ulivi

ulivi
BORGO A MOZZANO - Piano di Gioviano, SP2 Lodovica.

LETTORI SINGOLI

venerdì 30 ottobre 2015

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE O NUOVO GUADAGNO PER I SOLITI NOTI?Appennino Pistoiese di Marco Poli


Il 29 ottobre alla Dynamo Camp è stato presentato il”piano di sviluppo rurale 2014-2020”della Toscana.Il comune di San Marcello Pistoiese sulla sua pagina facebook ufficiale lo descrive così:

PRESENTAZIONE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020

Ieri a dynamo camp l'ass. regionale all'Agricoltura Remaschi ha illustrato il PSR con le risorse economiche che verranno attivate per sostenere le aree rurali e agricole .
Erano presenti anche l'ass all'Ambiente Federica Fratoni e Il Presidente dell'Uncem e Sindaco di Pescia Oreste Giurlani

Il programma individua 6 priorità:

Promuovere il trasferimento di conoscenze nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali;
Potenziare la competitività dell'agricoltura in tutte le sue forme e la2. redditività delle aziende agricole;
Incentivare l'organizzazione della filiera agroalimentare e la gestione dei rischi nel settore agricolo;
Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi dipendenti dall'agricoltura e dalla silvicoltura;
Incoraggiare l'uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale;
Promuovere l'inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali;

Devo dire che a leggerla così,io e chi gestisce la pagina dobbiamo essere stati in due assemblee pubbliche differenti!da capire dove è stata costruita la seconda Dynamo Camp,ma non sarebbe la cosa più strana vista in quella serata.
Perchè io ci sono andato,oltretutto in triplice veste,come cittadino della montagna,come blogger e come attivista del gruppo”montagna a 5 stelle”(perchè negarlo?).
C'è da dire che all'elenco delle star(tutte Pdine)mancano degli illustri nomi come il”presidente della Luna”Massimo Baldi e ”l'uomo che sussurava ai mercati”Marco Niccolai.
Presenti anche al gran completo anche i nostri (anti)eroi locali:Sabrina Innocenti,Luca Buonimi,Gabrio Fini,Tommaso Braccesi,Luca Marmo,Riccardo Vespasiani,insomma tutto il PD montano al gran completo.C'eraa pure qualche vecchia conoscenza della comunità montana come Roberto Fedeli.
E poi c'era lui,la supestar per eccellenza l'ex-sindaco Moreno Seghi che stà piano piano tornando in auge,come presidente del tennis di Campo Tizzoro,ora diventato Dynamo tennis,come coordinatore del Distretto Forestale e come Supporto tecnico alle misure di finanziamento comunitario del”progetto Bosco”,chissà perché non l'hanno nominato?Dovessi fare un pensiero cattivo puramente personale,è che forse è meglio non far sapere ai cittadini di San Marcello,che certi”pifferai” stanno tornando a suonare.
Ci sarebbe anche da domandarsi anche se l'ex-sindaco nella moltiplice veste di presentatore del progetto,dipendente della provincia,membro del”progetto bosco”,coordinatore del distretto forestale,non fosse uno”zinzino”(tipica espressione per indicare un pochino)in conflitto di interessi,però potrei sbagliarmi,non sono mica un esperto.
Magari un esperto no,ma un osservatore sì ed ho notato che i presenti erano quasi tutti del PD e stranamente in un progetto”regionale”non era presente nessun membro dell'opposizione...non saranno stati invitati o non son venuti....no,no non saranno venuti,mica vogliamo accusare un partito che ci ha regalato presidenti delle regione come De Luca,fare delle scorrettezze?
Parlando della serata vera e propria perché è stata fatta quando il principale bando era praticamente scaduto(il giorno dopo) Ne hanno parlato come se il progetto fosse già in atto , prima ancora dell'assegnazione dei fondi destinati ai migliori progetti pervenuti . Probabilmente è così,d'altronde a parlare male si fa peccato,ma spesso ci si dà,anche se vedere figure come il Fedeli in aula...pardon,in sala mi rassicurava.
Hanno parlato di cippato come fosse un metodo eco / rinnovabile cosa che non è , perciò non meritevole di questi fondi ( hanno parlato di un cippatore per comune) .
Nelle cifre presentate si è parlato di 961,8 milioni di euro per questo progetto,ripartiti nei seguenti modi:

  • competività 46%
  • innovazione 9%
  • forestazione,dissesto idrogeologico e cambiamenti climatici 17%
  • consolidamento misure agroambientale 20%
  • metodo leader 6%
  • banda larga 4,2%
Già sarebbe interessante che il risultato delle percentuali faccia 102,2% però vabbe si sa che il PD professa di poter fare miracoli,anche se alla resa dei fatti di solito se va bene fa lo 0,2%
Però sono convinto del loro operato,tanto quanto sono convinto che sanno fare i calcoli.
Ci sarebbe anche da chiedersi perché destinare solo il 17% nella voce che dovrebbe avere la maggioranza del budget,ovvero forestazione,dissesto idrogeologico e cambiamenti climatici.Così come ci sarebbe da chiedersi in dettaglio cos'è la voce”innovazione” che invece prende il 40% della cifra,io un idea personalmente ce l'avrei,ma se la dico come minimo mi querelano,quindi la tengo per me.
Che non fosse una reale serata informativa lo si capiva anche delle slide che viaggiavano a velocità impressionante.Altra cosa che mi ha dato nell'occhio è la coincidenza delle date.Troppa causalità tra la presentazione del”progetto Bosco”(l'inizio di questa settimana),questa presentazione,le date dei documenti(29 Ottobre) e la scadenza dei bandi.
Poi in tutta la presentazione si è parlato di taglio,di cippato,ma non di ripiantare alberi(giusto una piccola dimenticanza).
Non fatemi poi parlare degli interventi,perchè tra quelli autocelebrativi e le domande evidentemente concordati,non ce ne è stato uno degno di nota.Poi certi esponenti di partito di cui non voglio fare nomi, gli dovrebbe togliere la patente per tenere il microfono.
Spero per tutti che sia un progetto valido,ma personalmente temo che sarà il solito progetto,per far guadagnare soldi ai soliti noti e che farà solo danni alla montagna.Staremo a vedere sperando di sbagliarmi.

Distinti Saluti




Nessun commento:

Posta un commento