ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

martedì 3 maggio 2016

PASSIONE TERRA..................di Nicola Polito


A Montevarchi (AR) il mercato fa RETE. 

Con alcuni menbri TDL del M5S Toscana, Accompagnati da Silvia Prisinzano del mercato degli agricoltori e con la partecipazione del deputato Chiara Gragnarli oltre che, Da Sergio Barni, Giammarco Marcellino e tanti altri, abbiamo preso coscienza della realtà positiva del mercato coperto degli agricoltori di Montevarchi.
Conoscere da vicino con soddisfazione, ed esportare la nuova realtà e metodologia di mercato condiviso. Non da impresari agrari come, dovrebbero chiamarsi oggi, ma da veri contadini coloro, che lavorano la terra per passione e non solo a scopo di lucro, da questo concetto abbiamo incontrato l'eccellenza Toscana. Banditi ormai dal territorio, pesticidi e fertilizzanti; il miglior fertilizzante è il sudore della fronte.

E' un mercato di una volta dove in effetti chi vende e chi compra si incontrano, si conoscono, si scambiano opinioni, desideri, aspettative.
Alcuni dati: Il Mercato è oggi una realtà concreta ormai sono cinque anni che si fa mercato di filiera corta, un'esperienza importante per tante aziende e per tanti consumatori: ne fanno parte oltre 90 aziende quasi tutte presenti sul territorio, espongono e vendono i loro prodotti attraverso il Mercato di Rete. La popolazione di Montevarchi e tutto il bacino del Valdarno aretino e fiorentino ormai fanno acquisti alla filiera corta al mercatale di Montevarchi.
Realtà che numeri alla mano ha un introito di oltre un milione l'anno.
La commercializzazione esclusiva di prodotti agricoli toscani certificati
(doc, igt, dop, igp, docg, agricoltura biologica, agricoltura integrata, ...) e/o locali: dagli ortaggi al vino, dal latte fresco ai formaggi, dalla carne ai salumi, dall'olio, al pane, biscotti, legumi ecc.
Ad ogni acquirente viene rilasciata una tessera per far sì che l'emissione di scontrino sia facilitato e risulta al conteggio finale il numero di clienti che si sono approvvigionati al mercato, per emettere poi una vera statistica che può servire ai produttori. Solo prodotti di stagione.
Tutto ciò serve a mantenere un costante contatto diretto tra produttori e consumatori. Il contatto diretto è un metodo molto efficace per instaurare un rapporto di fiducia nei prodotti certificati e controllati.
Consumatori più informati e consapevoli, co-produttori, motivano ulteriormente i produttori a lavorare usando tecniche che salvaguardino la diversità alimentare, l'ambiente e la qualità. Sistema all'avanguardia per rafforzare impresa e consumo a filiera corta.
Mercati gestiti collettivamente, che sono luoghi di incontro dove i produttori locali presentano prodotti di qualità direttamente ai consumatori, a prezzi modici e garantendo metodi di produzione sostenibili per l'ambiente. Inoltre, preservano la cultura alimentare delle comunità locali e contribuiscono a difendere la biodiversità.

Una metodologia di mercato della terra a km 0 augurandoci ed impegnandoci tutti, che possa essere esportata anche in altre realtà territoriali.