le incredibili acrobazie e prestazioni degli atleti olimpici con i fenomeni più spettacolari osservati nell'Universo.
picture
ASTEROIDI PERICOLOSI: QUAND'È MEGLIO COLPIRLI?
Simulando al computer strategie di difesa con testate nucleari, un team di ricercatori russi è giunto a concludere che, se l'asteroide venisse bombardato e disintegrato mentre si sta allontanando dalla Terra, eventuali frammenti radioattivi non rappresenterebbero una minaccia
picture
ANTICHI RESTI DI MATERIALI PRIMORDIALI
Uno studio condotto sui dati raccolti dalla sonda Rosetta e da missioni spaziali precedenti di flyby attorno a nuclei cometari mostra che le comete si formano dall'aggregazione successiva a bassa velocità di grani di materiale primordiale. Marco Fulle (INAF): «L'unico modo per capire una cometa è ripetere una missione complessa almeno quanto Rosetta»
picture
NUOVE TENDENZE DELL'ABBIGLIAMENTO SPAZIALE
Avete presente i poveri astronauti che intabarrati nelle tute spaziali camminano goffamente sul suolo lunare? La loro mobilità con indosso l'attrezzatura è molto limitata e si sono anche verificati dei capitomboli lunari, soprattutto a causa della poca sensibilità che le calzature attualmente in uso consentono. La soluzione è semplice e già in avanzata fase di sperimentazione. D'altra parte si sa, per camminare (ovunque), ci vogliono delle scarpe comode
picture
RADIAZIONI IN ORBITA E RISCHIO CARDIOVASCOLARE
Il tasso di mortalità dovuto a problemi cardiovascolari, per gli astronauti del programma lunare Apollo, è pari al 43 percento: un dato 4 o 5 volte superiore rispetto a quello relativo agli astronauti che non hanno mai abbandonato la Terra o che hanno viaggiato solo in orbita bassa. Lo studio su Scientific Reports
picture
PRESIDENTE DELL'INFN DAL 2004 AL 2011
«Una grande perdita», commenta il presidente dell'INAF Nichi D'Amico, «una figura di classe internazionale, di cui ricorderemo sempre l'intelligenza e la passione di uomo e di scienziato»
picture
RESPONSABILE LA GRANDE MACCHIA ROSSA
Un team internazionale di scienziati ha osservato Giove nelle lunghezze d'onda dell'infrarosso, scoprendo che le temperature più elevate misurate in alta quota corrispondevano alla posizione della Grande Macchia Rossa, l'uragano plurisecolare del gigante gassoso. I risultati sull'ultimo numero di Nature
picture
ELETTRONI QUASI ALLA VELOCITÀ DELLA LUCE
Un sistema binario turbolento: la nana bianca in rapida rotazione accelera gli elettroni fino a una velocità prossima a quella della luce rilasciando raffiche di radiazione che sferzano la compagna rossa, provocando forti impulsi ogni 1,97 minuti a lunghezze d'onda che vanno dall'ultravioletto al radio
picture
NEL METEOR CRATER, IN ARIZONA
Da zircone a zircone granulare fuso in pochi minuti. Ecco cosa accade quando si uniscono una pressione a 300 mila atmosfere e una temperatura che arriva a 2000°C dopo l'impatto di un asteroide sulla Terra. Le ricerche saranno utili anche a stimare la frequenza di futuri impatti distruttivi per la nostra civiltà
picture
DAL 29 AL 31 LUGLIO. C'È ANCHE "LA SCIENZA COATTA"
Piazza Santa Maria, Piazza Risorgimento, il Belvedere della Rocca Antica, Largo della Boccetta, Sala Ruspoli, Case Grifoni e il nuovo Centro Polivalente di Via Bastioni: per l'intero fine settimana in tutto il borgo antico, dalle sette di sera a mezzanotte, eventi dedicati alle stelle e allo spazio con ASI e INAF


Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

29.07.2016
28.07.2016
28.07.2016
27.07.2016
28.07.2016

Inoltre, sempre su Media Inaf, puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e iTunes.
E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.
È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!


La redazione di Media Inaf per CAPITAN FUTURO BLOG.