ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

LETTORI SINGOLI

mercoledì 5 maggio 2021

Il PD che interroga il PD sulla Sanità in Valle del Serchio: Simonini "Cambiamo!" Triste teatrino


Il PD che interroga il PD sulla Sanità in Valle del Serchio: Simonini "Cambiamo!" Triste teatrino.

Incredibile la posizione del PD sui presidi ospedalieri in Valle del Serchio, da una parte si tolgono soldi alla Sanità, mentre dell'altra si chiedono investimenti e rafforzamenti dei servizi.
Per usare un eufemismo dichiara Simonini, si potrebbe dire che In Regione Toscana sono davvero spettacolari.

Ma andiamo in ordine e rimaniamo sul tema della sanità in Valle del Serchio.
Da prima le problematiche sul covid emerse all'ospedale San Francesco di Barga, dove evidentemente qualcosa non ha funzionato.
Inoltre da settimane, si parla della situazione dell'auto medica del PPS di Barga, con alcune difficoltà che sembrerebbero di non facile e breve risoluzione, con un'amministrazione comunale, pronta a rispondere più alle critiche che a dare risposte concrete ai cittadini, per rendere, quantomeno, più difficile un tentativo di indebolimento di questi fondamentali nosocomi  periferici.
Poi c'è la situazione più imbarazzante; quella dell'ospedale Santa Croce di Castelnuovo di Garfagnana, dove è in atto un vero depotenziamento, con un' organizzazione o riorganizzazione che stenta, nonostante le innumerevole promesse.

Qua si parla di un servizio fondamentale come quello della cardiologia, ed anche del cambio generazionale su gli ambulatori di ecografia.
Una riorganizzazione che l'azienda sanitaria non riesce proprio a fare, o che evidentemente proprio non vuole fare, con una protesta sbiadita dei Sindaci, che si dicono indignati, ma poi continuano a sostenere a spada tratta chi governa la Regione da sempre, ed il territorio.

A Castelnuovo a risuonare strana per molti ad esempio, è la protesta di governo condotta dal capogruppo di maggioranza e non dalla giunta comunale con in testa il Sindaco.
Strano è anche il silenzio del Consigliere Regionale del posto, eletto con un plebiscito di preferenze, che si dice pronto a difendere la sanità locale interrogando lo stesso partito che rappresenta.
Cose strane, mentre la Mediavalle e Garfagnana è sempre più una zona disagiata e meno popolata.

Simone Simonini "Cambiamo!"

lunedì 3 maggio 2021

Comunicato stampa Cambiamo! Pediatra in montagna pistoiese, ennesimo fallimento della sanità toscana


La vicenda della pediatra è solo l’ultimo colpo dato alla sanità in montagna pistoiese. Una sanità sempre più incentrata sul fattore costo-beneficio, dove se quest’ultimo supera il primo, allora il servizio viene mantenuto, altrimenti in barba a qualsiasi discorso, viene tagliato e una volta perso (probabilmente ) lo è per sempre.
La sanità Toscana ne è un esempio lampante e i tagli fatti in montagna pistoiese ancora di più. Una logica che guarda più ai numeri, che all’effettivo bisogno del territorio. La situazione della pediatra è emblematica, appena ha potuto ha scelto una sede di servizio a Pistoia, una scelta personalistica, magari discutibile, ma legittima. Nessuno si fa avanti per la posizione aperta in montagna, anche qui nulla di irregolare e di nuovo aggiungiamo.
A poco servono lettere, interrogazioni, indignazione, su delle scelte di un sistema che non funziona più e che sta mostrando sempre più le sue pecche.
La soluzione ideale sarebbe un rapido ripopolamento della montagna che riportasse i numeri delle nascite a quelli per garantire i servizi. Però ragionando in termini realistici, l’unica possibile sarebbe aumentare la remunerazione dei dottori che prestano servizio in montagna, rendendo di fatto più appetibili queste posizioni. Leggi e articoli costituzionali per fare questo sarebbero già in essere.
Ma queste o altre soluzioni, sono possibili solo se si ha la volontà di farle, cosa che in questo momento non vediamo nell’attuale governo regionale.
Auspichiamo e ci batteremo per un cambio di passo.


Marco Poli

Coordinatore provinciale Cambiamo! Pistoia  


 

venerdì 30 aprile 2021

SANITA' : Uno strano modo di fare politica. - by Simone Simonini.


Uno strano modo quello di parlare della sanità -ha dichiarato Simone Simonini coordinatore Provinciale di Cambiamo!-
Ne vediamo di belle e da tutti i rappresentanti, soprattutto da chi da sempre in maggioranza e al governo della Regione, si indigna, si stupisce e lancia appelli su un nuovo modello di sanità, più efficiente e a misura del cittadino.
Insomma in Regione Toscana ognuno va per conto proprio, con la speranza che le promesse lanciate tanto il cittadino comune presto se le dimenticherà.
I tagli sulla sanità certo non stupiscono più, tutti ne sono a conoscenza, come della carenza di personale, e l'impoverimento dei servizi offerti nelle zone più marginali e disagiate.
Siamo di nuovo ad un bivio importante, cosa sarà dei presidi ospedalieri della Valle del Serchio?

