ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

martedì 3 maggio 2016

FIOM: ExCerpelli (Querceta) 30 operai licenziati ma l'attività è davvero cessata?


L'11 aprile scorso, con le firme da parte dei lavoratori, calava il sipario sullo storico stabilimento ex Cerpelli di Querceta (Seravezza), appartenente alla Finder Pompe/Dover Corporation. 

Dopo una lunga vertenza, trenta dipendenti entravano in mobilità (ovvero venivano licenziati!), la proprietà chiudeva lo stabilimento e cessava l'attività in Versilia.

Ma è proprio così?

Stamattina, dopo varie segnalazioni di attività anomale che si stanno svolgendo presso lo stabilimento di via Biagioni, la Rsu aziendale è andata a verificare la situazione.

Racconta Alessandro Lenzoni, rappresentante dei lavoratori iscritto alla Fiom Cgil: "Da un mio personale sopralluogo, agevolato dal trovare i cancelli aperti, ho verificato la presenza all'interno del capannone di personale della sede centrale della Finder Pompe srl - che è a Merate, Lecco -  che sembravano svolgere attività produttiva. Nello specifico, apparivano concentrati nel reparto sala prove e in attività di contorno per la preparazione e la messa in opera di una pompa".

"Premesso che tale reparto è anche una delle principali aree di attenzione rispetto alla sicurezza, ci domandiamo se tutto questo è plausibile dopo la drastica decisione e il rifiuto di ogni tentativo di salvaguardare l'attività e l'occupazione".

"Se le apparenze venissero confermate - continua Lenzoni - lì starebbero proseguendo, anche se parzialmente, alcune lavorazioni e decadrebbero allora quelle affermazioni del management Finder e Dover, che sostenevano di dover azzerare il sito per la non sussistenza dei presupposti produttivi di nessun genere e per la necessità di abbatterne i costi insostenibili".

"Se proseguono forme di attività produttive, come possono essere minori i costi impiegando lavoratori in trasferta e non pienamente efficienti in un ambiente di lavoro a loro praticamente sconosciuto? In che misura vengono tenuti in considerazione gli aspetti concernenti la sicurezza?".

"L'ultima parola - conclude Lenzoni - la dedichiamo ai soggetti istituzionali che sono stati partecipi della vertenza insieme a noi, come l'amministrazione comunale di Seravezza nella persona del sindaco Ettore Neri, la Regione Toscana rappresentata ai tavoli di confronto da Gianfranco Simoncini e la senatrice Sara Paglini: anche loro, come i lavoratori, sono stati presi tutti...per il naso?"

Rsu ex Cerpelli Finder Pompe

Fiom Cgil provincia di Lucca

Querceta, 3 maggio 2016

--
Daniela Francesconi
giornalista professionista
ufficio stampa e comunicazione
Tw @danyfrancesc
LinkedIn Daniela Francesconi

Federazione Impiegati Operai Metallurgici della provincia di Lucca 
Camera del Lavoro Lucca e Versilia
V.le Luporini 1115\F – 55100 Lucca
tel. +39 0583 441540 - 0584 325321
P.za Manzoni 5 – 55049 Viareggio
fax +39 0583 441555 - 0584 325351

www.fiom.cgil.it - mail: fiom@lucca.tosc.cgil.it - fiomvg@lucca.tosc.cgil.it Pec: fiom.lucca@pecgil.it