BiDiBa

BiDiBa
BIRRE DI BAVIERA - Chifenti, Borgo a Mozzano - via Europa Unita, 5 (clicca sulla foto)

Visualizzazioni totali

martedì 26 gennaio 2016

LA BUONA SANITA' E NON FINISCE QUI'

203 esami clinici ormai a pagamento.





Tempo scaduto, 203 esami specialistici saranno a pagamento, il ministro Lorenzini ha fatto finalmente vedere che la sua laurea in medicina vale qualcosa es. risparmio di sperperi su esami inutili della sanità nazionale.
Che fortuna avere un ministro come la sig.ra  Lorenzini.

Tutto riportato sulla gazzetta ufficiale del 20 Gennaio ed alcune visite ed analisi qui  riportate.
Tra questi, vi sono degli esami frequenti ed indispensabili, (indispensabili solo se sei moribondo), Tac, RX diagnostici, esami del sangue cioè tutti gli esami di laboratorio.
I cittadini dunque, non potranno più curarsi pagando solo il ticket, ma – per chi può – dovrà sostenere di tasca propria i costi per visite di routine ed esami che riguardano la prevenzione di importanti patologie come il cancro, per chi non può si rechi a pregare.


Ci sarà tanto da pregare visto che i tagli riguardano 203 esami. Dovranno rimettere mano di nuovo alla costituzione in quanto in fatto di salute menziona: all’art. 32 (La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto della persona e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana). Non temete ormai sono avvezzi, hanno stravolto ben più importanti ex diritti in fatto di sanità pubblica.


D'altronde le hanno definite (Riduzione delle prestazioni inappropriate di assistenza specialistica ambulatoriali).
Ai fini dell’applicazione, delle prestazioni di radiologia dia-gnostica di cui al presente decreto, per la definizione del «sospetto oncologico» di cui all’allegato al link superiore, devono essere considerati i seguenti fattori: 1) anamnesi positiva per tumori; 2) perdita di peso; 3) assenza di miglioramento con la terapia dopo 4-6 settimane; 4) età sopra 50 e sotto 18 anni; 5) dolore ingravescente, continuo anche a riposo e con persistenza notturna. Cioè quando la malattia manifesta una conclamata aggressività.
Con questa manovra dovremmo risparmiare 13 miliardi di €......... cosa sono a confronto un migliaio di morti in più?