La politica, quella vera, quella fatta per professione e ben retribuita nei palazzi che contano, dovrebbe dare risposte certe lasciando gli appelli e le giornalate ad altri.
Non è possibile che non si riesca ad andare oltre agli annunci, che poi per chi è avvezzo a conservare, a leggere e ricordare sono periodicamente sempre i soliti.
Ci vogliono i fatti, quelli veri, che sappiano intercettare e anticipare cosa sarà il futuro.
Basta con i milioni a pioggia tirati un po' qua e un po' la per tirare fumo negli occhi alla gente.
Forse all'epoca scelte meno campanilistiche avrebbero potuto evitare il decadimento della sanità in Valle del Serchio.
Occorre -ha concluso Simonini- metterci mano seriamenete, prima che non rimanga più niente...

martedì 27 aprile 2021

Simonini "Cambiamo!" Per vaccinarsi, chiesti troppi sacrifici sugli spostamenti agli anziani.


Simonini "Cambiamo!"
Per vaccinarsi, chiesti troppi sacrifici sugli spostamenti agli anziani.

In queste settimane ha dichiarato Simone Simonini coordinatore Provinciale di Cambiamo! Ho ricevuto tante lamentele da parte di molti anziani e soggetti fragili, che per vaccinarsi hanno dovuto percorrere tanti chilometri in auto, e in molte occasioni trovare un accompagnatore alla guida.
È incredibile e paradossale come, ad esempio molte persone abbiano dovuto spostarsi per farsi inoculare la prima dose di vaccino dalla Garfagnana e Mediavalle ed andare in Versilia o addirittura in altre Province.

Noi di Cambiamo! Riteniamo il piano organizzativo vaccinale Toscano nettamente insufficiente, soprattutto irrispettoso verso le persone più deboli e più fragili, costrette in molte circostanze a rinunciare alla propria dose per problemi legati alla mobilità.
Un esempio pratico su tutti: gli anziani soli senza mezzo di trasporto privato.
Insomma ha concluso Simonini, nonostante i roboanti proclami della Regione e dei suoi rappresentanti, di fatti pratici se ne sono visti ben pochi, senza parlare del problema legato alle prenotazioni.

 Simone Simonini Cambiamo! 

sabato 24 aprile 2021

Formazione in SIPISS: i prossimi appuntamenti.

Corsi specialistici
 

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Image

Corsi specialistici in SIPISS

La selezione del personale in remoto

FAD - Online fino al 30 aprile 2021 

9,6 crediti ECM

 

La recente emergenza sanitaria ha determinato molteplici cambiamenti nel modo di lavorare (basti pensare alla massiccia introduzione dello smartworking) e determinerà, nel breve termine, dei cambiamenti anche a livello dei processi di selezione. I contesti di selezione in vivo, specie se svolti in gruppo (Assessment Center) andranno per un po' abbandonati a favore di modalità da remoto e one to one. La formazione mira a illustrare gli strumenti e le modalità di gestione che queste nuove esigenze stanno imponendo al selezionatore.

Psicologia dell'emergenza

23 ottobre 2021

MILANO e DIRETTA STREAMING

 

La Psicologia dell'emergenza quella branca della Psicologia che interviene in tutte quelle situazioni  in cui un evento esterno, estremo, crea una "soluzione di continuo" nel regolare procedere della vita degli uomini. I settori di intervento sono molteplici, così come i possibili scenari d'azione e i destinatari. Un punto di partenza è la definizione di evento critico ed evento traumatico. Il corso si propone di definire le teoriche, normative e pratiche della Psicologia dell'emergenza.

 

Gli strumenti di valutazione delle soft skills

24 e 25 settembre  2021

MILANO e DIRETTA STREAMING

 

Verranno esplorati i metodi di valutazione delle competenze, della performance e del potenziale delle persone in azienda. Gli strumenti proposti verranno testati per comprenderne le modalità di somministrazione e di utilizzo. Ampio spazio verrà dedicato alla restituzione della valutazione: dalla stesura di un profilo al colloquio feedback, fino ad arrivare alla progettazione di percorsi per lo sviluppo. Saranno analizzati alcuni casi concreti di implementazione degli strumenti nel contesto aziendale.

Image
Image
Terapia cognitivo-comportamentale breve per la prevenzione del suicidio
di C.J. Bryan e M.D. Rudd 
 
Prezzo: 32,00€
 
Image
Alimenti funzionali e dietoterapie
di A. Simone

 

 

Prezzo: 20,00€

 

SCHEDA LIBRO

 

Image
T.O.V.
Test di Orientamento Valoriale

Compilazione in remoto

 

 

Prezzo: da 29,00€ 

 

SCHEDA TEST

Per qualunque richiesta di informazioni non rispondere a questo messaggio, ma scrivici a segreteria@sipiss.it