ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

giovedì 5 gennaio 2017

ASTRONEWS 06/01: La newsletter di Media INAF


 


Ecco gli ultimi articoli pubblicati su MEDIA INAF

picture
INTERVISTA A SIMONE MARCHI
La NASA ha scelto le due missioni spaziali che saranno lanciate, nel 2021 e nel 2023, nell'ambito del Discovery Program. Mete finali: sei asteroidi troiani di Giove e un piccolo mondo esotico, quasi tutto di metallo, scoperto nel 1852 da un astronomo italiano. Ne parliamo con un astrofisico, originario di Lucca, membro d'entrambi i team
picture
TROVATE STRUTTURE SIMILI AI PENITENTI TERRESTRI
Un team di ricercatori canadesi e statunitensi ha analizzato in dettaglio i dati raccolti dalla sonda New Horizons durante il suo incontro ravvicinato con Plutone. I risultati, presentati sull'ultimo numero di Nature, mostrano la presenza di strutture fino ad ora osservate solo sulla Terra, chiamate "penitenti di neve"
picture
DALLE OSSERVAZIONI CONDOTTE DA ARECIBO
Presentati al 229esimo meeting AAS gli ultimi risultati di un esperimento che tenta di porre un nuovo limite alla più fondamentale tra le costanti della fisica. Secondo lo studio, di prossima pubblicazione, nel corso di 3 miliardi di anni la costante di struttura fine non sarebbe cambiata più di 1,3 parti su un milione
picture
LA SCOPERTA SU APJ E IN COPERTINA SU NATURE
Il "fast radio burst" più misterioso che si conosca, FRB 121102, proviene da una lontanissima galassia nana. Per individuarla con precisione, gli scienziati hanno dovuto fare ricorso a un'intera rete di radiotelescopi sparsi nel mondo, fra i quali l'antenna italiana di Medicina dell'INAF, in provincia di Bologna
picture
LANCIO PREVISTO NEL 2020
La NASA ha annunciato che finanzierà una nuova missione per lo studio dell'Universo alle alte energie: l'Imaging X-ray Polarimetry Explorer. La missione porterà nello spazio un sostanzioso contributo italiano. «Una missione che permetterà finalmente di aprire una nuova finestra nell'astronomia dei raggi X», dice Paolo Soffitta dell'INAF
picture
VISTA OSSERVA ORIONE A
Il telescopio dell'ESO ci offre la visione più dettagliata di sempre della nube molecolare Orione A (una delle due due nubi molecolari giganti nel complesso di Orione) nel vicino infrarosso. L'immagine rivela oggetti di solito nascosti all'interno di nubi di polvere
picture
ARRIVA L'ESTATE
Ancora una volta la sonda Cassini di NASA/ESA/ASI ha fotografato un banco di nubi sulla luna più grande di Saturno, Questa volta, però, si tratta di nuvole speciali e particolarmente attese, perché potrebbero segnare l'arrivo della stagione estiva
picture
IL CASO PGC 1000714
Individuato un oggetto raro e peculiare, a circa 359 milioni di anni luce, che mostra due strutture a forma di anelli circolari. Si tratta di una galassia di tipo Hoag il cui studio potrebbe fornire nuovi indizi sulla formazione e l'evoluzione di questi particolari oggetti. I risultati sono riportati su MNRAS
picture
SI ALLUNGA LA LISTA DELLE "MAMME SPAZIALI"
È uscita oggi sulla stampa la notizia della nascita, risalente novembre scorso, della primogenita di Samantha Cristoforetti, prima astronauta italiana ad abitare la Stazione Spaziale Internazionale con la storica missione Futura
picture
IL "SORPASSO" DELLE ASTRONOME
È un istituto sempre più al femminile, quello di astrofisica. Anche se la tendenza alla parità rimane ancora confinata ai livelli d'ingresso. Ne parliamo con due neoassunte, Marcella Di Criscienzo e Silvia Piranomonte, dal 30 dicembre ricercatrici a tempo indeterminato all'Osservatorio di Roma
picture
LE ATTIVITÀ RIPRENDONO IL 3 GENNAIO
Il trapano del rover è fermo dal primo dicembre 2016, quando avrebbe dovuto effettuare la settima perforazione dell'anno appena passato. Il motore che permette il funzionamento del trapano non risponde più ai comandi. Ancora non si sa se il problema potrà essere risolto definitivamente o se rischia di compromettere le attività scientifiche future
picture
IL CIELO DI GENNAIO 2017
Ci appare come un luminoso punto nel cielo, ma in realtà l'astro più brillante della costellazione dell'Auriga, ben visibile nei cieli serali di questo mese, è un sistema composto da due coppie di stelle. I consigli per individuarlo facilmente, insieme ai pianeti e ai principali fenomeni celesti visibili a gennaio

Gli ultimi video e audio di MEDIA INAF

05.01.2017
05.01.2017
04.01.2017
03.01.2017
05.01.2017
03.01.2017

Inoltre, sempre su Media Inaf puoi trovare:

Ricorda che Media Inaf ti aspetta anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e iTunes.
E se hai uno smartphone o un iPad, non puoi non installare la app di Media Inaf.
È tutto, un saluto dalla redazione e buona lettura!


La redazione di Media Inaf invia la propria newsletter a CAPITAN FUTURO BLOG.