ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

Visualizzazioni totali

venerdì 22 gennaio 2016

l'Ass.Marco Remaschi illustra il Psr 2014-2020


Ieri si è svolto in Borgo a Mozzano presso la Sala della sede dell'Unione dei Comuni un importante incontro riguardante l'illustrazione del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 a cura dell'Assessore Regionale all'Agricoltura Marco Remaschi, unitamente a vari tecnici regionali del settore, il Presidente dell'Unione dei Comuni Andrea Bonfanti e la consigliera regionale Ilaria Giovannetti.

La risposta in termini di partecipanti è stata un vero successo, la sala era stracolma, addirittura mancavano posti in piedi.

Vuoi  per sapere di più sui finanziamenti pubblici rivolti a un settore che è in crescita costante, vuoi per curiosità, vuoi perchè qualcuno reclamava poichè si è trovato agli ultimi posti della graduatoria...sta di fatto che l'evento è stato un clamoroso successo.

 Come lo è il fatto che rispetto al psr 2007-2013 sono stati stanziati ben 92 milioni di euro in più. Stiamo parlando di ben 962 milioni di euro (!) per il periodo 2014-2020 vs gli 870 del settennio precedente.
E come sottolinea Marco Remaschi tutti impegnati, tradotto in soldoni sono stati presi tutti, a differenza di circa ben 1 miliardo di euro che invece l'Italia nel suo complesso ha cortesemente rifiutato e rimandato al mittente (colpevoli in special riguardo le zone del Sud Italia)  per mancanza di domande e progetti adeguati.

I fondi messi a disposizione provengono dalla Regione per il 17%,  per il 40% dal  Governo Nazionale, e per il restante da fondi UE.

C'è stato un vero e proprio boom di domande presentate in Regione, quindi solo i progetti più meritevoli e le istruttorie formulate a dovere, in questo giro di giostra avranno più chanches di andare in porto.

Da sottolineare che non sono previsti interventi diretti solo al settore agricolo come comunemente inteso, ma anche al settore forestale, alle filiere, alla prevenzione per la sicurezza del territorio (nb: prevenzione non ripristino) , nonchè agli aspetti infrastrutturali come la formazione la consulenza la banda larga ecc.
 Un 6% del totale ammontante a circa 58 milioni è il minimo garantito per il Metodo Leader (occorre tuttavia costituire un Gruppo di Azione Locale (GAL) a proposito) ed è cmq riservato alle zone rurali.

Una buona parte di questi fondi sono stati destinati ai giovani, mediante la pubblicazione di un bando da ben 100 milioni, infatti questo è uno degli obiettivi principali, al fine di non abbassare troppo l'età media degli operatori del settore; quindi è proprio il caso di dire...sotto ragazzi!!

Altri obiettivi primari del psr 2014-2020 sono l'evitare l'abbandono delle zone montane e rafforzare la presenza del gentil sesso nel settore.

  Comunque per chi volesse approfondire i vari dettagli e ottenere maggiori informazioni clicchi sul link qui sotto, troverà molte risposte utili.

 
Alessandro Benvenuti